Il mio primo ufficiale

62Report
Il mio primo ufficiale

Ciao, sono Aditya e questo è ottobre 2017. Ho 26 anni e ora rimango a Bangalore. Sono un ingegnere e lavoro in un'azienda rinomata. L'incidente che voglio condividere risale a circa 6 anni fa, quando ero al college e abitavo a Calcutta. Anche se sono rimasto in ostello, ma a causa di un infortunio alla gamba che mi è successo durante una partita di calcio al college, sono dovuto rimanere a casa di mio zio per più di un paio di settimane. Qualunque cosa dirò è vera ed è accaduta in quel periodo.
Mio zio è un alto funzionario di banca ed è un uomo molto impegnato. Esce in ufficio alle 8 e torna a casa intorno alle 21 o talvolta alle 22:00. Dato che di solito mi sveglio tardi la mattina, raramente lo vedo al mattino. Anche sua figlia partiva per andare a scuola e io dovevo stare da solo con mia zia. Questa era una routine quotidiana molto normale e non avevo mai visto mia zia come una donna prima. È sempre stata mia zia. Intendo una figura rispettabile.

Ma, durante il mio soggiorno in quel periodo, ho scoperto che i miei pensieri stavano cambiando. Non so perché. Forse perché mi stavo annoiando a stare a casa tutto il tempo o forse perché era l'unica persona che vedevo durante il giorno, o forse non ero in grado di soddisfare i miei bisogni sessuali liberamente come potevo in ostello . Al college, ogni volta che mi sentivo eccitato, mi sdraiavo sul letto, mi infilavo sotto le coperte, accendevo del porno e iniziavo a massaggiarmi i capezzoli. Non mi piace masturbarmi nel mio letto. Mi piace sempre sentire l'energia sessuale accumularsi. Mi piace la sensazione del mio cazzo che si indurisce lentamente, spingendo contro i miei boxer, poi premendo la coperta e facendo spazio per le sue dimensioni ingrandite. Non riesco nemmeno a scrivere come ci si sente quando la testa del mio cazzo veniva strofinata contro la coperta. È una sensazione paradisiaca. E alla fine, quando sentivo di non poterlo più controllare, allora correvo in bagno e sparavo tutto lo sperma. Da ragazzo di 20 anni allora, mi eccitavo con quasi tutto e non c'era quasi modo di soddisfarmi a casa di mio zio.

Inoltre, mia zia mi rendeva le cose più difficili, consapevolmente o inconsapevolmente. La sua età allora era di circa 32-33 anni ed è tranquilla e bellissima. Lei è tariffa, poco paffuta e dall'aspetto carino. Mi piacciono sempre le facce carine. Come una donna normale, indossava una camicia da notte per tutto il giorno mentre faceva tutti i lavori domestici. Ero solito guardare la TV, leggere i miei libri o giocare sul mio laptop. Passavamo del tempo insieme dal pranzo fino alla sera 4 o 5 quando veniva sua figlia. Durante quel periodo parlavamo o guardavamo un film insieme.

