"Vampiro" di SO - Uno - Traditore

939Report

Kevin attacca! Il mostro della notte in agguato colpisce i cacciatori da sinistra e da destra, uccidendo tutti coloro che tentano di ucciderlo. Tentano di ucciderlo da vampiro, sparano con balestre e lanciano urne d'acqua benedetta, ma Kevin lo sa meglio e blocca con il mantello e schiva ciò che non può bloccare. Sguardo Kevin! Lui vampiro guarda la sua preda con i suoi occhi da vampiro che li rendono non se stessi e si uccidono a vicenda. Uno spara in faccia a un altro cacciatore. Lui muore. Uno gli spara a un piede facendogli cadere una lanterna che esplode e lo prende in fiamme da bruciare. Lui muore. Uno gli ficca in bocca la sua urna d'acqua benedetta finché non è troppo. Lui muore. Kevin il vampiro ride del suo massacro e continua a uccidere altri cacciatori e presto ci sono meno cacciatori. La ragazza a cui dà la caccia sta ancora scappando. Lei urla e corre per salvarsi la vita. Kevin continua a inseguire la ragazza con la pelle pallida, il collo sottile e le belle tette. Hunter cerca di fermarlo ma li uccide come tutti gli altri cacciatori che uccide. Loro muoiono. Presto trova la ragazza e lei è messa alle strette. Non ha nessun posto dove andare. Non c'è scampo per la ragazza che ora è intrappolata. Ha paura perché ha paura. Le sue grandi e belle tette sono gonfie e coperte di sudore. Questo li rende lucidi. Si fa la pipì mentre Kevin si avvicina e cerca di trattenerlo ma non fa nulla. Le strappa via i vestiti e lei è nuda. Ha delle belle tette e una bella vagina vergine con la giusta quantità di pelo. Kevin sorride e ottiene un'erezione arrapata. Gli tende i pantaloni e si sporge dritto verso la ragazza.

Lui la scopa.

Su una collina in cima alla collina più alta tra tutte le colline della valle c'era una casa molto grande, antica, in stile vittoriano. Era molto grande e sembrava uscito da un vecchio film, come quando ti mostrano un dipinto e lo fanno sembrare che non sia un dipinto. In realtà era più simile a un castello, ma era comunque come un dipinto che non è come un dipinto. I pipistrelli vampiri erano ovunque e volavano intorno al castello in sciami e nessuno si sarebbe avvicinato perché era spaventoso. Kevin viveva in questo castello. Kevin e ora la sua sposa perfetta con le tette che aveva scopato e rimasto incinta e ora c'erano molte, molte figlie perfette con le tette che ora erano maggiorenni e molto sexy ma non indossavano mai vestiti ed erano i pipistrelli. Erano donne molto sexy e nessuno di loro era un ragazzo tranne quello, ma lui assomiglia molto a una signora perché a volte i vampiri sono come le donne.

I loro nomi erano Elizabeth, Erzsebet, Beelzebae, Dmitria, Catherine, Katherine, Vampira, Batty, Camilla, Carmilla, Daphne, Velma, Victoria, Victoriana, Futana, Snutana, Tempest, Temptress, Sexina, Fuckina, Boobara, Titania, Abby, Erin , Patty, Jillian, Melissa, Kristen, Leslie, Kate, Jennifear, Aphrotitti, Slutvira, Doorknob, Doorbelle, The Great Big Bitch Virginia, Van Hella, Maria, Argentina, Scarlet, Skarlet, Lilith, Rose, Ginger, Ray, Leiyah, Succubusty, Boo, Bubbles, Sugar, Spice, Kevina, Sophie, Cho, Lola, Lorelei, Primavera, Estate, Autunno, Inverno, Aurora, Borealia, Lucy, Aramia, D'Artagnia, Athosia, Portha, Sunshine, Dawn, Dusk, Moonbeam, Luna, Elle, Vira, Ambrosia, Marceline, Erica, Erika, Eureka, Jezebel, Lady, Jun, Contessa, Countessa, Irina, Bessie, Monique, Monica, Monika, Belia, Satanna, Luciphilis, Abaddona, Agamama, Karen, il sempre sensuale lady's man lady man Juan, e la piccola Sindy Lou che era ancora una bambina. C'erano anche Expendabelle e Forgettabelle.

