Bocchino sul sedile posteriore

315Report
Bocchino sul sedile posteriore

Sono passati circa 6 mesi dal nostro ultimo evento con Tyler e Jessica. Abbiamo vissuto alcune avventure divertenti senza menzionare quasi il nostro incontro notturno da ubriachi: una gita in barca, un'avventura di raccolta delle mele e un labirinto di mais di Halloween. Fondamentalmente, ci siamo comportati come se nulla fosse realmente accaduto. Tyler e io abbiamo avuto un po' di tensione durante il nostro primo incontro dopo che si era scopato mia moglie; ma il secondo e il terzo eravamo tornati ad essere amici, a parlare della vita e a fare progetti per il futuro divertendoci insieme.

Tutto è cambiato la notte in cui abbiamo ricevuto una telefonata da Jessica.

"Ciao", rispose Amy.

“Ciao Amy, sono Jessica. Ho notato su Facebook che tu e John eravate in città."

"Sì, abbiamo un appuntamento serale, che succede?"

“Oh, non sapevo che fosse un appuntamento notturno. Volevo chiederti un favore, ma non voglio intromettermi."

"Va tutto bene, di cosa hai bisogno?"

«Tyler è uscito, dice che l'auto è stata rimossa da dove aveva parcheggiato. Speravo potessi dargli un passaggio a casa. È a un isolato dal tuo ristorante.

“Certo, possiamo andare a prenderlo; dobbiamo comunque andare da quella parte. Puoi dirgli di incontrarci fuori tra circa cinque minuti?"

"Ti ringrazierò. Ci vediamo quando lo riporti."

Amy prende l'indirizzo e mi dice cosa ha appena accettato di fare. E dico "okay", comunque non mi aspetto davvero di ottenere nulla da questa notte. Mentre giriamo verso il punto in cui Jessica ha detto che Tyler lo avrebbe aspettato, lo vediamo appoggiato a un albero.

Ho fermato la macchina e ho abbassato il finestrino, gridando "quanto?"

“Se devi chiedere non te lo puoi permettere!” Tyler risponde, ridendo.

Mentre Tyler saliva sul sedile posteriore sentivo l'odore del liquore su di lui.

"Bevi qualche drink stasera?" Gli ho chiesto.

"Sì; un paio di birre con gli amici. Poi qualche bicchierino di whisky dopo aver scoperto che l'auto era stata rimossa. Hanno davvero bisogno di marcare meglio quei punti. Potevo vedere la frustrazione sul suo volto.

«Sì, beh, non c'è motivo di soffermarsi su questo stasera. Niente che tu possa fare.

"Lo so."

Iniziamo ad allontanarci; dopo circa 10 minuti di pedalata in silenzio, Tyler inizia a parlare.

"Sapete che non ho bevuto niente di più forte della birra da quella notte in cui siete rimasti qui?"

"O si?" rispose Amy "ti è mancato il tuo whisky?"

“……….” Tyler esita, sporgendosi in avanti sul sedile finché la sua testa non fluttua tra le mie e quelle di Amy. "Non tanto quanto mi sei mancata" sussurra all'orecchio di Amy, ma abbastanza forte da permettermi di sentirlo.

Quasi ci porto fuori strada.

Amy è sbalordita dal suo commento e passa un minuto prima che gli risponda.

"Ricordi cosa è successo quella notte?" chiede Amy nervosamente.

“Certo che lo faccio. Non potrei mai dimenticarlo.

“…il tocco della tua pelle, il sapore del tuo bacio; la mia mano scende dal tuo collo fino alla tua coscia."

A questo punto, mi sto scaldando per quello che sta dicendo.

“Amico, stai parlando di mia moglie. È stata una notte da ubriachi per noi e io e Amy l'abbiamo affrontata, ma non ho davvero bisogno di uno spettacolo dopo l'altro! Dico a Tyler, quasi urlandogli contro.

"Okay, okay, mi dispiace... ma tutto quello che hai detto sulle sue abilità nel succhiare il cazzo era vero."

"Tizio!!!"

"Scusa scusa."

Tyler si appoggia allo schienale del sedile, mentre Amy guarda dritto davanti a sé, scioccata. Continuo a guidare irritato, anche se leggermente eccitato dalla conversazione.

