Polly è la sorella minore di mia moglie

666Report
Polly è la sorella minore di mia moglie

POLLY LA SORELLINA DI MIA MOGLIE!

I nomi sono stati cambiati nel caso lo vedesse il nuovo marito della sorellina di mia moglie.


Mia moglie Sherry ed io ci siamo sposati circa un anno e mezzo fa e siamo ancora molto innamorati. Era la mia seconda moglie ed era anche sposata prima. Sapevo che proveniva da una famiglia numerosa del Texas, ma non ne vedevo nessuno dal matrimonio. Senza che mia moglie mi dicesse che sua sorella minore Polly era con lei una sera quando tornai a casa dal lavoro. Aveva circa ventotto anni ed era carina quasi quanto mia moglie. Quasi della stessa altezza e peso di mia moglie, sembrava abbastanza più alta da dare l'illusione di avere gambe più lunghe. I suoi capelli erano di un castano molto più scuro, quasi neri e le arrivavano oltre le spalle. Dopo aver stappato una birra, ci siamo diretti all'auto di mia moglie per prendere le borse delle sue sorelle e abbiamo iniziato a parlare. Era in piedi dietro di me mentre aprivo il cofano del bagagliaio.

"Allora Ted, com'è scopare mia sorella maggiore?" chiese improvvisamente Polly. Ho quasi sbattuto la testa contro il fottuto coperchio di metallo! Sono rimasto scioccato dalla domanda e allo stesso tempo eccitato, ma mi sono comportato in modo calmo e le ho risposto.

"È favoloso, un vero spasso", risposi. “È molto, molto meglio della mia ex ed è sempre così eccitata! Devo lavorare per stare al passo! Abbiamo parlato di Sherry per un paio di minuti e sua sorella mi ha offerto un'idea della sua personalità. Sapeva già degli impulsi sessuali e dei frequenti sbalzi d'umore di mia moglie. Mi ha offerto alcuni suggerimenti che in seguito si sarebbero rivelati molto utili. Poi ha confessato che quando erano a scuola insieme non aveva mai avuto una relazione seria perché Sherry aveva tutti i migliori appuntamenti! Mia moglie è bionda e adesso ha i capelli corti ma a scuola era stata una mora con la pelle molto chiara e avrei immaginato che sarebbe stato vero il contrario.

Dopo che ebbi sistemato le sue cose nella camera degli ospiti e tornai in soggiorno per finire la mia birra, si sedette accanto a me e mi informò che da quando mi aveva conosciuto prima del mio matrimonio aveva voluto scoparmi. Arrossii, cercando mia moglie tutt'intorno. Mentre si avvicinava a me, mise la mano nel mio inguine e afferrò saldamente il mio cazzo flaccido! Rimasi senza fiato per la sorpresa mentre lei avvicinava il suo viso al mio e sentii una zaffata del profumo floreale dei suoi lunghi, bellissimi capelli neri mentre mi sussurrava all'orecchio: "Mi piacerebbe solo se mi portassi da qualche parte e fottimi, solo una volta.

Poi si è alzata e ha attraversato velocemente la porta della cucina ed è entrata nel garage. Il mio cazzo si stava già espandendo mentre mi alzavo in piedi per seguirla. Non avevo idea di dove fosse andata mia moglie né di cosa avrei detto quando l'avessi raggiunta, ma mentre entravo in cucina la intravidi entrare nel ripostiglio dietro il garage.

Indossava un prendisole corto giallo che sembrava essere stato uno di mia moglie. Entrai velocemente nel ripostiglio dietro di lei e l'abbracciai da dietro, infilando rudemente la mano lungo il suo ventre liscio e nel suo caldo inguine. Indossava le minuscole mutandine stile perizoma che a mia moglie non piacevano e si rifiutava di indossare. Presi saldamente il suo tumulo peloso prima che si girasse e mi gettasse le braccia al collo, posandomi un bacio bagnato. Il suo corpo si abbandonò contro il mio mentre gemeva con evidente eccitazione. Raggiungendo sotto il suo vestito ho stretto a coppa le sue natiche nude e poi ho sentito la sua figa inumidirsi mentre premeva contro la mia parte inferiore della coscia. Ci siamo baciati profondamente prima che lei ansimasse in cerca d'aria e mormorasse di nuovo, "per favore, fottimi, ADESSO!" Le afferrai la vita e cominciai a riportarla fuori dal ripostiglio e nel cortile sul retro.

“Non possiamo rischiare che mia moglie ci veda insieme, Polly. Dove andremo?" Mi afferrò per un braccio e mi trascinò dietro di sé mentre si affrettava verso il cancello laterale che dava sul cortile. "A mia moglie mancheremo!" protestai.