Kevin era diventato anziano. Sedeva sul suo trono con una grande barba grigia e indossava l'abbigliamento più intricato realizzato in pelle fatta di carne umana, tranne che era ancora nero, quindi non lo sapresti mai. Nella sua vecchiaia non era diventato debole o debole, ma più forte di quanto non fosse mai stato, i suoi muscoli si gonfiavano per molti anni passati a scopare così forte le tante grandi signore con le tette del suo castello che sarebbero morte se non fossero state immortali. Solo che ora era diventato debole e debole, non a causa della sua età ma a causa della malattia. Una maledizione sconosciuta ha afflitto il signore oscuro Kevin impedendogli di volare e poiché il castello era completamente inaccessibile senza volo non è stato in grado di nutrirsi ed è diventato debole e fiacco. Accanto a lui siede la madre incredibilmente sensuale, ipnoticamente sexy di tutti i bambini vampiri all'interno del castello e sposa di Kevin, Gabrielle. Gabrielle aveva la pelle bianca e liquida e lunghi capelli neri come una cascata che le scendevano lungo la schiena e si aprivano sulle spalle per scendere e incorniciare le sue tette squisite e massicce che non avevano mai smesso di produrre latte. Le sue labbra erano nere e i suoi occhi di un verde brillante, il suo corpo vestito con un abito intricato, quasi dipinto di nero e viola. Ancora una volta Gabrielle era incinta, il suo ventre che mostrava solo leggermente apparentemente mentre le sue unghie affilate simili ad artigli accarezzavano delicatamente la rotondità.

Le labbra perfette di Gabrielle, entrambe buone per succhiare il collo e succhiare i peni, si aprirono mentre lei respirava pesantemente gemiti morbidi, le sue gambe si allargarono perché sua figlia Luna si inginocchiasse mentre mangiava avidamente la figa di sua madre, succhiando le labbra e facendo scivolare la lingua dentro prima di guidarla come un cavatappi e mordicchiando dolcemente con le sue zanne. Luna era una bellissima ragazza con grandi tette pallide e un sedere grassoccio. La sua pelle era bianca e pallida come sua madre. Amava leccare la fica di sua madre più di qualsiasi altra sorella, aveva solo un sapore migliore e adorava i suoni che faceva sua madre. Luna aveva i capelli bianchi come la luna che le finivano sulle spalle e gli occhi azzurri come il cielo notturno. Sunshine era al fianco di sua madre, chinata per abbracciarla e succhiarle il seno grande e perfetto e bere abbondantemente il suo latte, tanto che le sgorgava dalle labbra e scendeva sul mento, gocciolando sulla sua stessa scollatura. Sunshine aveva la pelle abbronzata baciata dal sole e graziose lentiggini sulle sue guance rosee e le sue tette vivaci, con capelli rosso fuoco e brillanti occhi gialli. Nessuno amava il latte per le tette di Gabrielle più di Sunshine, ed era raro che lei non succhiasse profondamente uno dei deliziosi capezzoli scuri di sua madre per estrarne il fluido orgasmico.

Kevin sedeva stanco sul suo trono, con uno sguardo stanco e tirato sul viso mentre guardava la sua sposa farsi prendere a pugni dalla figlia nel suo buco di queef. Era stanco, troppo stanco per fare qualsiasi cosa. Troppo stanco anche solo per diventare rigido. Il suo pene stava infuriando duro ma non poteva farci niente perché non poteva stare in piedi. Voleva fare sesso con sua figlia Sunshine mentre si nutriva di sua madre, era una delle sue cose sessuali preferite che lo avrebbero eccitato e gli mancava il suo tumulo grassoccio e gonfio e la sua figa rosa bagnata e luccicante che usava per scopare regolarmente. Mentre si chinava per nutrirsi da sua madre, scuoteva il culo contro Kevin, assicurandosi che il suo prominente tumulo e la sua fessura umida spingessero attraverso il suo vestito direttamente su suo padre per stuzzicarlo e tentarlo, sapendo che non poteva fare nulla nel suo stato debole e debole. Facendo appello a tutte le sue forze per alzarsi, Kevin si alzò in piedi, facendo cadere il suo pene di quindici pollici nel suo stato indurito e gocciolando i fluidi di Forgettabelle a terra. Aveva dimenticato che al momento lei stava rimbalzando su di lui e prendendo la sua virilità nei suoi polmoni e ora giaceva sul pavimento scartata. Annusò l'aria, i suoi desideri primordiali prendevano il controllo e troppo per lui da gestire, l'intenso desiderio e il suo pene duro estremamente furioso molto peggio che lottare attraverso il suo stato debole e debole. Mentre scendeva su Forgettabelle, le sue ossa si spezzarono per il suo pesante peso, le sue costole crollarono parzialmente e perforarono i suoi polmoni, facendola vomitare sangue e gridare in agonia, i suoi singhiozzi di profonda sofferenza e dolore. Continuando in avanti ringhiò, avvicinandosi alla luce del sole e strappandole via l'abito per rivelare il suo tumulo grassoccio e gonfio e la sua figa rosa bagnata e luccicante. Afferrando sua figlia per i fianchi, le sollevò l'intera parte inferiore del corpo e immerse furiosamente la sua virilità gonfia dentro di lei fino alla base. Sunshine morse il capezzolo di sua madre così forte che sanguinò nel latte, facendola gemere mentre anche Sunshine gemeva profondamente per il cazzo palpitante di suo padre che lacerava e perforava le sue viscere.