Dopo un po' sento Tyler parlare a bassa voce. «Ci ​​penso ancora, però. Le sue labbra morbide sulle mie, baciandole il collo, succhiando i suoi dolci capezzoli morbidi. ...La sua resistenza all'esplorare tutto il suo corpo, allontanando da me quel bellissimo cespuglio rosso, prendendomi in giro. Guardo nello specchietto retrovisore. Lo vedo strofinarsi i pantaloni; i suoi movimenti sono ben visibili grazie ai lampioni. "Mi ha sorpreso nel cuore della notte, succhiandomi", sento una cerniera e vedo la lotta per liberarsi dai jeans. Guardo Amy, vedendo il suo viso rivolto verso di me ma i suoi occhi sono puntati su di lui. Ho allungato la mano e ho regolato lo specchio in modo da poter vedere su cosa era così fissata. Tyler ha il cazzo fuori e lo accarezza lentamente, ricordando il passato.

È più grosso di quanto mi avesse detto Amy.

Guardo Amy e lei è completamente fissata su quello che sta facendo, senza nemmeno cercare di nascondere il suo fascino.

Arriviamo a un semaforo. Amy mi guarda e io la guardo.

"Puoi unirti a lui se vuoi." Gliel'ho detto.

Resta un attimo seduta al suo posto, a rifletterci. Vedendo la tentazione sul suo viso, dico "vai avanti", inclinando la schiena verso Tyler. Amy si china e mi dà un bacio profondo e caldo sulle labbra, poi sale sul sedile posteriore.

Amy si toglie il cardigan, lasciandola con una canottiera bianca. Nella luce si vedono i suoi capezzoli attraverso il tessuto della maglietta. Si siede accanto a Tyler che le getta il braccio libero attorno alla vita. "Bene, ciao." Tyler dice dando una stretta ad Amy, "vieni a darmi una mano?"

La luce cambia e ricomincio a guidare, cercando di non dedicare tutta la mia attenzione all'azione sul sedile posteriore.

Amy annuisce e dice "sì", togliendogli la mano e sostituendola con la sua, facendo del suo meglio per eguagliare la sua velocità precedente. I suoi occhi sono fissi su Tyler ma ogni tanto guardano il grosso cazzo che ha in mano.

"Oh sì, piccola, è così che mi piace." Tyler fa scorrere dolcemente il suo braccio su e giù. Il suo ritmo inizia ad accelerare; lui la avvicina a sé, facendola piegare. Non riesce più a vedere il suo volto, il suo sguardo è fisso sul suo membro; e piegandosi ulteriormente, si sporge e lecca la testa del suo cazzo sempre più grosso. La sensazione sorprende un po’ Tyler, che emette un “OOhhh”. La mano che una volta era sulla sua spalla ora scivola lungo la sua schiena e tra i pantaloni e le mutandine, afferrando in modo morbido ma fermo il sedere di Amy.

Con il piacere aggiunto di Tyler che gioca con il suo culo, Amy smette di giocare con lui e prende Tyler in bocca. Tyler le mette la mano libera sulla testa, allontanandola da sé così da poter vedere cosa sta facendo. La sua bocca è spalancata, le labbra chiuse attorno a lui. Prendendo il suo cazzo lentamente dalla punta della testa, scende più in profondità che può, lasciando solo mezzo pollice.

"Togliti i pantaloni", ordinò Tyler.

Amy si siede e inizia a slacciarsi i pantaloni; sollevando il sedere, abbassa lentamente i pantaloni rivelando un bellissimo paio di mutandine di pizzo bianche e blu.

"Bello" è tutto ciò che Tyler dice mentre guarda lo spettacolo di Amy, mentre si toglie completamente i pantaloni.

Una volta finito, Amy torna subito a succhiargli il cazzo.

Tyler le raccoglie i capelli sciolti e li tiene con una mano. L'altra mano le massaggia il corpo, seguendo dolcemente la schiena, le costole, il sedere coperto dalle mutandine, lungo la coscia e la schiena. Dopo alcuni giri intorno al suo corpo, Tyler passa a concentrarsi sul culo di Amy, massaggiandole ogni volta la figa.

Vedo quanto sta diventando calda Amy. Con il piacere che sta provando e il calore del corpo di Amy, sembra che Tyler sia quasi sul punto di venire. Tira via Amy da sé e la spinge con la schiena contro la finestra. Tyler bacia Amy dolcemente sulle labbra, le sue mani le massaggiano la gamba; poi un altro bacio, questa volta più profondo. Le mani di Tyler si avvolgono attorno alle cosce di Amy, scivolando sotto le sue mutandine.

