La migliore amica di mia figlia, parte 1

606Report
La migliore amica di mia figlia, parte 1

Questa storia è finzione ed è stata originariamente scritta a mano su un quaderno scolastico a spirale prima ancora che i computer portatili fossero inventati. Probabilmente mentre lavoravo come proiezionista al cinema nei primi anni ottanta. L'ho trascritto per la prima volta in un primo elaboratore di testi circa 20 anni fa e ho salvato i floppy disk fino a quando non ho acquistato un computer moderno. Ecco il testo, così com'è. Spero vi piaccia.

La migliore amica di mia figlia, parte 1

Erano circa le 3 del mattino ed ero seduto al tavolo della cucina, con il mio taccuino davanti a me, la penna in mano e la mente vuota come un membro del Congresso di Washington durante la pausa invernale. Mi alzai, aprii una nuova scatola di vino rosso e me ne versai un po'. Indossavo solo una vestaglia di spugna ei miei boxer. C'era la luna piena e dalla finestra vicino al tavolo entrava abbastanza luce che non ho acceso la luce. Mi sono seduto di nuovo e ho guardato l'ingresso della cucina con aria assente mentre sorseggiavo il mio vino.

Ho continuato a disegnare uno schema per il mio prossimo libro. Avevo alcune idee per un altro romanzo ma non le avevo ancora gestite dal mio editore. Poco dopo sentii dei passi che venivano verso la cucina. Ho pensato che fosse Audrey o Katie che scendevano per uno spuntino di mezzanotte. Audrey è mia figlia di 17 anni e Katie è la sua migliore amica. Audrey e io viviamo insieme da molti anni ormai, da quando la sua stupida madre ubriaca ci ha abbandonato entrambi ed è andata via con un vicino maschio più giovane che le aveva fornito alcol e altro materiale per feste.

Ho assunto un avvocato per ottenere subito il divorzio e l'affidamento completo e ho redatto anche un nuovo testamento. Da allora dover crescere una ragazza da solo non è stato il compito più facile. A volte penso di essere troppo protettivo con lei ea volte penso di essere troppo sciolto; ma se ho imparato una cosa è non dubitare continuamente di me stesso, non funzionerebbe. E da parte sua, è stata una brava figlia, mi ascolta, purché io sia abbastanza ragionevole, e non si è mai messa nei guai. Tuttavia, per molti versi è come sua madre, soprattutto per il suo aspetto. È bionda e molto bella, in un modo molto femminile. Ha le sue curve; i suoi seni immagino siano da qualche parte tra una coppa C e una coppa D; sa che sono bellissime e non esita a mostrarle nei suoi vari modi. La sua vita è sottile ei suoi fianchi sono pieni e spesso mostra la stessa civetteria che aveva sua madre molto prima che nascesse.

Katie è la sua più cara amica, o almeno quella che vedo con lei più spesso. È per molti versi opposta a lei nell'aspetto, ma altrettanto bella a modo suo. È più alta di Audrey con gambe più lunghe e molto più atletica. I suoi capelli sono neri e lunghi, i suoi seni sono una coppa B o meno e ha il corpo, il culo e le gambe più stretti e sottili che abbia mai visto su una ragazza della sua età. Non emancipato, intendiamoci, solo una specie di stuzzicadenti ambulante, potrei pensarlo, ma non lo direi mai.

Credimi, non è una cosa molto facile, cercare di mantenere i propri pensieri paterni con due ragazze di 17 anni come quella che girano per casa mia tutto il tempo.

E si è scoperto che era Katie. Ovviamente non era a conoscenza della mia presenza in cucina e per qualsiasi motivo non ho detto nulla. Potrei essere stato impegnato a fissarle il culo. Indossava una camicia da notte e una vestaglia corta. Scendeva appena più in basso del suo culetto – abbastanza interessante, non riuscivo a vedere se indossasse qualcosa sotto – e ovviamente non indossava il reggiseno, perché la forma dei suoi piccoli seni si vedeva abbastanza facilmente attraverso la vestaglia di seta, e era abbastanza aperto nel mezzo. Chiaramente non si aspettava di essere vista. Andò al frigorifero e lo aprì. Poi si chinò e cominciò a cercare qualcosa. Mi sono seduto tranquillamente lì e ho guardato mentre il labbro della vestaglia si alzava esponendo il suo bel culetto. Dopotutto indossava qualcosa sotto: un minuscolo perizoma rosso. Sorrisi tra me e mentre giravo di nuovo la testa sul blocco note, mi schiarii la gola. Ha lanciato un urlo, è saltata e ha battuto la testa sul frigorifero. Poverino, mi sono sentito male.

"Scusa, non volevo spaventarti."

Mi affrontò rapidamente e si aggiustò la vestaglia, mentre io distoglievo lo sguardo.
"Signor Turner, non ti ho notato seduto lì."

"Sì, l'ho indovinato. Non mi ero accorto che eri lì fino a quando non si è accesa la luce nel frigorifero. Allora cosa ti porta qui alle 3 del mattino? Insonnia, presumo? Un po' come me."

