Le mie due mogli (parte 1) Carol

685Report
Le mie due mogli (parte 1) Carol

LE MIE DUE MOGLI PARTE I


Capitolo 1

LA NARATIVA DI JACK


Ho incontrato Carol per la prima volta quando lei aveva 16 anni e io 19. Andavamo d'accordo e dopo esserci frequentati per un paio d'anni ci siamo sposati quando ha raggiunto i 18 anni. Non era bellissima, ma era molto attraente, alta 5 piedi e 6 pollici, leggermente sovrappeso ma non grasso, con una figura splendidamente proporzionata. In effetti aveva i seni migliori che avessi mai visto, o sentito, meravigliosamente sodi e formosi.

Era sempre stata una specie di flirt, sin da quando ci siamo conosciuti. Anche il giorno del nostro matrimonio l'ho vista chiacchierare e scambiare battute con Graham, mio ​​cugino, ma non era una cosa seria.

La prima occasione in cui sono diventato un po' sospettoso è stato dopo che eravamo sposati da circa un anno. Avevamo questo vicino, Mike, che veniva a trovarci di tanto in tanto per un drink e una chiacchierata. L'unica cosa memorabile di Mike era che fumava una particolare marca di sigarette e usava sempre fiammiferi, invece di un accendino. A quel tempo lavoravo come dirigente junior con una compagnia petrolifera britannica nel loro ufficio di Londra e dovevo assentarmi regolarmente da casa fino a una settimana per lavoro. Un venerdì, quando sono tornato a casa da un viaggio del genere, la prima cosa che Carol voleva fare era scopare: ho avuto appena il tempo di togliermi le scarpe! Dopo circa un'ora di sesso vigoroso ci sedemmo per mangiare e notai immediatamente un pacchetto della marca di sigarette fumate da Mike e una scatola di fiammiferi su un tavolino accanto a una poltrona. Li ho fatti notare a Carol e le ho chiesto se Mike fosse stato qui. Ha detto che non l'aveva fatto, ma che aveva iniziato a fumare e aveva comprato la stessa marca. Dopo il nostro pasto si sedette e fumò una delle sigarette, ma non sembrava del tutto a suo agio nel farlo. Non ho più visto le sigarette dopo quella sera e lei non ha mai più provato a fumare. Come ho detto, ero un po' sospettosa, ma le ho concesso il beneficio del dubbio e non ho più accennato all'occasione. Mike ha continuato a farci visita, ma non ho mai più visto alcuna prova che visitasse la casa quando ero lontano da casa.

Circa un anno dopo ho ottenuto un trasferimento in uno dei depositi della nostra azienda a Singapore e naturalmente Carol è venuta con me. Abbiamo stretto rapidamente amicizia con gli espatriati britannici e la comunità cinese locale e abbiamo cenato e bevuto regolarmente nei nostri vari appartamenti. Dopo uno di questi nel nostro appartamento, dove ci eravamo divertiti e bevuto molto, tutti gli ospiti se ne erano andati tranne Gordon, un alto dirigente di una compagnia petrolifera rivale. Gordon era uno scozzese di 35 anni, divorziato e un appassionato giocatore di rugby. Era grosso, alto più di un metro e ottanta, largo e muscoloso. Lo abbiamo visto come un caro amico che aveva passato la notte nel nostro appartamento molte volte dopo le nostre feste, ed era previsto che lo facesse anche questa volta. Continuammo a bere ea parlare, Carol seduta su una delle poltrone e io e Gordon seduti sul grande divano. Dopo un po' sono dovuto andare a pisciare e ho lasciato Carol e Gordon ancora a chiacchierare. Quando sono tornato, Carol si era unita a Gordon sul divano ed erano immersi in una conversazione su una futura partita di rugby. L'unico posto in cui potevo sedermi, se volevo evitare di sedermi dall'altra parte della stanza sulla poltrona, era sul divano accanto a Carol, con Gordon dall'altra parte. Carol, tra l'altro, indossava un abito di seta in stile cinese, lungo fino al ginocchio, con spacchi alti fino alla coscia su entrambi i lati. Lo dico per quello che ho visto pochi minuti dopo essermi seduto. Gordon aveva la mano attraverso la fessura sul fianco e stava facendo scorrere delicatamente la mano su e giù per la parte superiore della coscia di Carol - e lei non lo stava fermando. Devo ammettere che questo mi ha eccitato, a causa del drink suppongo, quindi ho iniziato a fare lo stesso attraverso la fessura sul mio fianco. Dopo un po' la partita di rugby fu dimenticata ed entrambi stavamo facendo scorrere le mani su e giù per le cosce di Carol, fino alle sue mutandine e oltre. L'abbiamo presa con calma, ma non è passato molto tempo prima che il vestito di Carol si ammucchiasse intorno alla sua vita, le sue mutandine intorno alle sue caviglie e Gordon e io ci alternassimo a toccarle la fessura bagnata mentre lei giocava con i nostri cazzi. Questo è andato avanti tutta la notte, l'unica variazione è arrivata quando Gordon ha sbottonato il vestito di Carol sul davanti e le ha tirato fuori le tette. Niente scopate: solo diteggiatura vigorosa, accarezzamento delle tette e la meravigliosa esperienza di far giocare i nostri cazzi contemporaneamente! La mattina ci siamo fatti la doccia, separatamente, abbiamo fatto colazione e nessuno di noi ha accennato a quello che era successo la sera prima – eravamo tutti un po' imbarazzati credo.