Quindi, questa routine quotidiana andava avanti e dopo pochi giorni del mio soggiorno mi sono reso conto che mi stavo lentamente attraendo verso mia zia. Mi stavo eccitando ora ogni volta che la vedevo. Mi sono ritrovato ad osservare la sua vita da dietro. Stava diventando difficile non fissarle le tette quando si chinava per qualsiasi cosa. Tutte queste tensioni sessuali in me sorgevano di più quando dopo pranzo ci sedevamo insieme e guardavamo film. Dopo tutto il giorno di lavoro, era solita aprire alcuni dei bottoni della sua camicia da notte e sedersi rilassata sotto il ventilatore e non riuscivo mai a controllare i miei occhi per non dare un'occhiata a quegli impasti di piacere. Poche volte andavo in bagno e mi masturbavo come un matto, ma la voglia di assaggiarla aumentava ogni ora.
Immagino che le donne siano molto più attente in queste questioni rispetto agli uomini e ora sento che era ben consapevole della mia condizione e dei miei pensieri. Era uno di questi giorni e dopo pranzo andai subito a letto e mi sdraiai. Ho collegato gli auricolari al cellulare e ho iniziato ad ascoltare le canzoni. Dopo pochi minuti mia zia è venuta a chiedermi se avremmo guardato qualche film al quale ho detto che mi sentivo pigro e volevo sdraiarmi per un po'. Ha detto molto bene ed è andata via. Dopo potrebbero essere passati 10 minuti, è venuta con il suo cuscino e ha detto che solo noi 2 siamo lì in casa, allora che senso ha sprecare elettricità dormendo in 2 stanze diverse. Mi ha chiesto di darle un po' di spazio sul letto. Il solo pensiero della sua presenza così vicina da essere sul letto mi scorreva lungo la schiena come un fuoco selvaggio di esplosione sessuale e mi innervosivo molto. Dopotutto ero vergine fino ad allora e non avevo idea di cosa fare con tutta quell'energia sensuale attivata in me. In tutto quel dilemma, mi sono spostato lentamente verso l'angolo verso il muro e lei ha posizionato il cuscino dall'altra parte.

Ero sdraiato dritto guardando verso il ventilatore e lei dormiva di lato, rivolta di fronte a me. Potevo vedere chiaramente la sua vita curva e questo ha iniziato a eccitarmi. Potevo sentire i suoi respiri profondi giacere così vicino a lei. Potevo sentire l'odore dei suoi lunghi capelli nero scuro che teneva sciolti dopo la doccia. Ci stavo provando ma il mio pene si comportava come un HULK arrabbiato sempre più grande e pronto all'azione. Potevo vedere chiaramente il rigonfiamento sui miei boxer e mi stavo maledicendo per non aver indossato la biancheria intima. Stavo pianificando come scendere con quell'erezione chiaramente visibile di 6,5 pollici e passare davanti a mia zia e indossare la biancheria intima. Non c'era modo che potesse perdere quel rigonfiamento. Stavo fissando i suoi glutei e progettando di indossare la mia biancheria intima quando si è girata verso di me e in fretta per impedirle di vedere il mio rigonfiamento, ho incrociato leggermente la gamba. Ma quando l'ho vista, i suoi occhi erano chiusi e la cosa successiva che ho visto dal retro è stata la crepa delle sue tette. Tutti i bottoni della sua camicia da notte erano sganciati ed era visibile il taglio completo del seno. Dopo aver ottenuto così tanta vista, non c'era modo di controllare i miei pensieri e ho smesso di lottare con i miei desideri. Mi sono spostato lentamente di qualche centimetro verso di lei e mi sono posizionato in modo da poter sbirciare nella sua notte e ottenere la massima visuale possibile.
Ora potevo vedere chiaramente le sue tette. Sembravano così morbidi. L'areola era marrone chiaro ei capezzoli erano leggermente più scuri. I suoi respiri erano lunghi e profondi e quando il mare espirava, potevo vedere la sua pancia e l'ombelico. I miei occhi volevano entrare in quella finestra che fa capolino della sua notte e scoprirne senza indugio tutti i misteri. Tra tutti questi pensieri, mia zia ha messo la sua mano sopra la mia vita come se stesse sognando che suo marito era sdraiato accanto a lei. Improvvisamente distolsi lo sguardo in modo che non mi vedesse guardare i suoi seni nudi ma i suoi occhi erano ancora chiusi. Le sue mani erano appena sopra la mia zona pelvica e qualsiasi movimento delle sue dita anche di un centimetro più in basso e poteva toccarmi l'asta. Ormai volevo davvero che tenesse il mio cazzo duro e ci giocasse. Volevo che mi succhiasse il cazzo e ne mangiasse tutto il succo. Volevo che lo strofinasse, lo succhiasse, lo leccasse, lo fottesse, lo mangiasse, lo masticasse, lo afferrasse, lo tenesse e facesse quello che voleva.
Ho lentamente sciolto le gambe e ho iniziato a sperare che lei aprisse gli occhi e vedesse il mio rigonfiamento e poi lo afferrasse. Ma stavo diventando irrequieto e non potevo aspettare molto. Raccolsi un po' di coraggio e abbassai un po' i pantaloni in modo che le sue dita toccassero i miei peli pubici. Poi ho rimesso a posto i pantaloni in modo che la sua mano fosse dentro i miei pantaloni e ora potevo facilmente farmi toccare da lei. Dopo un paio di minuti mi sono reso conto che stava per aprire gli occhi e così per dimostrare la mia innocenza ho chiuso gli occhi. Ora, non riuscivo a vedere se mi stava guardando o no. Potevo solo sentire e aspettare che le cose accadessero.