Fece un respiro profondo e riprese il controllo delle cose. "Sì, qualcosa del genere. Si è appoggiata al bancone con le mani giunte davanti a sé, spingendo inavvertitamente i suoi seni insieme, mostrandomi un po' di pelle. "Ho pensato, avrei preso del succo o qualcosa del genere, o forse avrei guardato un po' di TV finché non mi sono addormentato di nuovo."

"Beh, non farmi intralciare. Ho sempre problemi a dormire tutta la notte e sto solo facendo un po' di lavoro." Puntai la penna verso il blocco note di fronte a me.

"Oh figo. Hey, allora forse non le dispiacerebbe parlare per un po' o qualcosa del genere, vero signore?"

Poso la penna. "Niente affatto Katie, non capita spesso che un vecchio come me riesca a chiacchierare con una bella signorina come te."

Sorrise, prese uno sgabello dal bancone della cucina e si sedette accanto al tavolo di fronte a me. Lo sgabello era più alto della mia sedia, che fortunatamente, o sfortunatamente, mi permetteva di vedere chiaramente le sue cosce sottili e nude e qualunque cosa si trovasse tra di esse ogni volta che le incrociava e le apriva.

"Allora, cosa stai scrivendo? È un nuovo libro?"

"Beh, se funziona, un giorno accadrà. Se il mio editore dice che l'idea gli piace, dovremo aspettare e vedere."

"Fantastico. Di cosa si tratta?"

"Beh, è ​​una specie di libro di memorie di un uomo giovane o di mezza età sull'orlo della morte, sulla sua giovinezza, i suoi giorni al college, i suoi amori passati, cose del genere."

"Fantastico. Riguarda il tuo passato?"

Ridacchiai, domanda pericolosa. "Sì e no. Tu usi sempre parte delle tue esperienze e qualcuna di altre persone e fai il resto. Più a lungo scrivo e più facilmente le pagine si riempiono."

Ha spostato le sue lunghe gambe e ho dato un'altra occhiata al suo perizoma rosso. Ho subito alzato lo sguardo e mi sono sentito male, perché mi aveva appena beccato. Ho subito cambiato argomento.

"Allora com'è andata la serata con Audrey?"

"Oh come al solito, siamo tornati a casa dal cinema e ci siamo vestiti con le nostre camicie da notte e abbiamo iniziato a parlare di ragazzi, cercando di capire come trovare un appuntamento! Audrey vuole che anche io ti aiuti a trovare qualcuno! Dice che sei a casa da solo troppo."

Sono rimasto un po' spiazzato dalla sua affermazione. "Cosa? Sei serio?"

"Certo. Sai che Audrey si preoccupa davvero per te."

"Beh, è ​​carino da parte sua... e tu, preoccuparti per me, ma non è proprio necessario."

"Ma non preoccuparti, non è l'unica cosa di cui parliamo. Principalmente parliamo di ragazzi della nostra età che ci piacciono."

"Hmm. Capisco." Stavo diventando curioso. Principalmente a causa di qualcosa che è successo molto tempo fa. Sono sempre stato abbastanza liberale con Audrey, senza preoccuparmi molto di chi sta uscendo o di cosa sta facendo con loro. È una giovane donna molto attraente e so che ci sono un sacco di ragazzi della sua età disposti a entrare nei suoi pantaloni, ma sono anche sicuro di come è stata educata, quindi mi fido di lei. Quello che era successo quella notte di qualche tempo fa, quando aveva un fidanzato, era stata l'unica volta in cui avevo avuto sentimenti negativi riguardo alle sue decisioni. Quella notte avevo anche problemi a dormire e avevo sentito dei rumori provenire dalla sua camera da letto. La sua porta era stata aperta solo un po' e non ho potuto fare a meno di dare un'occhiata. Quello che ho visto è stato un po' uno shock per me.

C'erano Audrey e un ragazzo nel suo letto. Era supino ed entrambi erano nudi. Lei era sopra di lui, inginocchiata sulla sua faccia all'indietro e china sul suo cazzo. Stava scendendo su di lui, tenendolo e succhiandolo mentre la sua figa nuda era a pochi centimetri da questa piccola faccia da stupido. Tornai al piano di sotto nella mia camera da letto velocemente e silenziosamente chiusi la porta. Non le ho mai detto niente al riguardo e nemmeno lei ne ha mai parlato, ma mi ha tenuto sveglio alcune notti.

All'inizio fu per qualcosa che avevo notato quella notte e che mi aveva infastidito. Il punto centrale del 69 è che entrambe le persone provano piacere orale allo stesso tempo. Ma quello che mi ha colpito è stato che, mentre mia figlia succhiava il cazzo di questo ragazzo, lui si stava semplicemente appoggiando allo schienale e gemeva anche se il suo inguine era quasi sulla sua faccia e avrebbe dovuto ricambiare. Sicuramente aveva molto da imparare! Era strano per me preoccuparmi di questo, ma l'ho fatto.