Ripetutamente Kevin ha spinto dentro sua figlia, scopandola cruda e sanguinante senza trattenere nulla. Sunshine succhiava avidamente l'infinita scorta di latte di sua madre, il latte le dava piacere e soddisfaceva la sua fame, dandole anche la forza di sopportare suo padre. Ogni dieci o più spinte, forse undici o dodici circa, si indeboliva e quasi crollava, il suo corpo cedeva e quasi moriva per l'intensa devastazione, ma poi il latte la ristabiliva e lei trovava una nuova scintilla di vita per Continua. Sunshine è morta cinquecentottantasei volte durante la sua sessione in cui si è fatta scopare da suo padre come una balenottera azzurra si fotterebbe un insetto, e ogni volta è tornata per averne altre. Alla fine, mentre Kevin si avvicinava alla fine, finì, sparando litri di seme denso a sua figlia così pesantemente che sgorgò fuori così forte da romperle le viscere e aprirle la vagina, il sangue che scorreva fuori e si mescolava allo sperma in un vortice rosa che tipo di sembrava glassa. Sunshine alla fine crollò, soccombendo alla sua orribile mutilazione prima di rigenerarsi e tornare in vita.

Un fulmine sfrecciò nell'aria in direzione del signore oscuro Kevin, la punta del suo rasoio puntata direttamente al suo cuore mentre si muoveva silenziosamente nell'aria in un forte suono sibilante troppo sommesso perché persino un vampiro potesse sentirlo. Proprio in quel momento Expendabelle volò giù davanti a suo padre, trasformandosi nella sua forma di vampiro per parlare con lui di qualcosa giusto in tempo perché il fulmine la colpisse invece, direttamente attraverso il cuore. Expendabelle urlò in un'agonia contorta, i suoi occhi così spalancati che piangevano sangue e la sua bocca spalancata così tanto che gli angoli delle sue labbra si spaccarono e la sua mascella si spezzò. Intense ondate di dolore attraversarono la sua delicata figura dal fulmine, il fulmine pulsante trafisse direttamente il suo cuore in agonia mentre il suo cuore cercava di pompare attorno ad esso, solo per lacerarsi continuamente. Pollice dopo centimetro la carne di Expendabelle iniziò a marcire ea lacerarsi, cadendo a terra in cumuli di sangue e decomposizione. I suoi occhi piangevano sangue, lacrime e bile finché gli stessi bulbi oculari si sciolsero in sangue e melma, sciogliendo la carne sottostante come acido bollente che gocciolò sul suo corpo e lo ridusse tutto in poltiglia in un mucchio sul pavimento. Il mucchio è esploso in acido bollente che ha ricoperto Forgettabelle e l'ha bruciata in modo orribile, facendola urlare e piangere in agonia mentre soffriva ancora delle sue ossa rotte solo parzialmente rigenerate e del polmone lacerato.