Per alcuni secondi successivi non accadde nulla, ma poi sentii le sue dita che si muovevano lentamente intorno ai miei cespugli e grattavano lentamente l'area. Potevo sentire le sue unghie sulla mia pelle e poi ho sentito che si avvicinava di più e spingeva tutta la sua mano fino alla caviglia nei miei boxer. La sua caviglia era appoggiata sul mio ombelico e le sue dita mi strofinavano le palle e rotolavano su e giù per l'intera lunghezza del mio cazzo eretto facendolo vibrare e palpitare di tanto in tanto. Era così vicina ora che potevo sentire i suoi capezzoli premuti contro il mio petto. Stavo quasi raggiungendo l'orgasmo quando all'improvviso lei ha tirato fuori le mani e tutto ha smesso di succedere. Passarono pochi secondi e non ero sicuro di aprire o meno gli occhi. Poi ho preso coraggio e ho aperto gli occhi.

Mia zia ora era completamente nuda e mi guardava dritto negli occhi. Le sue tette sembravano un palloncino pieno di succo e un piccolo morso sui capezzoli eccitati avrebbe fatto uscire il succo. I suoi capelli erano sciolti e quasi fino alla vita. Le sue labbra erano piccole e umide. Stavo cercando di afferrare quanto più possibile di lei nei miei occhi. Ero ancora sdraiato e lei era seduta di fronte a me. Non sorrise né disse una parola. Si mosse lentamente e si sedette sopra la mia vita, mi prese le mani e se le mise sulle tette e chiuse gli occhi. Avevo un po' paura di seguire completamente i miei desideri perché in fondo era ancora mia zia ma iniziò a muovere lentamente i suoi glutei sulla mia vita e le mie mani iniziarono a premere le sue tette senza aspettare il permesso dal mio cervello. Le sue tette sembravano essere della misura giusta per i miei palmi. Per prima cosa ho tenuto le mani sotto di esso e ne ho misurato il peso. C'era una leggera umidità e sudore nella zona sotto il seno. Ho fatto rotolare le dita in quella zona e l'ho annusato. L'odore era eccitante. Poi lentamente ho iniziato a circondare le mie dita attorno alla sua areola principalmente con le unghie e ho potuto vedere i suoi capezzoli diventare stretti ed eretti. C'erano barboni d'oca su tutto il seno, specialmente sull'areola. Mentre accerchiavo ho iniziato a toccare anche i capezzoli. Con ogni mio tocco potevo osservare le sue espressioni facciali. Si stava godendo i miei tocchi e voleva di più. Ad ogni tocco potevo sentire il suo corpo stringersi e lei si contraeva.