Tuttavia, con il passare del tempo, mi sono reso conto che ciò che mi era rimasto davvero in mente, oltre a quello che ho già detto, era che trovavo mia figlia così incredibilmente sexy. Era perfetta. I suoi grandi seni che oscillavano liberi, il modo in cui erano semplicemente appesi lì, le sue adorabili cosce aperte, quel bel culo rotondo in aria. Mi sono ritrovato ad avere sogni ad occhi aperti molto poco paterni. Ma l'ho messo fuori dalla mia mente. Ora che Katie parlava dei loro fidanzati, l'immagine le tornava in mente. Ho dovuto cambiare me stesso; altrimenti la mia erezione crescente sarebbe stata vista. "Allora con chi esce Audrey adesso?" dissi con nonchalance.

"Oh, adesso, nessuno."

"Capisco... allora conosci questo ragazzo che vedeva...?" Poi ho fatto una breve descrizione del ragazzo che avevo visto con mia figlia.

"Oh sì, quello è Dave, il suo ex. È un tale idiota"

"Si lo so."

"Ah? Com'è?"

Ero stato catturato e sono diventato rosso. Balbettai alcune parole incoerenti e poi mi rassegnai a raccontare a Katie quello che avevo visto. Ha ascoltato molto attentamente e sembrava che stesse cercando di nascondere un sorriso per tutto il tempo. Poi iniziò a giocherellare con le unghie e disse con noncuranza:

"Sì, è lui, va bene; è proprio così. Tutti a scuola lo sanno. Almeno tutte le ragazze. Ma è davvero un ragazzo di bell'aspetto, nella squadra di calcio e tutte le ragazze pensano che debba essere così bravo a letto. Sentono che il problema era la ragazza precedente e non loro. Audrey ha commesso lo stesso identico errore".

"Vedo." Non sapevo cos'altro dire. L'ho guardata ancora una volta mentre incrociava le gambe e mi ha dato un'altra occhiata al minuscolo panno rosso tra di loro.

"E tu, signor Turner? Non sei affatto come Dave, vero?"

Sono stato sorpreso dalla domanda; era il tipo di domanda a cui qualunque cosa tu rispondessi eri in grossi guai. "Certo che no, Katie. Il sesso dovrebbe riguardare il piacere e il piacere reciproco, non solo il riceverlo. Quando arrivi alla mia età, ti rendi conto che provi tanto piacere nel darlo quanto nel riceverlo."

Sorridendo, si sporse un po' in avanti. Diedi un'occhiata sotto il suo mento alla punta dei suoi seni scoperti dalla V della veste. "Questo è esattamente ciò che rende gli uomini più anziani come te, così sexy, signor Turner. Non si tratta solo di precipitarsi nel sesso reale. Ti piace prolungare l'esperienza e condividere il piacere."

Poi si è alzata ed è tornata al frigorifero per rimettere a posto la bottiglia di succo V8. Ancora una volta si è chinata per infilarselo e mi ha dato un'altra occhiata al suo bel culo e al perizoma rosso infilato tra le piccole guance che le coprivano a malapena la figa. Poi chiuse la porta, si voltò e venne verso di me.

"Le dica una cosa, signor Turner; visto che mi è stato di così buona compagnia stasera, le farò un favore così potrà addormentarsi." Aspettai con sorpresa e improvvisa ansia. "Ti farò un bel massaggio alla schiena, che rilascerà abbastanza endorfine nel tuo corpo da farti dormire come un bambino. E scoprirai che faccio un massaggio eccellente."

Mi sono ricomposta e ho detto con un sorriso: "Va bene se insisti".

"Va bene allora, vieni qui e siediti su questo sgabello." È andata dietro di me. "Sarebbe davvero meglio se ti togliessi la vestaglia."

Ho esitato. Sotto avevo solo i boxer ed ero preoccupato che se mi fossi tolto la vestaglia, la mia erezione sarebbe stata chiaramente visibile; ma ho morso il proiettile e ho detto ok. Non appena ho sentito la sua mano toccarmi la schiena, ne sono rimasto colpito. Era così liscio, così meraviglioso, così giovane. E poi ha iniziato a lavorare sulla mia schiena, iniziando dalle mie spalle.

"Sei molto teso e teso qui, signor Turner." E li ha lavorati sodo. Sono rimasto colpito da quanto fosse forte la sua presa. Ma poi di nuovo, sapevo che era atletica, quindi non era troppo sorprendente. Si è fatta strada lentamente verso il basso, fino al centro della mia schiena e lentamente si è abbassata. A questo punto avevo un'erezione furiosa e non c'era modo di nasconderlo. Le sue mani erano magiche e mentre mi massaggiava la schiena, avevo immagini di lei e del suo minuscolo perizoma rosso, del corpo nudo di mia figlia e di un sacco di altri pensieri che mi passavano per la testa. Mentre mi massaggiava i fianchi, all'improvviso ho sentito la sua mano raggiungere la parte anteriore, nei miei boxer, e afferrare il mio cazzo attorno alla lunga asta. Ero scioccato. Abbassai lo sguardo ed eccolo lì, il mio cazzo eretto, mezzo fuori dai miei boxer, con la mano della giovane Katie attorno ad esso, che lo accarezzava su e giù.