Polly mi condusse fuori nel cortile e mi indicò il vialetto. L'auto di mia moglie era sparita! «Ted, io e lei abbiamo parlato di te. Vuole che io sia felice E che ci riuniamo e ci divertiamo!! Non potevo credere a quello che stavo ascoltando! Ha continuato a trascinarmi di nuovo nel garage aperto e ho lasciato che mi riportasse in cucina. Saltò sull'armadietto della cucina accanto al lavandino e aprì le gambe mentre mi avvicinavo a loro, sollevando lentamente l'orlo del prendisole giallo e scoprendo le sue cosce carnose al mio sguardo eccitato. Ho controllato il suo peloso cespuglio nero quasi sbavando e poi sono diventato un animale impazzito di lussuria, separandole ancora di più le cosce mentre iniziava a slacciarmi i pantaloni. Il mio dannato cazzo era duro come una mazza da baseball mentre mi faceva scivolare giù velocemente la cerniera.

Mentre continuavo a fissare la pelliccia nera che adornava la sua fica esposta, il mio cazzo era circondato dalle sue dita fresche e liberato dalla sua prigionia. Era più grande e più spesso di quanto l'avessi mai visto prima! La testa era diventata viola e si contorceva mentre spingeva il suo bel sedere più vicino al bordo del tavolo. Quando il mio cazzo è entrato in contatto con la sua fessura desiderosa, ho visto che era davvero bagnata e pronta per andare!

“So che c'è qualcosa che non va in me, Ted, ma ti desidero da quando abbiamo ballato al tuo matrimonio! Sogno che tu mi scopi tutto il dannato tempo,” sussurrò senza fiato nel mio orecchio.

Mi sentivo paradisiaco mentre alleviavo lentamente il mio cazzo dolorante e dolorosamente duro nella fica calda della mia cognata arrapata e lo spingevo dentro per diversi centimetri con poca resistenza. Polly mi ha afferrato il sedere e mi ha tirato più vicino mentre la testa gonfia si sollevava all'interno e si depositava contro la sua cervice.

“Ted, oh, accidenti, fottimi! SCOPAMI FORTE! Gridò, appoggiandosi allo schienale e sollevando in aria le cosce bianche e nude. “Hai un cazzo favoloso! Non c'è da stupirsi che Sherry ti piaccia così tanto!

Stava tremando visibilmente mentre mi tiravo fuori lentamente dalla sua comoda fessura finché solo la testa rimase all'interno dell'apertura bagnata. Era il paradiso quando ancora una volta scivolai di nuovo dentro di lei profondamente, forzando un forte rantolo dalle sue labbra mentre iniziava a convulsioni con un orgasmo. Le diedi alcuni brevi colpi e acquistai velocità mentre lei schiacciava più forte il suo bacino appiccicoso contro di me. Le ho allargato di più la coscia e ho iniziato a lasciarla andare bene quando ho notato che sbavava e gettava la testa all'indietro. Che pezzo di culo selvaggio era! Stavo sbattendo il mio cazzo dentro di lei ancora e ancora quando ho notato che le sue tette erano un po' più grandi di quelle di mia moglie. Allungai una mano e le tirai giù una delle cinghie sottili lungo il braccio, tirando il sottile collo del suo vestito verso la vita. Nemmeno Polly indossava il reggiseno e mi è piaciuto molto il modo in cui si dondolavano mentre la scopavo forte.

Chinandomi un po' ho permesso alla mia lingua di cercare il suo capezzolo rosso e gommoso che era già rigidamente esteso e mi è venuta la pelle d'oca per l'eccitazione mentre iniziavo lentamente a mordicchiarlo e succhiarlo. Una delle sue mani intanto era tra le mie cosce massaggiando delicatamente le mie palle solitamente troppo piene. Polly aveva la figa più bagnata che ricordo dai primi giorni in cui usciva con sua sorella. Sembrava che il matrimonio avesse in qualche modo raffreddato mia moglie, anche se le piaceva ancora scopare a fondo tanto quanto la ragazza successiva, sembrava solo che non fosse più dell'umore giusto quanto me.

Lo squarcio rosa aperto e aperto di Polly emetteva un suono umido e gorgogliante mentre lo colpivo bene ancora e ancora amando la sensazione pulsante mentre lei ricominciava a venire. Ha emesso un piccolo guaito e ha tirato il mio sacco di palle mentre un sudore freddo le è scoppiato su tutta la zona del petto.

"Più veloce!" Lei ansimò, inarcando la schiena e rabbrividendo tutta. “Scopami più veloce! Più forte, Ted! Sto tornando!

