Il piano di piacere del Mini-Pony

409Report
Il piano di piacere del Mini-Pony

Nel profondo del più antico complesso fieristico e ippodromo della città c'era un grande fienile rosso. A volte conteneva animali che venivano successivamente esposti nelle migliori mostre di razza e simili, tenute periodicamente presso l'area espositiva durante tutto l'anno. Tuttavia, veniva utilizzato principalmente dal guardiano del giardino, il signor Orrick, e dalla sua famiglia, che abitava in un piccolo cottage lì vicino. Un soleggiato sabato mattina, non molto tempo dopo la colazione, due giovani e graziose ragazze adolescenti corsero fuori da quel cottage e corsero, lentamente divise, verso la stalla.



Taylor Dewey fece del suo meglio per tenere il passo con la sua ragazza più vecchia e più veloce mentre irrompevano attraverso le grandi porte del fienile e caricavano attraverso un ampio spazio centrale fino al punto in cui una pila di balle di fieno fresche e nuove formava un comodo nascondiglio privato al suo interno. posteriore. Sandra Orrick scalò con un balzo facile un'unica balla che formava una barriera bassa che nascondeva un piccolo angolo accogliente tra gli imponenti fasci e il muro posteriore della stalla e Taylor si arrampicò su di esso dietro di lei. Stavano entrambi ansimando pesantemente quando Sandra lasciò che una piccola pila di riviste a cui si era aggrappata si rovesciasse davanti ai giovani amici ansimanti mentre Taylor atterrava con un leggero scricchiolio accanto a lei sul pavimento spugnoso e coperto di pula.

"Non preoccuparti. Nessuno può vederci qui!” Sandra assicurò la sua amica con una risatina maliziosa mentre iniziava a frugare eccitata tra le pubblicazioni dai colori vivaci. Taylor diede una rapida occhiata alla balla dolcemente profumata, per ogni evenienza. E se qualcuno avesse notato gli adolescenti follemente audaci e avesse seguito la coppia per curiosità? I suoi grandi occhi azzurri scintillanti scrutarono le ombre fioche screziate dal sole del capannone cavernoso oltre il nascondiglio della ragazza, ma non videro nulla di straordinario. Alcune attrezzature agricole polverose occupavano un'estremità dell'edificio grande quanto un hangar e un'area stabile composta da diverse bancarelle riempiva l'altra. Taylor poteva sentire il debole, gentile suono strascicato di un animale proveniente da una delle piccole cabine con cancello girevole e riconobbe un odore pungente di letame di cavallo, ma a parte questo, tutto era ancora nell'aria calda e umida oltre la paglia improvvisata delle ragazze. casetta.

"Cazzi neri e fica bianca!" Sandra annunciò improvvisamente trionfalmente, facendo girare Taylor e vedendo la sua amica sventolare una delle riviste eccitata. Il cuore di Taylor, che già batteva forte dopo lo sprint dalla camera da letto del padre di Sandra alla stalla, quasi perse un battito quando Sandra iniziò ad aprire una delle pagine patinate del paginone centrale della rivista pornografica.

“Sssss Sandra. E se tuo padre fosse fuori? Non voglio essere scoperto con i suoi vecchi porno sporchi” sibilò Taylor.

“Oh, rilassati! Papà e il resto dei dipendenti stanno lisciando la pista stamattina mentre tutti gli altri sono andati a fare shopping!” Sandra rassicurò la sua amica bionda più giovane. La graziosa tredicenne seguì il suo consiglio e si mise a suo agio. Sandra ammirava l'attraente pienezza delle cosce lisce, abbronzate dal sole e dei polpacci ben modellati che si gonfiavano piacevolmente mentre si accovacciava nei suoi pantaloni larghi di cotone. Per Sandra Orrick, l'emozione di fare qualcosa di proibito o di cattivo era quasi sempre migliore dell'atto stesso. Pertanto, ora si stava divertendo moltissimo, mentre guardava il seno sodo, a coppa C, di Taylor Dewey, alzarsi e abbassarsi ritmicamente sotto la sua maglietta di cotone attillata e anticipare l'effetto che le immagini erotiche avrebbero avuto sul suo giovane compagno di scuola.

“Questo è quello di cui ti ho parlato. Controlla le dimensioni del cazzo di questo ragazzo! esclamò Sandy.

"Oh mio Dio... beh, è ​​proprio... non può essere..." Taylor sussultò, quasi non credendo a ciò che vedevano i suoi grandi occhi azzurri. La pagina formato poster davanti a lei consisteva in un diorama di fotografie esplicitamente sessuali. Una foto mostrava un bell'uomo di colore che indossava solo un sorriso bianco brillante mentre tra le sue gambe muscolose, e nonostante la sua condizione rilassata, c'era il pene più grande e grasso che Taylor avesse mai visto.

Il liscio cazzo nero pendeva come un pezzo di manichetta antincendio, dallo scroto scuro e rugoso dell'uomo, letteralmente fino alle ginocchia. Nella foto successiva era accompagnato da una donna bianca, sexy, dai capelli biondi e dal seno grande. Era inginocchiata nuda tra le gambe del ragazzo nero con un'espressione stupita sul suo bel viso mentre avvolgeva entrambe le mani, con evidente difficoltà, attorno all'asta gonfia del suo pene ora completamente eretto. Il suo cazzo si protese enormemente. In un altro ancora, la stessa donna era in un vivido primo piano, succhiando oscenamente l'ampia, spugnosa testa nera e rosa del gigantesco pene dell'uomo mentre si sforzava disperatamente di ingoiare l'enorme punta dell'attrezzo tra le labbra rosse ampiamente allungate e le guance gonfie. Infine, la fotografia principale raffigurava la coppia arrapata che scopava davvero. Le immagini hanno avuto un effetto erotico immediato su Taylor Dewey.

"Deve essere lungo diciotto pollici!" esclamò Taylor senza fiato, con la gola appesantita dalla lussuria, mentre studiava la scena oscena. La formosa pornostar bionda si stava contorcendo sulla schiena su una panchina bassa. L'uomo nero era a cavalcioni di lei e le mordeva uno dei suoi grandi capezzoli rosa, che sporgevano lascivamente dal suo seno pieno e rimbalzante, e stava letteralmente infilando il suo enorme cazzo da elefante, più lontano che poteva nella sua vagina selvaggiamente allungata. . La fessura della figa rosa e rotonda della bionda era ovviamente tesa fino al punto di tormentarsi attorno all'enorme palo del cazzo che la impalava. Taylor si meravigliò dello sguardo estatico sul volto sudato e beato della donna. Dio, sembra felice! Taylor si disse, sperimentando un piccolo brivido malvagio di lussuria percorrere i suoi leoni nubili mentre cercava di immaginare come doveva sentirsi ad essere così completamente riempita da così tanta carne di gallo.

Era stata scopata da alcuni ragazzi prima. L'adolescente impertinente e formosa aveva il tipo di figura che le assicurava di ricevere offerte di sesso quasi costanti, anche da ragazzi molto più grandi di lei. Si ricordò che un ragazzo in particolare era stato piuttosto ben dotato. L'aveva scopata sul sedile posteriore della sua macchina nel parcheggio di una discoteca, mentre la sorella maggiore di Taylor, e il suo vero appuntamento per quella sera, li cercava sulla pista da ballo all'interno. Aveva un buon otto pollici di lunghezza e una soddisfacente circonferenza di tre pollici al suo uccello, Taylor ricordò mestamente. L'aveva infilato in fretta fino in fondo nella sua fica immatura. Ricordò, con un piccolo brivido vertiginoso, come il suo giovane e stretto canale vaginale si fosse sentito deliziosamente teso attorno al suo cazzo grasso e profondamente radicato, permettendole di godere più pienamente degli impulsi afferranti che il suo strumento caldo e pulsante aveva prodotto dentro di lei mentre lui grugniva il suo orgasmo caldo e appiccicoso dentro di lei. Grande è fantastico. Ma ancora più grande deve essere migliore! Taylor si disse e fece un sorrisetto malvagio mentre ammirava la maestosa scena del cazzo interrazziale.

Nel frattempo, Sandra Orrick considerava Taylor Dewey nel modo in cui un lupo ne apprezza un altro. Aveva previsto che Taylor sarebbe stata interessata quando aveva suggerito di dare un'occhiata ai libri pornografici di suo padre. Adesso sorrise consapevolmente, poiché poteva sentire che la sua amica si eccitava molto per le immagini oscene che stava guardando. Da quel primo giorno che i due si erano conosciuti al liceo, erano diventati subito amici. Sandra godeva di un fisico eccellente e attraente, lunghi capelli castani, seni giovani e maturi, un culetto sinuoso e il tipo di gambe da adolescente che naturalmente attiravano l'attenzione di qualsiasi maschio dal sangue caldo. Tuttavia Sandra era una ragazza pratica. Si rese conto che due belle api potevano raccogliere il doppio del miele maschile, per così dire. E, cosa ancora più importante, anche se aveva solo tredici anni, a Taylor Dewey piaceva pensare, parlare e fare sesso con i ragazzi che attraeva, il che la rendeva un complemento particolarmente gradito alla quattordicenne costantemente alla ricerca del brivido.

