Ninfomane in libertà 3

269Report
Ninfomane in libertà 3

Ninfomane in libertà 3

Era passata più di una settimana dal mio ultimo incontro con Jenny. Mio padre mi ha tenuto molto occupato con il nostro ultimo campo di fieno. Dovevamo metterlo in deposito prima che arrivasse la pioggia successiva, altrimenti si sarebbe danneggiato. Quando il fieno si bagna si ammuffisce e perde il suo valore come alimento per gli animali. L'ultimo giorno Jerry è venuto a darci una mano a trasportarlo nei capannoni di stoccaggio. Gli ho chiesto se aveva visto Jenny ultimamente. Ha detto che era successo un paio di giorni fa. Lei ha chiamato e lui è andato a casa di suo zio. Lui stava lavorando e lei aveva messo giù i bambini per un pisolino.

Ho bussato alla sua porta e quando si è aperta c'era Jenny. "Proprio quello di cui ho bisogno, un cazzo giovane e sexy". mi prese la mano e mi condusse nella sua camera da letto. Non appena la porta fu chiusa, lei si stava già togliendo i vestiti. Lei mi ha guardato e ha detto "cosa stai aspettando, vieni a spogliarti". Jerry ha detto che non c'era timidezza con Jenny. Ti diceva semplicemente quello che voleva e la maggior parte delle volte era una bella scopata dura.

Senza vestiti lei si è inginocchiata davanti a me e ha preso il mio cazzo in mano. “Bello, davvero carino, ora facciamo erigere questo cazzo così può scoparmi. Quei ragazzi non dormiranno a lungo”. Si è messa all'opera sul mio cazzo, leccandolo e succhiandolo e sicuramente non le ci è voluto molto per prepararmi. Grugniva mentre prendeva il mio cazzo fino alle palle. E la sua saliva mi scorreva lungo il cazzo e mi gocciolava dalle palle.

"Sei pronto a farmi una bella scopata e a farmi venire una bella sborrata". Si alza e si sdraia sull'angolo del letto carponi e ginocchia. Mi sono posizionato dietro di lei e con le dita ho aperto le labbra della sua fica per rivelare la bella fodera rosa. Afferrando la mia erezione, metti la punta nelle labbra della sua fica e muovila da un lato all'altro e su e giù per avere la sensazione della fica calda in cui presto sarebbe entrato il mio cazzo. "Dai Jerry, spingi quel cazzo duro dentro di me e riempimi la fica". Stava dimenando il culo, incoraggiandomi a spingere il mio cazzo a casa.

L'ho afferrato per i fianchi e stavo davvero martellando il mio cazzo nella sua figa calda e bagnata. Emetteva tutti i tipi di suoni e gemiti e dice "sì, tesoro, sbattimi la figa con il tuo cazzo duro e fai ronzare la mia fica. Dammi una bella sborrata, tesoro, una bella sborrata strabiliante”. L'ho scopata per altri cinque o dieci minuti più forte e veloce che potevo e la sento irrigidirsi e lei dice "sì tesoro, ecco, sto arrivando". Vengo sul tuo cazzo duro". Sento la sua figa spremere il mio cazzo mentre viene e mi porta oltre il limite e inizio a pomparle tutta la figa.

Ho iniziato a tirarle il cazzo dalla fica ma lei dice "no, tesoro, lascialo dentro, sei giovane e se continui a muoverti rimarrà duro e potremo fare una seconda scopata". “Ok Jenny, continuerò se è quello che vuoi”. Ma ti dico, amico, che le mie gambe erano piuttosto deboli. Aveva ragione e in pochi minuti sento il mio cazzo diventare duro. Jenny dice “oh sì Jerry, sento il tuo cazzo indurirsi nella mia figa. Ora scopami con il tuo cazzo duro e fai venire di nuovo la mamma“. Con le palle vuote ci è voluto molto più tempo per raggiungere un altro climax, ma Jenny ha ottenuto il suo in un batter d'occhio. "Oh sì, tesoro, lo sento arrivare e sarà fantastico". E i suoi pugni afferrano la coperta mentre il climax le tormenta il corpo. Continuo a scopare perché non ho ancora raggiunto il mio scopo. Sono passati dieci minuti quando la sento venire di nuovo e questa volta scarico nella sua fica.