In piedi dove era partito il fulmine c'era una bella ragazza pallida con lunghi capelli biondi che indossava un mantello che copriva la maggior parte del suo corpo ma permetteva ai suoi seni vivaci di essere esposti all'interno della parte superiore simile a un corsetto. Aveva in mano una balestra che aveva sparato il dardo. Sorrise con le sue bellissime labbra rosa quando vide sua sorella morire e l'altra sorella soffrire, e andò a caricare un nuovo bullone; questa volta significava per suo padre. Proprio in quel momento due pipistrelli volarono fuori dal nulla e si trasformarono, Doorknob e Doorbelle presero le loro sembianze di vampiri per colpire Van Hella con potenti colpi muscolosi. Doorknob e Doorbelle erano gemelli eccezionalmente corpulenti per essere donne e torreggiavano persino sul padre. Anche se erano muscolose e potenti, erano comunque carine, le loro figure voluminose conservavano ancora un senso di femminilità. Colpirono Van Hella con grande furia, ma lei era troppo veloce per loro e si trasformò in un pipistrello, solo per trasformarsi appena dietro di loro e conficcare un fulmine attraverso ciascuna delle loro braccia, provocando un intenso bruciore e dolore che li lacerava ma non abbastanza per uccidere. Erano entrambi gravemente feriti, ma questo non li ha fermati. Ma mentre i tre continuavano a combattere, le due enormi sorelle diventavano sempre più lente e deboli, ogni fulmine e ogni colpo di Van Hella prendevano il loro pedaggio sempre più grande di quello precedente e aggravavano le ferite precedenti. Ben presto Doorbelle e Doorknob rimasero indifesi in un mucchio immobile a terra, respirando a malapena e completamente incapaci di combattere ancora. Van Hella non era tanto ferita e sembrava avere molta resistenza rimasta mentre si precipitava dritta verso suo padre, che ora era crollato per le sue recenti scopate ed era incapace di muoversi. Gabrielle e le sue figlie erano troppo impegnate a scoparsi e succhiarsi beatamente l'un l'altra per notare cosa stava succedendo. Fu allora che il prossimo pipistrello volò giù.

Con una potente eruzione di rabbia e il pavimento di pietra in frantumi, Titania emerse dalla forma di un pipistrello, il pavimento sotto di lei in rovina mentre la sua massiccia struttura torreggiava su Van Hella. Titania non era come le sue sorelle muscolose. Titania era più forte, aveva una forza ancora maggiore e torreggiava più in alto, eppure non la riconosceresti più forte solo guardandola. La sua mole era più femminile, meno massiccia e più delicata nell'aspetto, e il suo viso era assolutamente stupendo, quasi complimentato dai suoi lineamenti così sottili e forti. Anche se il suo muscolo era visibile, era meno evidente e non era massiccio quanto quello delle sue sorelle, ma era piuttosto compatto. Era come una nuotatrice o una sorta di super eroina dei fumetti che non sembra un mostro gigantesco ma piuttosto sexy e femminile ma comunque forte. Titania era incredibilmente alta e potente, la sua statura alta e orgogliosa, estremamente rigida e pronta a tutto. Era così potente che sembrava che l'aria fosse esplosa intorno a lei quando si era trasformata. Van Hella sembrava insicura ma rimase fiduciosa contraria alla sua nuova opposizione, ma mentre tentava di attaccare fu accolta da un rovescio rapido e orribilmente veloce di Titania, la sua mano colossale abbastanza ampia da colpire il viso, la spalla e il busto di Van Hella in un unico colpo. soffiare e frantumare molte ossa. Van Hella volò così veloce che a occhio nudo non l'avrebbe visto, il suo corpo inerte andò a sbattere direttamente contro il muro così forte che la pietra andò in frantumi e la incastrò al suo interno. Prima che potesse riprendersi e dare un senso a quello che era successo, Van Hella sentì la sua caviglia riempirsi di una pressione bruciante quando Titania l'afferrò, strappandola dal muro e sbattendola a terra con tutta la sua forza, la sua faccia che si frantumava ed esplodeva in sangue e sangue.

Van Hella non poteva muoversi, ogni suo nervo era avvolto da un orribile inferno di agonia, il suo volto era completamente distrutto e lottava per rigenerarsi. Titania si fermò sopra di lei con uno sguardo stoico, e il primo segno di una contrazione e il titano di una donna conficcò il suo tallone direttamente nella spina dorsale della ragazza vampiro picchiata, recidendola completamente e frantumando diversi organi nel processo, sangue e viscere vomitando da entrambi i lati del suo corpo lacerato. Van Hella non poteva piangere. Non perché fosse troppo forte o troppo testarda, ma i suoi dotti lacrimali si erano frantumati e impolverati. Avrebbe pianto se avesse potuto. Avrebbe urlato se avesse avuto una mascella. Avrebbe pianto e urlato quando Titania avesse affondato le dita nella schiena di Van Hella, incastrandosi tra le sue costole per arricciarsi attorno alla sua spina dorsale e sollevarla verso l'alto, stringendola fino a quando la spina dorsale si spezzò e si dissolse come sabbia. Titania le disse che era fortunata. Gli unici sensi che le erano rimasti erano l'udito e il senso del dolore. Titania le disse che era fortunata che nessuno si fosse fatto male, altrimenti l'avrebbe uccisa. Van Hella fu gettato nelle profondità delle segrete del castello per essere dimenticato, ma negli anni successivi, mentre il corpo di Van Hella si ricomponeva lentamente, il suo dolore si sarebbe trasformato in rabbia e odio, e sapeva che un giorno sarebbe scappata e l'avrebbe uccisa. famiglia per i mostri che erano.