capitolo 2

La volta successiva che abbiamo visto Gordon è stato un paio di settimane dopo a una festa organizzata in un hotel locale da David, l'amministratore delegato dell'Estremo Oriente della compagnia petrolifera per cui lavorava Gordon. La festa è stata un grande successo, con tanto buon cibo e vino e balli a seguire. Carol, come di consueto in queste occasioni, è stata molto apprezzata in pista da ballo, soprattutto con David e Gordon che hanno trascorso entrambi gran parte della serata al nostro tavolo e hanno ballato quasi esclusivamente con Carol. Non ballavo, preferivo trascorrere la maggior parte del tempo davanti a qualche drink con gli amici, ma Carol era un'esperta e appariva piuttosto spettacolare sulla pista da ballo nel suo abito da sera blu a figura intera. In questo vestito, che era senza spalline, le sue tette sembravano ancora meglio del solito ed essendo strette e lunghe fino al pavimento, sembrava che le sue gambe arrivassero fino alle spalle! La festa è finita alle 2:00 e siamo tutti tornati a casa.

Il lunedì mattina David mi telefonò in ufficio e mi invitò a pranzare con lui in uno dei migliori ristoranti di Singapore. Dopo un ottimo pasto e un drink o due, David mi ha offerto un lavoro come dirigente senior con la sua azienda! Sono rimasto totalmente stupito. Ciò significava un aumento della paga del 70%, un'auto aziendale di prestigio e un'indennità di affitto più generosa! Mi ha avvertito però che ci sarebbero state delle condizioni e che avrei dovuto leggere molto attentamente il contratto che mi ha passato prima di firmarlo. Ora mi aspettavo alcune condizioni da associare a un simile lavoro, orari più lunghi, forse più viaggi lontano da casa, ma non mi aspettavo quello che ho letto in caratteri piccoli. Dovevo concedere a David e Gordon il pieno permesso di prendere in prestito mia moglie come condizione dell'accordo! I termini erano tutti stabiliti. Doveva essere disponibile per loro ogni volta che la volevano. Potrebbe essere istruita a visitare l'ufficio o l'appartamento di David in qualsiasi momento, con un preavviso di poche ore, in modo che lui possa fare ciò che desidera. Poteva persino offrire i suoi servigi agli amici, se lo desiderava. David - e Gordon - avevano anche il diritto di farle visita nel nostro appartamento, insieme o separatamente (o mandare amici o colleghi di lavoro), per fare sesso con lei lì. Non sapevo cosa dire. Era un lavoro incredibile e significava un sacco di soldi e prestigio, e l'idea che facessero sesso con Carol non mi disgustava come avrebbe dovuto - dopo che tutta quella notte passata con Gordon a toccarla mi aveva davvero eccitato - ma cosa direbbe? Rifiuterebbe certamente. Nessuna somma di denaro e prestigio la convincerebbe ad accettare di essere condivisa con altri due uomini e i loro amici! Al momento avevo davvero bisogno dello scotch che David mi ha offerto. Dopo qualche minuto David mi ha chiesto cosa ne pensassi del contratto. Beh, cosa posso dire, ho già avuto un'erezione al solo pensiero dell'idea di David e Gordon che si scopano Carol e firmerei felicemente il contratto, ma non oserei nemmeno sollevare l'argomento con lei. Mi ucciderebbe. Quando ho detto a David che sarei stato felice di accettare le condizioni stabilite, ma non sapevo proprio come avrei potuto sollevare l'argomento con Carol, si è messo a ridere! Aveva già discusso il piano con lei durante la festa, mentre lei si masturbava i cazzi suoi e di Gordon sotto il tavolo! Aveva accettato senza esitazione.

Quella sera, quando tornai nel nostro appartamento, Carol era tutta sorrisi. Aveva già saputo da David che avevo firmato il contratto. Abbiamo discusso a lungo del nuovo arrangiamento e abbiamo concordato che mentre questo era l'inizio di un episodio completamente nuovo nelle nostre vite, non avrebbe dovuto diminuire il nostro amore reciproco e, comunque, sembrava essere divertente. Verso le 9:30 ricevette una lettera da David consegnata a mano, che dava le sue istruzioni. Non mi ha permesso di leggerlo, ma ha spiegato alcuni dei suoi contenuti. In primo luogo è stato confermato il mio nuovo lavoro. David avrebbe sistemato le cose con il mio attuale datore di lavoro per consentirmi di iniziare immediatamente. Dovevo assumere il mio nuovo ufficio e nuovi compiti la mattina seguente. Ora per Carol, doveva essere sempre pronta a ricevere una telefonata da David che la invitava a raggiungerlo con breve preavviso. Doveva vestirsi secondo le istruzioni (le era stato persino offerto un generoso assegno per il vestiario da David) e arrivare esattamente all'ora specificata. Per quanto riguarda qualsiasi ulteriore istruzione, Carol non mi diceva nulla, tranne che non ero invitato a partecipare a nessuna di queste sessioni, ma potevo partecipare a qualsiasi di quelle che si svolgevano nel nostro appartamento.