Taylor aveva iniziato a sfogliare con entusiasmo il resto delle riviste oscene, alternativamente ridacchiando o facendo piccole osservazioni oscene come “Wow! è una gran stronzata!” o "Riesci a immaginare di averne uno simile!" mentre girava pagine e pagine di enormi peni neri che facevano ogni sorta di cose esoticamente lascive con puttane bianche disponibili in colori grafici.

A dire il vero, Taylor cominciava a sentirsi piuttosto ansioso. Aveva sentito il calore salire all'inguine non appena aveva posato gli occhi su quelle prime fotografie. Ma mentre sfogliava uno dopo l'altro i problemi pornografici del padre della sua ragazza, trovava sempre più difficile mascherare il suo imbarazzante stato di eccitazione. L'impulso esasperante e formicolio, che cresceva nella sua figa che si inumidiva rapidamente, la faceva dimenare leggermente e aggiustare frequentemente la sua posizione nel vano tentativo di alleviare la lussuria dolorosa che sgorgava dalla sua fica giovanile e si diffondeva in tutto il suo giovane corpo innescato. Anche i suoi capezzoli stavano diventando eccessivamente sensibili e imploravano di essere toccati. Se non fosse stata una cosa così vergognosamente troia da fare, si sarebbe già tolta i vestiti e avrebbe affondato almeno tre dita nella sua bramosa e sensuale fichetta bionda e avrebbe strappato l'irritazione indotta dalla lussuria dalle sue protuberanze rosa increspate. Questo avrebbe significato godersi le riviste "come si deve" decise.

Nel frattempo, anche Sandra si stava eccitando per i brividi che le ragazze avevano provato insieme. Sapeva che la sostanza appiccicosa cremosa della sua stessa figa aveva già inzuppato la fascia inguinale delle mutandine di cotone bianco, contorcendosi sotto i pantaloncini di jeans attillati. Aveva osservato attentamente mentre i segni rivelatori dei crescenti impulsi sessuali della sua amica bionda e arrapata facevano sì che Sandra decidesse improvvisamente che era il momento giusto per suggerire una delle idee più deliziosamente dissolute e sexy che le fossero mai venute in mente.

“Ti piacerebbe vedere un VERO grosso cazzo? Voglio dire, un vero cazzo! Sandy sussurrò in modo allusivo, facendo sì che Taylor alzasse lo sguardo dalle foto sporche con la sua bella fronte aggrottata incredula. La sua amica aveva un sorriso malizioso mentre aspettava con impazienza le inevitabili domande della ragazza bionda.

«Certo, immagino di sì.» Taylor ha confessato. Non riusciva a immaginare cosa intendesse Sandra, ma l'idea solleticava la sua passione e infiammava l'immaginazione

"Ma come? Non ci sono ragazzi da queste parti. Non stai parlando di un cazzo in un barattolo o qualcosa del genere? CHE SCHIFO!" Taylor fece una faccia cattiva mentre ricordava una gita scolastica al museo della scienza dove aveva visto una di queste sfortunate appendici maschili, tagliata a fette ed esposta in un bicchiere di vetro.

“Cazzo no. Non essere stupido!” Sandra rise beffardamente e alzò gli occhi al cielo per l'infantilismo dell'osservazione prima di continuare.

“Intendo un vero pene maschile vivo, grande proprio come in queste riviste qui. Posso mostrartene uno. Ma devi promettere di non dirlo mai a nessuno, ok?"

Taylor poteva vedere gli occhi dei suoi amici dispettosi ballare proprio come facevano sempre quando stava per fare qualcosa di veramente cattivo, come quando rubavano orecchini insieme o infrangevano le regole fumando sigarette a scuola. Non aveva mai mancato di godersi una sola delle folli buffonate in cui Sandra sembrava sempre capace di convincere Taylor in passato. COSÌ. Stava già morendo dalla voglia di sapere che diavolo aveva in mente quella ragazza ostinata.

"Ok lo prometto. Croce sul mio cuore” acconsentì facendo un gesto di croce sopra il suo bel petto gonfio e cercando di non ridere.

«Allora seguimi e stai zitto!» Sandra istruì mentre si arrampicava sulla balla di fieno e si dirigeva rapidamente e silenziosamente verso una delle vicine bancarelle di legno all'estremità delimitata dalla stalla del grande fienile con Taylor proprio dietro di lei. Cosa sta facendo? si chiese Taylor mentre la sua amica dalle gambe lunghe azionava una serratura di metallo su una pesante porta di legno, scompariva attraverso una fessura e poi faceva cenno a Taylor di unirsi a lei.

Una volta dentro. Sandra chiuse la porta dietro di loro. Taylor si rese conto che si trovavano in una stalla simile a una cella di circa dodici piedi per sei, illuminata da una lampadina appesa al tetto. Il box era già occupato.

“Oh, è così carino! Lui è bello! Bellissimo!" Taylor sbottò vedendo il più splendido pony Shetland bianco e nero che avesse mai visto in vita sua. Era ovviamente un pony da spettacolo. Aveva un aspetto nobile di buona educazione e sembrava ben proporzionato e robusto e muscoloso. Non poteva essere alto più di un metro, immaginò Taylor. Lei svenne adorante mentre si faceva avanti e cominciava ad accarezzare la folta criniera bionda dell'animale. Lui alzò la testa in aria, poi si voltò per guardarla. Il muso morbido del piccolo stallone e la mascella forte e arrotondata erano le uniche parti della sua testa visibili sotto una folta ciocca bianca di capelli lunghi e ruvidi che gli sfrangiavano gli occhi.

“Questo è il piccolo piccolo Mack! Sandra ha utilizzato il "nome dello spettacolo" completo dell'animale e ha spiegato che il piccolo cavallo era uno dei maschi più riproduttivi del paese. Apparentemente aveva generato molti campioni. Si era presa cura del cavallino da quando era arrivato una settimana prima dall'autostrada in vista di un'imminente mostra che si sarebbe tenuta nei prossimi giorni presso l'area fieristica. Ha raccontato a Taylor di come suo padre l'aveva incaricata di assicurarsi che Little Mack fosse nutrito, pulito e strigliato ogni giorno e di come è stato durante una di queste visite, solo poche notti fa, che aveva scoperto un piccolo "trucco" Little Mack. sembrava divertirsi moltissimo.

"Vuoi vederlo?" chiese Sandra maliziosamente. La sua evidente eccitazione era contagiosa e Taylor disse a Sandy che ovviamente lo faceva. In effetti, non vedeva l'ora di sapere di cosa diavolo stesse parlando il suo piccolo e sfuggente amico

"Ok, ma è un po' scortese." Sandra rispose facendo un passo avanti, parlando in tono rassicurante, mentre si chinava e catturava l'orgoglioso piccolo pony con una cavezza di cuoio blu intorno alla sua testa.

Gli occhi di Taylor quasi uscirono dalle orbite per quello che accadde dopo. Continuando a tubare con calma verso il curioso animale per tutto il tempo, la mano destra di Sandra è scomparsa completamente dentro e lungo la parte anteriore dei suoi pantaloncini dove ha accarezzato rapidamente le dita attraverso le labbra cremose della sua figa. Successivamente, stava raggiungendo una figura indice leggermente scintillante verso le narici allargate dei minuscoli cavalli. Il piccolo Mack sembrava molto eccitato dalle dita dall'odore muschiato che Sandra teneva appena sotto il suo naso. Inalò i suoi puzzolenti fumi femminili con un grande respiro tremante, agitandosi immediatamente con la lussuria animale e mostrando i suoi lunghi denti bianchi mentre nitriva a intermittenza.

“Jezzus. Lo stai eccitando?" Taylor sbottò mentre Sandra ridacchiava e puntava un dito adunco verso il basso e sotto la pancia nervosa del vivace piccoletto. Le ragazze potevano vedere il lungo pene nero del piccolo Mack dispiegarsi rapidamente dalla morbida borsa del ginocchio leggermente prima delle sue muscolose zampe posteriori. In pochi istanti, il cazzo del cavallo delle piccole creature arrapate si allunga quasi fino al pavimento prima di sollevarsi e dondolare potentemente sotto il suo stomaco. Si accovacciarono in soggezione mentre il mini pony mostrava il suo pene maculato nero e rosa in tutta la sua gloria alle ammiratrici ragazze adolescenti.