"Katia..."

"Va tutto bene, signor Turner. Gliel'ho detto, voglio solo aiutarla a rilassarsi", disse con un sorriso mentre si avvicinava. La sua vestaglia era ora completamente aperta a metà e potevo vedere tutto il suo bel seno piccolo e i capezzoli castani e rigidi che spuntavano da sotto la vestaglia! Le sue gambe erano divaricate e finalmente ho visto bene quel perizoma rosso. Era di nylon piccolo e molto stretto e potevo vedere il suo tumulo pubico che premeva con forza contro di esso.

"Tiriamoci fuori da questi." Disse mentre mi tirava i boxer. Ho obbedito. Ero lì nudo nella mia cucina, di fronte a un amico di 17 anni della mia unica figlia, con il mio cazzo molto duro e puntato verso di lei. Prese ancora una volta il mio cazzo palpitante nella sua mano liscia.

"Andiamo in soggiorno." Aprendo la strada davanti a me ha iniziato a trascinarmi per il mio cazzo. Andammo in soggiorno e mi sedetti sul divano, il mio cazzo duro in piena attenzione. Era in piedi davanti a me, tra le mie gambe aperte. Si tolse la vestaglia. Ho bevuto alla vista del suo corpo duro, snello e atletico. Potrei dire che anche lei era eccitata perché i suoi piccoli capezzoli sporgevano di almeno mezzo pollice e il minuscolo perizoma rosso aveva una macchia bagnata sopra. Poi si inginocchiò davanti a me e mi guardò mentre accarezzava il mio cazzo su e giù lungo tutto il fusto. "Ha davvero un bel cazzo, signor Turner. Ne ho visti solo pochi, ma il suo è davvero bello e molto più grosso di alcuni ragazzi della mia età."

Ha detto tutto questo mentre si chinava e prendeva il mio cazzo in bocca. È stato magico. Stavo guardando la sua testa andare su e giù sul mio grembo, potevo sentire la sua calda lingua morbida mentre leccava lungo il lato inferiore del mio albero. Mi sentivo così bene. Era passato molto tempo dall'ultima volta che avevo fatto un pompino e sai bene quanto me che non ci sono brutti pompini! È come mangiare la pizza, anche la fetta peggiore che tu abbia mai mangiato non era poi così male!

Mi sono divertito nella sensazione del mio cazzo gonfio che veniva succhiato da questo giovane adolescente di talento. La guardai muoversi, i suoi lunghi capelli lisci che mi sfioravano le gambe, i suoi piccoli seni sodi che tremavano mentre dondolava su e giù sul mio cazzo. Poi ha tolto la bocca dal mio cazzo e mentre accarezzava su e giù l'asta bagnata e scivolosa, mi ha guardato con un sorriso e ha detto "Come sto andando finora, signor Turner?"

"Sei semplicemente fantastica Katie!"

Poi ha ricominciato a succhiare. Mi appoggiai allo schienale e chiusi gli occhi. Ha iniziato a massaggiare delicatamente le mie palle piene, una alla volta e ho sentito che mi stavo rapidamente avvicinando all'orgasmo. Succhiò molto forte, prendendomi tutta la lunghezza in bocca, poi tirandosi indietro e leccando ferocemente la parte inferiore. Mentre mi avvicinavo all'orgasmo, lei tirò fuori ancora una volta il mio cazzo e iniziò ad accarezzarlo forte.

"Oh... tesoro, sto per venire!" E mentre lo dicevo, con Katie che ancora teneva fermamente in mano la mia asta palpitante, venni. Il mio primo colpo l'ha colpita al petto e al collo. Poi ha ripreso rapidamente il mio cazzo in bocca e ha ripreso a succhiarlo mentre deglutiva voracemente! Stavo volando. È stato semplicemente fantastico; Ho continuato a spruzzarle sperma in bocca finché le mie palle non erano vuote! Ha continuato a succhiare lentamente e giocare con il mio cazzo in bocca, mentre lentamente ho iniziato a diventare morbido.

Alla fine mi tolse il cazzo dalla bocca e mi guardò con un sorriso. C'era un po' di sperma sul suo labbro e se lo leccò con la lingua. Poi si è guardata il petto ed entrambi abbiamo visto un po' di sperma sui suoi seni e un po' che scendeva verso il suo ventre liscio. Lei rise.
"Wow, signor Turner, è stato piuttosto forte, sembra che sia passato un bel po' di tempo..."

"Senti, Katie, mi dispiace davvero per..."