Ero così debole che sono caduto sul letto cercando di riprendere fiato. Lei è sdraiata accanto a me dicendo "hai fatto bene, tesoro, ma devi vestirti e uscire di qui prima che i bambini si sveglino". Ci vestimmo entrambi e andammo alla porta. Mi ha dato un bel bacio lungo e mi ha ringraziato per essere venuta e averla fatta scopare bene perché ne aveva davvero bisogno. Jerry ha detto che non l'ha vista da quel giorno.

Pensavo che, fortunato bastardo, mi farebbe sicuramente piacere una bella scopata del genere. Forse tornerà presto da queste parti, lo spero proprio.

Il giorno dopo pioveva. È stato un vero temporale con molti fulmini. Ero nella stalla a fare alcuni lavoretti. Ho appena finito di uscire e la porta si apre ed entra Jenny. “Speravo che fossi qui. Hai detto che non avevi molto da fare nei giorni di pioggia quindi ho pensato di venire ad aiutarti a fare qualcosa”. Ho detto “sì, penso di sapere qualcosa che possiamo fare, ma troviamo un posto più privato. Come quando si falcia il fieno. Ho lasciato la coperta lassù nel caso tornassi”. Ha semplicemente sorriso dicendo "è stata una decisione saggia".

Prendendola per mano la condussi all'altra estremità della stalla e l'aiutai a salire la scala fino a falciare il fieno. Ho steso la coperta e le ho detto di togliersi i vestiti bagnati prima che prendesse un raffreddore. Ha detto "come farò a stare al caldo". Le ho detto che sapevo come tenerla al caldo e ho iniziato a sbottonarmi la camicia. In un attimo ero nudo come lei ed eravamo entrambi sdraiati sulla coperta. Ci stavamo baciando e le piaceva mentre gemeva nella mia bocca. Quando il bacio si interruppe mi chiese se poteva succhiarmi. Ho detto "no tesoro, penso che mi metterò tra le tue gambe e lo seppellirò forte nella tua figa calda e stretta. Ti sembra una buona idea”? Tutto quello che ha detto è stato "oh sì".

Solo guardarla sdraiata avrebbe fatto venire un'erezione a qualsiasi ragazzo. Le sue tette erano belle e piene e sormontate da vivaci capezzoli rosa. Vedendoli non mi restava che succhiarli e mi sono chinato e ne ho preso uno in bocca. L'ho succhiato e ho spostato la lingua sul capezzolo e Jenny ha gemito e ha sollevato il petto verso di me. Mentre succhiavo le sue bellissime tette dall'aspetto caldo, la mia mano si muoveva sulla sua pancia sottile e giù fino ai peli della fica e il mio dito si faceva strada attraverso le labbra della sua fica e nel tunnel della fica. Mi passava le dita tra i capelli e mi teneva la testa contro le tette. Mi sono alzato e mi sono spostato su di lei sapendo che era ora di infilare il mio cazzo duro e dolorante nella sua fica stretta, bagnata e calda.

Ho agganciato le braccia dietro le sue ginocchia e le ho sollevato le gambe e le ho aperte esponendo la sua fica per la mia penetrazione. Ho allineato il mio cazzo con la sua figa e l'ho spinto dentro. Quando le sono entrato nella fica i suoi occhi si sono spalancati ed ha emesso un respiro profondo e un sorriso le è apparso sulle labbra. Ha detto “oh quanto amo il cazzo duro e caldo dentro di me. È la sensazione più bella che si possa provare e adoro tutti i cazzi che sono passati attraverso le mie labbra e mi hanno scopato fino all'orgasmo." Ho detto "beh, Jenny, ti scoperò fino all'orgasmo e riempirò la tua fica con un grosso carico di sperma e aggiungerò ricordi ai tuoi ricordi".