La sera seguente, martedì, verso le 10:30 eravamo entrambi seduti a leggere quando suonò il campanello. Era Gordon. Prese Carol da parte e le sussurrò qualcosa mentre le accarezzava l'interno coscia attraverso la gonna. Voleva approfittare della clausola di visita del nostro contratto: quella notte ci avrebbe raggiunto a letto! Ebbene, avevo firmato il contratto e il contratto prevedeva queste visite, quindi non c'era niente da dire. Immaginai che il modo migliore per iniziare il procedimento, per noi del tutto nuovo, fosse con un buon drink forte. Mentre li preparavo, Gordon aveva raggiunto Carol sul divano e aveva continuato ad accarezzarle la coscia sopra la gonna. Li raggiunsi dall'altra parte di Carol e porsi entrambi i loro drink. Devo sottolineare qui che Carol indossava una gonna di cotone gialla al ginocchio, una maglietta bianca senza reggiseno e, come era normale nell'appartamento, aveva gambe e piedi nudi. Gordon ha continuato ad accarezzare la coscia di Carol mentre prendeva qualche sorso dal suo drink ma poi, mettendo giù il suo drink, l'ha tirata a sé, le ha fatto scorrere la mano all'interno della maglietta, sui suoi seni e ha iniziato a baciarle il collo con grande passione. Questo è durato solo un paio di minuti prima che si alzasse e le dicesse di alzarsi in modo che potesse vederla correttamente. Afferrando la cintura della sua maglietta, gliela tirò delicatamente sopra i seni, sopra la testa e via, lasciandola cadere sul pavimento ai suoi piedi. Dopo averle accarezzato i seni nudi per un po', si abbassò e le aprì la cerniera della gonna. Questo si è unito alla maglietta sul pavimento. Ora era nuda tranne che per le sue minuscole mutandine di cotone bianco che le coprivano appena la figa e mostravano chiaramente un'ombra dei suoi peli pubici castano chiaro. Quando entrambi si sedettero di nuovo, la mano di Gordon scese nella cintura sul davanti delle mutandine di Carol e iniziò ad accarezzare il suo tumulo pubico e la bocca della sua figa. Da non tralasciare, la mia mano si è presto unita a quella di Gordon nelle sue mutandine ed entrambi le abbiamo dato un diteggiatura completa. Trascorse i successivi dieci minuti con ben due dita di Gordon e due delle mie dentro di sé contemporaneamente e si stava bagnando fradicia. Ha poi suggerito di andare a letto!

Gordon ed io fummo spogliati in men che non si dica e ci unimmo a Carol a letto, con lei che indossava ancora le mutandine bianche. Dopo qualche altro minuto di diteggiatura con Carol, Gordon si abbassò sul letto e fece scivolare delicatamente le dita nella cintura delle sue mutandine e le tirò giù sui suoi fianchi (che lei sollevò utilmente per lui), giù per le sue gambe e via. Annusò l'inguine bagnata delle sue mutandine prima di lasciarle cadere dal lato del letto. Carol era ora sdraiata sulla schiena con le ginocchia in aria e le gambe spalancate mostrando la sua bella figa alla nostra vista. Gordon è stato il primo a scoparsela. Si arrampicò tra le sue cosce, puntò il cazzo nel suo buco bagnato fradicio e poi si fermò. La stava solo toccando ma non si mosse per entrare. Di tanto in tanto muoveva il cazzo in avanti e strofinava l'estremità su e giù per la sua fessura e poi tornava indietro. Questo stava facendo impazzire Carol! Era fradicia e disperata per una bella scopata - e Gordon stava solo giocando con lei. Ciò è continuato per alcuni minuti con Carol che gemeva e muoveva la testa da una parte all'altra per la frustrazione. Poi ha detto qualcosa che non le avevo mai sentito dire prima. “Fuck me - per l'amor di Dio, per favore! Fottimi - adesso! Quello era il suo segnale. Gordon ha spinto i suoi fianchi in avanti e tutta la sua lunghezza è entrata dentro di lei in una spinta feroce! La sua resistenza è stata davvero sorprendente. Dentro, fuori, dentro, fuori. Spesso ritirava l'intera lunghezza e la immergeva di nuovo dentro. A questo punto mi ero abbassato sul letto e stavo guardando il suo cazzo che si tuffava dentro e fuori dalla fica pulsante di mia moglie. Carol era in estasi: ho perso il conto dopo 5 orgasmi! Continuò a scoparsela a questo ritmo per mezz'ora ei suoi grugniti e le sue urla orgasmiche riempirono la stanza. All'improvviso accelerò e si tuffò ancora più in profondità. Stava venendo, e anche lei! Il suo grido mentre entrambi raggiungevano l'orgasmo avrebbe potuto essere sentito in ogni appartamento dell'isolato! Tenne il suo cazzo dentro di lei ancora per qualche minuto, ancora immergendosi e uscendo lentamente, e quando ritirò circa mezzo litro dei loro succhi combinati colò sul letto appena sotto il suo buco ancora contorto.

