Nika e suo padre

690Report
Nika e suo padre

Nika entrò in camera da letto cercando suo padre. Era preoccupata per lui, perché beveva molta vodka e whisky. Da quando suo fratello è rimasto ucciso in un incidente, riusciva a malapena ad alzarsi dal letto per andare al lavoro, non usciva mai di casa se non per prendere altre bottiglie per bere via il dolore. Aveva subito tre tragedie, prima sua moglie era stata assassinata, poi sua figlia (lei, Nika) era stata violentata e ora suo fratello. L'alcol sembrava essere l'unico modo per lenire il dolore.

Anche lei soffriva, le mancava suo zio, ma lui non poteva essere aiutato, suo padre no. Piangeva fino a dormire la notte, chiedendosi quando avrebbe ricominciato a vivere senza una bottiglia in mano.

Si fermò accanto al letto e lo guardò dall'alto in basso, era sulla schiena, una bottiglia da una pinta di whisky quasi vuota accanto a lui, il suo MacBook rosa era appoggiato sulla sua pancia. Spostò il computer, mise la bottiglia sul comodino e iniziò a togliergli camicia e pantaloni. Era svenuto ubriaco e non ha reagito a sua figlia che si toglieva i vestiti per poterlo rimboccare bene. Nika ha lottato per sollevarlo abbastanza in alto da togliergli la maglietta prima di lavorare sui jeans. Quando la maglietta si staccò, fu sorpresa di vedere che i suoi pantaloni erano già aperti, sbottonati e abbastanza bassi da esporre le sue parti intime. Non aveva mai visto un pene o dei testicoli prima e la loro vista la fece riflettere. Si illuminò di rosso per l'imbarazzo ma non riusciva a staccare gli occhi dai suoi genitali, lo guardò in faccia ma lui era completamente all'oscuro della situazione. La ragazza si fermò, lo lasciò quasi solo, ma aveva bisogno di andare a letto come si deve così si avvicinò alla fine del letto e poi gli tolse i pantaloni. Mentre i pantaloni scendevano lungo le sue gambe, arrivarono i suoi pantaloncini. Per la prima volta nella sua vita, Nika stava guardando un maschio nudo, e quel maschio era suo padre. Mentre fissava il suo pene, toccò un punto umido sui suoi boxer. Pensando che avesse gocciolato pipì nel sonno, guardò il punto, non sembrava un punto di pipì, l'umidità era una macchia spessa, appiccicosa, non solo bagnata. Non sapeva cosa aveva toccato ma la cosa la preoccupava un po', suo padre era malato? Ha lasciato cadere i suoi vestiti, ha trascinato la coperta su di lui e poi è fuggita. Uscendo ha afferrato il suo computer, voleva aggiornare la sua pagina Facebook.

Si ritirò dal padre nudo e ubriaco, poi dopo aver spento alcune luci e essersi assicurata che le porte fossero chiuse, andò nella sua camera da letto. Il giorno dopo non andava a scuola, quindi poteva stare alzata fino a tardi e controllare le sue pagine sui social media, per vedere cosa facevano e dicevano i suoi amici.

Si è cambiata in una vestaglia, ha tirato giù le coperte e poi si è appoggiata a due cuscini, preparandosi a navigare in Internet. Quando ha sollevato la parte superiore del computer, si è svegliato. I suoi occhi si spalancarono, il suo respiro si fermò, si agitò; immediatamente angosciato da ciò che vide. Doveva essere pornografia. Aveva sentito parlare di porno ma non aveva mai osato avventurarsi su quella strada, era troppo timida, troppo riservata. Alcuni dei suoi amici hanno parlato di guardarlo, ma lei non l'aveva fatto. E ora ha scoperto che non solo suo padre l'ha guardato, ma ha usato il suo laptop e si è addormentato prima di lasciare il sito porno.

Nika stava guardando un video in pausa di una ragazza china sulle ginocchia di un ragazzo. Un pompino? Stava guardando un fermo immagine di un pompino? Aveva sentito delle voci, ma non aveva mai fatto sesso, non l'aveva mai fatto; infatti, non aveva ancora nemmeno baciato un ragazzo. Il suo primo impulso fu quello di chiudere il coperchio del computer, per nascondere ciò che vedevano i suoi occhi, ma quasi altrettanto rapidamente si incuriosì. Il laptop era già connesso a un sito porno, c'era un video sullo schermo così non avrebbe dovuto cercare; era lì, era in pausa. Si guardò intorno nella stanza fino alla porta aperta, poi prese la decisione. Scese dal letto, chiuse a chiave la porta, poi tornò, intenta a guardare il video.