Aveva ragione quando diceva che era la sensazione più bella di sempre. Avere il mio cazzo nella sua figa è stata la sensazione più bella che abbia mai provato. La sua consistenza calda e morbida attorno al mio cazzo mentre pompavo la sua fica calda era davvero incredibile. Mi ha avvolto le braccia attorno al collo, mi ha abbassato la testa e mi ha baciato alla francese mentre la scopavo. Ha mosso il culo verso di me durante i miei colpi verso il basso per ottenere una penetrazione completa e ha grugnito quando i nostri bacini si sono scontrati.

Abbiamo scopato a lungo e io sudavo e mi cadevano gocce dal naso. Sapevo che sarei venuto presto quando ho sentito che lei iniziava a irrigidirsi. Ha detto "sì, ci sono, fanculo, fanculo, sto arrivando". E attraverso la porta aperta nella stalla ho visto il lampo e il tuono ruggire e ho scaricato corda dopo corda di sperma in quella bella cagna. Esausto, rotolai giù da lei e mi sdraiai ad ascoltare la pioggia che tambureggiava sul tetto. Ha detto che era la prima volta che veniva con effetti sonori importanti.

Mentre eravamo sdraiati lì ho detto che so che ha scopato due Jack con me, suo fratello e il mio amico Jerry. Hai detto di tutti i cazzi che ti hanno scopato e mi chiedevo quanti te li hanno fatti? Lei mi ha guardato e ha detto: “Non lo so. Voglio dire, per un po' sapevo che ce n'erano quattro o cinque, ma poi ho iniziato a farne di più e non ho mai tenuto il conto. So che sono più di venti. Alcuni erano solo cose di una volta e altri erano relazioni continuative. So di non aver mai rifiutato un ragazzo che voleva scoparmi. Probabilmente mi rende una puttana di prima classe, ma mi piace scopare e lo sballo che provo venendo, e continuerò a farlo per il resto della mia vita.

"Hai detto che hai avuto delle relazioni a lungo termine, queste erano con i fidanzati"? Ha detto “no, non con i fidanzati. La maggior parte dei ragazzi vuole solo scopare ed è tutto quello che volevo da loro. Non voglio davvero che una mano tenga l'unica relazione con nessun ragazzo. Forse in futuro troverò un ragazzo che mi permetterà il mio stile di vita folle e con lui avrò una relazione permanente. Le ho chiesto chi fossero i ragazzi con cui aveva relazioni a lungo termine. Ha detto che "i più lunghi sono stati con mio fratello e suo padre".

Ho detto "tuo padre ti ha scopato". “Sì, io e papà scopiamo ormai da anni. Mi ha sorpreso a fare mio fratello. Lui non si è arrabbiato ma mi ha detto di stare attenta a non rimanere incinta. Mi ha detto di assicurarmi che mio fratello indossasse il preservativo o di smettere di farlo. Sono passati alcuni mesi da quando ho avuto il mio primo ciclo mestruale ed ero felice che papà mi avesse fatto usare la protezione mentre scopavo. Mi ha fatto prendere la pillola anticoncezionale e un mese dopo mi ha fatto la sua prima proposta”.

Ha detto che aveva dodici anni quando è successo. “Ero seduto sul divano a guardare la televisione indossando i miei normali pantaloncini e top e papà era seduto di fronte a me sulla poltrona reclinabile. Avevo i piedi sul divano e le ginocchia leggermente divaricate. Stava fissando il cavallo dei miei pantaloncini. Mi ha chiesto se stavo ancora scopando mio fratello. Quando ho detto di sì, ha detto che forse avrebbe dovuto scopare anche me.