Adesso toccava a me. Fanculo! – Come potrei competere con quello? Il mio primo pensiero è stato quello di assorbire un po' dei succhi che ancora colavano da lei. Con quel sacco ancora lì dentro non sarei in grado di sentire niente! Una manciata di fazzoletti si pulì intorno e all'interno della sua figa ne schiarì la maggior parte. Ora mi sono arrampicato sopra e ho spinto dentro. Mi ha incoraggiato stringendo i lati della sua fica ed emettendo un gemito mentre le immettevo il mio cazzo, ma non mi sono fatto ingannare. Il cazzo di Gordon non è più grande del mio, lungo circa 7 pollici, ma ha la resistenza che io non ho. Dopo la furiosa scopata che aveva appena ricevuto da Gordon, il mio sforzo doveva essere sembrato piuttosto misero. Mi ci sono voluti solo 5 minuti per iniziare a venire e, anche se ha emesso un debole urlo, mi sono sentito un po' un fallimento. Dopo le coccole tra marito e moglie, mi sono girato e sono andato a dormire, ma non per molto. In meno di un'ora Gordon aveva Carol in ginocchio sul bordo del letto e stava di nuovo pompando via da lei, questa volta alla pecorina. Di nuovo, ma questa volta dopo circa 15 minuti, Carol emise un altro dei suoi urli orgasmici. Quando Gordon l'ha scopata per la terza volta in appena un paio d'ore, ho rinunciato e mi sono trasferito nella stanza degli ospiti, non potevo competere con quello! Dopo che Gordon se n'è andato alle 10:00, Carol mi ha detto che l'aveva scopata cinque volte quella notte, in molte posizioni diverse, ogni volta spettacolare come la prima.

Eravamo entrambi troppo stanchi per scopare mercoledì sera. Martedì mi aveva lasciato svuotato e Carol molto dolorante. Ho solo massaggiato e succhiato i suoi seni nudi per un po' mentre mi accarezzava il cazzo finché non ci siamo addormentati.


capitolo 3

Giovedì è stato diverso. Questa sarebbe stata la nostra occasione per scopare da soli, poiché Gordon aveva detto che era improbabile che fossimo disturbati, quindi abbiamo deciso di renderlo speciale. Dopo un buon pasto e qualche drink ognuno di noi fece una doccia e Carol scomparve nella stanza degli ospiti per vestirsi con qualcosa di esotico. Amico, quando è tornata nella camera da letto principale il mio cazzo è quasi esploso. Aveva indossato un basco nero, calze nere e reggicalze e mutandine molto corte e trasparenti. Ci siamo messi subito al lavoro e sono lieto di poter dire che, anche se il mio sforzo potrebbe non essere stato all'altezza degli standard di Gordon, lei ha lanciato un urlo mentre raggiungevamo l'orgasmo insieme. Abbiamo anche gestito altre due sessioni quella notte, quindi ero molto orgoglioso di me stesso!

Veniamo ora a venerdì. Carol ha ricevuto una telefonata da David verso le 7:30 del mattino, non si era ancora alzata dal letto, che le ordinava di presentarsi nel suo ufficio alle 9:30 in punto. C'erano anche altre istruzioni, ma si rifiutò di dirmi quali fossero. Sono dovuto partire per lavoro nel mio nuovo lavoro alle 8:00, quindi non l'ho più vista fino a quando non sono tornato a casa nel corso della giornata.



===========================

LA STORIA DI CAROL

La telefonata di David mi ha colto di sorpresa, non mi aspettavo di sentirlo così presto, ma ovviamente gli ordini sono ordini. E i suoi ordini erano molto precisi. Dovevo vestirmi per un incontro di lavoro formale, con alcune raffinatezze, presentarmi alla sua segretaria alle 9:30 e annunciarmi come Miss Willis. La sua segretaria mi avrebbe quindi accompagnato nell'ufficio privato di David. L'unico vestito che avevo nel mio guardaroba adatto per un incontro di lavoro formale era un tailleur gonna blu scuro, quindi è quello che ho scelto di indossare. Dopo una doccia ho indossato la biancheria intima specificata: un reggiseno nero, calze marrone scuro, reggicalze nero e mutandine di pizzo nero. Quando mi sono infilata la camicetta bianca, la gonna e la giacca del tailleur, sembravo proprio la parte per un incontro di lavoro formale.