Studiò il monitor, osservando l'intera scena prima di cliccare sulla freccia al centro dell'immagine. C'era una barra dell'ora sotto l'immagine, mostrava le 4:11 a sinistra, l'estremità destra della barra dell'ora diceva le 9:30. Era abbastanza consapevole da sapere che il video era quasi a metà. Ha notato che il suono era disattivato, quindi lo ha attivato, quindi i suoi occhi sono andati all'intestazione, sopra lo schermo. C'era un titolo: "La bella figlia non ne ha mai abbastanza". Quando il suo cervello ha elaborato ciò che ha letto, ha dato di matto e ha sbattuto il coperchio del laptop. Suo padre stava guardando un tizio farsi fare un pompino da sua figlia!? Nika gettò il computer ai piedi del letto, poi si sedette rigida, non sapendo cosa fare. Suo padre la pensava così o ha trovato il video per caso? Sedeva spaventata, anche se lui era svenuto nel suo letto aveva paura di suo padre. Il fatto che potesse guardare uomini che scopano con le loro figlie le faceva venire i brividi di terrore. Si è alzata dal letto e poi è andata ad accendere la luce, si sentiva più al sicuro con le luci accese.

Si sedette contro l'estremità del letto e cercò di nascondere l'immagine della ragazza che succhiava il cazzo dell'uomo, ma non riuscì a scrollarselo di dosso. Dopo alcuni minuti senza fare assolutamente nulla, Nika ha riaperto il suo laptop, è apparsa la foto della ragazza nuda. Nika chiuse la pagina web, chiuse il computer poi si sdraiò per cercare di dormire.

Quelle dannate luci erano ancora accese, non riusciva a dormire in quel modo così si alzò per spegnerle. Mentre si alzava, dovette spostare il computer così lo prese. Con esso in mano, ha spento le luci poi è tornata a letto. Dato che i suoi nervi si erano calmati, si appoggiò ai cuscini, sollevò la parte superiore del computer e si iscrisse a Facebook. Dopo alcuni minuti di aggiornamenti sui social media, Nika aveva superato lo shock di ciò che aveva scoperto. Un'ora dopo, ha inviato un messaggio di buonanotte ai suoi amici, con l'intenzione di riposarsi finalmente. Si sdraiò sul cuscino ma la visione della pagina porno tornò a provocarla. Ha impiegato un paio di minuti per prendere la decisione, se avesse ignorato il titolo, se avesse ignorato che la ragazza doveva essere la figlia, avrebbe potuto guardare il video. Man mano che maturava durante la pubertà, Nika stava sviluppando una forte curiosità per ragazzi e ragazze; i fatti della vita, e aveva in grembo l'opportunità di conoscere ciò che fanno gli uomini e le donne. Nika sollevò il coperchio e andò agli archivi della cronologia. Fu leggermente sorpresa di vedere la storia elencare diverse pagine; contava quelli che non aveva creato, diciassette. Supponendo che padre/figlia fosse il file in cima alla sua lista, la ragazza ha cliccato su quello. La scena sul monitor è venuta fuori e Nika ha iniziato un percorso di scoperta. Scoperta di suo padre, di se stessa e della sua fiorente sessualità.

È iniziato con la ragazza adolescente che piangeva, singhiozzando nella sua camera da letto, suo padre ha sentito ed è entrato per vedere cosa c'era che non andava. “Alcune ragazze della mia scuola dicono che non sono sexy papà, sono bulli e dicono a molte ragazze che non siamo sexy. Sono papà sexy, i ragazzi mi guardano e vogliono fare sesso con me? Suo padre le ha assicurato che era sexy, il suo culo, le sue tette e il suo corpo erano caldi, era molto sexy e la maggior parte degli uomini l'avrebbe scopata. La ragazza ha ammesso: "Non sono mai stata fottuta papà, non ho mai permesso a nessun ragazzo di mettermi il suo cazzo duro". Nika era scettica sul fatto che una ragazza dicesse cose del genere a suo padre, ma questo era un video messo in scena, probabilmente c'era un dialogo scritto. Il padre ha preso la ragazza tra le braccia, le ha massaggiato il sedere e le ha promesso che il suo culo era sodo, sexy e caldo come qualsiasi ragazza adolescente. Si chiese ad alta voce come potesse dirlo, era vestita. Le suggerì di spogliarsi per lui, mostrargli il suo corpo così avrebbe potuto fare una valutazione adeguata delle sue tette e del suo culo.

