Stephanie - Proprio quando le cose sono cambiate

430Report
Stephanie - Proprio quando le cose sono cambiate

Quindi, questo è ciò che è diventata la mia vita. Un terribile disastro dopo l'altro. Non è sempre stato così, ma le ultime settimane sono state orribili. È iniziato circa tre settimane fa. Ero incinta del figlio del mio ragazzo ed eravamo estasiati. Dopo circa tre mesi ho avuto un incidente d'auto e ho abortito. Ero totalmente devastato. Il mio ragazzo mi ha incolpato per l'incidente e, a sua volta, mi ha incolpato per aver perso il bambino. E per finire la tripletta, mi ha abbandonato.

Ho dovuto rimanere ricoverata per diversi giorni, a causa di lesioni interne che i medici volevano monitorare. Ho fatto sapere al mio capo cosa era successo e lei mi ha detto che aveva capito e che mi avrebbe rivisto al lavoro il prima possibile. Quando sono tornata al lavoro, circa una settimana dopo, ha ribaltato completamente la sceneggiatura e mi ha detto che avrei dovuto essere al lavoro e che la lettera del medico era chiaramente un falso. Le ho mostrato i lividi causati dalla cintura di sicurezza (e gli occhi neri ancora sbiaditi dall'airbag) e lei lo ha attribuito a un cattivo trucco e mi ha licenziato.

E nelle ultime due settimane, per ogni lavoro a cui ho inviato un curriculum, chiamano il mio precedente datore di lavoro, e lei dice loro che sono incompetente e che ho mentito dicendo di aver avuto un incidente d'auto e di aver finto un aborto spontaneo per ottenere un lavoro gratuito settimana libera dal lavoro. Inutile dire che le richiamate non avvenivano molto rapidamente. Quindi ero seduto in un appartamento con l'affitto che sarebbe presto scaduto, accumulando spese mediche perché la mia compagnia di assicurazione auto stava sostenendo di pagare per il trattamento dell'aborto spontaneo e di non pagare nessuna delle fatture ricevute.

Alla fine, quando pensavo che le cose non potessero andare peggio, sono stato richiamato per uno dei lavori per cui avevo fatto domanda. La persona che mi ha chiamato mi ha raccontato le cose infelici dette dal mio precedente datore di lavoro e ha deciso di esaminare seriamente la questione. Ha detto che conosceva alcune persone al dipartimento di polizia e all'ospedale, e hanno confermato la mia storia. Ha anche avviato i suoi avvocati personali per farmi risarcire pro bono per il mio illegittimo licenziamento. Tutto quello che dovevo fare era presentarmi e fare il colloquio e, si spera, accettare il lavoro. Ho chiesto se il suo aiuto dipendeva dalla mia accettazione e lui mi ha assicurato che dipendeva solo dal venire al colloquio. L'ho ringraziato per la sua generosità e ho programmato l'intervista. Gli ho chiesto cosa sarebbe stato appropriato e lui ha detto business casual.

Sono andata al colloquio qualche giorno dopo e mi sono vestita come suggerito. Indossavo una camicetta di colore scuro con scollo a V e un reggiseno con un rialzo appena sufficiente per rendere evidente la scollatura del mio seno a coppa C, ma non da puttana. Indossavo un paio di pantaloni eleganti comodi ma attillati, ma senza mutandine, perché odio vedere le linee delle mutandine in vista. Indossavo un paio di ballerine comode. Ho raccolto i miei capelli rosso fuoco in uno chignon semplice e professionale.

Mi sono fermato all'indirizzo che mi aveva dato per l'intervista e ho visto che si trovava in una piccola tenuta in campagna. "In cosa mi sto cacciando?" mi sono chiesto. Il cancello si aprì, guidai fino alla casa e vidi qualcuno scendere i gradini d'ingresso.

"Stefania?" chiese allegramente, sfoggiando un bellissimo sorriso.

"SÌ."

"Sono Robert, abbiamo parlato al telefono l'altro giorno."

È stato bello dare un volto al nome. Aveva corti capelli castani, punteggiati di grigio, occhi azzurri brillanti, una linea della mascella cesellata e lineamenti acqualini. Indossava una polo, pantaloni color kaki e, come me, scarpe comode. Era alto circa 1,80 e aveva un petto robusto e le braccia muscolose suggerivano che si fosse allenato. Potevo immaginare gli addominali nascosti sotto la maglietta.