"Volevo farlo da un po'", ha detto Tyler. Bacia le labbra di Amy e le traccia la guancia, arrivando fino al mento. Le sue mutandine vengono fatte scivolare lungo le gambe con la stessa lentezza con cui Tyler bacia il corpo caldo di Amy. Quando le sue mutandine raggiungono le ginocchia, Tyler cambia rapidamente la sua attenzione, rimuovendo il top di Amy per rivelare il suo bellissimo seno. Le succhia uno dei capezzoli, per la gioia di Amy; le sue mani corrono sul suo corpo e tra i suoi capelli, il suo viso mostra evidente piacere. Una delle mani di Tyler corre fino al suo seno libero, facendolo rotolare dolcemente ma con fermezza sotto il palmo. La sua mano libera scivola su e giù per il suo fianco, rimuovendole abilmente le mutandine per il resto. La sua mano si ferma sulla sua gola, stringendola leggermente attorno ad essa. Tyler toglie la bocca dal suo seno, la lingua stanca per aver rotolato attorno al suo capezzolo, e continua a baciarle il corpo, raggiungendole finalmente tra le gambe.

Inizia a baciarle prima l'interno della coscia, poi si avvicina sempre di più fino a baciarle il clitoride.

Amy sussulta. Tyler inizia ad aggredirla, toccandola e massaggiandola con le mani, in quello che vedo sono tutti i posti giusti. La sento gemere, il suo viso diventare rosso e il suo orgasmo arrivare velocemente.

Amy inizia a venire, ma Tyler non si arrende. Continua a circondarle il clitoride con la lingua.

Questo è l'orgasmo più lungo che Amy abbia mai avuto e inizia a diventare troppo. Amy tira i capelli di Tyler, costringendolo ad avvicinarsi. Lo bacia appassionatamente.

"Porca miseria!" dice Amy, riprendendo fiato. "Mi lascerai finire il favore?"

Tyler si limita ad annuire, appoggiandosi allo schienale del sedile. Amy ritorna velocemente alla sua posizione originale, prendendo il suo cazzo intero in bocca, succhiandolo velocemente, usando le mani per pomparlo, le mani di lui che ancora vagano intorno al suo corpo. Sta per venire. Glielo leggo in faccia. Gli faccio un rapido cenno quando noto che guarda il mio riflesso, facendogli sapere che va bene finirlo nella sua bocca. Tyler afferra la testa di Amy, spingendosi più in profondità che può, e inizia a venire. Amy fatica a inghiottire tutto, un pezzettino le esce dall'angolo della bocca.

“Ragazzi, fareste meglio a vestirvi; a meno che tu non voglia trovare una ragione per cui siete entrambi seminudi sul sedile posteriore” dico a entrambi. Hai circa trenta secondi."

"Gesù, amico, avresti potuto darci un po' più di avvertimento." Tyler scherza.

“Ma non l’ho fatto. Dopotutto, ti stavi scopando mia moglie.

"Giusta osservazione," dice Tyler rimettendo a posto l'ultimo pezzo dei suoi vestiti. Amy torna al sedile del passeggero, alzandosi completamente i pantaloni.

"Stronzo." è tutto ciò che mi dice mentre entriamo nel vialetto di Tyler.

Jessica esce appena vede le luci dell'auto. "Grazie per aver aiutato Tyler, te ne devo uno." lei dice.

"È stato un piacere." Amy risponde. Lei sorride a Tyler.

Ci scambiamo tutti abbracci dicendo che dovremmo uscire di più. Fai alcuni progetti provvisori. Amy va e torna sul furgone.

Saluto Jessica, controllandole il culo mentre rientra in casa.

Rivolgendomi a Tyler, "Dobbiamo parlare di esplorare ulteriormente la questione", dico.

"Sì, lo sappiamo."

Torno al posto di guida e mi rivolgo a mia moglie,

"Com'è stato?"

“Fottutamente incredibile”

Speriamo che ci sia altro in arrivo.

Commenti benvenuti.