Tre minuti dopo l'inizio del video la figlia era nuda e posava audacemente per suo padre che si stava tirando il cazzo mentre le diceva quanto sarebbe stato bello scoparla. Lei sorrise brillantemente poi mise entrambe le mani sulla sua erezione e si offrì di permetterglielo, così avrebbe saputo come ci si sente a fare sesso. "Prima che te lo metta dentro, dovresti succhiarlo, in questo modo sarà abbastanza difficile scoparci." Lei non ha esitato, si è inginocchiata davanti a lui, gli ha leccato la punta del cazzo e poi ha iniziato a succhiarlo. Anche l'inesperta Nika poteva dire che l'azione era stata recitata, simulata. Nessuna ragazza al mondo potrebbe succhiare un cazzo così la prima volta. Il video durò ancora qualche minuto; per tutto il tempo la vista era un primo piano della sua bocca sul cazzo grosso e lungo. Intorno agli otto minuti, l'uomo ha afferrato i capelli della ragazza e le ha spinto la testa contro l'inguine, il suo cazzo doveva essere nello stomaco. Gemette, Nika poteva vederlo pulsare mentre sgorgava profondamente nella bocca della ragazza.

La figlia sollevò la faccia dall'erezione di suo padre e poi tirò fuori la lingua, era ricoperta del succo appiccicoso delle sue noci. Gli occhi di Nika si spalancarono, iniziò a vomitare, poi saltò dal letto al suo bagno e vomitò nella vasca da bagno. Mai in vita sua aveva visto qualcosa di così schifoso! "Mio fottuto dio", pensò, "le ragazze fanno davvero cazzate del genere!?" Nika tornò a letto, inorridita nel guardare lo schermo del suo computer, di nuovo diffidente che suo padre avesse visto la stessa merda. Pensava a lei in quel modo, voleva schizzarle la sua roba in bocca? Lei rabbrividì all'idea. Si sedette al buio e fissò il video interrotto; il messaggio "Vai alla seconda parte, 'Hot Daughter Can't Get Enough', su www.fukallnite.com" è stato sovrapposto alla bocca della figlia piena di sperma.

Non volendo più vedere quella ragazza, ha aperto la cronologia e ha cliccato in fondo all'elenco. La pagina web è cambiata in un altro video, Nika ha guardato velocemente il titolo. "Il fratellastro ama la sua sorellastra". Fece una smorfia e si accigliò, poi chiuse rapidamente il video.

Nika non ha mai conosciuto sua madre, quando Nika aveva sei mesi sua madre è stata rapinata e uccisa. Suo padre si era sposato altre due volte, la prima era durata due anni, Nika ricordava appena la sua prima matrigna. La seconda donna sposata da suo padre aveva un figlio di quattro anni più grande di Nika. Andarono d'accordo come famiglia fino alla notte in cui l'ha aggredita. Si è svegliata con il fratellastro nel suo letto. Proprio mentre si stava svegliando, lui le strappò le mutandine e poi si arrotolò su di lei. Ha provato a respingerlo ma lui era molto più grande e l'ha tenuta ferma mentre le apriva le gambe e poi le ha pugnalato la figa con il suo cazzo duro. Si spinse contro di lei, poi lei lo sentì spezzare la sua verginità. Faceva molto male, era spaventata e ha iniziato a urlare e piangere. Pochi secondi dopo la porta della sua camera da letto si spalancò e suo padre afferrò il ragazzo per i capelli e lo trascinò via da lei. Lo ha tirato fuori dalla stanza, Nika ha sentito un sacco di urla e litigi, poi la casa è diventata silenziosa. Suo padre è entrato, ha infagottato la figlia piangente e sanguinante e l'ha portata in ospedale. I medici hanno confermato che il ragazzo l'aveva penetrata completamente, ma non ha eiaculato. Suo padre ha chiamato la polizia e ha denunciato lo stupro, ma la matrigna e suo figlio erano scomparsi, per non essere mai più visti. Da allora suo padre ha avuto delle fidanzate, ma nessuna permanente.

Avendo una storia personale così brutta, Nika sapeva di non poter guardare nulla che accennasse a una relazione tra sorellastra, madre, fratello e padre. Ma poteva continuare a guardare altri video, quindi ha aperto il prossimo in fila. Era un video uomo-donna senza rapporti familiari coinvolti. L'adolescente si sedette sui cuscini e per i successivi quattordici minuti guardò un uomo e una donna che facevano sesso orale e scopavano in diverse posizioni. La fine del video è stata una ripresa molto ravvicinata del suo cazzo che le sbatteva la figa mentre lei piangeva perché le venisse dentro. Gli ultimi nove secondi sono stati la vista tra le sue gambe, il suo buco della figa aperto e gocciolante di sperma. Nika ha deciso che il video non era volgare, ma educativo. Continuò nel file della cronologia.