Come da istruzioni, mi presentai alla segretaria di David esattamente alle 9:30 e mi dichiarai Miss Willis. La segretaria, una bionda molto carina e alta mi aspettava. “Oh buongiorno signorina Willis, il signor Shaw la sta aspettando, per favore mi segua”. (Quella era la prima volta che sentivo menzionare il cognome di David - tutti lo chiamavano semplicemente "David".) L'ufficio di David era grande, circa 20 piedi per 20 piedi con un lussureggiante tappeto a pelo spesso, tende di velluto e un rivestimento murale dall'aspetto molto costoso. C'era un grande tavolo da conferenza al centro della stanza con circa una dozzina di sedie disposte intorno, due morbidi divani e alcune poltrone contro le pareti. In un angolo c'era anche un'imponente scrivania di quercia. Qui è dove era seduto David. Mi fece accomodare su una delle poltrone e mi offrì una lunga bibita rinfrescante. "Grazie per essere stata così pronta, signorina Willis, apprezzo la puntualità dei colleghi di lavoro". (Cos'era tutto questo, pensai, mantenere il nome di Miss Willis anche quando eravamo soli?) Presto avrei imparato. “Carol, e questa è l'ultima volta che ti chiamo così oggi, ti ho chiesto di venire oggi per prendere parte a un incontro di lavoro cruciale. I partecipanti sono alti dirigenti della comunità imprenditoriale internazionale, alcuni dei quali sono di vitale importanza per questa azienda. Il tuo compito oggi non è prendere parte a quella conferenza, ma gratificare i bisogni sessuali delle persone che partecipano. David proseguì: “Quando la conferenza avrà inizio, sarai sotto il tavolo a succhiare cazzi. Succhierai ogni cazzo a turno partendo dall'angolo in alto a sinistra e procederai fino a quando non avranno tutti la sborra in bocca”. "Lo capisci?" Cos'altro potrei dire, non vedevo l'ora. Ho detto "Sì, signor Shaw". Mi è stato poi detto di mettermi sotto il tavolo in ginocchio ad aspettare i delegati.

Quindi eccomi lì sotto il tavolo mentre i membri della conferenza hanno iniziato a prendere posto, tutti e dodici! Mentre mi spostavo verso l'angolo del tavolo che David mi aveva indicato dovevo iniziare, ho notato che le cerniere venivano abbassate tutt'intorno a me e che i cazzi venivano tirati fuori. Alcuni erano ancora flaccidi e altri stavano cominciando a erigersi in attesa - quindi eccomi qui. Ho iniziato accarezzando delicatamente l'estremità del primo, un pene circonciso di buone dimensioni, con il pollice e l'indice, concentrandomi sulla parte inferiore. Nel giro di pochi secondi il pene iniziò a contrarsi e divenne gradualmente mezzo eretto. È stato allora che ho chiuso le labbra attorno ad esso e ho fatto scorrere la lingua lungo la parte inferiore. Ben presto fu completamente eretto, quindi iniziai una vigorosa azione di suzione, facendo scorrere la lingua per tutta la lunghezza. Mentre lo facevo, l'uomo in questione si sedette un po' più avanti sulla sua sedia in modo che potessi prendere più del suo cazzo nella mia bocca. Adesso mi stava riempiendo la bocca con ben quindici centimetri di carne palpitante. A parte il brusio generale della conversazione della conferenza, l'uomo non ha emesso alcun suono mentre continuavo ad accarezzargli le palle con la mano ea succhiargli il pene fino alla radice. Dopo non più di qualche minuto ho sentito le sue palle stringersi e il suo pene iniziare a contrarsi. Poi mi riempì la bocca con una quantità abbondante del suo seme. Continuai a succhiare per un po', assicurandomi di averne ogni goccia, poi ingoiai e ingoiai tutto. Sempre senza emettere un suono, l'uomo fece scivolare di nuovo il pene nei pantaloni e si risedette sulla sedia. Mentre passavo a quello successivo, notai che tutti gli uomini stavano diventando eretti e il mio lavoro su di loro era abbastanza di routine. Una vigorosa suzione, un'eiaculazione, una deglutizione ed era tutto finito. Questo finché non sono arrivato al numero dodici. Ora questo pene l'ho riconosciuto. Era di buone dimensioni, lungo circa nove pollici e grasso con una testa bulbosa non circoncisa. Non l'avevo mai visto prima, ma ricordo di averci suonato una volta sotto il tavolo a una festa recente: era David! Stavo per dare a questo un trattamento speciale. L'ho succhiato molto delicatamente per quelle che mi sono sembrate ore, poi ho smesso e poi ho ricominciato. Questo è andato avanti per anni prima che finalmente permettessi a David di rilasciare il suo carico. E che carico era! Avevo la bocca piena e il suo seme aveva iniziato a gocciolarmi lungo il mento prima che lasciassi lentamente che lo scarico di David mi scivolasse in gola. (A proposito, spero che lo sperma non faccia ingrassare. Devo averne bevuto un bel litro sotto quel tavolo!)