"Bello, eh?" chiese Sandra con calore alla sua amica più giovane. Taylor difficilmente riusciva a credere ai suoi occhi, tanto per cominciare, il cazzo del mini pony aveva un aspetto molto umano, solo guardarlo le faceva venire la crema. L'erezione carnosa del piccolo Mack era lunga almeno diciotto pollici e grassa circa cinque pollici, secondo Taylor. La sua pelle sembrava morbida e lucida e copriva vene pesanti e costolate che sembravano pulsare dolcemente mentre il pungolo del cavallo gonfio di sangue tremava in modo allettante vicino ai due adolescenti in un invito quasi ipnotico.

"Guarda cosa succede quando lo tocco." Ha detto Sandra. L'ovvia eccitazione dei suoi amici più giovani la rendeva audace, spericolata. Mentre teneva ferma la testa del cavallo con una mano, allungò la mano sotto la sua pancia e la sua passione prese il sopravvento. Catturò l'erezione rigida e la tirò fuori delicatamente in modo che il suo simpatico amico più giovane potesse vederla meglio. Il pony scalpitava la terra. La sua coda, spessa e lunga, si muoveva avanti e indietro. Dalla sua bocca uscirono deboli nitriti. I suoi istinti animali hanno suscitato l’eccitazione dei bambini.

Il bel culo di Taylor quasi toccò il pavimento mentre lei si dimenava per ispezionare la fantastica mascolinità del grosso cazzo. La sua figa surriscaldata pulsava. Una calda e succosa crema per la fica inondò lo stretto canale del suo buco. Si sentiva stordita, stordita. La pelle fresca e pallida della mano snella di Sandra, con il palmo rivolto verso l'alto, accarezzava l'asta viscida del piccolo Mack mentre la ragazza più grande iniziava a minacciarlo delicatamente ma con fermezza su e giù lungo la parte inferiore dell'enorme cazzo. Il corpo del piccolo cavallo stava rispondendo eccitato e lui sbuffò e nitrì in segno di apprezzamento.

"Posso toccarlo anch'io?" chiese timidamente Taylor.

"Sicuro!" sussurrò Sandra. L'aria intorno a loro puzzava di sesso mentre entrambe le ragazze accarezzavano con desiderio il gigantesco uccello. Taylor poteva sentire il caldo calore del pene mentre si faceva strada lungo il lungo e rigido albero fino alla testa del cazzo a forma di rosetta dall'aspetto quasi umano e ritorno indietro dove le sue palle, pesanti di denso sperma di pony, ondeggiavano tra le sue potenti zampe posteriori. Sbuffò. Taylor notò che un piccolo grumo di pre-cum dell'animale si era formato nel grande foro ammiccante della fessura per la pipì dell'animale. Diede una gomitata a Sandra mentre indicava l'oggetto.

"Masturbiamolo finché non arriva!" Taylor ridacchiò maliziosamente. La lussuria era evidente nel sussurro tremante della piccola tredicenne. Le sue tette formicolavano deliziosamente alla prospettiva di vedere l'enorme pene sputare sperma animale. Il piccolo Mack percepì la passione del bambino. Nitriva, agitava la testa avanti e indietro. I suoi rumori agitati si mescolavano ai piccoli strilli di gioia del bambino mentre continuavano a strappare via il fallo gigante. La sua coda balenò sul sedere e ricominciò a raspare il pavimento. L'odore di giovani fiche femminili bagnate gli divampò le narici animali.

"Ti sfido a succhiarlo?" Sandra ridacchiò leggermente mentre suggeriva l'idea perversa. Un piacevole fremito di lussuria squarciò la sua giovane fica svolazzante. Taylor sembrava felice dell'idea. La piccola creatura malvagia si avvicinò, avvicinando il gigantesco eretto al suo bel viso prima di far scattare la sua delicata lingua rosa per tamponare il globulo appiccicoso. Il forte sapore muschiato dello sperma dell'animale ha inondato le sue papille gustative e ha inviato una carica di lussuria positiva che scoppiettava dalla sua tremante figa bionda alle protuberanze dure come la roccia delle sue tette. Sollevò il pesante cazzo un po' più in alto e questa volta spinse di nuovo in avanti con la sua lingua appuntita con più audacia. Lo premette con forza all'interno del buco del piscio stesso e lo agitò scherzosamente all'interno della sensibile bocca a fessura. Il piccolo stallone eccitato nitrì ardentemente e il suo garrese e i suoi fianchi tremarono di accesa lussuria.

All'improvviso ci fu un'esplosione abbagliante di luce bianco-bluastra, insieme a un forte "pop" di un flash e una profonda voce maschile rimbombò;

"Rotto!"

Entrambe le ragazze hanno reagito come se fossero state colpite con un pungolo per bestiame, balzando in piedi. Il sangue di Taylor divenne ghiacciato. Qualcuno li stava osservando! Il cuore le balzò in gola. Il cancello della bancarella si aprì ed entrò un uomo alto, dall'aria indurita, sulla quarantina, che indossava un cappello Stetson su una testa dai capelli grigi. Taylor lo riconobbe immediatamente come uno degli operai che lavoravano per il padre di Sandra. Un giorno, durante una precedente visita a casa di Sandra, lo aveva notato fissarla. Il cuore le batteva forte nelle orecchie quando notò la macchina fotografica Polaroid appesa alle mani forti e ruvide di uno degli uomini dal viso ispido e notò l'enorme movimento del suo pene eretto che tendeva contro il materiale sbiadito dei suoi jeans. I suoi occhi saettavano qua e là cercando una via di fuga. L'unica via d'uscita era ora scoperta dal vecchio corpulento. E quando iniziò a capire cosa stava per fare l'uomo, si ritrovò ammutolita.

"Bene bene. Se non è la figlia del capo, Sandy-britches e il suo piccolo amico succhiacazzi!" Disse il vecchio bracciante della fattoria con una profonda voce baritonale, toccando la punta del cappello con finta cortesia mentre i suoi occhi scintillanti fissavano le ragazze terrorizzate.

“Che cazzo ci fai qui? Tu dovresti lavorare per mio padre, signor Dutton!» Sandra improvvisamente sputò con indignazione all'intruso non invitato. I luminosi occhi grigio-azzurri dell'uomo si indurirono. Si appoggiò al cancello di legno come aveva sempre fatto.

'BENE. Vediamo? O si. Avevo un po' di ritardo in scadenza, Sandy-britches. COSÌ. Stavo proprio girando le ruote, facendomi gli affari miei, quando ho visto voi due piccoli mascalzoni correre qui e ho pensato di vedere cosa stavate facendo. E beh, piccola signorina. Certo che l'ho fatto!" Il signor Dutton sorrise maniacalmente mentre tirava fuori la fotografia patinata che aveva appena scattato. Taylor è quasi crollato. L'immagine era innegabilmente lei. Dutton aveva catturato la sua foto proprio mentre affondava la lingua in profondità nel gigantesco cazzo del cavallo a cui si stava chiaramente aggrappando con gioia.

“Vai via e lasciaci in pace!” sbottò Taylor Dewey, ritrovando all'improvviso la voce. Il signor Dutton la guardò dritto negli occhi e fece un sorriso storto.

“Non credo. Non sarebbe molto amichevole, vero?" Dutton sorrise con sicurezza. "Non andrò da nessuna parte finché non saremo tutte buone amiche, ragazze," si schiarì la gola per fare effetto, "A meno che tu non preferisca che vada via adesso e mostri la tua bella foto a tua mamma e tuo papà, o forse i tuoi insegnanti? EHI? Forse i ragazzi della tua scuola vorrebbero vederlo? Cosa ne pensi, ragazza?

Taylor sentì un brivido gelido correrle lungo la schiena. Quindi quello era il punto di vista di questo vecchio, il ricatto. Sembrava terribilmente cattivo e arrapato, si rese conto Taylor. Senza fare altro che guardare i loro giovani corpi vibranti, aveva già avuto un'erezione.

"Come ti chiami, piccola principessa?" Dutton si rivolse direttamente a Taylor mentre la esaminava come un pezzo di carne.

«Si chiama Taylor Dewey. Ora, per favore, lasciaci andare, signor Dutton! ordinò Sandra, ma se si aspettava che l'uomo obbedisse, si sbagliava di grosso. Ted Dutton si stava divertendo immensamente.

"BENE. BENE. Dewey Tailler! Ha scherzato in modo beffardo.

"Andiamo. Per favore, signore?" Taylor implorò fino alle lacrime. Dutton ha perso la pazienza.