Nika ha guardato otto dei diciassette video, cinque erano una forma di coinvolgimento padre/figlia. Ha visto altre due ragazze succhiare il cazzo di papà ma non più sperma gocciolare dalle bocche. Ognuno dei cinque mostrava esplicitamente come la ragazza scopava e si faceva scopare da suo "padre". Quando ha messo da parte il computer, Nika era stata esposta a del porno piuttosto crudo, circa la metà era incesto. Aveva molto a cui pensare.

Trascorse il giorno successivo con i suoi amici, ma la sua mente stava ancora elaborando ciò che aveva visto la sera prima. Voleva chiedere a Sonia e Delly se avessero mai guardato il porno incesto, ma non pensava che la domanda sarebbe stata prudente. Ha chiesto se hanno mai guardato il porno, ha lasciato la parola "incesto" fuori discussione. Non ci è voluto quasi del tempo prima che Delly aprisse il suo laptop, poi le tre ragazze hanno passato dannatamente quasi due ore a guardare mangiare, succhiare e scopare su Internet. Le poche volte che un ragazzo entrava in bocca a una ragazza, Nika faceva un po' di vomito, i suoi amici non se ne accorgevano e lei riusciva a sopprimere l'impulso di vomitare di nuovo.

Era agganciata. Appassionato di porno. Nika non aveva un ragazzo e non sentiva di averne bisogno, ma in un certo senso le piaceva quello che lei e i suoi amici avevano visto. Nel suo letto quella notte, dopo essersi assicurata che suo padre fosse ben rimboccato nelle coperte, Nika è andata a fare surf per altra pornografia. Aprì i file della cronologia e iniziò da dove si era interrotta la sera prima.

Padre e figlia in vacanza, su una spiaggia per nudisti. All'inizio, la ragazza, che aveva all'incirca la stessa età di Nika, era imbarazzata per essere nuda in pubblico, ma presto vinse la sua modestia. Suo padre le ha lasciato bere vino e poi, in albergo, l'ha sedotta. Per il resto della vacanza padre e figlia scoparono come sposi novelli, lui le scese addosso, lei glielo succhiò, lui le venne nella fica, poi in bocca; ha deglutito. Nika non soffocava, non vomitava o provava repulsione, si stava abituando a guardare i pompini fino alla fine.

L'ultimo video che ha visto quella notte era un altro incesto, uno su tre cugini, due fratelli con la loro cugina. Nika non aveva un cugino maschio, ma l'aspetto illecito del video ha mantenuto il suo interesse. Quello si è concluso con i due che sono venuti su tutto il viso della ragazza mentre sorrideva e rideva. Quella notte, per la prima volta nella sua vita, Nika fece un fottuto sogno di farsi scopare. Si svegliò respirando affannosamente, il suo corpo sussultava leggermente per le convulsioni orgasmiche. Si era fatta un ditalino per raggiungere l'orgasmo molte volte, ma quella era la prima volta che dormiva. Andava alla deriva su una soffice nuvola di beatitudine interiore e si chiedeva se il sesso fosse davvero così bello.

Per due mesi la ragazza ha guardato materiale pornografico quasi tutte le sere, anche quando il giorno dopo era a scuola. Ha iniziato a giocare con se stessa mentre guardava, scendeva più volte alla settimana ma non si sentiva ancora in dovere di trovare un ragazzo. Era contenta di guardare il porno e toccarsi la figa. Aspettava sempre che suo padre si addormentasse, non voleva che sapesse cosa stava facendo.

Con il passare del tempo suo padre ha rallentato il consumo di alcol, si ubriacava meno spesso, rimaneva sobrio per giorni interi. Non si era ripreso completamente dalla morte di suo fratello, ma stava guarendo. Un sabato suo padre invitò Nika allo zoo. Trascorsero la giornata, padre e figlio, facendo una piacevole gita in famiglia, lui non beveva altro che bibite, lei lo stesso. Hanno avuto una bella conversazione durante una buona cena italiana, poi lui l'ha portata a vedere un film in prima serata. Per la prima volta da mesi, non piangeva suo fratello. Quella notte, verso le dieci, suo padre si alzò per andare a letto, la baciò sulla guancia, le diede la buonanotte, che le voleva bene, poi andò in camera sua. Nika era felice, era felicissima di come avevano trascorso la giornata.