Così semplice, si alzò, si avvicinò al divano, mi prese la mano e mi condusse nella sua camera da letto. “Togliti i vestiti Jenny e diamo un'occhiata a te. Stavi davvero bene quando ti ho visto quattro mesi fa” è stato quello che ha detto. Sapevo che era interessato a scoparmi per il rigonfiamento nell'inguine. Si sbottonò la camicia e apparve il suo petto villoso. Mio padre è un vero uomo peloso e ha peli su tutto il corpo, compresa la schiena. Mi ci è voluto solo un minuto per togliermi il top corto e scollato ed ero nuda di fronte a lui. Quando ha abbassato i pantaloni e la biancheria intima, ho visto il suo cazzo e ho visto che era più grande di mio fratello di un centimetro e mezzo.

Lui venne da me e prendendomi la testa tra le mani portò le sue labbra alle mie e mi baciò. Pensavo che mio fratello baciasse bene, ma mio padre lo faceva picchiare a morte. Quando baciò le sue labbra erano morbide e umide e mosse leggermente la testa per tutto il tempo in cui baciava. I suoi baci erano gentili e sensuali e allo stesso tempo esigenti. Ti faceva venire voglia di ricambiare il bacio come se lo stessi ricevendo. E quando smetteva di baciarmi le labbra, mi baciava il viso, le palpebre, le orecchie, i lobi e lungo il collo. Poi tornava alle mie labbra e poi la sua lingua mi apriva le labbra ed era dentro la mia bocca muovendosi sui denti e sulle gengive. E infine la sua lingua toccava e leccava la mia lingua. Quando ha tirato indietro la lingua in bocca, la mia ha seguito la sua e gli stavo facendo quello che lui aveva fatto a me.

Quando il nostro bacio si interruppe, mi guardò e osservò che meraviglioso amante sarei stato. Mi prese in braccio, mi portò sul letto e mi fece sdraiare. Ero tutto bagnato e tremavo per l'anticipazione che mio padre mi scopasse il suo cazzo nella figa. Non era ancora quello che aveva in mente. Si è spostato sopra di me, ha avvicinato le sue labbra alle mie e ha iniziato a baciarmi di nuovo e allo stesso tempo la sua mano mi massaggiava le tette. Erano piuttosto piccoli allora, non come lo sono adesso, ma disse che erano bellissimi. Ha smesso di baciarmi le labbra e ha iniziato a baciarmi e succhiarmi i capezzoli e la sua mano si è spostata sulla mia figa. Mi stava massaggiando il clitoride e poi il suo dito è entrato nella mia figa e mi sentiva dentro.

Lentamente le sue labbra tornarono alle mie ma il suo dito rimase dentro di me e il suo pollice mi massaggiava il clitoride. Sentivo sensazioni meravigliose pulsare attraverso il mio corpo. Ha smesso di baciarmi e ha tolto la mano dalla mia figa abbassandola e la sua testa era tra le mie gambe e le sue labbra erano sulla mia figa. Poi la sua lingua è entrata nella mia figa e mi ha leccato l'interno. Ha iniziato a succhiarmi il clitoride e in un attimo ho potuto sentire un orgasmo pulsare dentro di me e mio padre mi ha portato all'orgasmo con la sua bocca.

Quando gli spasmi finirono e il mio respiro tornò alla normalità, mio ​​padre disse “sei pronta per essere scopata, ragazza. Pronto a farmi mettere il mio cazzo in quella fica calda e stretta e portarti a un altro orgasmo e farmi pompare il mio sperma dentro di te”. "Per favore, papà, metti il ​​tuo cazzo nella mia figa e inondalo con il tuo sperma", è stato tutto ciò che ho detto.