“Guardate, piccole puttane. Faresti meglio a iniziare a essere molto più amichevole con me. Ho una foto di te che succhi il cazzo di un cavallo qui, signorina. Sapevi che la bestialità è un reato penale in questo stato, vero? Taylor abbassò gli occhi sul pavimento. Sapeva che l'orribile delinquente l'aveva presa in giro. Anche se potesse scappare. Aveva quella fotografia. Il resto della sua vita potrebbe essere cambiato per sempre da ciò che ne fece.

Si signore! È una foto fantastica. Sei un vero succhiacazzi, non è vero, piccola coda di Dewey?" Era ovvio che non si aspettava una risposta. Dutton ora stava semplicemente travolgendo le ragazze con la sua suprema sicurezza da adulto, come diceva;

«Mi piacerebbe proprio dare una bella occhiata a quella tua graziosa coda di Dewey proprio adesso, ragazzina. Togliti i vestiti, tesoro! Anche tu Sandy-britches!”

Le ragazze si guardarono in un ultimo disperato tentativo di trovare una soluzione alla situazione difficile in cui si trovavano. Pochi secondi passati. Poi Sandra espirò evidentemente sconfitta e cominciò a seguire le istruzioni del vecchio sporco. Il cuore di Taylor sprofondò. Chiaramente adesso non aveva altra scelta che arrendersi. Lentamente cominciò a spogliarsi.

Ted Dutton avrebbe voluto bere una bella birra fresca mentre si godeva lo spettacolo erotico davanti a lui. Le dita femminili aprirono bottoni, abbassarono cerniere e slacciarono reggiseni mentre fissava con fermezza i corpi adolescenti maturi che venivano svelati davanti a lui. Il suo cazzo si contrasse per l'eccitazione e la sua bocca si seccò mentre fissava l'inguine umido delle mutandine di cotone della prima e poi dell'altra ragazza. Le magliette serpeggiavano sopra le teste delle ragazze per rivelare la maturità compatta e gonfia dei loro giovani seni completamente esposti. Il suo sguardo si fissò sulle mutandine bagnate della ragazza bionda. Infilò i pollici nelle mutandine di cotone attillate e se le spinse lungo i fianchi sottili. Le caddero alle caviglie e lei si tolse dai piedi sia i pantaloncini che le mutandine.

Acceso di lussuria, Dutton guardò i setosi capelli biondi che adornavano la figa immatura di Taylor. Gli venne l'acquolina in bocca. I suoi occhi erano puntati sulla fessura rosa e sulle labbra umide e gonfie della fica.

"BENE. BENE. Sei davvero una piccola coda di Dewey, vero? "Dutton sorrise. Per un momento sembrò pensieroso.

"Ora. Pantaloni color sabbia. Voglio vedere te e Dewey Tail essere molto amichevoli l'uno con l'altro. Puoi iniziare con un bel bacio con la lingua. Dutton ha spiegato i fatti in modo realistico. Le ragazze recitavano incredule, Taylor guardò l'uomo con puro odio e si rese conto che stava guardando di nuovo la sua fotografia.

"O si. Mi piacerebbe sicuramente mostrare ad alcune persone nelle sale nautiche di Internet la tua adorabile coda di Dewey!” Lo sguardo di Taylor è abbassato sul pavimento. Lui l'aveva vinta, lei lo sapeva. Guardò Sandra. La ragazza più grande e consapevole si è appena trasferita e ha abbracciato la sua ragazza più giovane con forza, in modo rassicurante. Sandra guardò la giovane bionda negli occhi e poi lentamente, dolcemente baciò la morbida pienezza rossa della sua bocca imbronciata e femminile.

"Taglio! No. No. Che schifo,” strascicò il vecchio mercenario. “Non ce la faresti a Hollywood con quella performance! Ora guarda qui. Voglio vedere un bello spettacolo da voi due. Quando ti dirò cosa fare, lo farai come se lo ami. Altrimenti mostrerò a tutta la città che sporche puttanelle succhiacazzi siete veramente. Capire?" Dopo un momento, Sandra e Taylor scossero sottomesse le loro giovani teste.

“Fantastico, e chi lo sa? Dutton continuò: “Se voi due provate davvero a impressionarmi con la vostra performance da ora in poi. Potrei semplicemente restituirti questa foto e dimenticare tutto quello che ho visto. OK? Il cuore di Taylor sussultò di speranza a quell’ultima osservazione. Non aveva idea se ci si potesse fidare di Dutton. Ma non vedeva altre corde della vita a cui aggrapparsi.

"Ora. Proviamo di nuovo quel bacio, ragazze. E ricordatevi di voi due. Sono io a comandare. Ma ciò non significa che non ti sia permesso divertirti. Puoi immaginare che sia il cazzo di cavallo che stavi succhiando di nuovo la coda di Dewey, se questo ti aiuta” Dutton ridacchiò maliziosamente mentre i corpi delle ragazze si chiudevano ancora una volta.

"Dammi la lingua questa volta", disse sinceramente Sandra alla sua amica più giovane. "Lo mostreremo a questo bastardo, va bene?" La sfida nella voce della sua amica più grande elettrizzò Taylor. La bambina fu colta di sorpresa dalla suggestione erotica. La incuriosiva, le faceva sanguinare la figa. Decise subito di stare al gioco. Inoltre, cos'altro poteva fare?

Taylor si sporse in avanti, con le labbra leggermente socchiuse, la lingua rosa estesa. Questa volta Sandra succhiò vigorosamente la lingua offertale dalla ragazza. Taylor fu sorpresa di ritrovarsi a tremare al contatto della bocca di Sandra con la sua. Dopo qualche secondo, Sandy staccò la bocca. "Mmmmm." Canticchiò esageratamente, mentre lanciava uno sguardo di sfida al signor Dutton.

"Ancora! Più passione!” ordinò Dutton ai giovani eccitati. Il suo cazzo era duro come la roccia adesso, quando vide i due adolescenti arrapati sciogliersi di nuovo l'uno nell'abbraccio dell'altro. Tette premute contro tette. Pance schiacciate. Le gambe lunghe cercavano l'umidità riscaldata della figa dell'altro. Le braccia serpeggiavano attorno alle schiene magre. Labbra serrate. Taylor ha immerso la sua lingua tremolante nella bocca impaziente della sua ragazza. Premette una coscia liscia tra le gambe di Sandra, il ginocchio che affondava nella figa della sua amica. La stessa figa di Taylor veniva trattata con la stessa delizia.

Sandra succhiò selvaggiamente la lingua invadente. Sentì il succo caldo della figa di Taylor inzupparle la coscia. Dei gorgoglii piagnucolosi scappavano dalle bocche. Taylor uscì dalle braccia di Sandra, ansimando. Il suo corpo era in fiamme.

"Non avrei mai immaginato che baciare una ragazza potesse essere così divertente, eh, coda Dewey?" Dutton fece un rimprovero e poi sorrise vittorioso mentre Taylor annuiva in accordo.

"Ora fateci le tette a vicenda." ordinò Dutton eccitato con la sua roca voce maschile. Taylor esitò per un secondo poi toccò delicatamente una delle piccole tette sode di Sandra.

“Succhialo, coda Dewey! Voglio vederti amarla" La voce di Dutton era striata dalla lussuria.
Sandra era estasiata. Era già tutta eccitata. La sensazione della mano di Taylor sulla sua tetta era come il fuoco sul suo petto.

Taylor si avvicinò e succhiò uno dei capezzoli gonfi della sua amica nella sua bocca desiderosa. Succhiando, accarezzò il bel corpo di Sandra, la sua mano che scivolava su e giù sulla pelle liscia e setosa. "Mmmm", fece le fusa. Dutton aveva ragione, si disse. Se non riesco a batterlo. Perché non godertelo?

Sandra sospirò, passò le dita tra i folti capelli biondi di Taylor. Il contatto era stato favoloso. Tremori caldi le correvano su e giù per la schiena. Taylor sospirò vedendo il tocco sexy della sua amica più grande, gli occhi azzurri che brillavano come falò gemelli.

Sandra ha toccato le grandi tette carnose di Taylor. Taylor ha messo a coppa una delle sue tette gonfie verso il viso arrossato ed eccitato di Sandra.

Voracemente, Sandra divorò le grandi tette carnose di Taylor. Succhiò forte, mordicchiò un capezzolo gonfio. Stordita dal desiderio, afferrò una delle tette tremanti di Taylor, la sbranò e succhiò l'altra allo stesso tempo. Taylor stava tremando. La bocca di Sandra era fantastica.

Arrossì una grossa tetta con le mani, poi rivolse la sua attenzione all'altra. Ne impastò uno e succhiò l'altro, inzuppando la carne rosa e luminosa nello sputo.