Sdraiata nel suo letto, pensò al pessimo stato mentale in cui suo padre era stato per mesi ed era felice che stesse tornando dal padre che aveva conosciuto per tutta la vita. Sentiva una vicinanza per lui, una vicinanza che non provava da quasi un anno. Nika si alzò dal letto e andò dai suoi genitori. Lui dormiva ma lei voleva stargli vicino così il suo sonno non la scoraggiava; si sarebbe sdraiata accanto a lui e si sarebbe crogiolata in una sicurezza soddisfatta. Tirò giù la coperta, poi si fermò. Lei non si mosse. Era nudo, sulla schiena, con le gambe leggermente divaricate, le palle appoggiate tra di loro, il suo cazzo giaceva a sinistra, sulla parte superiore della sua coscia. Nika aveva visto abbastanza foto e video di uomini, morbidi ed eccitati, per giudicare suo padre "ben dotato". Il cuore le batteva forte, si sentiva rabbrividire per un flusso di sangue caldo. Nika l'aveva visto nudo solo quella volta prima, e quella notte si affrettò ad allontanarsi da lui. Questa volta rimase a guardare e le sue ginocchia si indebolirono, dovette muoversi o cadere, quindi si avvicinò al letto e si sedette proprio sul bordo. Anche se era calda come si sentiva, poteva sentire il calore della sua vicinanza, il cuore di Nika batteva forte, i suoi seni formicolavano, le terminazioni nervose tra le sue gambe sparavano messaggi di lussuria e desiderio. La ragazza si sedette accanto all'uomo addormentato solo per pochi istanti, poi fuggì di nuovo nella sua stanza. Era terrorizzata dalle sensazioni dentro di lei, era scossa dall'assoluto bisogno di mettersi a letto con lui, di stare con lui come guardava nei video.

Non riusciva a dormire, anche chiusa, i suoi occhi erano concentrati sulla forma e sulla forma del membro di suo padre. Dopo trenta minuti di irrequietezza, si alzò tremante dal letto, lasciò cadere la camicia da notte sul pavimento e tornò nella sua stanza. La ragazza era in piedi accanto a lui, il cuore che le batteva forte, era febbricitante per la tensione sessuale. Si mise due dita tra le gambe e poi si strofinò fino a raggiungere un orgasmo sbalorditivo mentre fissava il suo cazzo lungo e grosso.

Nika non riuscì a dormire quella notte, la sua mente era un tornado di pensieri, desideri e sogni. Di tutto quello che le passava per la testa, un'idea, un pensiero era prominente. Voleva fare sesso con suo padre. La domanda era: come dovrebbe iniziare? Non importa cosa provasse, cosa volesse, era troppo timida per avvicinarsi audacemente e sedurlo. All'alba del mattino, la ragazza insonne stabilì un piano, una linea d'azione che sperava gli avrebbe fatto notare, desiderarla come lei voleva lui. Il piano era incentrato sulla password del portatile di suo padre. La prima cosa che fece quella mattina fu accedere al computer di suo padre e controllare i suoi file.

SÌ!! Nei file dei segnalibri c'erano le sue fantasie su di lei. Beh, forse non lei direttamente, ma su padri e figlie. Incoraggiata, Nika mise in atto il suo piano.

“Nika”, chiese suo padre, “posso usare il tuo laptop? Non riesco ad aprire il mio, non accetterà la mia password.

"Che cosa c'è che non va?"

“Non lo so, non si apre, dovrò portarlo da qualche parte per vedere se riescono ad hackerarlo. Ma in questo momento, ho bisogno di modificare un paio di documenti per il mio lavoro.

Nike sapeva dannatamente bene cosa c'era che non andava nel computer di suo padre. Conosceva la password del suo desktop; sapeva anche come cambiarlo. Non c'era niente di sbagliato in questo, aveva cambiato la password così avrebbe dovuto prendere in prestito il suo MacBook. “Fammi avere papà, forse il mio insegnante di Media Arts può entrare in esso, afferma di essere un hacker e questo ti farà risparmiare denaro. Ti prendo il mio.

"Grazie, tesoro, sei un vero toccasana." Si sentì mancare quando lui avviò il suo computer e poi aprì l'elaboratore di testi, non per qualcosa che avrebbe potuto trovare nei suoi file, ma perché aveva passato la notte prima a scegliere video pornografici, video che trasmettevano ciò che provava. Ha scelto alcuni video di sesso padre/figlia che l'hanno resa sexy, poi di proposito non li ha cancellati dalla sua cronologia di Internet. Stava tremando per un misto di terrore e aspettativa quando ha lasciato suo padre da solo con il suo MacBook rosa.