Leccando il sudore salato dalle sue tette, ho premuto la mia mano contro il suo basso ventre e ho iniziato a martellare il mio cazzo dentro di lei per tutto quello che valevo! La sua fantastica fica improvvisamente ha avuto uno spasmo, stringendosi forte attorno al mio palo sepolto. Mi sono tenuto fermo e ho spruzzato un grosso carico dentro di lei mentre il suo corpo tremava e i nostri succhi scorrevano fuori da lei e scorrevano lungo le mie cosce interne.

"Incredibile", ansimò. “È stato fantastico Ted! Meglio di quanto avrei potuto immaginare e ho una mente davvero sporca! Stavo lentamente scendendo anch'io mentre il mio cucciolo esausto scivolava lentamente fuori dalla sua fessura bagnata. Sorrise mentre stavo lì tra le sue gambe con i miei pantaloni giù intorno alle caviglie. So che mia moglie ed io abbiamo scopato in cucina una o due volte prima, ma in qualche modo questo era solo molto più caldo e umido per qualche motivo. Forse era solo perché era così cattivo, sai scopare la sorella di tua moglie così arbitrariamente a casa tua.

All'improvviso ho iniziato a sentirmi in colpa e preoccupato che mia moglie sarebbe entrata presto nel vialetto. Polly si tirò su la parte superiore del vestito e saltò giù dal tavolo mentre mi sistemavo i pantaloni e rimettevo il cazzo nelle mutande.

“Grazie Ted!” sussurrò Polly. “È passato troppo tempo tesoro. Era un tale buono a nulla durante il sesso in confronto a te bambola.

Stava accarezzando il mio ego abbastanza bene mentre si dirigeva verso il bagno e io uscivo in garage per fumare una sigaretta...

Storie simili

Leila ottiene il suo primo desiderio di compleanno

Si chiamava Jess. Era la tipica ragazza media di 16 anni. Bellissimi capelli castani lunghi fino alla vita, occhi azzurri penetranti e un'abbronzatura dorata. Le sue tette molto più di una manciata e il culo altrettanto bello. Non mi sono mai considerata lesbica, ma spesso la fissavo e mi chiedevo che aspetto avesse il suo bellissimo corpo nudo. Che sapore avrebbe avuto, che sensazione aveva la sua pelle liscia contro la mia. Io stessa ero una ragazza geek di 15 anni, la bocca piena di metallo, occhiali nerd dalla montatura spessa. Petto piatto, corpo minuto, capelli biondo sporco. Ma il mio...

617 I più visti

Likes 0

Raccolta fondi per l'ospedale

Slavia ha 31 anni, non si è mai sposata, è una bellissima donna russa sexy. Lei è a una raccolta fondi in ospedale, tutti i grandi donatori della fondazione dell'ospedale sono lì, facendo a gara per impressionarsi a vicenda con il pavoneggiarsi del piumaggio e con grandi donazioni nel corso della serata. Lo Slavia si sentiva a disagio nel trovarsi al suo interno con il mondo ampolloso dei filantropi danarosi. Aveva tentato di uscire, ma era stata intercettata nell'atrio da una grossa e anziana dama di buona società a cui non piaceva altro che ricordare di ora in ora le storie...

466 I più visti

Likes 0

Stordimento commemorativo, seconda parte

In circostanze diverse, avere Joe tra le mie gambe sarebbe stato un paradiso. Ma con Keith e Rob che si tenevano un braccio e una gamba ciascuno e il puzzo di birra ed erba nell'aria che veniva fuori da loro, era come un incubo diventato realtà. Cerco di allontanarmi dalle labbra di Joe mentre si muove per baciarmi la figa, solo che lui mi afferra per la vita e mi tira sulle sue labbra. Quando le sue labbra toccano le mie labbra esterne, tremo per il suo respiro caldo che tocca la mia pelle fredda. La sua lingua segue le mie...

516 I più visti

Likes 0

La mia presentazione_(0)

Ciao, ora ho 54 anni e vorrei raccontarti la mia storia di vita. Quando avevo sette anni, fui messo in un orfanotrofio dal tribunale. Non che io abbia fatto qualcosa di sbagliato, è dove i miei genitori che hanno perso la custodia su di me e due fratelli. Quella volta non lo sapevo, ecco perché desideravo tornare a casa. Quindi sono scappato abbastanza regolarmente. Fu diversi anni dopo che seppi la verità. Comunque, a causa della mia abitudine di scappare a volte, sono stato in diversi orfanotrofi. Là dove buoni e cattivi da loro. Già abbastanza giovane (8 o 9 anni)...