“Fammi vedere quelle tette adesso, la coda di Dewey. Voglio vederli!” Ha detto Dutton. Stava strofinando leggermente la sua erezione attraverso i jeans mentre Taylor si allontanava dalle mani avide e dalla bocca della sua ragazza. Teneva le sue tette, cullandole tra le mani. Entrambi erano fradici. Entrambi erano di un rosa brillante a causa del trattamento violento.

Ted Dutton poteva vedere che Taylor stava diventando bravo e adesso era infastidito. Poteva sentire l'odore dei fumi della fica riscaldata dei giovani adolescenti. Lo stesso potrebbe fare il mini-pony. Il piccolo Mack era diventato sempre più agitato mentre Dutton si occupava delle due giovani cagne. Era rimasto in sospeso quando Dutton aveva interrotto le ragazze durante il loro gioco di cavalli. Non preoccuparti, amico, presto arriverà il tuo turno, pensò Dutton vedendo il cavallino agitarsi pietosamente.

"OK. Pantaloni color sabbia. Voglio vederti leccare la piccola figa cremosa delle code di Dewey adesso. comandò Dutton. Dannazione. Vorrei poter scopare queste piccole puttane adesso! Stava pensando. Ma sapeva che doveva mantenere il controllo. Tutto sarebbe andato secondo i piani. Se avesse rovinato tutto adesso, sapeva che in seguito si sarebbe dispiaciuto così tanto.

Lo sguardo affamato di Sandy si spostò sulla chiazza di peli biondi e ricci che nascondevano la figa riscaldata di Taylor. Fece scorrere le mani lungo il suo corpo e iniziò dolcemente ad esplorare le pieghe gonfie del suo tenero buco. Era già bagnato e succoso. Sandy masticò il corpo caldo e bollente di Taylor. L'aroma pungente della fica le bruciò il cervello. Toccò la fica di Taylor, solleticò un dito attraverso le labbra gonfie e tirò fuori il dito macchiato di succo. Ha succhiato la crema calda e appiccicosa. "Mmmm." fece di nuovo il broncio esagerato al signor Dutton.

Taylor gemette, contraendosi mentre Sandy le accarezzava la fica ancora un po'. Sandra si sistemò tra le gambe lunghe e sottili di Taylor. In ginocchio, la sua bocca era a pochi centimetri dalle labbra rosa corallo della figa cremosa della sua amica. Il succo, bianco e velato, le copriva la fessura della fica. Pube biondo ricoperto di succo di cazzo.

Sandra leccò la lingua sulle cosce macchiate di succo di Taylor. "Mmm, gemette Taylor."
Taylor era leggermente accovacciata, con le gambe divaricate, gli occhi fissi sul tetto del fienile. I suoi piccoli seni si alzavano e si abbassavano ad ogni respiro ansimante. Aspettò il primo tocco della bocca di Taylor contro la sua figa. Cominciò a tremare. Taylor le stava solo leccando le gambe e la pancia. Stava perdendo il controllo.

Sandra era ora pronta a cenare con la succosa carne di figa tra le lunghe gambe tremanti di Taylor. Ha saldato la bocca alla fica di Taylor. Il succo del cazzo caldo la salutò. Taylor vacillò alle ginocchia. Si contorse dalla beatitudine, schiacciò la fica nella bocca di Sandra. “Unnn! Unnn!" Si morse il labbro per evitare di piangere.

"Sì. Succhiarle i bei brimpi sabbiosi! " Dutton urlò il suo osceno incoraggiamento per le ragazze che l'amore lesbico produce.

Sandra ha succhiato, ha raccolto le pieghe della figa che filtrano di Taylor in bocca. La crema fica calda ha spalmato il suo bel viso. Ha riempito la bocca con il delizioso pussymeat. Il succo di figa appiccicoso di tredici anni scorreva sul mento e sul collo. Taylor rimase ansimato roca, essere succhiato da un'altra ragazza era favoloso. Era come se sapesse esattamente cosa facesse sentire la sua figa che meglio Taylor stava pensando mentre gemeva di nuovo con il piacere che l'esperienza lesbica stava dando al suo giovane corpo.
Sandra sentì i gemiti e succhiava più forte, godendo i brividi cattivi che la sua bocca affamata stava causando la ragazza bionda. Teneva il viso stretto contro la fica di Taylor. Masticò le pieghe gonfie. Taylor gemette più forte. Sandra masticò più forte. Il succo scorreva più velocemente. Cuntmeat si schiaffeggiò bagnato contro il suo viso. Portò le mani sotto il culo rotante di Taylor. Le sue lunghe unghie artigliavano le morbide guance del culo tenero. Taylor si scatenò. Si muoveva, contorta, le gambe si estendevano più larghe, dando a Sandra più accesso a masticare e succhiare. Il suo viso si contorceva in beatitudine mentre i suoi occhi rotolavano liberamente nelle loro prese.

Con i denti che masticavano sadisticamente sulle pieghe della figa di Taylor, Sandra ha sbranato le guance del culo con le dita e le unghie. Si strinse forte, graffiata. I suoni gorgoglianti le venivano dalla gola mentre il succo di fica caldo le scorreva nella bocca. Taylor si è attorcigliato nella gioia. Avere la sua fica succhiato la rese pazza. La pressione di succhiare, raggiunse in profondità dentro di lei, si agitò lo stomaco, fece persino male ai capezzoli. Sandra ha trovato il clitoride pieno di sangue di Taylor. Ha succhiato duramente, quasi strappando il clitoride dal corpo di tiri di Taylor. Lo fece trambusto tra le sue labbra. Succhiandosi di nuovo forte, si fece schioccare la testa, il duro pulsante di sesso viola che le scoppiava dalle labbra. Taylor ha risposto in una scossa, ha bloccato la figa in faccia a Sandy, immersela con il succo di fica, schiacciando le labbra sul suo twat.

Sandra trovò di nuovo il clitoride di Taylor. Lo succhiava in bocca, lo tenne con i denti. Questa volta non lo avrebbe perso. Con il clitoride di Taylor con fermezza tra i denti, si è mossa la lingua sul pennino. I tremori caldi hanno rimbombato la figa calda di Taylor. Rabbrividì e trovò impossibile smettere di scuotere. “Ahhh! Ahhhh! " Fissò il tetto, lo guardò girare. Era tutto così irreale, eppure così meravigliosamente fantastico.

Sandra è rimasta con gioia febbrile. Lei succhiava, masticò, si sferrò la lingua. La tripla combinazione era devastante. Le palpebre di Taylor svolazzarono. Sandra si è lanciata senza pensieri a masticare la figa della sua amica. Percepì nei movimenti spastici che Taylor stava per venire da un momento.

All'improvviso Dutton fu accanto al giovane Lezo. Spinse Sandra all'indietro dove lei urlò la schiena contro il muro con un "Ooouch!" Mentre prendeva ferme il braccio di Taylor e la trascinava con forza, sulla sua schiena con un tonfo nella cannuccia fresca sul pavimento della stalla. Quel idiota la violenterà! Sandra sentì la rabbia scoppiato dentro di lei. Ma Dutton stava già indietreggiando. Lasciando frustrata il confuso Taylor, si contrae sulla schiena.

"È il tempo di Little Mack ora ragazze. Sta diventando potente frisky. Dai qui ragazzo! " Dutton si mosse rapidamente per assicurarsi il piccolo cavallo e guidarlo sopra e tra le ginocchia morbide di Taylor. Sotto la frangia bianca, gli occhi degli stalloni bruciavano di lussuria. Le sue narici bruciavano con i fumi di Fuck Fumes di Taylor.

Il piccolo stallone si immerse rapidamente la testa e Taylor sentì il piacere delle labbra gommose di un pony per la prima volta. Le gambe si diffuse, si contorceva sul pavimento, offrendosi a lui.

"Oooo!" I gemiti di Taylor riecheggiarono nel fienile. La bocca di Mack stava lavorando freneticamente sul suo strappo, facendo contorcere il biondo in beatitudine sul pavimento. Attrattò la terra, inalatò il profumo della sua fica consegnata. Taylor gorgogliò, sputo catturato in gola. Mack ha fatto scivolare il suo sputo sulle gambe diffuse di Taylor.


"Puoi prenderti cura del suo cazzo per un po 'di sabbia!" Disse Dutton mentre afferrava Sandra e Guider a sua volta, per inginocchiarsi contro i quarti posteriori di Little Mack, accanto al suo già eretto pene. Sandra sospirò. Guardò tra le gambe posteriori del pony, quasi ipnotizzata dalla puntura del pony. Little Mack stava di nuovo a terra mentre leccava le sue amiche calde, la sua coda spessa oscillava avanti e indietro. Le sue palle facevano male. La giovane femmina bionda aveva causato la sua frustrazione e passione con il suo precedente tentativo di gestire la sua puntura. Adesso era irritato dalle palle.