Due notti dopo era nel suo letto che si stava appisolando quando suo padre entrò nella sua stanza, "Nika, sei sveglia?"

"Mm? Si, più o meno." Aprì gli occhi e proprio davanti a lei c'era il grosso cazzo di suo padre, era nudo, era eretto. Ha messo le braccia sotto sua figlia, l'ha strappata dal letto e poi l'ha portata nella sua stanza. La adagiò delicatamente sul letto, poi le tirò la camicia da notte, lei sollevò le braccia, lui la tolse. Il cuore di Nika si stava schiantando all'impazzata, il suo sangue scorreva, la sua figa si gonfiava di calore quando si distese. Le mise una mano sulla coscia, poi le separò le gambe e poi si inginocchiò in mezzo a loro. Nika guardò l'erezione di suo padre librarsi sopra la giunzione delle sue gambe, poi lo guardò negli occhi, gli sussurrò: "Sono pronto papà".

Gli disse che era pronta ma l'unica altra volta che ebbe un'erezione, era spaventata, piangeva e faceva un male da morire. Nika non aveva paura, ma c'era un'ombra di disagio che suo padre potesse farle del male, era pronta per questo? Non avrebbe dovuto preoccuparsi, la ragazza svenne quando lui tenne la testa della sua erezione contro il suo corpo, poi la mosse dolcemente su e giù, preparandosi a penetrarla. Il tocco sulle labbra della sua figa la fece tremare, gemette piano. Lei allargò ancora di più le gambe, poi gli portò le mani alla vita e lo tirò. Era aderente e sentiva ogni centimetro del suo cazzo mentre scivolava attraverso l'apertura tra le sue gambe e si riscaldò ancora di più con la consapevolezza che non faceva male, era fantastico.

Le sue palle si espansero per la lussuria, il suo cazzo si espanse per lo sperma, il suo cuore si espanse per l'amore mentre guardava dall'alto in basso la ragazza sotto di lui. Le sue prime spinte furono incerte, cautamente lente, ma dopo aver sentito come il corpo di sua figlia lo accettava, iniziò a scoparsela con la febbre di cui soffriva da mesi. È iniziato dopo la morte di suo fratello, quando Nika era così premurosa con lui. Più si prendeva cura di lui, più lui la vedeva come una donna, una compagna. Una notte era ubriaco e guardava porno e si avventurò accidentalmente nell'incesto; incesto padre e figlia. Quello che guardava lo incuriosiva e iniziò a guardare Nika con gli occhi di un maschio, non di suo padre. Non ha agito in base alle fantasie causate dai video sull'incesto, ma li ha usati come ispirazione per masturbarsi mentre pensava a sua figlia. La seconda notte dopo aver preso in prestito il suo laptop, ha scoperto la sua cronologia di Internet; Anche Nika guardava porno papà/figlia, non più tardi di due giorni prima. All'inizio era scioccato, la sua ragazza stava guardando della pornografia, ma quando sono stati fatti due video, lo sapeva. Sapeva che lei gli aveva mandato un messaggio; aveva lasciato la sua storia perché lui la trovasse. Si è arrapato per Nika, poi è andato in camera sua.

Ha scopato sua figlia per diversi minuti, il suo corpo pieno di calore, la sua mente piena di piacere, il suo grembo pieno di estasi. La guardò mentre la sua sessualità prendeva vita, ma sapeva che doveva fare una pausa. Smise di muoversi, trattenendosi profondamente in lei per un momento, poi si ritirò per scendere dal letto. "Papà?" chiese Nika.

"Devo prendere qualcosa."

"Aspetta, fermati." Nika si alzò a sedere e guardò la sua erezione, la strinse forte, lo guardò negli occhi poi si chinò a baciargli la punta del cazzo. Lo baciò, fece scorrere la lingua su di esso, poi si sedette di nuovo, "Non andartene a lungo", disse con un sorriso al padre stupito. Andò al comò e prese un preservativo dal cassetto dei calzini. Lo guardò avidamente mentre apriva il pacchetto e poi arrotolava il lattice per tutta la lunghezza della sua erezione. È tornato da lei e l'ha spinta al suo fianco, si è sdraiato dietro di lei e poi l'ha scopata a cucchiaio. Suo padre le accarezzava le tette mentre si accoppiavano, lei cominciava a sospirare suoni di passione.