Ora cosa dovevo fare? Stavano ancora parlando di affari e tutti i peni erano stati messi via. Non mi restava altro da fare che restare qui in ginocchio e aspettare. E aspetta che l'ho fatto per un'altra mezz'ora. Alla fine di quel tempo mi accorsi che si stavano alzando da tavola e si stavano allontanando. Non appena si sono sistemati, ho sentito David chiamare: "Puoi uscire ora, signorina Willis". Sono stato sollevato di fare proprio questo. Mi facevano male le ginocchia e mi venivano i crampi ai polpacci. Mentre mi alzavo vidi dodici uomini e David, seduti sul divano e varie poltrone in giro per l'ufficio. David mi porse un'altra lunga bibita rinfrescante e mi invitò a fare un giro per l'ufficio per sgranchirmi le gambe e ripristinare la circolazione. Mentre lo facevo, gli altri continuarono a parlare, interamente d'affari, come se nulla fosse successo così di recente sottobanco. Dopo circa cinque minuti di allungamento della gamba, David ha detto qualcosa al raduno, che non ho capito, e hanno iniziato a togliersi tutti i vestiti! Quando furono nudi, David si rivolse a me. “Grazie signorina Willis per tutto quello che ha fatto per noi durante questo incontro è stato molto apprezzato, forse ora saresti abbastanza brava da toglierti le mutandine, tirarti la gonna intorno alla vita e rimetterti in ginocchio”. Sembrava una richiesta piuttosto piacevole ma era, ne ero certo, un ordine. Così ho fatto come indicato. Mi aspettavo che uno degli uomini venisse dietro di me per fottermi, ma no. La persona che ho visto avvicinarsi alle mie spalle era la segretaria di David! Ovviamente era entrata in ufficio senza che la vedessi. Mentre si inginocchiava dietro di me, sentii le sue dita scivolare su e giù per la mia fessura e poi ne inserì lentamente un paio nella bocca della mia vagina. Era estremamente gentile e le sue dita che scivolavano dentro e fuori, con il pollice che massaggiava il mio clitoride, mi stavano eccitando. Una donna non mi aveva mai accarezzato così prima ed era brava a farlo, sapeva esattamente dove accarezzare e dove colpire. Quando ho iniziato a raggiungere l'orgasmo, lei si è allontanata e il suo posto è stato preso da uno degli uomini. Quando si è messo dietro di me, mi ha costretto a divaricare ulteriormente le gambe e ha infilato il suo pene dritto nella mia figa e ha iniziato a pompare via. Grazie agli sforzi della segretaria ho iniziato a raggiungere l'orgasmo quasi subito e ho continuato a farlo per quasi tutto il tempo in cui l'uomo mi ha scopato. Dopo pochi minuti l'uomo ebbe uno spasmo, grugnì e versò il suo carico di sperma dentro di me. Quando è sceso da me, si è avvicinato al mio viso e mi ha fatto cenno di aprire la bocca. Mentre prendevo in bocca il suo cazzo ancora eretto, un altro uomo lo ha sostituito alla mia schiena e ha iniziato la sua vigorosa scopata. Questo è continuato fino a quando tutti hanno scopato e sono stati risucchiati. Adesso era il turno di Davide. Quando David si inginocchiò dietro di me, fece cenno al suo segretario - che era rimasto in piedi accanto alla sua scrivania completamente vestito - di avvicinarsi. Mentre lo faceva, la vidi sollevare la gonna sopra la vita e togliersi le mutandine. Mentre giaceva sul tappeto di fronte a me, con le ginocchia alzate e la figa aperta, divenne chiaro cosa avrei dovuto fare. Mentre David spingeva il suo pene dentro di me da dietro, dovevo usare la mia bocca sulla fica della sua segretaria. Questo era qualcosa che non avevo mai nemmeno considerato di fare prima, ma è stato molto divertente. Mentre David mi colpiva da dietro, sono stato spinto in avanti con la mia lingua spinta sempre più forte e più in profondità nella figa ben curata dal profumo dolce e dal sapore dolce della segretaria. Dopo che entrambi ebbero avuto i loro orgasmi - David solo uno (ma oh, che carico mi ha depositato dentro) e la segretaria verso le quattro, mi è stato detto di mettermi in ordine e andarmene. Mentre mi alzavo ho iniziato a mettermi le mutandine. "No, signorina Willis, prendo le mutandine" ordinò. “Ogni volta che verrai nel mio ufficio arriverai con le mutandine, ma te ne andrai senza. Come te, le tue mutandine consumate appartengono a me”. Li ho sfilati dalle mie gambe, glieli ho dati e sono tornato a casa.