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

1.7K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.5K I più visti

Likes 0

La morte veste SEMPRE di nero - Capitolo 1

Capitolo 1 L'ombra a forma di uomo nel cortile del vicino dall'altra parte della strada non si era mossa negli ultimi 20 minuti, ma era del tutto possibile che gli occhi di Glenn gli stessero giocando brutti scherzi mentre la sua mente in preda al panico lavorava a tempo pieno sul suo dilemma. Erano passate due settimane da quando il contratto era stato adempiuto dalla gilda degli assassini di Ar e lui doveva ancora inviare loro il pagamento, ovviamente, non lo avevano esattamente cercato nemmeno per il loro oro, ma era ancora estremamente preoccupato. Silas aveva visto cosa succede alle persone...

1.5K I più visti

Likes 0

Negozio di caramelle

Ok, iniziamo con i dettagli. Ho 16 anni circa 6 piedi di altezza e un peso medio di circa 75 kg oh e il mio nome è franco (so che è un nome fuori nome questi giorni) Era la fine delle vacanze estive e stavo tornando dal negozio di kebab donna quando ho visto la ragazza che era al mio corso di geografia e segretamente mi piaceva. Il suo nome è Brenda, è alta circa 5 piedi e 7 pollici ed era magra ma non troppo, le sue tette non sono le più grandi della scuola ma le stanno comunque bene...

1.3K I più visti

Likes 0

Porca puttana

Sono stato gangbanizzato da 37 uomini in una sporca sala VIP in cima a un bar di New York, mio ​​marito mi ha portato a una festa e se ne è andato con un'altra bionda, mi sono seduto al bar tutto solo quando 15 uomini si sono avvicinati a me, loro mi ha detto che ero molto bella e ho chiesto se potevano farmi delle foto, ho detto ok, ma hanno detto che era troppo affollato nel bar possiamo andare in una stanza dove è un po' più tranquilla, ho detto ok, uno dei gli uomini mi hanno portato di sopra...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricatto e cetrioli

Questa è un'opera di finzione. La prima volta che scrivo, le critiche costruttive sono sempre consentite, non c'è molto sesso perdonami, volevo introdurre i personaggi. RICATTO E CETRIOLI Dovremmo prendere dei cetrioli, ho sentito dire da una ragazza. Io, Justin Hunter, ero seduto da solo in una delle quattro mense della Forrester University. Questo in particolare era il terzo più grande e la ragazza che ha detto che era seduta a un tavolo di fronte al mio. Avevo quasi finito di mangiare quando queste due ragazze vennero a sedersi a un tavolo accanto al mio. Sedevano fianco a fianco su un...

999 I più visti

Likes 0

Picchiato al rifugio

Sono un uomo di 35 anni che vive da solo in una capanna isolata nel bosco. Sono 6'1 con capelli biondi e occhi azzurri. Non ho mai avuto problemi portare a casa le donne. Sono un veterinario e ho un ufficio in città. Faccio anche volontariato in un canile nei fine settimana. I proprietari salva i cani e trova loro una casa una volta che li ho esaminati. Alcuni entrano piuttosto brutte, quindi impiegano un po' più di tempo a guarire. Altri sono belli cani che sono stati semplicemente abbandonati da qualche parte. Il vicino più vicino vive a 15 miglia...

844 I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

787 I più visti

Likes 0

Dipendenza_(0)

Godetevi la storia e lasciate un commento. Dipendenza Allora Doc, ahh domanda folle - è possibile essere um, tipo, dipendenti da una persona? Era una domanda folle e Tom era in qualche modo imbarazzato anche solo a farsela, ma era una domanda su cui si stava ponendo da giorni ormai. Il dottore, in realtà uno psicologo, era un uomo calvo con gli occhiali sulla cinquantina, che aveva sentito un sacco di cose più folli nei suoi vent'anni di pratica. Sapeva che Tom era serio e aveva bisogno di maggiori informazioni prima di poter dare una risposta. Pensi di essere dipendente da...

872 I più visti

Likes 0

Nika e suo padre

Nika entrò in camera da letto cercando suo padre. Era preoccupata per lui, perché beveva molta vodka e whisky. Da quando suo fratello è rimasto ucciso in un incidente, riusciva a malapena ad alzarsi dal letto per andare al lavoro, non usciva mai di casa se non per prendere altre bottiglie per bere via il dolore. Aveva subito tre tragedie, prima sua moglie era stata assassinata, poi sua figlia (lei, Nika) era stata violentata e ora suo fratello. L'alcol sembrava essere l'unico modo per lenire il dolore. Anche lei soffriva, le mancava suo zio, ma lui non poteva essere aiutato, suo...

741 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.