"Signor Turner... PER FAVORE... Non dire niente. Mi è piaciuto molto farlo, mi fa davvero arrapare. Non è che sia la mia prima volta. Non mi interessa, sono contento che ti sia piaciuto Esso."

Ero lusingato. Ci ho guardato. Ero seduta sul divano nuda e questa dea 17enne di fronte a me inginocchiata sulle sue ginocchia, con il mio cazzo semiduro in mano e il mio sperma schizzato sul suo petto. Poi prese la vestaglia e si alzò. "Ehi, dove stai andando?"

"Beh, devo darmi una ripulita ed entrambi dobbiamo dormire un po'."

Mi sono alzato in fretta e ho messo le mani sui suoi fianchi stretti. "Questo può aspettare", poi le ho tolto la vestaglia dalle mani e l'ho indirizzata a sedersi sul divano e ho detto: "Adesso tocca a me tesoro. È giusto, no?" Alzò lo sguardo e sorrise. Mi inginocchiai e allargai le sue gambe snelle. Ho guardato il suo bel corpo e il perizoma rosso. Poi l'ho afferrato per l'elastico della gamba e l'ho tirato giù lentamente. Ha sollevato il sedere e mi ha permesso di tirarlo fuori fino in fondo. Poi, mettendo le mani sulle sue cosce interne, le ho spalancate e ho visto la sua giovane figa pelosa.

Le labbra esterne erano rosse, gonfie e piuttosto umide e potevo vedere il suo clitoride eccitato che spuntava dalle sue pieghe di pelle. E tra le sue adorabili labbra esterne ho intravisto l'incantevole apertura rosa scintillante della sua figa. Mi chinai baciandole il basso ventre e scendendo, fino a raggiungere il suo minuscolo clitoride e poi con la lingua ne leccai solo la punta. Emise un leggero gemito. Con i pollici, ho separato le pieghe pelose e ho rivelato più del bottone gonfio e divertente. Poi l'ho sfiorato delicatamente con la lingua.

Potevo sentire i suoi muscoli della coscia tesi mentre iniziavo a stuzzicarla e giocarci. Facendo scorrere la mia lingua su di esso più velocemente e continuamente, ho iniziato a tracciare su e giù leggermente all'interno delle sue labbra rosa interne con il mio dito. Gemeva leggermente e si contorceva mentre giocavo con la sua clitoride. L'ho preso in bocca e l'ho succhiato dolcemente mentre lo leccavo con la punta della lingua. I suoi muscoli si contraevano mentre giocavo con la sua clitoride e ogni tanto alzava i fianchi e premeva la figa contro la mia bocca.

Mentre succhiavo il minuscolo clitoride di Katie, ho di nuovo aperto le labbra della sua figa e ho premuto il dito medio nell'apertura della sua vagina. Sembrava caldo e lubrificato ed era sempre stretto. Ho spinto delicatamente un po'. Emise un gemito molto più forte!

"Oooh... Mr. Turner..." Sussurrò mentre mi sentiva inserire lentamente il mio dito dentro di lei. Le sue pareti vaginali erano forti e si contraevano mentre continuavo a muovere la lingua contro il suo clitoride eccitato. Allungò una mano e me la passò tra i capelli, premette la mia testa contro la sua figa mentre spingeva il suo inguine sulla mia bocca. Ho fatto scivolare il dito fuori e poi di nuovo dentro fino in fondo. Il mio dito medio era bagnato dai suoi succhi, quindi questa volta ho inserito anche il mio dito indice. Facendo scivolare lentamente due dita dentro e fuori dalla sua figa bagnata, l'ho aperta un po' mentre le succhiavo ancora la clitoride e me la facevo rotolare sotto la lingua.

L'ho sentita premere le cosce contro la mia testa, mentre i suoi gemiti diventavano più forti, fino a quando all'improvviso mi ha afferrato con forza la testa premendola contro di lei, spingendo il suo inguine contro la mia bocca e ho capito che stava avendo un orgasmo. Le sue pareti vaginali, si strinsero contro le mie dita ancora dentro di lei, ei suoi succhi aumentarono e iniziarono a fluire intorno alle mie dita. Poggiai di nuovo le labbra sulla sua clitoride e succhiai, premendo la lingua contro la punta. La sua schiena era arcuata, gli occhi chiusi e tutto il suo corpo era teso e io ero lì tra le sue gambe magre a succhiare la sua deliziosa figa!

Alla fine, tornò di nuovo, emettendo un grande respiro. Era arrossata e aveva uno strato di sudore sul petto e sulle cosce. Tirai fuori le mie dita da lei e le leccai mentre guardavo il suo petto ansante, che andava su e giù. Il suo intero inguine e la sua figa erano bagnati e luccicanti dei suoi succhi.

“Oh mio Dio, signor Turner, è stato fantastico. Nessuno mi è mai caduto addosso in quel modo prima d'ora!