Nella sala del trono Titania sollevò da terra il suo debole padre e lo rimise sulla sedia, schiacciando il suo enorme peso sul cranio di Forgettabelle e cancellandolo in modo così assoluto da fondersi con la pietra frantumata sottostante. Non appena Van Hella era salito al trono nella prigione sotterranea e la sua magia era stata tolta, la maledizione aveva lasciato il signore oscuro. Titania si assicurò che suo padre stesse bene e lo incoraggiò a bere il latte di sua moglie. Per molti giorni Kevin avrebbe allattato il seno gonfio di sua moglie, bevendo il latte di cui una volta era troppo orgoglioso per nutrirsi. Dopo molti giorni di succhiare le tette si sentì riprendere le forze e ne fu così rapito che abbracciò la sua possente figlia, tirandola a sé per baciarla appassionatamente.

Kevin e Titania hanno fatto l'amore con ferocia e passione per un intero anno di fila, i loro corpi potenti e quasi divini si sono scontrati l'uno con l'altro e si sono devastati l'un l'altro in modo così potente e potente da rompere ogni superficie e mobile a cui si sono avvicinati. Titania ha scopato suo padre così forte e così vigorosamente da scuotere l'intero castello, e Kevin ha scopato sua figlia così selvaggiamente che se fosse stata qualcun altro sarebbe morta oltre la soglia di rigenerazione di un vampiro. Per un anno intero, nutriti solo da Gabrielle che si univa a loro e li nutriva con le tette una volta ogni poche settimane, Kevin e Titania si scopavano a vicenda con così tanta potenza e aggressività che solo stare vicino a loro avrebbe ucciso un mortale. Non una sola stanza, alla fine di quell'anno, era rimasta intatta o pulita da sangue e altri fluidi corporei, e nemmeno i molti servi potevano tenere il passo con l'assoluta carneficina. In numerose occasioni i due si sono persino fatti strada nella cella di Van Hella solo per scoparsi a vicenda direttamente sopra il sangue che era lei, assicurandosi che ogni potente spinta e colpo dei loro corpi rompesse e frantumasse tutto ciò che aveva iniziato a guarire.

Ma Van Hella aveva rubato la chiave?

Storie simili

Stordimento commemorativo, seconda parte

In circostanze diverse, avere Joe tra le mie gambe sarebbe stato un paradiso. Ma con Keith e Rob che si tenevano un braccio e una gamba ciascuno e il puzzo di birra ed erba nell'aria che veniva fuori da loro, era come un incubo diventato realtà. Cerco di allontanarmi dalle labbra di Joe mentre si muove per baciarmi la figa, solo che lui mi afferra per la vita e mi tira sulle sue labbra. Quando le sue labbra toccano le mie labbra esterne, tremo per il suo respiro caldo che tocca la mia pelle fredda. La sua lingua segue le mie...

525 I più visti

Likes 0

Scopala finché non ti ama

Non è un culto. Non so nemmeno perché ho bisogno di chiarire questo. Sono tornato dalla morte, sì, ma al giorno d'oggi non è così raro con le piastre elettriche e la RCP. Sono solo un ragazzo che si è ripreso più che completamente dopo un incidente d'auto. Come i cuccioli che sentono il tintinnio delle chiavi del loro padrone, l'ingresso del mio appartamento era affollato di ragazze eccitate in ginocchio. Sono tutto il loro mondo. Cucinano e puliscono. Si fanno la ceretta alla fica e si truccano in modo discreto per far risaltare gli occhi e le labbra solo per...

564 I più visti

Likes 0

L'ora della grande zucca - Un racconto di Halloween_(1)

Notte di Halloween Linus sospirò forte, preparato ancora una volta alla delusione. Ogni anno aspettava che la Grande Zucca apparisse la notte di Halloween, ma non era mai successo. E questo era l'anno in cui Sally, la ragazza che amava, lo aveva finalmente accompagnato al campo delle zucche. Voleva davvero che accadesse quest'anno, se non altro per convalidare le sue convinzioni di fronte a Sally. Quanto a Sally, non poteva credere che stesse facendo questo. Eccola lì, a gelare il culo, senza Halloween, per un ragazzo che portava ancora una coperta in giro. Ma lei non poteva farne a meno. Lo...

