Come rompere il tuo moccioso Cap. 1

66Report
Come rompere il tuo moccioso Cap. 1

La relazione di Tyrone ed Emma è iniziata online. Si sono incontrati su un sito di avatar ed erano entrambi molto interessati alle idee stravaganti. Una relazione è andata subito d'accordo, ma non è mai stata stabile. Poche settimane dopo l'inizio della relazione, Emma è scappata. Come mai? Era perché Tyrone era troppo dispotico? Era perché non era abbastanza bravo? Sembrava pensarlo per mesi. Fino a quando non si sono incontrati di nuovo online e hanno ripreso una relazione. Ma, come raffigurato dall'orologio, è scappata ancora una volta. Tyrone era sconvolto e triste perché è scappata di nuovo. Si incolpò ulteriormente, entrando in profondi stati d'animo di depressione. Poi, quasi un anno dopo...

"Ehi..." Un messaggio è apparso online da un nome che Tyrone conosceva troppo bene. "Come sei stato?"

"Ehi," rispose semplicemente ad Emma facilmente. "Sono ok e tu?"

"Sto bene, ma..."

"Ma?"

"Sto con questo ragazzo ma è a malapena online. Non lo so, è solo strano."

Parlarono per un po' e riuscirono almeno a riallacciarsi come amici. Ha parlato con lui dei suoi dolori negli ultimi giorni mentre erano riusciti a recuperare, ma un giorno, circa tre giorni dopo, Tyrone le ha chiesto questo.

"Vuoi lasciarlo?" La sua risposta è stata rapida, rispondendo quasi non appena l'ha inviata.

"Sì, e voglio essere tua", gli disse. Tyrone accettò e ancora una volta entrarono in una relazione padrone/schiavo online.

All'inizio, era un semplice gioco online con RP sessuali e discorsi fantasy, ma Tyrone le ha chiesto delle foto di se stessa perché voleva vedere il suo schiavo. E lei ha obbedito perché non l'ha mai costretta a fare nulla. La trattava come una compagna, come qualcuno che poteva dire di no e sentirsi a disagio. E in tutta onestà, non le piaceva. Non perché odiasse sentirsi un partner, ma perché odiava i nuovi sentimenti. Quei... sentimenti d'amore e quelli l'hanno spaventata. Poi, un giorno di luglio, lo lasciò. Non perché fosse arrabbiata, turbata o triste. Non era sicura di essere abbastanza brava perché continuava a inventare scuse per non fare foto o essere una brava ragazza con lui, anche se era costantemente una mocciosa e parlava male o gli mancava di rispetto.

Passarono due settimane e tornarono insieme, ma questa volta Tyrone aveva più controllo su di lei. Era ancora online fino a quando Tyrone non ha rilasciato un annuncio.

"Mi sto muovendo", le disse.

"Dove?" Chiese, non sicura di come reagire dal momento che lui glielo disse inaspettatamente.

"A circa 30 minuti da te."

Il suo cuore affondò e galleggiò perché fu un enorme shock. All'inizio era nervosa da quando gli ha detto che aveva 26 anni e una laurea quando lei era davvero una diplomata e aveva 18 anni mentre lui ne aveva 23. Si è appena laureata un mese fa.

"È davvero fantastico!" Anche se era nervosa, in realtà era molto felice perché il suo ragazzo/padrone avrebbe vissuto vicino a lei.



"Sì e indovina un po'? Ti farò trasferire da me!"

Era di nuovo sotto shock, ma questa volta era più di umore agitato perché ricordava tutte le volte che era una mocciosa e come lui l'avrebbe punita. Era sia molto eccitata che terrorizzata.

Passano due mesi e vivono insieme. Anche se non è una vita piena di sesso. Emma ha costantemente trattenuto il sesso perché voleva aspettare fino al matrimonio. Ma quella era una bugia. Era solo nervosa e voleva vederlo approfittare di lei e controllarla come aveva detto che avrebbe fatto nelle chat precedenti, ma invece era un partner più gentile e tranquillo che non la rimproverava anche se era costantemente una mocciosa. Anche se le piaceva aspettare, si sentiva costantemente poco attraente perché lui non la toccava mai in modo inappropriato o faceva cose senza il suo consenso.

Poi, un giorno, Emma decise di partire per una settimana per visitare la sua famiglia. Ma quella settimana era la sua ultima settimana di libertà.