capitolo 4

LA NARATIVA DI JACK


Col passare del tempo Carol divenne sempre più proprietà di David. Mi era ancora permesso di dormire con lei e scoparla - nelle strane occasioni in cui si sentiva così incline - ma ora non mi era mai permesso di essere presente quando David o Gordon la scopavano. In queste occasioni, che ora accadevano due o tre volte alla settimana, venivo bandito nella camera degli ospiti con la camera da letto principale chiusa contro di me. Non abbiamo mai saputo nemmeno quando David o Gordon sarebbero potuti presentarsi adesso - si sono semplicemente presentati senza preavviso. Questo valeva anche per gli altri nostri visitatori. Uno sconosciuto totale, o più estranei, arrivava semplicemente con un biglietto di David che ordinava a Carol di prendersi cura di loro. Una volta erano due cinesi, uno sulla cinquantina e suo figlio di circa vent'anni. Trascorsero un intero fine settimana a turno per scopare Carol quasi costantemente, giorno e notte. Mi hanno permesso di guardare, ma non di prendere parte o di condividere il nostro letto con loro. Doveva rimanere nuda per tutto il fine settimana ed essere pronta a scopare ogni volta che la volevano. Per tutta la notte nel nostro letto, uno dopo l'altro, sopra il tavolo della cucina durante la colazione, sotto la doccia e contro il muro della camera da letto. In realtà ovunque, in qualsiasi momento. Una volta anche sullo schienale del divano mentre guardavano uno spettacolo di giochi in TV! Dopo quella sessione di due giorni ha dovuto telefonare a David per chiedere qualche giorno di ferie: la sua figa era così dolorante che sanguinava.

Stava ancora visitando David nel suo ufficio circa ogni due settimane circa per succhiare e farsi scopare dai suoi soci in affari e vari amici. Nella maggior parte di queste occasioni tornava esausta ma molto soddisfatta. Non c'è dubbio che si stava godendo tutte queste attenzioni e la moltitudine di cazzi che stava ricevendo. Ma le cose non erano certo le stesse tra noi due e dopo un po' abbiamo deciso di separarci. Lascerei Singapore e consegnerei la proprietà totale di Carol a David e Gordon. In cambio avrei potuto mantenere il mio nuovo lavoro a condizione che avessi preso accordi per il divorzio non appena fossi tornato nel Regno Unito, cosa che ho fatto.



===========================

LA STORIA DI CAROL


Dopo che 'J' ha acconsentito al divorzio e che avrei dovuto restare con David e Gordon, gli ho raccontato alcuni dei miei segreti. Come il nostro ricevimento di nozze, per esempio. Quando 'J' e io eravamo sposati da appena un'ora, ero chinato su un tavolo in un ripostiglio dell'hotel con il mio abito da sposa sulla schiena, le mie mutandine intorno alle caviglie e il cugino di 'J Graham che spingeva il suo cazzo gonfio nel mio desiderio. vagina. Sono stato sorpreso che "J" non avesse indovinato la verità quando mi ha scopato un paio d'ore dopo - deve aver pensato che la mia eccessiva umidità fosse tutta colpa sua.

Gli ho anche raccontato di Mike, il nostro vicino di casa di qualche anno fa. Ogni volta che "J" andava via per lavoro, cosa che accadeva spesso, telefonavo al nostro vicino Mike e lo invitavo. Trascorreva ogni notte di assenza di 'J a casa nostra dove scopavamo come matti nel nostro letto, nel bagno, sulle scale e persino sopra il lavello della cucina. Mike, lo stupido bastardo, una volta ha quasi rovinato tutto lasciandosi dietro le sue sigarette e i suoi fiammiferi, ma io sono riuscito a uscire da quel pasticcio fumando. (Quella sigaretta che ho dovuto fumare è stata orribile tra l'altro - sporca abitudine!) Anche "J" a volte può essere dannatamente stupida - mi piace credere di aver iniziato a fumare! Le nostre sessioni sono continuate, ogni volta che "J" era fuori casa, fino a quando non ci siamo trasferiti a Singapore.

Fine

Storie simili

Stordimento commemorativo, seconda parte

In circostanze diverse, avere Joe tra le mie gambe sarebbe stato un paradiso. Ma con Keith e Rob che si tenevano un braccio e una gamba ciascuno e il puzzo di birra ed erba nell'aria che veniva fuori da loro, era come un incubo diventato realtà. Cerco di allontanarmi dalle labbra di Joe mentre si muove per baciarmi la figa, solo che lui mi afferra per la vita e mi tira sulle sue labbra. Quando le sue labbra toccano le mie labbra esterne, tremo per il suo respiro caldo che tocca la mia pelle fredda. La sua lingua segue le mie...

525 I più visti

Likes 0

Leila ottiene il suo primo desiderio di compleanno

Si chiamava Jess. Era la tipica ragazza media di 16 anni. Bellissimi capelli castani lunghi fino alla vita, occhi azzurri penetranti e un'abbronzatura dorata. Le sue tette molto più di una manciata e il culo altrettanto bello. Non mi sono mai considerata lesbica, ma spesso la fissavo e mi chiedevo che aspetto avesse il suo bellissimo corpo nudo. Che sapore avrebbe avuto, che sensazione aveva la sua pelle liscia contro la mia. Io stessa ero una ragazza geek di 15 anni, la bocca piena di metallo, occhiali nerd dalla montatura spessa. Petto piatto, corpo minuto, capelli biondo sporco. Ma il mio...