Papà si è mosso tra le mie gambe e ho potuto vedere che il suo cazzo era davvero duro e leggermente incurvato verso l'alto. Mi ha detto di sollevare le gambe per dargli un facile accesso alla mia fica. Poi l'ho sentito mettere la testa del suo cazzo nelle mie labbra e si è sporto in avanti appoggiando il peso sui gomiti e le sue labbra hanno incontrato le mie. Mi stava baciando come prima e lo adoravo. Poi l'ho sentito inculare e metà del suo cazzo è scivolato nella mia fica. Non faceva male ma ero sicuro di allungarmi con il suo grosso cazzo. Mi stava ancora baciando e si è scopato di nuovo e il resto del suo cazzo è entrato dentro di me fino in fondo. Ho semplicemente grugnito mentre mi riempiva. Non si è mosso ma ha continuato a baciarmi e alla francese e la mia fica si è adattata alle sue dimensioni.

Ha smesso di baciare, ha spostato la testa all'indietro e guardandomi negli occhi ha detto "tesoro, ti amo e adoro la sensazione della tua fica stretta e ora ti scoperò e ti sborrerò dentro quella bellissima fica".

Ha iniziato a montarsi il culo e il suo cazzo si muoveva dentro e fuori dalla mia figa. Amavo la sensazione di quell'enorme cazzo che si muoveva dentro di me e, abbassandomi, mettevo le mie dita attorno ad esso e contro le labbra della mia fica per sentirlo muoversi dentro di me. I nostri occhi erano fissi l'uno sull'altro per tutto il tempo della scopata e io gli dicevo quanto si sentisse meraviglioso. Dopo qualche minuto di scopata si fermò e le sue labbra tornarono sulle mie e ci stavamo baciando di nuovo. Il bacio durò più di un minuto e poi finì e lui mi guardò di nuovo negli occhi e ricominciò a scoparmi. Questa scopata intermittente è durata più di mezz'ora quando ho sentito che stava iniziando il mio climax e ho detto a mio padre che sarei venuto. Ha detto che dovevo venire perché era pronto a riempirmi la figa con il suo sperma. Il mio climax è iniziato e un paio di spasmi dopo ho sentito il cazzo di mio padre pulsare nella mia fica e mi stava riempiendo del suo sperma.

Non mi ha preso il cazzo ma è rimasto bloccato insieme. Mi ha guardato e ha detto che era sempre pronto per una seconda scopata. Senza esagerare abbiamo parlato di quanto fosse stato meraviglioso. Ha detto che d'ora in poi mi avrebbe scopato. Dopo qualche minuto ho sentito che cominciava a indurirsi e poi siamo partiti per un'altra scopata. Lo ha fatto allo stesso modo con tanti baci e un'ora dopo sono venuto due volte e poi ho sentito che iniziava a raggiungere l'orgasmo e stava mettendo più del suo sperma dentro di me. Quando ha finito si è staccato da me e si è rannicchiato contro di me. Ci ha coperto con le coperte e abbracciandomi ci siamo addormentati.

La mattina mi svegliavo sentendo papà che si muoveva dietro di me. Le sue braccia mi circondarono i fianchi e poi lo sentii spingersi in avanti e il suo cazzo scivolò nella mia fica da dietro. "Questo si chiama cucchiaio, tesoro, lo adorerai." Non c'erano baci, solo una bella scopata dura e mi piaceva la sensazione di lui che muoveva quel grosso cazzo dentro e fuori dalla mia figa. Dopo cinque minuti di scopata, il mio climax mi ha travolto e un minuto dopo papà mi stava pompando ancora più sperma dentro.

Dopo la doccia con papà siamo scesi a fare colazione. Quando Jack è sceso aveva un grande sorriso sul viso e ha detto "ho sentito che vi siete divertiti molto ieri sera". La faccia di papà è diventata rossa e Jack ha detto “non preoccuparti, papà. Sono sorpreso che tu sia durato così a lungo con questa ninfomane impazzita dal sesso". Papà ha detto: "Hai ragione, Jack, questa ragazza adora sicuramente scopare. Se vogliamo continuare a fare sesso dobbiamo promettere di non parlarne né di vantarcene con nessuno. Ciò che accade a casa tra noi è privato e non è affare di nessuno se non nostro. Io e Jack abbiamo deciso di mantenere privata la nostra vita sessuale.