Ormai era riuscita ad adattarsi perfettamente alla mia vita e il mio cazzo era direttamente sotto la sua figa. Era così bagnata e il mio cazzo duro era premuto tra le labbra della sua figa. Ora ho iniziato a premere lentamente i capezzoli e grattare la punta dei capezzoli solo con le unghie. Era come grattare un codice nascosto. Erano i suoi capezzoli eretti e le mie unghie che si baciavano. Questi graffi l'hanno fatta impazzire e ha iniziato a gemere e muovere la figa avanti e indietro attraverso il mio cazzo fino alle palle. Poi si sporse in avanti ei suoi capelli caddero dal mio viso e lo coprirono come un muro. era come se mi stesse guardando dall'alto in basso e io sdraiato di fronte a lei ed entrambi siamo coperti dal muro fatto dai suoi lunghi capelli folti. Quando si è chinata, le sue tette sono arrivate alla mia bocca e ho iniziato a succhiarle. Strofinavo un capezzolo con le mani e succhiavo l'altro. Premevo una tetta e mordevo l'altra. A un certo punto ho premuto entrambe le tette insieme e ho preso entrambi i capezzoli in bocca e ora le mie mani erano libere. Ho iniziato a toccarle tutta la schiena e il sedere. Ho fatto rotolare le dita su tutta la sua fessura del culo fino alla sua figa. Ormai gocciolava e dal cazzo e le palle erano completamente bagnate. Anche le mie dita si sono bagnate e ho iniziato a strofinarle il buco del culo con le mie dita bagnate. Era una zona umida e soffice. Ho continuato a grattare e strofinare tutto lentamente. L'ho anche premuto alcune volte.

Eravamo completamente coinvolti quando si è seduta di nuovo dritta e mi ha guardato. entrambi stavamo sudando pesantemente adesso. Tuttavia non disse nulla ma cambiò posizione seduta. Ora era seduta sulla mia vita come prima, ma di fronte. Potrei rivederla ora. Si chinò di nuovo e mi tenne le ginocchia e iniziò a muovere la figa contro la mia asta. Per i primi secondi non riuscivo a capire cosa fare e continuavo a tenerle la vita mentre si muoveva avanti e indietro, ma poi l'ho tirata verso di me. Ora ero direttamente sotto la sua figa gocciolante e il succoso buco anale bagnato. Senza perdere tempo ho premuto le mie labbra contro la sua figa bagnata e l'ho baciata. Era così bagnato che la punta del naso e alcune parti della guancia si sono bagnate. Ma poi e non potevo trattenermi. Ho iniziato a far rotolare la mia lingua su tutta la sua figa. Ho ingoiato tutta la sua umidità e ho succhiato ogni angolo della sua figa. Ho tenuto il suo clitoride con le mie labbra e ho iniziato a premerlo e succhiarlo. Questo l'ha fatta impazzire e ha preso tutto il mio cazzo in bocca. Non sapevo cosa ci stesse facendo prima, ma ora potevo sentire che mi tirava indietro il prepuzio e iniziava a succhiarmi la testa del cazzo selvaggiamente. La sua aspirazione del buco del mio pene potrebbe tirare fuori tutto il mio sperma tutto in una volta.

Ormai potevo sentire che aveva iniziato a venire. Fluidi bianchi e viscosi le rotolavano giù per la figa. Ne presi un po' tra le dita e ricominciai a strofinarle il culo. Questa volta ho potuto facilmente infilarci le dita perché era molto più morbido, bagnato e scivoloso. Ho iniziato a scoparle il culo con le dita e succhiarle la figa allo stesso tempo. Stava succhiando il mio cazzo, le mie palle e premendo il mio buco del cazzo con le sue labbra. All'improvviso ha iniziato a farlo vigorosamente e ho sentito una forza ripida che mi raggiungeva il buco della pipì. Ho iniziato a contrarmi ma lui ha premuto tutto il suo sedere sulla mia faccia e ha premuto le mie mani sotto le sue ginocchia e le mie gambe con le sue mani, ha continuato a succhiare e succhiare e succhiare .. e poi ho sentito che ho iniziato a sparare carichi e carichi di sperma. C'era una sensazione folle nel mio buco della pipì quando lo sperma scorreva fuori. Le sue labbra erano intorno al mio buco succhiandolo tutto e tirando fuori sempre di più. Dopo un po' di tempo in cui tutto il mio sperma era stato espulso e finalmente non tremavo per l'estremo piacere, lei ha allentato la presa su di me. C'era il suo sperma su tutta la mia faccia.