Quando Emma è tornata dal suo viaggio, invece di un abbraccio, ha ricevuto un bacio da Tyrone. Poi, senza preavviso, la schiaffeggiò, forte. Emma gridò ed era scioccata, ma fu spinta sul divano e si fece tirare su il prendisole. Le sue mutandine rosse erano inzuppate mentre Tyrone le toglieva con forza. Ha esposto il suo buco bagnato, e proprio mentre lo ha fatto, ha spinto in due dita, abusando brutalmente della sua fica mentre si contorceva sul divano, eccitandosi ma anche cercando di farlo smettere. Fu sollevata quando lui tirò fuori le dita, ma fu solo per un secondo quando lo vide scendere i suoi pantaloni da jogging per rivelare il suo grosso cazzo.

Si avventò sul suo corpo grassoccio e infilò il suo cazzo nella sua figa dopo che i suoi tentativi di reagire furono schiacciati dalla sua forza. Aprì la bocca per urlare, ma fu accolta con uno schiaffo violento.

"Urla del cazzo e ti darò un pugno, puttana", le disse aggressivamente attraverso i grugniti.

Anche se si stava divertendo, lui le stava prendendo la verginità, qualcosa che lei diceva sempre di non aver mai perso fino ad ora. Ha sempre usato dei giocattoli per lui in video, ma non aveva mai preso il suo vero cazzo fino ad ora. E ora veniva violentata. Le sue spinte diventarono più forti mentre la soffocava. I suoi grossi seni DDD rimbalzavano e rimbalzavano ad ogni spinta che le dava. I suoi seni cominciarono a sbirciare fino a quando uno non ne uscì completamente con le sue spinte ruvide. Ha lasciato andare la sua gola e ha tirato fuori il suo cazzo dalla sua figa. Era venuta mentre veniva violentata e si divertiva. Era finalmente felice di sapere che lui la voleva. Ma quella soddisfazione si trasformò rapidamente in paura quando Tyrone la fece capovolgere sullo stomaco.

Emma sentì che il suo prendisole si sollevava e sentì che le sue chiappe si allargavano. All'inizio era confusa, ma la paura prese rapidamente il sopravvento quando sentì la sua massiccia testa nera toccare il suo buco del culo vergine. Disperata, cercò di strisciare sul divano, ma i suoi movimenti furono interrotti quando lui afferrò una grossa quantità dei suoi capelli e li tirò indietro rudemente. Il suo buco del culo si increspava e sputacchiava mentre la paura continuava a prendere il sopravvento. Poi, nella fretta, sentì il suo corpo tornare più vicino al suo. All'inizio le pungolò il buco del culo, poi lentamente, spinse la testa nel suo stretto buco marrone.

"Fa male!!!" Ha urlato. Ma a Tyrone non importava. Ha spinto la sua faccia nei cuscini del divano e lentamente ha infilato il suo cazzo nel suo buco del culo senza alcun lubrificante. "Per favore fermati!!" Le sue urla soffocate non furono sentite da lui, o semplicemente non gli importava di quanto dolore provasse. Tyrone continuò a spingere il suo cazzo dentro finché non fu più della metà dentro. Da allora in poi non si è mosso. È solo rimasto fermo. Le grida di Emma si stavano calmando poco dopo, ma iniziarono a diventare più forti quando Tyrone si mosse ancora una volta. Le sue spinte erano forti quando iniziò a scoparle il buco del culo brutalmente. Per lui, sembrava che stesse usando la mano per masturbarsi, ma per Emma, ​​era così spiacevole. Stava soffrendo. Il suo grosso cazzo le stava grattando il buco del culo. Non si sentiva come quando le ha scopato la figa. Le sembrava molto peggio. Era quasi come se fosse stata scopata da una bottiglia d'acqua piena di piombo. Le fece male per quelli che sembravano secoli quando in realtà erano solo cinque minuti.

Tirandole indietro i capelli brutalmente, ha spinto tutto il suo cazzo nel suo buco del culo e ha iniziato a scoparle il culo ancora più brutalmente. Emma stava piangendo dal dolore. Si sentiva completamente violata dal suo padrone, il suo ragazzo, e anche se era una violazione completa del suo corpo, si sentiva sempre più bagnata. Il suo stesso corpo la stava tradendo. Era stata violentata e il suo corpo poteva solo godersi il piacere. Nella sua mente, stava combattendo contro questa sensazione. Non le è mai piaciuto l'anale, ma adesso? Amava questa violazione. Nel mezzo, iniziò a gemere per il dolore. Era stupro. Era tutto ciò che una donna non vuole passare, ma eccola lì; gemendo come una puttana.