1.2K I più visti

Likes 0

La mia presentazione_(0)

Ciao, ora ho 54 anni e vorrei raccontarti la mia storia di vita. Quando avevo sette anni, fui messo in un orfanotrofio dal tribunale. Non che io abbia fatto qualcosa di sbagliato, è dove i miei genitori che hanno perso la custodia su di me e due fratelli. Quella volta non lo sapevo, ecco perché desideravo tornare a casa. Quindi sono scappato abbastanza regolarmente. Fu diversi anni dopo che seppi la verità. Comunque, a causa della mia abitudine di scappare a volte, sono stato in diversi orfanotrofi. Là dove buoni e cattivi da loro. Già abbastanza giovane (8 o 9 anni)...

855 I più visti

Likes 0

Leila ottiene il suo primo desiderio di compleanno

Si chiamava Jess. Era la tipica ragazza media di 16 anni. Bellissimi capelli castani lunghi fino alla vita, occhi azzurri penetranti e un'abbronzatura dorata. Le sue tette molto più di una manciata e il culo altrettanto bello. Non mi sono mai considerata lesbica, ma spesso la fissavo e mi chiedevo che aspetto avesse il suo bellissimo corpo nudo. Che sapore avrebbe avuto, che sensazione aveva la sua pelle liscia contro la mia. Io stessa ero una ragazza geek di 15 anni, la bocca piena di metallo, occhiali nerd dalla montatura spessa. Petto piatto, corpo minuto, capelli biondo sporco. Ma il mio...

631 I più visti

Likes 0

Raccolta fondi per l'ospedale

Slavia ha 31 anni, non si è mai sposata, è una bellissima donna russa sexy. Lei è a una raccolta fondi in ospedale, tutti i grandi donatori della fondazione dell'ospedale sono lì, facendo a gara per impressionarsi a vicenda con il pavoneggiarsi del piumaggio e con grandi donazioni nel corso della serata. Lo Slavia si sentiva a disagio nel trovarsi al suo interno con il mondo ampolloso dei filantropi danarosi. Aveva tentato di uscire, ma era stata intercettata nell'atrio da una grossa e anziana dama di buona società a cui non piaceva altro che ricordare di ora in ora le storie...

481 I più visti

Likes 0

Risveglio_(1)

(Figlio di Eric) Il problema per i ragazzi nel raggiungere il punto della piena realizzazione sessuale è che sono sempre duri. Non sappiamo perché, abbiamo solo un'idea di quale sia la causa. Quindi nell'ultimo mese, ogni volta che guardavo mia madre, diventava difficile. Voglio dire, non aiutava il fatto che mia madre indossasse sempre quasi nulla la mattina, mentre preparava la colazione. Di solito una camicia da notte e mutandine quasi trasparenti. (Kevin il papà) era un poliziotto che lavorava a tutte le ore. Turni frazionati e così via. Mentre teneva la sua bellissima moglie tra le braccia, guardando nei suoi...

421 I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.6K I più visti

Likes 0

Addestrato per servire

Ero nella mia camera da letto al piano di sopra mentre i miei genitori tenevano la loro festa annuale di Capodanno al piano di sotto. Gli unici bagni erano al piano di sopra e il bagno degli ospiti era in fondo al corridoio rispetto alla mia camera, quindi ho sentito persone salire e scendere le scale. Mi ero appena messo il pigiama ed ero seduto su un lato del mio letto a guardare gli annunci su Popular Mechanics quando la porta della camera si è aperta. Era la signora Smythe che viveva dall'altra parte della strada. Indossava un vestito blu tafata...

1.5K I più visti

Likes 0

Piccole donne arrapate

Matthew Ryder osservò in silenzio le lancette dell'orologio che avanzavano lentamente verso le undici, restringendosi come le lame di una serie di cesoie da giardino. A disagio nell'insolito abito antracite e nella cravatta scura, il giovane aveva la testa chinata per fissare un paio di scarpe di vernice nera in cui era quasi possibile distinguere i suoi lineamenti belli ma gravi. Alla tenera età di diciassette anni, la perdita di un padre fu uno strazio straziante, soprattutto perché era l’unica famiglia che il ragazzo inesperto avesse mai conosciuto. Eppure le cose stavano per cambiare radicalmente con l'introduzione nella sua vita delle...

451 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.