Ora si staccò da me e mi guardò di nuovo. Ancora non ha detto una parola. Andò dritta in bagno e si pulì da sola. Andai anche nell'altro bagno e mi feci una doccia. Quando sono uscito lei era in cucina ed era venuta sua figlia. Erano quasi le 16:45 e sono andato sul balcone per godermi il tramonto.
Vedo ancora gli stessi ricordi nei miei sogni e ancora non ho spiegazioni su cosa mia zia abbia pensato di me per tutta la serata.
Se ti è piaciuto il mio modo di scrivere e vuoi saperne di più su queste mie esperienze, scrivimi.

Storie simili

Sorelle, figlie, nipoti e mogli!

Tutto questo è successo molto tempo fa. Ero al lavoro e facevo quello che ancora provo molto piacere nel fare....... no! non quello...... anche se ovviamente mi impegno ancora in quella particolare attività quando la cosa reale non è disponibile come fanno la maggior parte degli adulti, dovrei immaginare! No, stavo osservando le donne in ufficio con cui ho avuto il piacere di lavorare e immaginandole impegnate nel genere di cose su cui tutti noi ogni tanto fantasticamo!. Ne ho già parlato in altre storie, ma ho sempre ricavato molta soddisfazione nel guardare i membri del sesso femminile fare cose 'quotidiane';...

920 I più visti

Likes 0

Prendendo Sarah, seconda parte

Prendendo Sarah, seconda parte Aiuto da un amico. Nelle poche settimane trascorse da quando avevo registrato Sarah in bagno, ho provato numerose volte a rivederla, senza alcun risultato. Ho avuto l'opportunità di vederla rapidamente in primo piano. Un giorno si era addormentata sul suo letto, la cuccetta più in alto dopo la scuola e Anne aveva chiamato di sopra che la cena era pronta e che avrei svegliato Sarah. Entrando nella sua stanza ho visto che in effetti dormiva profondamente. Quando mi sono avvicinato a lei ho visto che i suoi pantaloncini erano molto larghi su di lei. Sapevo che se...

94 I più visti

Likes 0

Attrazione proibita 2 (riveduta)

Erano trascorsi due anni da quando il signor Connor e io abbiamo portato la nostra relazione a un nuovo livello. Era anche sicuro dire che facevamo sesso in quasi tutte le stanze della scuola... E non è un'esagerazione. La nostra situazione era piuttosto complicata. Io e Tim (odiava quando lo chiamavo Mr. C se non stavamo facendo sesso) passavamo così tanto tempo insieme, ma non eravamo fidanzati e fidanzati... ma allo stesso tempo lo eravamo. Non so come chiameresti la nostra relazione. Forse amici con benefici o solo la sua cagna laterale. Ma noi eravamo molto di più. Lasciava note citazioni...

948 I più visti

Likes 0

Attraversando la foresta (parte centrale)

L'estremità del tubo di bambù che sporgeva dalla mia figa era rotta, quindi funziona come un imbuto. Lo strumento di Bull era abbastanza sottile da entrare nel tubo e ho la possibilità di capire quante lumache ci fossero davvero in quel pezzo di bambù. Ho la sensazione che un centinaio di proiettili mi siano stati spinti dentro. È così disgustoso essere appagato con queste cose. È meglio essere anche fango pantofola, suppongo. Non ho mai pensato prima di poter essere fottuto da un toro attraverso il bastone di bambù nella mia figa piena di lumache. O SHI... Il bastone sta iniziando...

106 I più visti

Likes 0

Nonno Joe

Questa è una storia su di me e mio nonno. Mio nonno Joe era sulla sessantina, calvo, alto e aveva un bel corpo da orso. Era davvero forte. Era anche molto peloso. Ero un paffuto di 16 anni. Culo grosso e tette da uomo appesi. Ero un ragazzo liscio e senza peli. Avevo un cazzo minuscolo. Inoltre non avevo alcuna conoscenza del sesso o altro. Non mi sono mai nemmeno masturbato, l'unica volta che sono venuto è stato durante i sogni bagnati. Un giorno mi è stato detto dalla mia famiglia di andare a stare con Joe. Joe stava invecchiando e...