Con suo grande sgomento, Tyrone tirò lentamente il suo cazzo dal buco del culo. Stava ansimando dolcemente mentre il suo cazzo riposava contro il suo grasso culo latina. Emma era delusa perché stava per venire, ma le è stato negato. Rimase semplicemente ferma sul divano, sperando che si fermasse... o continuasse.

"Alza il tuo culone", le ordinò. Emma non si mosse. Tyrone le tirò rudemente i capelli e le sollevò la testa. “Non mi hai sentito, cazzo? Ottenere. Tuo. Grasso. Culo. Su. ORA."

Emma questa volta ascoltò, alzandosi in piedi con la testa bassa. Aveva paura di guardarlo. Non esitò a darle uno schiaffo sulla guancia. Le lacrime si formarono nei suoi occhi mentre la guancia le pizzicava.

"Chi ti ha detto di fare tutto quello che hai fatto?" Le ha chiesto.

"C-cosa ho fatto...?" gli chiese, tremando dolcemente. "Io-io sono stato un goo-"

schiaffo! Le fu dato un altro schiaffo. Emma stava davvero per piangere adesso. La guancia le bruciava ancora di più.

"Sai cosa hai fatto?" Emma scosse la testa mentre guardava il pavimento. Tyrone fece un respiro profondo e iniziò a elencare tutto. “Parli costantemente, sei stato un monello, inventi sempre scuse per fare sesso anche quando mi prometti che sei pronto, sei scappato e hai rotto con me già tre volte, fai sempre sembrare che io faccia tutto sbagliato, non pulisci o cucini mai… c'è molto di più. Ma questo è tutto quello che dirò".

Tyrone aveva così tanta rabbia nella sua voce. Emma stava tremando mentre prendeva respiri molto tremolanti. Sapeva di non essere brava. È scappata perché credeva che lui meritasse di meglio, ma non ha mai pensato che lui l'avrebbe desiderata. Le lacrime scorrevano lungo le sue guance piene mentre si tratteneva. Meritava una punizione. Sapeva di averlo fatto. E ora sarà punita del tutto.

"Seguimi", le disse. Emma lo seguì rapidamente. Ci vollero solo pochi secondi prima che raggiungessero la loro destinazione: la sua caverna. Aprì la porta e la spinse dentro. Emma sussultò quando vide un letto singolo per terra, una gabbia, una ciotola per animali domestici e una telecamera di sicurezza. Aveva così tanti pensieri che le scorrevano in testa, ma solo uno veniva fuori in parole.

"Sarò a pezzi, signore?" Chiese ad alta voce, coprendosi rapidamente la bocca dopo.

"Spogliati e mettiti quello che c'è sul letto", le disse Tyrone. Si spogliò del prendisole e rimase nuda mentre si avvicinava al letto. Su di esso, ha trovato un'imbracatura per tutto il corpo, una maschera e un bavaglio. Non voleva, ma sapendo che sarebbe successo qualcosa di peggio se non l'avesse fatto, si infilò l'imbracatura e indossò il bavaglio e la maschera. Non riusciva a vedere nulla, ma sentiva il suo padrone camminare. La spinse sul letto. Voleva sussultare ma emise un suono soffocato con la bava che usciva dal lato della bocca.

Poi ha sentito una corda legata ai polsi e alle caviglie. Ha provato a spingere contro di lui e ha fallito. I suoi polsi erano legati e tirati sopra la sua testa, legati saldamente a una struttura di metallo mentre le sue gambe venivano sollevate e divise, esponendo il suo buco del cazzo bagnato e sbavante. Non udì altro che un suono strascicato per un momento, poi sentì qualcosa di freddo premerle contro lo stomaco. Rabbrividì per la temperatura improvvisa e sentì del nastro adesivo coprirle lo stomaco e l'oggetto su di lei. Era in attesa perché non sapeva cosa sarebbe successo. Poi, si è acceso. Il suo corpo è andato in completo shock mentre gemeva attraverso il bavaglio. Su di lei è stato usato un giocattolo vibrante. Era direttamente sul suo clitoride, costringendola a un completo sovraccarico sensoriale mentre si contorceva e si ingobbiva, sperando che smettesse di essere così intenso, ma i suoi sforzi furono vani. Le è stato registrato. Emma stava per raggiungere l'orgasmo quando finalmente sentì la sua voce.