"Cara ragazza, mi è piaciuto così tanto farti questo, non è nemmeno la mia prima volta!" Adesso ero seduto sulle mie ginocchia, la mia testa tra le sue gambe e guardavo la sua piccola figa lucente e mi sono reso conto che il mio cazzo si stava indurendo e pulsava di nuovo. Anche lei se n'è accorta.

"Sembra che tu sia pronto per ripartire!" Disse con un grande sorriso.

"Non è vero?"

Rimase in silenzio mentre mi alzavo e mi sedevo sul divano accanto a lei, con il mio cazzo duro rivolto verso l'alto. L'ho guardata e ho detto a bassa voce: "Ti piacerebbe salire e andare a fare un giro tesoro?" Lei rise, si alzò e mi si mise a cavalcioni. Mentre si abbassava lentamente sul mio grembo, adattandosi, fino a quando solo la testa del mio cazzo era appoggiata contro l'apertura calda e bagnata della sua figa. Mi guardò con un sorriso e disse: "Pronto?"

Le misi le mani sulla vita sottile e annuii. Poi lentamente ho permesso al mio cazzo di entrare nella tenuta della sua giovane figa vogliosa. Circondata su tutti i lati da carne calda e bagnata, è scivolata giù con fermezza, spingendo il mio cazzo fino in fondo nella sua figa volenterosa, fino a quando non si è seduta comodamente sulle mie ginocchia, con il mio cazzo duro seppellito completamente dentro di lei! È stato fantastico come praticamente nessuno della mia età aveva mai avuto prima! Poi lentamente si alzò. Ero in paradiso con la sensazione di lei che mi scopava mentre la sua figa adolescente scivolava lentamente contro la pelle del mio cazzo.

Su e giù, ha iniziato a cavalcarmi, il mio cazzo che entrava e usciva dalla sua fantastica figa. Mi mise le mani sulle spalle e le mie sui fianchi. Guardare in basso e vedere il mio cazzo scomparire ogni volta nella sua calda e giovane fica mi stava facendo impazzire. Respirava più velocemente e al ritmo dei suoi movimenti. Con una mano ho allungato e ho iniziato a pizzicare il piccolo capezzolo del suo giovane seno. Con l'altra ho abbassato la mano e ho iniziato a fare lo stesso con la sua clitoride mentre mi cavalcava.

Abbiamo scopato per quello che sembrava un'eternità, il suo corpo sodo e flessibile mi cavalcava forte, il mio cazzo scivolava dentro e fuori dalla sua figa dolce e calda. Mi sentivo come se fossi vicino a venire, ma non volevo. Le ho messo le mani sui fianchi e l'ho rallentata. Lei ha obbedito. "Cambiamoci, ha detto." Si staccò da me e si alzò.

"Ti piace farlo da dietro, signor Turner?"

"Oh sì cara. La mia preferita! Mi piace la tua fica comunque si adatta al mio cazzo."

Quindi ci siamo inginocchiati entrambi davanti al divano, io dietro di lei. Si sporse in avanti, i gomiti appoggiati sul divano, le ginocchia sul tappeto e spalancò le cosce! Ho allungato la mano, ho fatto scorrere un dito su e giù nella sua fessura un paio di volte e ho allargato ancora di più le sue labbra. Poi ho posizionato il mio cazzo sulla sua apertura e sono scivolato di nuovo dentro di lei. Emise un forte gemito mentre mi portava di nuovo dentro. Spinsi in profondità dentro di lei fino a quando il suo culetto sodo premette contro il mio inguine.

Lentamente ho tirato fuori di nuovo il mio cazzo circa a metà e poi ho spinto di nuovo dentro. Poi ho afferrato i suoi fianchi ossuti e ho iniziato a scoparla alla pecorina! Lentamente all'inizio, ma accelerando rapidamente. Aveva la mano tra le gambe che si strofinava il clitoride e gemeva e io ho messo la mia mano sopra la sua e ho iniziato a strofinare più forte. Spingeva indietro contro il mio cazzo con ciascuna delle mie spinte arrapate. Poi all'improvviso ho sentito le pareti della sua figa stringersi attorno al mio cazzo mentre continuavo a scoparla e lei ha emesso un lungo gemito!

"Oh mio dio... sto venendo di nuovo Mr. Turner..." La sua figa era ancora più stretta mentre veniva quella volta e mi resi conto che presto sarei venuto anch'io e per un secondo mi chiesi cosa avrei dovuto fare.

"Oh cazzo... Katie! Sto per venire... Dove?"

E lei ha risposto con il respiro affannoso "Prendo la pillola". E con ciò, ho spinto il mio cazzo in profondità nella sua favolosa figa ed è esploso dentro di lei. Ho pensato che sarei svenuto. È stato molto forte per me e ho dovuto tenere i suoi fianchi stretti per alcuni buoni secondi. Potevo sentire il mio cazzo pompare ancora una volta il suo carico. Un po' di sperma fuoriusciva e iniziava a colare lungo le sue cosce. Mi sono liberato da lei, le ho baciato il collo un paio di volte e poi la schiena. Poi l'ho guardata lì in ginocchio, ancora piegata in vita, la sua piccola figa pelosa divaricata tra le natiche e l'interno cosce tutte bagnate e lucide di entrambi i nostri succhi.