"Little Mack è eccitato per te, come lo facevi per lui, ragazze", osservò sinceramente Dutton. "Devi essere onesto con lui."

Nel frattempo, Taylor si mosse la figa sulle labbra di cui a causa di Mack. Si girò il suo giovane corpo nudo sul pavimento costretto di fieno. Le tette polpose rimbalzarono come gelatina esotica mentre Taylor rimase a bocca aperta e strillava. Il piccolo Mack ha inghiottito la figa del bambino. La sua bocca copriva il cavallo di Taylor. La sua lingua invase il suo buco della fica. La sua bava ha immerso la sua figa già bagnata.

Allo stesso tempo, Sandra massaggiò il duro pony-cock in mano. Mentre le gambe posteriori del pony si avvicinavano e si contraevano accanto a lei.

"Non ti calpesca, è solo eccitato e vuole venire." Dutton sussurrò da vicino, percependo la apprensione delle ragazze mentre Little Mack iniziava a muoversi avanti e indietro. Il suo lungo cazzo appiccicoso in mano, accarezzò le palle del pony. Accenzò il pesante segnalino. Little Mack ha risposto ai suoi delicati colpi con un vicino di alto livello, che ha fitto un fiuto tra le gambe di scissorli della sua amica toccante. Le sue labbra gommose rimbombarono nella sua scatola piena di vapore. Si avvicinò di nuovo mentre lei toglieva le sue palle gonfie in una mano morbida e morbida. Dio, sono pieni! Sandra si disse. Era incantata dal cazzo di Mack. Si muoveva, fece un passo avanti, il suo cazzo si scopa attraverso le sue dita strette. Le sue palle, cariche di pony jizz, hanno colpito contro il pugno di sussulto di Sandra.

Con il suo cazzo che sentiva più caldo ogni minuto, il piccolo stallone tirava la lingua sulla scatola di Taylor. Si piegò sul pavimento, i fianchi ruotavano, il culo in aria, la figa macinava più e più volte nel muso del pony. La figa calda si trasudava dalla fica di Taylor, inondò la bocca e il naso dell'animale, poi sbatté sulle labbra divolancanti. Stuffò, i denti fusi dal suo cavallo. Sbuffò di nuovo. La sua lingua gli invase la figa. I muscoli pulsanti caldi hanno cercato di catturarlo.

Taylor si agitò sulla schiena. Gli occhi sporgenti, artì la carne delle sue tette. Le sue dita slittarono la carne flessibile. Il dolore si mescolava al piacere della bocca e della lingua di Little Mack.

Il cazzo di Dutton fu tormentato nei suoi denim mentre guardava l'azione mentale. Devo mantenere il controllo! Si ricordò mentre si chinava e sussurrava all'orecchio di Sandra;

"Strofina la tua figa contro il suo cazzo sabbioso!"

Lo sguardo di Sandra era incollato alla puntura di Little Mack. Fissò la sua pisser, tremando con il pensiero di come sarebbe stato lo spruzzatura. I suoi occhi si muovevano sulle palle oscillando avanti e indietro. La sua lussuria aveva spazzato via tutte le sue paure, la bocca affamata di mangiarlo, la sua figa che pulsava di sentire il lungo cazzo spesso imbottito dentro.

"Okay" sospirò. Si agitò indietro di qualche centimetro. Scuotendo, Sandra sollevò il culo a terra tondo da terra. Bilanciandosi sulle palle dei suoi piedi, portò la sua figa alla testa del cazzo. MACK ha pianto. Il calore della sua figa toccò la punta della sua puntura. Si bloccò in avanti, la punta schietta del suo cazzo che colpisce il suo clitoride, mancava il suo foro di figa pieno di vapore. Si accarezzò la zampa posteriore con una mano, il suo cazzo con l'altra.

Lo stallone scosse la testa. Le sue palle rimpiazzavano. La sua coda oscillava e schiaffeggiò gli zoccoli anteriori sulla terra. Sandra fece scattare il cazzo del pony più velocemente. Portò l'altra mano dalla sua gamba posteriore e cominciò a mungere le palle mentre la sua testa di cazzo correva trasparente tra i suoi flap svolazzanti. Mack si avvicinò profondamente alle labbra della figa gonfy di Taylor. I suoi grandi occhi castani rotolarono. Il fuoco nelle sue palle stava sfuggendo al controllo. Switked, scopando il suo cazzo attraverso il pugno di sussulto di Sandra. I suoi piagnistei divennero più forti.

"Ok, è tempo!" Dutton ha improvvisamente annunciato alla società carica eroticamente.

“Sandy, questo cavallo è pronto a scopare e così è il tuo giovane amico. Qui, aiutami con lei! "

Dutton estrasse il piccolo stallone tra le labbra della figa di Taylor. Taylor era quasi delirante con la lussuria. I muscoli cushiti nella sua vagina vuota hanno pompati inutilmente contro il suo canale cuntale non riempito. Era disperata di essere piena e scopata duramente. Non ha resistito mentre si sentiva in parte sollevata, in parte trascinata sul pavimento della stalla, la paglia ha aggiunto la sua fica mentre il signor Dutton e la sua migliore amica Sandra hanno manipolato la sua fica serrata, dentro e sotto i piccoli stalloni che hanno fatto il giro di fianchi.

Il piccolo Mack gettò la testa in aria, i suoi occhi scuri lampeggiavano. Sfogliava la terra, sbuffando. Le sue narici oscure avevano l'odore della passione che puzzava pesantemente nel fienile. Sbuffò, lanciò la sua criniera bianca sul collo-muscoloso. Il suo potente petto premette contro il cancello che lo teneva nella sua stalla. Taylor rivolse la sua attenzione al cazzo dello stallone mentre vedeva il suo inguine trascinato e sollevato più vicino ad esso. Affronò il cavallo come un nudo sacrificio al suo disumano animale di scopa.

Sandra sentì la sua figa sfornare la crema di figa calda mentre aiutava Dutton a far sì che i genitali della sua giovane amica bionda sempre più vicino al cazzo caldo e grasso del cavallo arrapato. Adorava la virilità delle bestie. Ha intravisto le sue palle oscillanti e il cazzo. Un nodulo le intasò la gola.

All'interno, sperava che Taylor si godesse il cazzo. Voleva assistere all'enorme cazzo di cavallo che scopava la sua amica.

"È tempo. Dobbiamo prendere il suo cazzo in lei. " Dutton gonfiava e ansimò i suoi sforzi mentre accarezzava gli stalloni potenti fianchi. "Tienilo calmo, Sandra." Intorpidito con passione, Sandra annuì. Ha graffiato il piccolo mack sui gamberi. Toccando il cavallo da gobbo le fece la crema.

Sandra prese spunto da Dutton, adattando le sue mani sollevate se necessario per posizionare il tredicenne per essere fottuti. Gli occhi blu di Taylor fissarono le sue tette meravigliate dal gigantesco sac-sac e al fusto spesso del cazzo di Little Mack ora pericolosamente vicino alle labbra sciatte e ben lubrificate della sua bocca dolorante.

"MMMMM" sospirò Taylor. Aiutò la coppia a strapparla, spalle sul pavimento, inarcandole la schiena. La folta guaina e le palline del cazzo del cavallo si appoggiarono sulle gambe. Il piccolo Mack ha risposto al Mewling di Taylor. Il suo corpo muscoloso tremò e la coda schiaffeggiò avanti e indietro.

Sandra allungò una mano giù e sotto, accarezzò il cazzo del cavallo. La sua fatta carne di cazzo spessa era incredibilmente calda. Deglutì. Il cazzo di Little Mack si era trasformato in un lungo raggio d'acciaio. I brividi caldi le corse lungo la schiena. Taylor fu incentrato sotto il cavallo nervoso. Il cazzo denso gonfio era vicino alla sua bocca affamata. Sandra si sentiva invidiosa. Non riusciva a credere alle dimensioni del gigantesco pezzo di carne di gallo. Il piccolo Mack ha asciugato la terra con i suoi potenti zoccoli. La sua lunga coda si muoveva nervosamente per la sua groppa. Il suo corpo duro si irrigiva, le sue palle che rimbombano con lo spesso sperma bianco che li gonfiava.

In pochi centimetri di trascinamento, il suo pezzo appiccicoso bagnato di carne di gallo muscolosa era al cancello della sua figa. Un sussulto tremante proveniva dalla sua bocca aperta mentre la testa di puntura di Little Mack giaceva contro il morbido tumulo biondo della sua figa. Sandra è in bocca aperta.


"Lascia che me lo metta in te," sussurrò alla sua futura amica più giovane.