"Se vieni, non sarò più misericordioso con te", ha detto Tyrone in tono stoico e freddo. Non l'ha fermata perché Emma è venuta violentemente. Il suo corpo ebbe uno spasmo quando venne. I suoi gemiti soffocati sembravano urla soffocate. "Vedo. Ebbene, la misericordia è per i deboli». La sua voce sembrava fredda, quasi eccitata dal fatto che avesse disobbedito, ed Emma era spaventata... Era spaventata ed eccitata.

Le vibrazioni sul giocattolo divennero più forti e più casuali mentre Emma si contorceva. Poi sentì la porta aprirsi e chiudersi. "Phmph?" Chiese, cercando di dire maestro, ma non si udiva alcun suono o parola. Presto, iniziò ad avere un attacco di panico dopo aver ricevuto nessuna risposta da diversi tentativi in ​​cui lei chiamava, o almeno tentava di farlo. La sua mente vagava e non poteva fare altro che piangere. Forse ha chiuso con me, pensò. Sono stata una ragazza orribile. Si è preso cura di me, ha fatto di tutto per rendermi felice, mi ha persino aspettato e io cosa ho fatto? Spezzagli il cuore. Non lo merito.

Cominciò a piangere mentre il suo corpo sopportava l'innumerevole piacere. Ma le sue lacrime si fecero più deboli quando sentì il suo orgasmo crescere di nuovo. Attraverso le sue lacrime, il suo corpo la tradì ancora una volta mentre veniva, il suo corpo si dimenava attraverso di essa. Poi, la porta si è aperta di nuovo. Le sue lacrime scorrevano ancora quando il suo padrone tornò. È stato via solo per dieci minuti. A lei sembrò un'ora. Ma non è tornato a mani vuote...

Fine della prima parte

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

171 I più visti

Likes 0

Intervista Privata

Ci sono molti vantaggi nell'essere il presidente del consiglio di amministrazione di un conglomerato internazionale, belle donne single e divorziate adulatrici ai tuoi piedi, dirigenti emergenti che lavorano nel lontano impero e le loro mogli. Due volte all'anno tengo una convention a New York per incontrare questi dirigenti e le loro mogli. L'affare solo su invito si svolge in un hotel a 5 stelle, riservo dieci piani di camere e suite per i dirigenti. Ho anche sei inviti inviati a donne che mi hanno colpito o che hanno attirato la mia attenzione in un ristorante o in qualche altra gita. Stasera...

115 I più visti

Likes 0

La grande guerra 3033 parte 2

Quando Jack aveva appena finito sul poligono di tiro quando Jack, come fai a sparare con quell'arma, tutti quelli che hanno sparato sono stati bruciati dall'interno con etere o sono stati semplicemente uccisi nel modo giusto. Jack ora notò che era stato scoperto e disse semplicemente Ho preso le armi e ho iniziato a sparare. Perché c'è qualcosa che non va. chiese jack. John ora era al telefono con il presidente dicendo che avevano trovato una delle due Umbra e che lui non sa cosa sia. OK, grazie per il lavoro, chiedigli se voleva essere allenato e se lo manda al...

86 I più visti

Likes 0

I 120 giorni di sodoma - 17 - parte1, IL SEDICESIMO GIORNO

IL SEDICESIMO GIORNO I nostri eroi si alzarono vivi e freschi come appena arrivati ​​dalla confessione; ma a ben guardare si sarebbe potuto notare che il Duc cominciava a stancarsi un po'. La colpa di questo avrebbe potuto essere attribuita a Duclos; non c'è dubbio che la ragazza avesse completamente padroneggiato l'arte di procurargli delizia e che, secondo le sue stesse parole, i suoi scarichi erano lubrificanti con nessun altro, il che confermerebbe l'idea che queste cose dipendono esclusivamente dal capriccio, dall'idiosincrasia , e che l'età, l'aspetto, la virtù e tutto il resto non hanno nulla a che fare con il...