843 I più visti

Likes 0

Harry Potter Adventures: Capitolo 4 - Parte 2 di 3 - La ricompensa di Ron

Questa storia non riflette gli atteggiamenti oi personaggi della serie di Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 4 – parte 2 Harry, Ginny, Katie e Demelza sono entrati tutti nella sala comune di Grifondoro per trovare le celebrazioni della festa in pieno svolgimento. La stanza era buia tranne che per le luci brillanti che emanavano dalle punte delle bacchette delle persone, mentre le agitavano come bastoncini luminosi. La musica suonava ad alto volume dallo stereo e qualcuno era andato nelle cucine e aveva portato da bere alla festa. Eccitate ragazze del 4° anno ballavano sui tavoli mentre erano...

1.7K I più visti

Likes 0

La mamma ha beccato me e papà

Sono un giornalista investigativo per un giornale di medie dimensioni nello stato della California. Scrivo anche storie freelance per varie riviste. Quindi sono sempre alla ricerca di storie di interesse umano. Conoscevo una storia che mi affascinava, accaduta diversi anni fa. Era stato pubblicato solo su articoli di giornale, ma sentivo che avrei potuto vendere un articolo a riguardo. Ma per essere pubblicato richiederebbe un resoconto scritto con estrema attenzione. Alcuni anni fa un uomo nella mia città natale è stato condannato a diversi anni di carcere per rapporti sessuali illegali con la figlia minorenne. Il suo nome non è mai...

482 I più visti

Likes 0

Vengono indietro

Debbie era seduta a un tavolo sorseggiando un drink all'Halfway House Bar quando ha sentito Cripes Deb, è passato molto tempo. Il proprietario della voce si lasciò cadere sul sedile accanto a lei. Era qualcuno che Debbie non vedeva o non sentiva da molto tempo, né voleva. Si chiamava Mick ed era un amico di suo figlio. Da piccola Debbie era stata praticamente una ninfomane. Se avevi droga e un cazzo, avevi Debbie. Ciò aveva portato Debbie ad avere un figlio e ad abbandonare la scuola. Aveva conosciuto suo marito subito dopo la nascita di suo figlio. Dopo essersi ripresa dalla...

1.5K I più visti

Likes 0

Il dispositivo di controllo mentale Breve: brama di pompino della madre

Il dispositivo di controllo mentale in breve Voglia di pompino della madre Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2020 Nota: grazie a WRC264 per aver letto questo beta! Dean Michaels sedeva sulla panchina del parco, digitando sul suo laptop, il suo dispositivo di controllo mentale seduto accanto a lui. Stava per testarlo per la prima volta. Entrò il primo comando. e tutti quelli che avevano meno di diciotto anni cominciarono a lasciare le vicinanze. Aveva viaggiato lontano da casa sua per testare il dispositivo. Guidato per due ore in modo che non ci fosse alcuna possibilità che qualcuno qui intorno lo...

1.2K I più visti

Likes 0

Impero perduto 62

0001 - Tempo 0003 - Conner- Thomas 0097 - Asso - Zimmel 0098 - Lucia 0101 - Shelby (nave madre) - Lucie 0125 - Lars 0200 - Elena 0301 - Rodrick 0403 - Johnathon 0667 - Marco - Marrone 0778 - gen 0798 - Celeste - Shelby (umana) 0908 - Tara - Mara -------------------------- Non cresciuto - non numerato ------------------------ 3 - a bordo di Shelby 2 in re-gen 1000 - Sherry - perso al momento 0999 - Zan - anch'esso perso -------------------------------- Conosciuto e OR numerato ------------------------------- 0501 - Taddeo ???? - Lena --------------------------- Derrick osservò Jonathon apparire dal portale...

676 I più visti

Likes 0

Parte 5) Eragon - Le piccole cose della vita

**** Lasciatemelo dire adesso. QUESTA NON È LA MIA STORIA, APPARTIENE A GryphonWings se vuoi leggere altre delle sue storie vai qui http://gryphonwings.sofurry.com/ questa è una serie in cinque parti**** *i tag includono Umano, Orale, Non-antropo, Vaginale, Penetrazione profonda, Impregnazione, Dragonessa, Eiaculazione, Anime gemelle, M/F ps. spero che tu lo ami come me È ora, disse tranquillamente Arya uscendo di casa con una piccola pietra in mano. Si fermò proprio di fronte a Eragon e Saphira, tenendolo nel palmo della mano. «Se la pietra diventa rossa, Saphira non è incinta. Se diventa blu, Eragon sarà il padre. Se diventa nera...» la...

525 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.