"OK." Disse Taylor. Stava tremando. Tenì le gambe sparse altrettanto piccole che Mack si muoveva in avanti, trascinando la testa di cazzo sulle labbra viscide di Taylor. Fece un passo indietro, poi fece un colpo, scopando la testa contunosa del suo cazzo contro la sua figa. Stava tremando con una miscela di lussuria e paura. Il cazzo era mostruoso. Sandra afferrò l'enorme fanatico del cazzo di Little Mack e puntò la sua puntura alla figa di Filing della bionda. Il piccolo Mack ha fatto il resto.

Taylor strillò. “Oooo! È ... in me! Aghhhh! Il suo cazzo è così grande! "

Piccolo Mack si lanciò in avanti. Lo slancio aveva scopato il suo cazzo nella figa calda del bambino. Lo spessore del suo albero di puntura allungava le pareti spugnose della sua fica gorgogliante al limite. Sandra sospirò in soggezione. I suoi occhi spuntarono come il cazzo di Little Mack scopava nel caldo Twat burroso della sua amica. La testa di Little Mack è tornata. La sua criniera ha girato avanti e indietro. Il calore della fica stretta e avvincente dell'adolescente ha reso il suo potente corpo teso e ondeggiato. Crema di fica calda sul suo albero di gallo sepolto ha fatto sì che i muscoli si abbracciano sotto il suo cappotto nero e nero. Il suo cazzo si addensò.

Taylor, aiutato dal ginocchio di Dutton sotto la piccola schiena, si muoveva nei colpi dei cavalli, il suo giovane corpo lite impalava sul gigantesco cazzo animale di Little Mack. "Aghhhh!" gemette. "È così enorme! Oh, lo adoro! Aghhhh! "

Sandra guardò, incantata da ciò che stava vedendo. Non riusciva a credere che un pezzo di carne di gallo così denso si sarebbe adattato alla figa di Taylor.

"Fanculo, Little Mack," sussurrò Sandra, la sua voce ricopriva di lussuria.

"Egli è! Oh Dio!" Taylor era felice del cazzo di Little Mack mentre scopava sempre più in profondità nella sua fica.

Ha lavorato la sua fica su e giù per tutta la lunghezza del grosso cazzo luccicante del cavallo mentre si crogiolava nella bestialità.

La schiuma si è versata dalla figa e si è riversata sulle palle del cavallo. La melma cremosa ingrassò la gigantesca puntura del cavallo mentre la scopava.

La puntura di Little Mack era calda e bagnata mentre si concentrava sulle meravigliose sensazioni che la stavano bombardata. Il piccolo Mack la stava scopando senza senso. Era decisamente migliore di qualsiasi ragazzo umano che avesse mai scopato. Il piccolo Mack era più potente, meno trattenuto, il suo cazzo più grande.

Lo stallone ha scopato in profondità nella figa gorgogliante di Taylor. La potente spinta ha riportato Taylor contro il ginocchio di Dutton. Ha scopato di nuovo, spingendola di più. Il suo cazzo batteva, gonfiore nel suo buco caldo appiccicoso.

Il pony continuava a lanciarla e lei lo adorava. Taylor fece oscillare, i suoi fianchi che giravano. Ha speronato il clitoride sul cavallo, la sua fica si riempie completamente di sfornare e bruciare i cavalli. Sentiva la colpa delle sue palle di sborra ogni volta che si arrampicava in lui. Filranti, sudorazione, ginocchia tenute larghe, incoraggiò l'animale, spingendolo.

Little Mack, le sue palle che rimbombavano, divenne berserk. Scegli rapidi e marceri di martellino guidarono l'adolescente piagnucoloso selvaggio. Ogni nuovo orrendo jab è diventato più feroce dell'ultimo. Incessantemente, il cavallo ha scopato in avanti, immergendo il suo cazzo nella pozza di succo di fica schiumoso di Taylor.

Gioppò delirantemente, la sua figa piena di cavalli. Il cavallo le stava dando la migliore scopata che abbia mai avuto, accettò i colpi punitivi, si godeva il cazzo della sua giovane vita.

Improvvisamente, a metà trascinando, che trasportava l'adolescente strillante sul suo cazzo palpitante, Little Mack si convocava. La sua puntura esplose. Stupi di cavalli spruzzarono la sua puntura pulsante, inondando la figa stretta di Taylor.

"Sta cumming! Sandra strillò, sopraffatto dalla gioia per la sua giovane amica. Taylor ha messo a terra il clitoride in Little Mack, l'attrito grossolana e l'incredibile sensazione di così tanto calda, lo sperma animale scaricato nel suo grembo, innescando il suo orgasmo. Si unì rapidamente al cavallo in beatitudine.

"Sto anche cumming!" Taylor gemette alla sua amica. "Sto cummin su un cazzo di cavalli!"

Sandra guardò il potente stallone scopare il suo carico di sperma nella sua amica nuda.

I suoi occhi viola divennero vetrosi mentre si concentravano sul cavallo gobbro e sull'adolescente nudo sotto di lui.

Taylor tremò delirante. Il suo corpo sudato si è attorcigliato e girato. Le sue braccia strinsero il cavallo. Le sue gambe si strinsero attorno al suo cazzo pulsante in una presa di morte. Completamente dal pavimento, il suo corpo si strappò mentre il protagonista del cavallo schizzava e scopava la sua figa agitata. Le grida gorgoglianti le sfuggono la bocca sbavando quando il suo cazzo scoppò pericolosamente in profondità.

Il piccolo Mack fece turbinare la testa in aria, la sua criniera lucida che scorreva sul suo spesso collo muscoloso. Lui si lanciò. Il suo cumputico per spinta ha traboccato la figa dell'adolescente. Si gocciolava nel culo che si muoveva e gocciolava in una pozzanghera sul pavimento. La guida dura sbatté più sperma nel suo buco di fica calda. La sua figa scorreva con una miscela zuppa della sua calda fenditura e zuppa di cavalli briglie. I suoi muscoli hanno funzionato straordinario, scaricando le sue palle pesanti. Il piccolo Mack si lanciò ancora e ancora, le sue palle si trasformavano in gusci vuoti. Accavampiendo la terra, distorceva il suo corpo potente, scuotendo il bambino piagnucoloso sciolto della sua puntura rapidamente che si restringe mentre Dutton e Sandra la lasciavano perdere.


Cadendo a terra, Taylor emise un lamento. Si girava nel tormento angosciante, rabbrividendo in modo decento dalla migliore cattura della sua vita. Si allontanò dal cavallo, rannicchiandosi in una posizione fetale. Sandra strisciava dalla sua amica.
"Come è stato?" Chiese Sandra. Stava dalla voglia di conoscere tutti i dettagli.
"Eccellente! Devi provarlo per te Sandra. Devi solo! "

Sandra si rannicchiò con la sua nuova giovane amante e si baciò e la coccolò mentre si riprendeva.

Mezz'ora dopo, il signor Dutton disse alle due ragazze di vestirsi.

Quindi, proprio come aveva promesso, e all'enorme sollievo di Taylor, il signor Dutton le ha consegnato la fotografia incriminante e l'ha ringraziata per aver messo in scena un grande spettacolo per lui. I due adolescenti hanno messo i loro vestiti.

“Vai alla coda di Dewey di casa. Io e Sandy-Brits abbiamo fatto un po 'a parlare. " Lo ha fatto come le è stato detto. Taylor si rese conto, senza la foto, Dutton era probabilmente preoccupato per il suo lavoro. Spero che non abbia il sacco. Non è un uomo così male. Si ritrovò a pensare mentre correva di nuovo a casa di Sandra per fare una doccia meritata e gravemente necessaria prima che la gente di Sandy tornasse a casa.

Dopo se ne andò, Dutton si rivolse a Sandra.

"BENE. Cosa ne pensi sabbiosi? "

Sandra Orrick guardò la mucca slanciata mentre scattava;

"Puoi tagliare quella merda sabbiosa in questo momento Ted!"

“Ehm .. sì. Miss Orrick. Mi dispiace. Spero che tutto fosse a tuo piacimento. " Chiese Dutton educatamente. Dannazione! Desidero sicuramente che questa piccola cagna non avesse scoperto il mio raccolto di marijuana. Le mostrerei chi era il capo proprio ora! Dutton si disse mentre pendeva la testa rispettosamente davanti alla figlia dei suoi capi.

“Sì Ted. In realtà hai fatto la tua parte in modo abbastanza soddisfacente. " La bambina birichina disse all'uomo.