Non conosceva il tempo, fino ad oggi non sa quanto sia durato il suo primo incontro sessuale, ma sa con certezza quando e come è finito. Suo padre iniziò a sbuffare, gemendo "Oh mio dio Nika, non avrei mai pensato di potermi sentire così!" Le sbatté forte contro il sedere, poi la tenne per la vita mentre il suo cazzo pompava, riempiendo il preservativo di sperma, riempiendo troppo il suo grembo di passione. Aveva le convulsioni, non riusciva a respirare, iniziò a gemere l'orgasmo più forte che avesse mai provato. Nika e suo padre hanno cavalcato insieme una marea di orgasmi fino a quando entrambi sono stati inerti ed esausti.

Nessuno dei due si muoveva, Nika poteva sentirlo ancora alloggiato nel suo corpo e lo adorava. Gli mise una mano sulla sua, gli strinse le dita e sbuffò: "Posso restare qui papà, tutta la notte?"

Lei sorrise deliziosamente e dimenò il culo contro di lui quando lui le baciò la nuca e disse: "Tutta la notte". Lei gli staccò l'uccello, rotolò verso di lui, gli mise le braccia intorno al collo e lo tirò a sé, si unirono dalla faccia alle gambe, pelle contro pelle, e sentì un altro brivido di lussuria nel suo grembo. Nika tirò indietro la testa, scrutò per un momento gli occhi di suo padre. Quando vide ciò che voleva vedere, amore e contentezza, lo baciò teneramente. Si sedette, si tolse la gomma, non era del tutto duro, ma ancora mezzo infiammato dal desiderio, non ci sarebbe voluto molto incoraggiamento per essere di nuovo pronto per la ragazza. Quando lasciò cadere il preservativo sul pavimento, Nika si mosse finché non si stese sulle sue cosce, gli tenne il cazzo tra le dita e poi lo leccò dalla base alla testa, assaggiando lo sperma che lo ricopriva.

Non ha avuto il vomito mentre le sue labbra formavano un sigillo sopra la testa del cazzo di suo padre.

Storie simili

Incontri Darkness - Parte I

Incontri Oscurità Mentre tornava a casa lungo la scorciatoia, un sentiero sterrato tra due caseggiati abbandonati, sentì dei passi dietro di lei. Si voltò rapidamente verso i suoi dottori che sollevavano polvere, nessuno lì. Aumentando il ritmo si affrettò lungo il sentiero, la sua ombra di fronte a lei dalla luna piena stanotte. Di nuovo sentì i passi che corrispondevano al suo ritmo; lei si è fermata, loro si sono fermati. Girandosi ancora non vide nessuno. Datti una calmata, Laura! disse ad alta voce mentre scuoteva la testa e continuava a camminare verso casa. Sentì il clic di una macchina fotografica...

858 I più visti

Likes 0

Un giorno da ricordare_(3)

Tutto è iniziato quando sono stato in grado di andare in un bed and breakfast senza vestiti nel Maine che i miei occhi erano aperti su ciò che mi aspettava. La visita nel Maine mi ha colto di sorpresa, mentre in viaggio d'affari ho deciso di soggiornare in un B&B invece che in un hotel. Era novembre quindi faceva un po' freddo ma hanno una piscina coperta e in un edificio accanto alla piscina una sauna. Entrando nella sauna non mi ha sorpreso trovare uomini e donne nudi seduti intorno. C'era una grande sauna, ma presto ho scoperto che c'erano diverse...

615 I più visti

Likes 0

Brutalmente scopata dal mio coinquilino etero: un altro livello di bromance_(1)

Kareem è uno studente universitario di 22 anni. Ha una specie di faccia da ragazzo carino; tiene i peli del viso allineati molto bene. È alto circa 5 piedi e 10 pollici, con una corporatura leggera e la sua pelle è del colore del caffè leggermente cremoso. Kareem ha da tempo accettato di essere gay, ma non è il tipo di gay frocio che cammina e parla in modo divertente e indossa abiti femminili. È solo un tipo delinquente che ama davvero il cazzo; un mestiere, per così dire. Bene, nel suo ultimo anno di college, ha molto più di quanto...

581 I più visti

Likes 0

Leila ottiene il suo primo desiderio di compleanno

Si chiamava Jess. Era la tipica ragazza media di 16 anni. Bellissimi capelli castani lunghi fino alla vita, occhi azzurri penetranti e un'abbronzatura dorata. Le sue tette molto più di una manciata e il culo altrettanto bello. Non mi sono mai considerata lesbica, ma spesso la fissavo e mi chiedevo che aspetto avesse il suo bellissimo corpo nudo. Che sapore avrebbe avuto, che sensazione aveva la sua pelle liscia contro la mia. Io stessa ero una ragazza geek di 15 anni, la bocca piena di metallo, occhiali nerd dalla montatura spessa. Petto piatto, corpo minuto, capelli biondo sporco. Ma il mio...