Alla fine, si voltò e mi guardò. Stava ancora lentamente riprendendo fiato come me ed eravamo entrambi coperti di sudore. Non sapevo cosa dire. Lei mi guardò e sorrise. "Wow, signor Turner. È stato semplicemente fantastico."

"Me lo stai dicendo?"

"No! Voglio dire, non sono mai stato fottuto così prima d'ora, mai! I ragazzi della mia età sono proprio questo, ragazzi!"

"Non riesco a ricordare nessuno che sia mai stato una persona migliore di te. La tua figa è così stretta, Katie!"

Si girò, si sedette e prese il mio cazzo appeso in bocca e ne succhiò i succhi. "Amo il tuo cazzo. Ho adorato il modo in cui mi è sembrato scivolare dentro la prima volta. E la seconda volta! Il modo in cui lo muovi, e sicuramente il modo in cui continui a fottermi per così tanto tempo."
Mi sono sentita lusingata e ho iniziato ad arrossire. "Katie mia cara, la tua giovane figa è incredibile. Il modo in cui è così calda dentro. Non ricordo l'ultima volta che ho avuto una figa così bella." È stato davvero strano parlare così con l'amica diciassettenne di mia figlia; per non parlare del fatto che eravamo entrambi ancora seduti lì completamente nudi. Alla fine si è alzata. Raccolse la vestaglia, la camicia da notte e le mutandine perizoma.

"Beh, ci deve assolutamente essere una ripetizione, quindi non dirlo ad Audrey, okay? Sussurrò. Hai sicuramente curato qualsiasi insonnia che abbia mai avuto. Vado a farmi una doccia e dormi un po'. Domani ho scuola. Speriamo di non aver già svegliato Audrey. Buonanotte!" E con un occhiolino e un ampio sorriso attraversò rapidamente la stanza ancora nuda e iniziò a salire le scale.

Mi sono seduto proprio lì, anch'io ancora nudo e ho cercato di capire cosa fosse appena successo. E poi, rendendomi conto che è meglio non farlo e godermi semplicemente il momento, ho preso la mia vestaglia e mi sono diretta lungo il corridoio verso la mia camera da letto al piano di sotto...

Nota dell'autore: sono un nuovo scrittore su questo sito e sto cercando commenti positivi in ​​modo da poter decidere se voglio continuare a pubblicare storie.

Storie simili

FAMIGLIA DI 4_(0)

[b]FAMIGLIA DI 4, FAMIGLIA INSIEME Mia moglie Pari, sua sorella minore (di un anno), Ara, e la loro madre, Mae. 3 Signore – e io, uomo di casa per così dire, la nostra Famiglia. È diventato un ruolo piuttosto estenuante. Dove viviamo in Asia, io sono uno straniero, nato nel sottosuolo. Ma ormai vivo da molto tempo in Asia e capisco quanto sia importante la Famiglia. Nel caso della famiglia di mia moglie, suo padre è morto (per malattie legate al fumo e all'alcol) più di 15 anni fa; da allora, le 3 Signore sono state insieme, nonostante i singhiozzi e...

1.1K I più visti

Likes 0

Incontri Darkness - Parte I

Incontri Oscurità Mentre tornava a casa lungo la scorciatoia, un sentiero sterrato tra due caseggiati abbandonati, sentì dei passi dietro di lei. Si voltò rapidamente verso i suoi dottori che sollevavano polvere, nessuno lì. Aumentando il ritmo si affrettò lungo il sentiero, la sua ombra di fronte a lei dalla luna piena stanotte. Di nuovo sentì i passi che corrispondevano al suo ritmo; lei si è fermata, loro si sono fermati. Girandosi ancora non vide nessuno. Datti una calmata, Laura! disse ad alta voce mentre scuoteva la testa e continuava a camminare verso casa. Sentì il clic di una macchina fotografica...

857 I più visti

Likes 0

Lucy viene scopata dal padre della sua migliore amica

Erano le 15:00 di mercoledì e il caldo della giornata estiva si abbatteva su Lucy e la sua amica Jillian mentre tornavano a casa da scuola. Il marciapiede era caldo e ricoperto di foglie e noci degli alberi che fiancheggiavano la strada di Jillian. Mentre il sole bruciava, le foglie gocciolavano un aroma caldo che ricordava a Lucy il pot-pourri che aveva annusato in un negozio di candele boutique nella strada principale della sua piccola città. L'aria era calda e l'odore della flora bruciata la fece girare la testa assonnata e soddisfatta. Le due ragazze imboccarono il vialetto di Jillian mentre...