"Così ho letto il tuo curriculum e sono rimasto davvero colpito. Sfortunatamente non avevamo posizioni aperte in azienda. Tuttavia, penso che potrei usare le tue capacità come assistente domestico. Hai detto che eri un responsabile della documentazione, esatto ?"

"Sì, ero responsabile dell'archiviazione dei file presso lo studio legale per cui lavoravo e dell'aiuto degli assistenti legali nelle ricerche. Per lo più recuperavo i file dei casi, in modo che potessero utilizzare precedenti precedenti per qualunque caso si trovassero in quel momento. Ma perché come assistente domestica ? Sembra che tu mi stia assumendo come domestica," ridacchiai.

"Per domestico, intendo intorno a casa mia. E, cosa più importante, gestisco un'operazione di allevamento di cani qui nella tenuta. E ho bisogno di qualcuno con le tue meticolose capacità per gestire i documenti di registrazione, gli elenchi dei clienti e, a essere onesti, gestire tutto. Se ti interessa possiamo tornare in ufficio al canile e possiamo discuterne."

Ero molto incuriosito. Non avevo mai lavorato come allevatore di cani e non ero del tutto sicuro di cosa mi stessero chiedendo. Allora ho accettato e siamo scesi al canile. Mi ha mostrato la tenuta, mi ha spiegato la storia, mi ha indicato le scuderie per i suoi cavalli e mi ha spiegato che si imbarcava anche per i migliori allevatori di cavalli. I giardini erano bellissimi. Potevo solo immaginare di poter venire a lavorare qui ogni giorno. Entrammo in ufficio e capii perché voleva qualcuno con la mia natura meticolosa. È stato un disastro. File disorganizzati, documenti sparsi qua e là e un mare di foglietti adesivi.

"Come puoi vedere, il mio ultimo manager era inefficace. Stava portando a termine il lavoro, ma dopo aver ricevuto una telefonata arrabbiata da un cliente perché non si presentava con un cane, ho deciso di controllare la cosa. Sono sceso e ho trovato... beh... questo. Ho chiamato il mio commercialista e ho chiesto informazioni sul reddito, lui ha analizzato la situazione e si è scoperto che, negli ultimi mesi, aveva addebitato. L'importo giusto, ma era abbastanza scremato per far sembrare che i miei affari stessero rallentando. È stato appena condannato per appropriazione indebita. Che liberazione."

"Allora, Roberto..."

"Bob. Mi piace mantenere le cose rilassate per le persone che lavorano direttamente per me."

"Bob," ricominciai, "quale sarebbe il mio compenso?"

Ha continuato spiegandomi che avrei ricevuto un sostanzioso aumento dallo studio legale in cui lavoravo, oltre ad avere un appartamento annesso al canile, oltre a un'assicurazione gratuita e che avrebbe coperto tutti i costi per rompere il mio contratto di locazione dal mio vecchio appartamento.

Sono stato venduto, l'ho ringraziato e gli ho chiesto quando ho iniziato.

"Speravo oggi?"

Persi un po', se non del tutto, la mia compostezza, e gli gettai le braccia al collo. Dopo tutto quello che avevo passato, la mia fortuna finalmente si è voltata. Ho ripreso la calma e mi sono scusato.

"Non preoccuparti. Siamo tutti tenuti a comportarci come esseri umani di tanto in tanto," ridacchiò. "Ti lascerò iniziare. Liz, la mia assistente esecutiva, arriverà a breve con il tuo W4 e prenderà le taglie per le uniformi."

"Uniformi?"

Ha spiegato che tutto il personale indossava magliette con il monogramma con il nome della tenuta, così come i nomi dei dipendenti, pantaloni color kaki e scarpe tutte coperte, oltre a giacche e gilet di pile per durante l'inverno.

Detto questo se ne andò e io cominciai a cercare di dare un senso a quel pasticcio. Liz, una donna abbastanza semplice, è entrata e ci siamo seduti e abbiamo completato tutti i documenti per il libro paga, l'assicurazione e lei ha ottenuto le taglie per le mie uniformi.