504 I più visti

Likes 0

La mia insegnante sexy_(0)

La campana ha suonato. Il nome del mio insegnante era Ella maya. Era così calda. Aveva un seno enorme che spuntava fuori, Mi è piaciuto quando si è chinata. Potresti vedere il suo culo. Lewis, per favore resta indietro, il resto di voi può andare! Tutti si precipitarono fuori. non ho fatto niente di male? Vuoi un aiuto in più? Possiamo andare a casa mia adesso, se vuoi? Telefonerò ai tuoi genitori? Whoa. S-sì per favore ho detto. Lei sorrise. Poi ha telefonato ai miei genitori e siamo andati a casa sua. *l'aiuto è terminato.* Posso usare il bagno? Ho chiesto...

1.5K I più visti

Likes 0

Il loro mondo parte 3

Non so ancora quante ore ho passato dentro quel terribile capannone di alluminio, legato come un maiale... cercando di affrontare il folle calore che mi picchiava attraverso il tetto di metallo... annegando in una pozza del mio stesso sudore . Cosa avevo fatto di sbagliato? Cosa avevo fatto per meritarmi questa tortura disumana? Quella era la parte peggiore. Non avevo fatto niente di male. Tutto quello che ho fatto è stato aiutare mia moglie Monica e il suo amante Randy a prepararsi per una festa a cui stavano andando. Poi, quando erano quasi pronti per andarsene, Randy ha iniziato a schiaffeggiarmi...

1.6K I più visti

Likes 0

S.S. Shotguneagle (Sesta parte)

Non sarebbe del tutto vero se Leah dicesse che il suo spirito non è incrinato. Anche dopo aver ripetuto a se stessa come starà bene, il dubbio è sempre rimasto nella sua mente. La sua mente potrebbe essere ancora intatta al momento, ma la sua volontà di rimanere forte e positiva stava crollando. Si chiedeva quanto tempo sarebbe passato prima di perdere completamente la testa. Non aiutava, inoltre, il fatto che Leah si stesse picchiando mentalmente. Odiava il modo in cui permetteva a questi animali di farsi strada con lei. Leah non ha mai voluto essere un'altra vittima indifesa che non...

1.6K I più visti

Likes 0

Vorresti due di me? Questo avverrà in un futuro molto prossimo….. ….Sono Lisa e ho fatto un grande passo e ho messo insieme segretamente un clone e una combinazione robotica di me stesso. La mia azienda pensava che fosse solo l'ultima ragazza robot che avevo creato. Ho aspettato che il ragazzo giusto lo provasse. Ho finalmente trovato quello che cercavo. Era bello, sexy e giovane. Perfetto…. --------- …Ron…. ...Ho ricevuto informazioni su un'azienda che voleva che qualcuno provasse la loro ultima ragazza robot. L'ho esaminato e sembrava interessante. Li ho contattati e mi hanno accettato come un buon test per lei...

1.6K I più visti

Likes 0

Il wrestling ci ha fatto iniziare....

Quando avevo 18 anni avevo un amico intimo con cui uscivo tutto il tempo. Il suo nome era Davide. Anche se entrambi eravamo interessati alle ragazze e all'epoca avevamo amiche fisse, abbiamo trascorso molto tempo insieme e siamo riusciti a finire con qualche sperimentazione sessuale l'uno con l'altro. La prima volta che abbiamo fatto qualcosa, stavamo scherzando sulla dimensione del cazzo e continuava a insistere che era più grande del mio. Ci eravamo visti i cazzi l'uno dell'altro e il suo sembrava essere uguale al mio. Ma ha affermato che è diventato molto, molto più grande quando è diventato difficile. Ha...

1.4K I più visti

Likes 0

Parte 5 - Sue diventa una star_(0)

Parte 5 continua dalla parte 4… La sua testa pendeva dalla vergogna, la sua tetta pulsava e le faceva male e ora era quasi nera, poi con suo orrore il ragazzo disse. Beh, se non l'hai tenuto giù, le palle tornano dentro. Ha messo tutte le palle nella borsa e poi ha iniziato a farla oscillare come un pendolo. Sue lanciò un urlo da grondaia e disse no stop, per favore se ne vadano. Possiamo fotterti nel culo, il ragazzo ha detto: Sì, sì, toglilo e basta. 'Sei sicuro'. 'Sì, ​​toglilo.' Lentamente le tolse la sacca e la corda attorno alla...

529 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.