615 I più visti

Likes 0

La mia figliastra senzatetto, parte 3

Mentre Chelsea giaceva a letto con noi, qualcosa si risvegliò dentro di lei. Non voleva più le donne della sua età. Li voleva giovani. Voleva adolescenti. L'emozione di essere il primo per qualcuno è stata travolgente. E l'eccitazione nel guardare il suo ragazzo far scoppiare la ciliegia di Ronnie era quasi più di quanto potesse sopportare. Sapeva che le ripercussioni per essere stata scoperta sarebbero state gravi, ma ora aveva un sedicenne che poteva aiutarla. Potrebbe essere molto divertente. Ronnie giaceva a letto, con la testa appoggiata sul petto del patrigno. Non poteva credere a quello che era successo in meno...

524 I più visti

Likes 0

I 120 giorni di sodoma - 17 - parte1, IL SEDICESIMO GIORNO

IL SEDICESIMO GIORNO I nostri eroi si alzarono vivi e freschi come appena arrivati ​​dalla confessione; ma a ben guardare si sarebbe potuto notare che il Duc cominciava a stancarsi un po'. La colpa di questo avrebbe potuto essere attribuita a Duclos; non c'è dubbio che la ragazza avesse completamente padroneggiato l'arte di procurargli delizia e che, secondo le sue stesse parole, i suoi scarichi erano lubrificanti con nessun altro, il che confermerebbe l'idea che queste cose dipendono esclusivamente dal capriccio, dall'idiosincrasia , e che l'età, l'aspetto, la virtù e tutto il resto non hanno nulla a che fare con il...

1.5K I più visti

Likes 0

S.S. Shotguneagle (Sesta parte)

Non sarebbe del tutto vero se Leah dicesse che il suo spirito non è incrinato. Anche dopo aver ripetuto a se stessa come starà bene, il dubbio è sempre rimasto nella sua mente. La sua mente potrebbe essere ancora intatta al momento, ma la sua volontà di rimanere forte e positiva stava crollando. Si chiedeva quanto tempo sarebbe passato prima di perdere completamente la testa. Non aiutava, inoltre, il fatto che Leah si stesse picchiando mentalmente. Odiava il modo in cui permetteva a questi animali di farsi strada con lei. Leah non ha mai voluto essere un'altra vittima indifesa che non...

1.6K I più visti

Likes 0

Vorresti due di me? Questo avverrà in un futuro molto prossimo….. ….Sono Lisa e ho fatto un grande passo e ho messo insieme segretamente un clone e una combinazione robotica di me stesso. La mia azienda pensava che fosse solo l'ultima ragazza robot che avevo creato. Ho aspettato che il ragazzo giusto lo provasse. Ho finalmente trovato quello che cercavo. Era bello, sexy e giovane. Perfetto…. --------- …Ron…. ...Ho ricevuto informazioni su un'azienda che voleva che qualcuno provasse la loro ultima ragazza robot. L'ho esaminato e sembrava interessante. Li ho contattati e mi hanno accettato come un buon test per lei...

1.6K I più visti

Likes 0

Il nuovo capannone

Stavo costruendo un nuovo laboratorio e avevo bisogno di aiuto. Ho chiamato quattro amici che avevano abilità di falegnameria e per me erano incontri regolari. Sapevamo tutti di essere partner sessuali, ma mantenevamo le cose discrete poiché nessuna delle nostre mogli sapeva delle nostre attività extrascolastiche. Il cemento per il pavimento era già stato versato da due gentiluomini molto energici, ma questa è un'altra storia. Il legname era stato consegnato pochi giorni fa insieme a tutto l'hardware. La stazione della sega è stata allestita in una zona ombreggiata in modo che i lavori potessero procedere rapidamente. Le mogli hanno portato tutti...

1.4K I più visti

Likes 0

Dominato da lei

Avevo 16 anni all'epoca e non ero un V, andavo spesso in giro per casa dei miei amici a bere e divertirmi. All'inizio sua sorella molto più piccola non mi piaceva, ma dopo che iniziò a camminare per casa con i leggings attillati, la mia attenzione si spostò lentamente sulla sua bella figura tonica. Le sue mutandine mostravano anche i suoi leggings attillati che aderivano alla forma del suo culo color pesca. Era ben sviluppata per la sua età e mentre indossava un top scollato ho potuto dare una rapida occhiata laggiù. Ma questi sguardi veloci erano solo una cosa fino...

1K I più visti

Likes 0

Le avventure di Juan's Crazy Sex a Porto Rico/ Parte prima...

Sono un avvocato e so distinguere il bene dal male, ma quest'anno è stata davvero dura con me. Avere 34 anni, stare a 62 e pesare 170 libbre. brunastro rossastro scuro, Taglio di capelli basso Cesare. Sono un uomo misto, madre italiana, padre portoricano e indonesiano. Non conosco i miei genitori, sono stati uccisi in un sollevamento in alto in un aereo proveniente dall'Italia in visita i miei nonni da parte di mamma. Tutto quello che so è che a cinque anni vivevo con mio nonno dalla parte di mio padre, A Porto Rico, le cose sono cambiate dall'inizio. Sono passato...

1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.