“Ho scopato mio fratello e mio padre centinaia di volte negli ultimi cinque anni. Ci amiamo e ci prendiamo molto cura l'uno dell'altro. Ti ho raccontato della mia vita sessuale con la mia famiglia ma se lo dici a qualcuno lo negherò. La mia risposta è stata “perché dovrei dire a qualcuno quello che hai fatto. Sono affari nostri e non sono affari loro. In questo momento ragazza, il mio cazzo è duro ad ascoltarti mentre mi racconti la tua storia e ho bisogno di fare un'altra scopata. Mi insegni come ti baciava tuo padre, vorrei imparare a farlo bene. Jenny ha detto che le piacerebbe insegnare a baciare in modo così sensuale come fa suo padre.

Mi sono avvicinato e ho iniziato a palparla e le ho baciato le labbra. Quando abbiamo smesso di baciarci ho chiesto “mi racconterai di più delle volte in cui hai fatto sesso con altri. Mi piacerebbe sapere cosa hai fatto e come è successo. Ha detto: "Mi piacerebbe raccontarti tutto della mia vita sessuale, ma in questo momento ho bisogno di un cazzo caldo e duro dentro di me. Pensi di potermi aiutare”?

Con la pioggia, i tuoni e i fulmini che accadevano fuori e questa ragazza sexy che mi avvolgeva, la vita non poteva migliorare. Abbiamo trascorso il pomeriggio in una calda felicità sessuale. Non vedevo l'ora di ascoltare altre sue storie.

Storie simili

Una nuova esperienza

Anita era così eccitata domenica mentre doveva partecipare alla festa di compleanno della sua migliore amica a casa sua. Erano le 16:30 quando era uscita di casa, tutta vestita e orgogliosa del suo aspetto. Ooooooooo! le persone rimarranno davvero sbalordite quando la vedranno con questo nuovo vestito rosso. Saranno davvero gelosi di lei oggi. pensando questi pensieri a se stessa. Finalmente era arrivata a destinazione. era la sua prima volta a casa del suo amico poiché conosceva solo il Block e non c'era mai stata prima. Ha iniziato a localizzare l'appartamento. Mentre lo faceva, suonava in un appartamento nel caso in...

578 I più visti

Likes 0

La migliore amica di mia figlia, parte 1

Questa storia è finzione ed è stata originariamente scritta a mano su un quaderno scolastico a spirale prima ancora che i computer portatili fossero inventati. Probabilmente mentre lavoravo come proiezionista al cinema nei primi anni ottanta. L'ho trascritto per la prima volta in un primo elaboratore di testi circa 20 anni fa e ho salvato i floppy disk fino a quando non ho acquistato un computer moderno. Ecco il testo, così com'è. Spero vi piaccia. La migliore amica di mia figlia, parte 1 Erano circa le 3 del mattino ed ero seduto al tavolo della cucina, con il mio taccuino davanti...

528 I più visti

Likes 0

Angelo 2

Angelo 2 © Questa è una fantasia. Qualsiasi somiglianza con persone o luoghi reali è casuale. ************************************************** **************** Angel lo fissò sorpreso, mentre l'uomo dall'aspetto divertente è i pantaloni a righe tamponati le lacrime che gli scorrevano sul viso con la coda. Chi sei? Lei chiese. Smise di piangere abbastanza a lungo per rispondere. Pensavo che lo sapessero tutti. Egli ha detto. Sono il gatto dalla coda spogliata. Disse agitando la coda con orgoglio. “La maggior parte mi chiama Stripe. Vedi quanto è lunga la mia coda? Non sono belle le strisce? Angel ha convenuto che la coda era davvero carina...