630 I più visti

Likes 0

Scopala finché non ti ama

Non è un culto. Non so nemmeno perché ho bisogno di chiarire questo. Sono tornato dalla morte, sì, ma al giorno d'oggi non è così raro con le piastre elettriche e la RCP. Sono solo un ragazzo che si è ripreso più che completamente dopo un incidente d'auto. Come i cuccioli che sentono il tintinnio delle chiavi del loro padrone, l'ingresso del mio appartamento era affollato di ragazze eccitate in ginocchio. Sono tutto il loro mondo. Cucinano e puliscono. Si fanno la ceretta alla fica e si truccano in modo discreto per far risaltare gli occhi e le labbra solo per...

564 I più visti

Likes 0

Raccolta fondi per l'ospedale

Slavia ha 31 anni, non si è mai sposata, è una bellissima donna russa sexy. Lei è a una raccolta fondi in ospedale, tutti i grandi donatori della fondazione dell'ospedale sono lì, facendo a gara per impressionarsi a vicenda con il pavoneggiarsi del piumaggio e con grandi donazioni nel corso della serata. Lo Slavia si sentiva a disagio nel trovarsi al suo interno con il mondo ampolloso dei filantropi danarosi. Aveva tentato di uscire, ma era stata intercettata nell'atrio da una grossa e anziana dama di buona società a cui non piaceva altro che ricordare di ora in ora le storie...

479 I più visti

Likes 0

L'ora della grande zucca - Un racconto di Halloween_(1)

Notte di Halloween Linus sospirò forte, preparato ancora una volta alla delusione. Ogni anno aspettava che la Grande Zucca apparisse la notte di Halloween, ma non era mai successo. E questo era l'anno in cui Sally, la ragazza che amava, lo aveva finalmente accompagnato al campo delle zucche. Voleva davvero che accadesse quest'anno, se non altro per convalidare le sue convinzioni di fronte a Sally. Quanto a Sally, non poteva credere che stesse facendo questo. Eccola lì, a gelare il culo, senza Halloween, per un ragazzo che portava ancora una coperta in giro. Ma lei non poteva farne a meno. Lo...

1.2K I più visti

Likes 0

La mia presentazione_(0)

Ciao, ora ho 54 anni e vorrei raccontarti la mia storia di vita. Quando avevo sette anni, fui messo in un orfanotrofio dal tribunale. Non che io abbia fatto qualcosa di sbagliato, è dove i miei genitori che hanno perso la custodia su di me e due fratelli. Quella volta non lo sapevo, ecco perché desideravo tornare a casa. Quindi sono scappato abbastanza regolarmente. Fu diversi anni dopo che seppi la verità. Comunque, a causa della mia abitudine di scappare a volte, sono stato in diversi orfanotrofi. Là dove buoni e cattivi da loro. Già abbastanza giovane (8 o 9 anni)...

855 I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.6K I più visti

Likes 0

Risveglio_(1)

(Figlio di Eric) Il problema per i ragazzi nel raggiungere il punto della piena realizzazione sessuale è che sono sempre duri. Non sappiamo perché, abbiamo solo un'idea di quale sia la causa. Quindi nell'ultimo mese, ogni volta che guardavo mia madre, diventava difficile. Voglio dire, non aiutava il fatto che mia madre indossasse sempre quasi nulla la mattina, mentre preparava la colazione. Di solito una camicia da notte e mutandine quasi trasparenti. (Kevin il papà) era un poliziotto che lavorava a tutte le ore. Turni frazionati e così via. Mentre teneva la sua bellissima moglie tra le braccia, guardando nei suoi...

421 I più visti

Likes 0

Addestrato per servire

Ero nella mia camera da letto al piano di sopra mentre i miei genitori tenevano la loro festa annuale di Capodanno al piano di sotto. Gli unici bagni erano al piano di sopra e il bagno degli ospiti era in fondo al corridoio rispetto alla mia camera, quindi ho sentito persone salire e scendere le scale. Mi ero appena messo il pigiama ed ero seduto su un lato del mio letto a guardare gli annunci su Popular Mechanics quando la porta della camera si è aperta. Era la signora Smythe che viveva dall'altra parte della strada. Indossava un vestito blu tafata...

1.5K I più visti

Likes 0

Sexy avvocato del sud

Anna è andata a letto ed è impegnata a fare progetti mentre mi sente tornare a casa. Sono nella Carolina del Sud ad assistere Anne in un caso giudiziario. Una delle caratteristiche della casa che sta affittando è che non aveva bagni privati. La mattina seguente Anne ha aspettato finché non mi ha sentito muovermi e poi si è diretta verso il bagno tra le nostre stanze. Indossava un perizoma e si copriva a metà i seni sodi con un asciugamano. Come aveva previsto, mi incontra nel corridoio e le capita di far cadere l'asciugamano. La fisso mentre fa un grosso...

579 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.