Ho incontrato lo staff dell'allevamento e loro sono stati felici di aiutarmi a risolvere il caos che il mio predecessore si è lasciato alle spalle. Alle 9:00 avevo sistemato la maggior parte del pasticcio e mi ero fatto un'idea di come avrei iniziato a organizzarmi. Ho deciso di chiudere la serata e sono andato a dare un'occhiata all'appartamento. C'era una porta contrassegnata con "PRIVATO" nell'ufficio che si apriva su di essa, quindi non c'era bisogno di uscire. Non era molto più di quello in cui alloggiavo, ma era completamente arredato, con una tv a grande schermo, un divano, un tavolo, dei tavolini e la camera da letto aveva un comodo letto queen size. Ho iniziato a dirigermi verso la mia macchina e sono stato accolto da Bob.

"Lavorare fino a tardi?"

"Ho appena finito di finire. Stavo per tornare al mio appartamento per la notte e iniziare a fare le valigie. Avrò bisogno di vestiti e roba del genere."

"Sembra una bella cosa, ci vediamo domattina."

Sono tornato a casa e ho iniziato a mettere pantaloni e belle camicie in una borsa per abiti, e tutta la mia roba da indossare ogni giorno è finita in un paio di valigie. La mattina dopo ho buttato in macchina tutto quello che avevo in valigia, più le altre cianfrusaglie di cui avevo bisogno e mi sono diretto verso la tenuta.

Sono arrivato presto, ho messo via tutto e mi sono vestito per la giornata. Ho messo dei pantaloni e una polo (dovevo assomigliare al resto dello staff) e ho iniziato con l'archiviazione e l'organizzazione che avevo pianificato la sera prima.

Dopo un'altra lunga giornata noiosa, sono tornata nel mio nuovo appartamento, ho fatto la doccia e ho indossato un paio di mutandine e una maglietta. Ho sentito la porta vicino all'ufficio, ho aperto la porta del mio appartamento e c'era una bottiglia di vino sulla scrivania con un biglietto.

"Grazie per esserti offerto di sistemare il pasticcio. Non riesco a immaginare che sia facile. Bob", si legge. Ho preso un bicchiere dalla cucina e ho aperto il vino per berne un bicchiere. Non ero un grande bevitore di vino, ma d'altra parte non avevo intenzione di rifiutarlo. Ho versato il vino e ho deciso che avrei fatto un giro per i canili.

C'erano otto allevamenti individuali e ognuno aveva un enorme mastino inglese. Un mastino inglese maschio. Poi mi resi conto che ciò che Bob intendeva per "allevamento" era che gestiva un servizio di monta. Fondamentalmente era un magnaccia per cani. Il pensiero mi fece ridere, e di nuovo capii perché non bevevo vino, dato che ero già ubriaco. Ho messo la mano sulla cuccia e mi sono bilanciato. Quando ho ritrovato l'equilibrio, sono andato dai cani e ho iniziato a lasciare che i giganti buoni annusassero la mia mano attraverso la maglia della catena. La maggior parte di loro mi annusava e mi leccava la mano, una coppia emetteva un "bau" profondo e rimbombante e scodinzolava. Ho adorato davvero i cani, erano tutti bellissimi, abbronzati, con i volti scuri, l'esempio perfetto della loro razza. Ho bevuto l'ultimo vino e ho deciso di entrare in uno dei canili.

Il grosso cane si sedette pazientemente mentre entravo nel canile. Ho chiuso il cancello e me lo sono messo dietro. Sono andato dal grosso cane e mi sono inginocchiato accanto a lui. Gli stavo parlando, chiedendo il suo nome, mentre lo accarezzavo. Si è girato ed è entrato in me e ha iniziato a leccarmi la faccia e a farmi cadere sul sedere.

"Ow," ho riso. "Qualcuno vuole un po' di attenzione?"

Mi sono appoggiata sulle mani e sulle ginocchia per alzarmi, e lui ha infilato il naso nelle mie mutandine, e ho potuto sentire il suo respiro spingere attraverso il tessuto e solleticare le mie labbra inferiori.

"Ehi, ragazzone. Non sono quel tipo di ragazza. Devi portarmi almeno a cena."