996 I più visti

Likes 0

La mia prima volta con Cindy

La storia: Sulla via del ritorno dall'ospedale, dopo aver lasciato mia moglie per un'operazione alla schiena molto seria, Cindy, mi stava dicendo come avrebbe fatto tutte le cose che la mamma faceva in casa, come lavare i piatti e fare il bucato e che si prenderà cura di suo padre come fa la mamma. Fu detto in una specie di sussurro sommesso e lei aveva la sua mano sul mio braccio, toccandomi dolcemente e guardandomi negli occhi. Ho sentito un fremito nei pantaloni e ho guardato le gambe formose di Cindy e la minigonna che indossava, ho subito costretto il mio...

794 I più visti

Likes 0

Mia moglie non sapeva che mi ha reso ricco

Mia moglie non sapeva che mi ha reso ricco da vivoinpr Le mie storie non riflettono necessariamente le mie inclinazioni, desideri, desideri o fantasie personali. Per favore, leggi e goditi questo scritto di fantasia. Charles e Anna Woods vivevano una vita semplice della classe media. L'impiego di Charles pagava uno stipendio sufficiente, quindi Anna non doveva lavorare. Sono sposati da tre anni e sembravano essere una coppia felicemente sposata. Charles guidava un'auto vecchia di dieci anni che è stata ripagata e l'unico debito in sospeso era il loro mutuo. Charles immaginava sua moglie come una moglie trofeo poiché poteva girare la...

756 I più visti

Likes 0

Vengono indietro

Debbie era seduta a un tavolo sorseggiando un drink all'Halfway House Bar quando ha sentito Cripes Deb, è passato molto tempo. Il proprietario della voce si lasciò cadere sul sedile accanto a lei. Era qualcuno che Debbie non vedeva o non sentiva da molto tempo, né voleva. Si chiamava Mick ed era un amico di suo figlio. Da piccola Debbie era stata praticamente una ninfomane. Se avevi droga e un cazzo, avevi Debbie. Ciò aveva portato Debbie ad avere un figlio e ad abbandonare la scuola. Aveva conosciuto suo marito subito dopo la nascita di suo figlio. Dopo essersi ripresa dalla...

667 I più visti

Likes 0

Corteggiare un vampiro 7

Di: StormHerald Capitolo 7 Ho ballato la maggior parte della notte, facendo solo una pausa per l'acqua o l'aria fresca con i tre Lycan. Si sono scambiati me e Damien intervenne solo altre due volte prima che mi monopolizzassero del tutto. Esso Era passata la mezzanotte quando ho sventolato la bandiera della resa e gliel'ho detto che ero esausto. Risero e passarono monete a William prima di farmelo sapere erano accampati nella foresta e sarebbero tornati verso domani pomeriggio. Li ringraziai e li guardai allontanarsi la sala da ballo e subito fuori dal balcone. Mia zia era al mio fianco il...

610 I più visti

Likes 0

Una Santa Femmina incontra il cane da guardia..._(1)

Era stretto. Molto stretto. Improvvisamente si ricordò della casa dell'anno scorso quando il suo vestito attillato graffiava le pareti incrostate di fuliggine del camino. Bella casa, grande soggiorno... residente caldo. Sorrise mentre si trascinava più in basso lungo i muri di mattoni, sentendo improvvisamente una brezza salire dal focolare, un ruscello sotto di lei. Qualcuno era appena uscito... o era entrato nella stanza. La brezza le fece saltare la gonna e lei rabbrividì. Non è la notte per andare senza mutandine, pensò. Poi di nuovo, ha dovuto lasciare qualcosa per un regalo. Trattenne il respiro e scivolò giù, senza sentire più...

598 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.