1.5K I più visti

Likes 0

La rissa bestiale di Bridezilla Brenda -- Parte 3 -- Domare un monello viziato

La rissa bestiale di Bridezilla Brenda Parte 3 -- Addomesticare un monello viziato Cast di personaggi con nome in questa serie: Brenda Robinson -- 26 anni, alta 5'10 140 libbre --- Sposa. Arrogante, viziato, prepotente, ricco, egocentrico e oh così alto e bello. Bradley Eaton -- 27 anni, alto 6'2 pollici, 180 libbre --- Sposo. Studentessa laureata in fisica. Intelligente, laborioso, bello, fedele, affidabile. Amy Robinson -- 21 anni, alta 5'10 e 125 libbre --- Damigella d'onore. Studente universitario di fisica. Intelligente, laboriosa, timida, carina, modesta e molto simpatica. Betty, Susan e Rebecca -- 25-27 anni --- Damigelle d'onore. I migliori...

1.4K I più visti

Likes 0

Il prigioniero (parte 3)

La sveglia di Stephen è suonata alle 6:30 del mattino. «Era strano; la sveglia di solito suonava alle 7.' Si girò per cercare di riaddormentarsi, poi saltò in piedi, ricordando cosa lo stava aspettando al piano di sotto e perché aveva impostato la sveglia così presto. Si alzò, si fece la doccia e si preparò per il lavoro, quindi scese le scale in cucina; mise una fetta di pane nel tostapane e poi scese i gradini fino al seminterrato. Poi spinse la porta del seminterrato e guardò dentro. Ed eccola lì, Jennie Connelly, ancora legata con le gambe divaricate completamente nuda...

1.4K I più visti

Likes 0

Il wrestling ci ha fatto iniziare....

Quando avevo 18 anni avevo un amico intimo con cui uscivo tutto il tempo. Il suo nome era Davide. Anche se entrambi eravamo interessati alle ragazze e all'epoca avevamo amiche fisse, abbiamo trascorso molto tempo insieme e siamo riusciti a finire con qualche sperimentazione sessuale l'uno con l'altro. La prima volta che abbiamo fatto qualcosa, stavamo scherzando sulla dimensione del cazzo e continuava a insistere che era più grande del mio. Ci eravamo visti i cazzi l'uno dell'altro e il suo sembrava essere uguale al mio. Ma ha affermato che è diventato molto, molto più grande quando è diventato difficile. Ha...

1.3K I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

653 I più visti

Likes 0

Sam & Alicia 9

Ho scritto questo supponendo che tu abbia già letto Sam & Alicia da 1 a 8. Quando mi sono svegliato la mattina dopo, Katrina era appoggiata su un gomito e mi guardava. Sembrava felice. “Buongiorno dormiglione. Avete dormito bene? “Sì, ho dormito come un sasso. Sembri felice. Vuoi un'altra scopata? “Sì, mi sento molto felice. Dovrei essere scioccato da tutte le cose che ho imparato su di te ieri sera, ma non lo sono. Invece mi sento orgoglioso che tu mi abbia incluso in tutto il tuo sesso. I miei genitori sarebbero inorriditi se lo sapessero, ma sono solo entusiasta di...

680 I più visti

Likes 0

Sorelle, figlie, nipoti e mogli!

Tutto questo è successo molto tempo fa. Ero al lavoro e facevo quello che ancora provo molto piacere nel fare....... no! non quello...... anche se ovviamente mi impegno ancora in quella particolare attività quando la cosa reale non è disponibile come fanno la maggior parte degli adulti, dovrei immaginare! No, stavo osservando le donne in ufficio con cui ho avuto il piacere di lavorare e immaginandole impegnate nel genere di cose su cui tutti noi ogni tanto fantasticamo!. Ne ho già parlato in altre storie, ma ho sempre ricavato molta soddisfazione nel guardare i membri del sesso femminile fare cose 'quotidiane';...

1.6K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.