Mi sono alzato e sono andato alla porta del canile, e quando mi sono voltato, ha seppellito il suo bel sedere nell'inguine delle mie mutandine, annusandomi e leccandomi l'inguine.

"No, cane cattivo," dissi con voce alzata. Cominciavo ad avere paura e la mia voce si incrinava. Il cane gigante si è intromesso tra me e il cancello e mi sono voltato per andare dall'altra parte del canile. Quando l'ho fatto, 200 libbre di cane mi sono improvvisamente saltate sulla schiena e tutti i miei 110 libbre sono finiti dritti sulle mani e sulle ginocchia.

Ero paralizzato dalla paura. Se avessi provato ad alzarmi, il cane mi avrebbe buttato a terra, ma non volevo restare sulle mani e sulle ginocchia, perché non sapevo cosa sarebbe successo. Il cane continuava ad annusare e leccare il cavallo delle mutandine. Mi sono detto che se fossi rimasto fermo, si sarebbe annoiato e se ne sarebbe andato. Quel pensiero se n'è andato dalla finestra nel momento in cui l'ho sentito mordere le mie mutandine bagnate e ho sentito il suono dello strappo quando ha scosso la testa. Ho sentito il suo naso freddo penetrare nelle mie labbra, e poi la sua lingua leccarmi la fessura. E poi ho sentito il mio corpo iniziare a reagire alla sua lingua. Potevo sentire le mie labbra iniziare a aprirsi mentre il mio corpo mi diceva che si stava eccitando, e potevo sentire che stavo iniziando a bagnarmi.

Quando la sua lingua colpì il mio clitoride, fu come se fosse elettrica. Mi sentivo bene e mi vergognavo con me stesso. Come posso pensare che questo sia una bella sensazione? Sono stato molestato contro la mia volontà! Questo non dovrebbe farti sentire bene! E poi la sua lingua colpì di nuovo il mio clitoride, e io gemetti, nonostante sapessi che non sarebbe dovuto succedere. Poi iniziò a sondare il mio canale, la sua lingua ruvida e ispida mi raggiunse in profondità. Gemetti di nuovo quando la sua lingua colpì la profondità che la lingua del mio ragazzo (o di qualsiasi altro uomo prima di lui) poteva raggiungere. Da qualche parte nella mia mente, una vocina mi diceva che avrei dovuto godermelo, ma la mia mente razionale mi diceva che non andava bene. Potevo sentire la pressione crescere dentro di me, ed ero scioccato dal fatto che il mio corpo mi stesse tradendo costruendo un orgasmo sulla lingua del cane. Tornò a leccarmi di nuovo la fessura e quando la sua lingua colpì di nuovo il mio clitoride, la diga si ruppe e un grande orgasmo mi colpì. Completamente scoraggiato per il tradimento del mio corpo, ho appoggiato la testa sulle braccia e ho iniziato a piangere.

Nella mente del cane, con il culo in aria e la testa a terra, gli stavo mostrando la mia sottomissione e lui mi è saltato di nuovo sulla schiena. Quando si è messo in posizione, ha avvolto le sue potenti zampe anteriori attorno ai miei fianchi e ha iniziato a masturbarsi. Ormai ero pietrificato. Potevo sentire un oggetto duro e bagnato rimbalzare sulla parte posteriore delle mie cosce. Sapevo che era il suo cazzo che cercava il posto giusto. Ho guardato sotto di me e, nonostante la maglietta, ho potuto vedere il suo grande razzo rosso. E intendo grande! Il cane mostruoso aveva un cazzo enorme! Era lungo almeno 8 pollici e stava ancora crescendo, e largo circa due pollici. Continuava a scopare nel culo, potevo sentire il suo cazzo avvicinarsi al segno. Colpì le mie mutandine, poi mi colpì le labbra e poi la punta si inserì nella mia apertura. Quando il cane seppe di aver centrato il bersaglio, mi infilò quanto più cazzo possibile dentro di me.