“Sono sicuro che mi piace la signorina. Orrick. Ehm .. pensi che potrei anche meritare un po 'di sollievo speciale per il mio aiuto, per favore, signorina? Lo apprezzerei sicuramente! " Dutton implorò, indicando il cazzo ancora fortemente sporco di denim nei suoi jeans. Sandra poteva vedere la grande toppa bagnata che il suo pre-cum si era immerso.

"OK. Lei sorrise: “Ma dobbiamo essere veloci ok? Devo discutere sabato sera prossimo con te prima di andare. " Si lasciò cadere delicatamente in ginocchio ai suoi piedi.

'Sabato sera prossimo? "Dutton chiese mentre si faceva avanti con gratitudine e si sporgeva verso la splendida e cattiva bella faccia da bambine.

"SÌ. Ho un pigiama party per il pigiama in programma con sei ragazze di scuola. La maggior parte di loro sono troie totali. Ma potrebbero esserci uno o due resistenza. Non può far male avere un piano assicurativo. Sto programmando di visitare i canili di levrieri con loro intorno alle sette di quella sera. Andrà bene con te e la tua macchina fotografica, signor Dutton? " L'adolescente carino sorrise mentre il vecchio Rascal si fece a pezzi alle sue tette.

“Perché, sì mamma! Mi nasconderò nell'ultimo canile da allora, alle sette. " Lui sorrise.

Se solo potessi essere sicuri che le mie sciocche piccole amiche andassero con la bestialità in primo luogo! Implicherebbe sicuramente molto meno pianificazione da parte mia! Sandra rifletté mentre si mosse la mosca.

Storie simili

Incontri Darkness - Parte I

Incontri Oscurità Mentre tornava a casa lungo la scorciatoia, un sentiero sterrato tra due caseggiati abbandonati, sentì dei passi dietro di lei. Si voltò rapidamente verso i suoi dottori che sollevavano polvere, nessuno lì. Aumentando il ritmo si affrettò lungo il sentiero, la sua ombra di fronte a lei dalla luna piena stanotte. Di nuovo sentì i passi che corrispondevano al suo ritmo; lei si è fermata, loro si sono fermati. Girandosi ancora non vide nessuno. Datti una calmata, Laura! disse ad alta voce mentre scuoteva la testa e continuava a camminare verso casa. Sentì il clic di una macchina fotografica...

857 I più visti

Likes 0

Lucy viene scopata dal padre della sua migliore amica

Erano le 15:00 di mercoledì e il caldo della giornata estiva si abbatteva su Lucy e la sua amica Jillian mentre tornavano a casa da scuola. Il marciapiede era caldo e ricoperto di foglie e noci degli alberi che fiancheggiavano la strada di Jillian. Mentre il sole bruciava, le foglie gocciolavano un aroma caldo che ricordava a Lucy il pot-pourri che aveva annusato in un negozio di candele boutique nella strada principale della sua piccola città. L'aria era calda e l'odore della flora bruciata la fece girare la testa assonnata e soddisfatta. Le due ragazze imboccarono il vialetto di Jillian mentre...

615 I più visti

Likes 0

La mia figliastra senzatetto, parte 3

Mentre Chelsea giaceva a letto con noi, qualcosa si risvegliò dentro di lei. Non voleva più le donne della sua età. Li voleva giovani. Voleva adolescenti. L'emozione di essere il primo per qualcuno è stata travolgente. E l'eccitazione nel guardare il suo ragazzo far scoppiare la ciliegia di Ronnie era quasi più di quanto potesse sopportare. Sapeva che le ripercussioni per essere stata scoperta sarebbero state gravi, ma ora aveva un sedicenne che poteva aiutarla. Potrebbe essere molto divertente. Ronnie giaceva a letto, con la testa appoggiata sul petto del patrigno. Non poteva credere a quello che era successo in meno...

524 I più visti

Likes 0

I 120 giorni di sodoma - 17 - parte1, IL SEDICESIMO GIORNO

IL SEDICESIMO GIORNO I nostri eroi si alzarono vivi e freschi come appena arrivati ​​dalla confessione; ma a ben guardare si sarebbe potuto notare che il Duc cominciava a stancarsi un po'. La colpa di questo avrebbe potuto essere attribuita a Duclos; non c'è dubbio che la ragazza avesse completamente padroneggiato l'arte di procurargli delizia e che, secondo le sue stesse parole, i suoi scarichi erano lubrificanti con nessun altro, il che confermerebbe l'idea che queste cose dipendono esclusivamente dal capriccio, dall'idiosincrasia , e che l'età, l'aspetto, la virtù e tutto il resto non hanno nulla a che fare con il...

1.5K I più visti

Likes 0

S.S. Shotguneagle (Sesta parte)

Non sarebbe del tutto vero se Leah dicesse che il suo spirito non è incrinato. Anche dopo aver ripetuto a se stessa come starà bene, il dubbio è sempre rimasto nella sua mente. La sua mente potrebbe essere ancora intatta al momento, ma la sua volontà di rimanere forte e positiva stava crollando. Si chiedeva quanto tempo sarebbe passato prima di perdere completamente la testa. Non aiutava, inoltre, il fatto che Leah si stesse picchiando mentalmente. Odiava il modo in cui permetteva a questi animali di farsi strada con lei. Leah non ha mai voluto essere un'altra vittima indifesa che non...

1.6K I più visti

Likes 0

Vorresti due di me? Questo avverrà in un futuro molto prossimo….. ….Sono Lisa e ho fatto un grande passo e ho messo insieme segretamente un clone e una combinazione robotica di me stesso. La mia azienda pensava che fosse solo l'ultima ragazza robot che avevo creato. Ho aspettato che il ragazzo giusto lo provasse. Ho finalmente trovato quello che cercavo. Era bello, sexy e giovane. Perfetto…. --------- …Ron…. ...Ho ricevuto informazioni su un'azienda che voleva che qualcuno provasse la loro ultima ragazza robot. L'ho esaminato e sembrava interessante. Li ho contattati e mi hanno accettato come un buon test per lei...

1.6K I più visti

Likes 0

Il nuovo capannone

Stavo costruendo un nuovo laboratorio e avevo bisogno di aiuto. Ho chiamato quattro amici che avevano abilità di falegnameria e per me erano incontri regolari. Sapevamo tutti di essere partner sessuali, ma mantenevamo le cose discrete poiché nessuna delle nostre mogli sapeva delle nostre attività extrascolastiche. Il cemento per il pavimento era già stato versato da due gentiluomini molto energici, ma questa è un'altra storia. Il legname era stato consegnato pochi giorni fa insieme a tutto l'hardware. La stazione della sega è stata allestita in una zona ombreggiata in modo che i lavori potessero procedere rapidamente. Le mogli hanno portato tutti...

1.4K I più visti

Likes 0

FAMIGLIA DI 4_(0)

[b]FAMIGLIA DI 4, FAMIGLIA INSIEME Mia moglie Pari, sua sorella minore (di un anno), Ara, e la loro madre, Mae. 3 Signore – e io, uomo di casa per così dire, la nostra Famiglia. È diventato un ruolo piuttosto estenuante. Dove viviamo in Asia, io sono uno straniero, nato nel sottosuolo. Ma ormai vivo da molto tempo in Asia e capisco quanto sia importante la Famiglia. Nel caso della famiglia di mia moglie, suo padre è morto (per malattie legate al fumo e all'alcol) più di 15 anni fa; da allora, le 3 Signore sono state insieme, nonostante i singhiozzi e...

1.1K I più visti

Likes 0

Le avventure di Juan's Crazy Sex a Porto Rico/ Parte prima...

Sono un avvocato e so distinguere il bene dal male, ma quest'anno è stata davvero dura con me. Avere 34 anni, stare a 62 e pesare 170 libbre. brunastro rossastro scuro, Taglio di capelli basso Cesare. Sono un uomo misto, madre italiana, padre portoricano e indonesiano. Non conosco i miei genitori, sono stati uccisi in un sollevamento in alto in un aereo proveniente dall'Italia in visita i miei nonni da parte di mamma. Tutto quello che so è che a cinque anni vivevo con mio nonno dalla parte di mio padre, A Porto Rico, le cose sono cambiate dall'inizio. Sono passato...

1K I più visti

Likes 0

I miei amici mamma

Si tratta della mamma di Russell. Per cominciare, mi chiamo Jay e il mio migliore amico per la maggior parte della mia vita è stato Russell e questo è il mio diciottesimo compleanno. Beh, almeno la celebrazione del weekend successivo al mio diciottesimo compleanno. Dato che ero ancora al liceo, ho dovuto aspettare fino al fine settimana successivo per urlare ed è proprio quello che Russell e io avevamo programmato. Così venerdì sera presto sono andato a casa di Russell per andarlo a prendere con l'intenzione di andare entrambi alla capanna dei miei genitori per il fine settimana che era vicino...

790 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.