42 I più visti

Likes 0

L'incidente che ha cambiato in meglio la mia vita

L'incidente che ha cambiato la mia vita in meglio. Al liceo, avevo fatto sesso solo con 2 ragazze. Il primo è stato perché ho sentito che era facile. Come si è scoperto, lo era. L'ho scopata al primo appuntamento. C'era un grosso problema, o dovrei dire un piccolo problema. Il mio cazzo è piccolo. Nella migliore delle ipotesi è di 5 pollici. A questa ragazza piaceva scopare e so che non mi stavo prendendo cura di lei. Ho scoperto che si stava scopando gli altri quando dovevamo uscire insieme. Questa storia non durò a lungo. Non potevo prendermi cura di lei...

19 I più visti

Likes 0

Nonno Joe

Questa è una storia su di me e mio nonno. Mio nonno Joe era sulla sessantina, calvo, alto e aveva un bel corpo da orso. Era davvero forte. Era anche molto peloso. Ero un paffuto di 16 anni. Culo grosso e tette da uomo appesi. Ero un ragazzo liscio e senza peli. Avevo un cazzo minuscolo. Inoltre non avevo alcuna conoscenza del sesso o altro. Non mi sono mai nemmeno masturbato, l'unica volta che sono venuto è stato durante i sogni bagnati. Un giorno mi è stato detto dalla mia famiglia di andare a stare con Joe. Joe stava invecchiando e...

122 I più visti

Likes 0

Il mio sexy compagno di ufficio - III

Non potevo togliere Vathsala dalla mia mente. Non era una reginetta di bellezza come ho detto prima, ma era decisamente attraente e sexy. Ora che ho avuto due incontri con lei, tutti molto erotici e sensuali, ha occupato totalmente il mio mondo. E mi doveva per quello che aveva l'ultima volta quando ero bloccato sotto il suo tavolo e non l'ho dimenticato. Vathsala mi ha evitato per i giorni successivi a quell'incidente, e io ero piuttosto arrabbiato per l'intera faccenda. 'Cosa le ho fatto di male?' Mi sono sempre chiesto. Ma non fino a quando non ho colto per caso quel...

96 I più visti

Likes 0

Sorelle, figlie, nipoti e mogli!

Tutto questo è successo molto tempo fa. Ero al lavoro e facevo quello che ancora provo molto piacere nel fare....... no! non quello...... anche se ovviamente mi impegno ancora in quella particolare attività quando la cosa reale non è disponibile come fanno la maggior parte degli adulti, dovrei immaginare! No, stavo osservando le donne in ufficio con cui ho avuto il piacere di lavorare e immaginandole impegnate nel genere di cose su cui tutti noi ogni tanto fantasticamo!. Ne ho già parlato in altre storie, ma ho sempre ricavato molta soddisfazione nel guardare i membri del sesso femminile fare cose 'quotidiane';...

99 I più visti

Likes 0

La mia insegnante sexy_(0)

La campana ha suonato. Il nome del mio insegnante era Ella maya. Era così calda. Aveva un seno enorme che spuntava fuori, Mi è piaciuto quando si è chinata. Potresti vedere il suo culo. Lewis, per favore resta indietro, il resto di voi può andare! Tutti si precipitarono fuori. non ho fatto niente di male? Vuoi un aiuto in più? Possiamo andare a casa mia adesso, se vuoi? Telefonerò ai tuoi genitori? Whoa. S-sì per favore ho detto. Lei sorrise. Poi ha telefonato ai miei genitori e siamo andati a casa sua. *l'aiuto è terminato.* Posso usare il bagno? Ho chiesto...

86 I più visti

Likes 0

Foxy Knoxy -3 Inizia il calvario di Meredith

Prima: Foxy Knoxy Prima: Foxy Knoxy II (Foxy Knoxy – Studenti stranieri Amanda e Meredith litigano nel loro appartamento in una piccola città italiana. Amanda va al bar dove va nella stanza sul retro per intrattenere tre uomini un po' rudi. Finito con gli uomini che Amanda aspetta al bar per il suo ragazzo. Meredith esce per scopare e trova Rudy, un immigrato dall'Africa scontento di Meredith) Ora è più così. Meredith poteva sentire il grosso rigonfiamento nei pantaloni di Rudy con il piede. Rudy sorrise e smise di parlare mentre Meredith muoveva il piede contro il suo cazzo gonfio. Rudy...

76 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.