"NO!" Ho urlato mentre il suo cazzo penetrava brutalmente nella mia figa. Mi stava penetrando come un martello pneumatico, senza pietà mentre costringeva la mia figa ad allungarsi mentre mi violentava. Mentre la sua dura scopata continuava. Potevo sentirmi riempita come nessun uomo mi aveva mai riempita prima, e nonostante sapessi di essere stata violentata, quella voce nel profondo della mia mente stava diventando sempre più presente. Continuava a dirmi che questo era ciò che volevo, essere utilizzato a fondo. E in poco tempo aveva preso il sopravvento su tutti i miei pensieri, mentre la mia festa si avvicinava sempre di più all'orgasmo. Mi sono ritrovato a spingere indietro il culo per incontrare la sua scopata potente e frenetica. Mentre il mio orgasmo si avvicinava, potevo sentire qualcosa che sembrava una pallina da tennis calda che premeva contro le mie labbra della figa. Ero così perso nel tentativo di raggiungere il mio orgasmo, che mi ero completamente dimenticato del fatto che quando i cani si accoppiano, finiscono per essere legati insieme con il nodo del maschio. Semplicemente non mi importava. Stavo spingendo contro il suo nodo, sempre più forte, mentre sentivo che allungava la mia stretta apertura.

Ben presto arrivò a metà della mia figa e l'estremità del suo cazzo premeva contro la mia cervice. Ho lanciato il sedere verso il cane e ho forzato il resto del suo nodo dentro di me, e ho sentito che iniziava a crescere. Si stava gonfiando, esercitando una pressione costante sul mio punto G, e il più grande orgasmo della mia vita mi ha attraversato. La mia fica contratta si stava stringendo attorno al suo nodo, facendo sì che il mio orgasmo continuasse per sempre. Ben presto il cane si fermò e poi sentii uno spruzzo caldo di sperma di cane ricoprirmi l'interno della mia figa imbottita. Un getto dopo l'altro di sperma veniva liberato dentro di me, e questo non faceva altro che aumentare il piacere che provavo.

Presto smise di venire e si sdraiò sulla mia schiena. Dopo un paio di minuti, si è alzato da me e mi è salito sulla schiena così eravamo culo a culo, aspettando che il suo organo si sgonfiasse in modo che potessimo separarci. Non so per quanto tempo siamo stati così, ma alla fine si è allontanato da me. Mi ha fatto male da morire quando il suo nodo si è staccato dalla mia fica e le mie cosce erano ricoperte mentre un'ondata di sperma di cane scorreva fuori dalla mia figa.

Mi passò accanto e per la prima volta vidi cosa c'era in me. Il suo cazzo, dalla punta alla base del nodo, doveva essere lungo 11 pollici. Non avevo mai avuto un uomo con quel tipo di lunghezza o circonferenza, e la mia figa sembrava come se fosse allungata abbastanza da farla passare attraverso un treno e non sentirla. Appena ho potuto alzarmi, mi sono alzato con le gambe tremanti e sono uscito dal canile. Scesi barcollando dal canile, ansioso di andare a fare la doccia nell'appartamento e di lavarmi.

Dopo la doccia, mi sono sdraiato e sono svenuto. Non mi sono svegliato fino alle 10 del mattino successivo, con la figa dolorante. Mi sono vestito, sono andato in ufficio e ho trovato una scatola con sopra un biglietto.

"Stephanie, ho bisogno di vederti quando ti alzi. Assicurati di indossare quello che c'è nella scatola. In caso contrario, considerati terminato. Bob", si legge nella nota.

Ho aperto la scatola e dentro c'era un collare con un ciondolo. Diceva semplicemente "Stronza". Visto che sembrava che non avessi scelta, mi misi il collare e mi preparai per qualunque cosa Bob avesse in serbo per me...




Commenti e suggerimenti sono benvenuti. Fammi sapere cosa ne pensi e, con abbastanza risposte positive, vedremo cosa succede quando Stephanie farà il check-in con Bob....

Morg

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

1.7K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.5K I più visti

Likes 0

La morte veste SEMPRE di nero - Capitolo 1

Capitolo 1 L'ombra a forma di uomo nel cortile del vicino dall'altra parte della strada non si era mossa negli ultimi 20 minuti, ma era del tutto possibile che gli occhi di Glenn gli stessero giocando brutti scherzi mentre la sua mente in preda al panico lavorava a tempo pieno sul suo dilemma. Erano passate due settimane da quando il contratto era stato adempiuto dalla gilda degli assassini di Ar e lui doveva ancora inviare loro il pagamento, ovviamente, non lo avevano esattamente cercato nemmeno per il loro oro, ma era ancora estremamente preoccupato. Silas aveva visto cosa succede alle persone...

1.5K I più visti

Likes 0

Negozio di caramelle

Ok, iniziamo con i dettagli. Ho 16 anni circa 6 piedi di altezza e un peso medio di circa 75 kg oh e il mio nome è franco (so che è un nome fuori nome questi giorni) Era la fine delle vacanze estive e stavo tornando dal negozio di kebab donna quando ho visto la ragazza che era al mio corso di geografia e segretamente mi piaceva. Il suo nome è Brenda, è alta circa 5 piedi e 7 pollici ed era magra ma non troppo, le sue tette non sono le più grandi della scuola ma le stanno comunque bene...

1.3K I più visti

Likes 0

Porca puttana

Sono stato gangbanizzato da 37 uomini in una sporca sala VIP in cima a un bar di New York, mio ​​marito mi ha portato a una festa e se ne è andato con un'altra bionda, mi sono seduto al bar tutto solo quando 15 uomini si sono avvicinati a me, loro mi ha detto che ero molto bella e ho chiesto se potevano farmi delle foto, ho detto ok, ma hanno detto che era troppo affollato nel bar possiamo andare in una stanza dove è un po' più tranquilla, ho detto ok, uno dei gli uomini mi hanno portato di sopra...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricatto e cetrioli

Questa è un'opera di finzione. La prima volta che scrivo, le critiche costruttive sono sempre consentite, non c'è molto sesso perdonami, volevo introdurre i personaggi. RICATTO E CETRIOLI Dovremmo prendere dei cetrioli, ho sentito dire da una ragazza. Io, Justin Hunter, ero seduto da solo in una delle quattro mense della Forrester University. Questo in particolare era il terzo più grande e la ragazza che ha detto che era seduta a un tavolo di fronte al mio. Avevo quasi finito di mangiare quando queste due ragazze vennero a sedersi a un tavolo accanto al mio. Sedevano fianco a fianco su un...

999 I più visti

Likes 0

Picchiato al rifugio

Sono un uomo di 35 anni che vive da solo in una capanna isolata nel bosco. Sono 6'1 con capelli biondi e occhi azzurri. Non ho mai avuto problemi portare a casa le donne. Sono un veterinario e ho un ufficio in città. Faccio anche volontariato in un canile nei fine settimana. I proprietari salva i cani e trova loro una casa una volta che li ho esaminati. Alcuni entrano piuttosto brutte, quindi impiegano un po' più di tempo a guarire. Altri sono belli cani che sono stati semplicemente abbandonati da qualche parte. Il vicino più vicino vive a 15 miglia...

844 I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

787 I più visti

Likes 0

Dipendenza_(0)

Godetevi la storia e lasciate un commento. Dipendenza Allora Doc, ahh domanda folle - è possibile essere um, tipo, dipendenti da una persona? Era una domanda folle e Tom era in qualche modo imbarazzato anche solo a farsela, ma era una domanda su cui si stava ponendo da giorni ormai. Il dottore, in realtà uno psicologo, era un uomo calvo con gli occhiali sulla cinquantina, che aveva sentito un sacco di cose più folli nei suoi vent'anni di pratica. Sapeva che Tom era serio e aveva bisogno di maggiori informazioni prima di poter dare una risposta. Pensi di essere dipendente da...

872 I più visti

Likes 0

Nika e suo padre

Nika entrò in camera da letto cercando suo padre. Era preoccupata per lui, perché beveva molta vodka e whisky. Da quando suo fratello è rimasto ucciso in un incidente, riusciva a malapena ad alzarsi dal letto per andare al lavoro, non usciva mai di casa se non per prendere altre bottiglie per bere via il dolore. Aveva subito tre tragedie, prima sua moglie era stata assassinata, poi sua figlia (lei, Nika) era stata violentata e ora suo fratello. L'alcol sembrava essere l'unico modo per lenire il dolore. Anche lei soffriva, le mancava suo zio, ma lui non poteva essere aiutato, suo...

741 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.