La figlia di mia moglie. . . Uno studio veloce

272Report
La figlia di mia moglie. . . Uno studio veloce

La figlia di mia moglie. . . Uno studio rapido di Stiff Little Points

Era una serata normale mentre guardavo la TV con la mia nuova moglie, sua figlia e un'avventura per la quale di certo non ero pronto. Questa è una breve descrizione e spero che vi piaccia!

Mia moglie, sua figlia Ally e io stavamo guardando la TV, ma Mary in realtà era più interessata al libro che stava leggendo, e non alzava nemmeno lo sguardo alla TV. Stavo osservando sua figlia con molta attenzione. Ally sapeva che la stavo osservando e senza dubbio trovavo questa esperienza molto emozionante. Mi guardava, vedeva che tutta la mia attenzione era sul suo inguine e apriva le gambe un po' di più e spostava il bacino un po' più in fuori sulla sedia, esponendo più delle sue mutandine di cotone bianco. Mary era alla mia sinistra, quindi ho posizionato un cuscino sulla mia gamba sinistra e mi sono appoggiato su di esso con l'avambraccio sinistro, nascondendo abilmente il mio inguine. Quando ho visto Ally guardarmi di nuovo, ho accarezzato il mio cazzo duro come la roccia con la mano destra. La forma del mio cazzo era chiaramente delineata nei miei pantaloni corti e larghi poiché non indossavo biancheria intima. Ally fissò la mia mano che accarezzava il mio organo duro. . . e distolse rapidamente lo sguardo, ovviamente un po' imbarazzato, e poi tornò indietro per assicurarsi che ciò che stava vedendo fosse reale. Le ho rivolto un sorriso sornione e lei è arrossita e ha distolto di nuovo lo sguardo. Avevamo giocato a queste partite in passato, ma questa volta ero determinato a fare un ulteriore passo avanti.

Sono diventato ancora più duro mentre mi accarezzavo il cazzo e soprattutto quando ho visto la macchia scura di umidità diventare più grande sulle mutandine di Ally. Chiuse le gambe e poi spostò il sedere in modo da guardarmi di più, aprì le gambe ancora di più, tenendo d'occhio sua madre per assicurarsi che avesse ancora il naso sepolto nel libro. Ho colto l'occasione e ho fatto scivolare il mio cazzo duro fuori dalla gamba dei pantaloncini e l'ho accarezzato per tutta la sua lunghezza tirando indietro il prepuzio per esporre la mia lucente testa umida. . . mentre Ally si girava a guardarmi di nuovo. La sua mascella cadde e arrossì di nuovo, ma con le labbra leggermente socchiuse come se stesse ansimando mentre fissava il mio pugno. . . sul mio palo rigidissimo. Sapevo che non sarei riuscito a farla franca con il mio esibizionismo ancora per molto e guardando Ally dritto negli occhi e con un occhiolino ho fatto scivolare indietro il cazzo e alzandomi ho annunciato sia a madre che a figlia che ero stanco e andavo a letto.

A letto, accarezzandomi lentamente il membro gonfio, rivivevo gli eventi della serata. Ero stato eccitato da Ally fin da quando lei e sua madre si erano trasferite da me dopo esserci sposati, ma prima non avevo mai dimostrato i miei sentimenti in alcun modo. Quella sera Ally sembrava più sexy di quanto l'avessi mai vista prima. Indossava una gonna molto corta e ampia e una canottiera che, se indossata senza reggiseno come prima, mostrava alla perfezione il suo seno in via di sviluppo e i capezzoli in erba. Non avevo avuto alcun dubbio che dal momento in cui ci eravamo seduti dopo cena a guardare la TV lei si stava mettendo in mostra davanti a me. È stato sulla base di questo che ho deciso di cogliere l'occasione e di mettere in scena la mia performance esibizionista. Mi chiedevo se avesse colto il mio desiderio per lei o se fosse semplicemente attratta da me quando Mary si mise a letto accanto a me. Ha raggiunto il mio cazzo e trovandolo completamente eretto ha detto che le dispiaceva di avermi fatto aspettare, mi ha montato e mi ha scopato finché non sono entrato nel profondo di lei. L'unica cosa che non sapeva ovviamente è che stavo pensando a sua figlia e non a lei mentre scopavamo da quasi mezz'ora!

Mi sono svegliata la mattina dopo con in mente le immagini del cavallo coperto di mutandine di Ally e andando direttamente in bagno ho trovato le sue mutandine nel cesto della biancheria. Ne trovai un paio che sapevo fossero suoi e vi masturbai dentro una grande quantità di sperma, coprendo lo sperma bianco essiccato che aveva depositato la sera prima. Il nostro accordo prevedeva che ognuno di noi facesse il bucato, quindi stavo già immaginando cosa avrebbe fatto vedendo le sue mutandine ora ricoperte anche del mio sperma! La domanda era se si sarebbe lavata più tardi quella mattina o esattamente quando.

Era un sabato mattina quindi abbiamo fatto colazione tutti insieme con Ally che mi lanciava uno sguardo molto timido e la chiacchierata attorno al tavolo riguardava come avremmo trascorso la giornata. Mary annunciò che doveva solo andare a comprare dei vestiti nuovi e chiese ad Abby se voleva unirsi a lei. Abby, guardando prima me e poi sua madre, disse che doveva recuperare i compiti a scuola e quindi non poteva andare. Avevo una serie di lavori di manutenzione domestica che richiedevano la mia attenzione. Con baci ovunque, Mary se ne andò per il suo giro di shopping, lasciando me e Ally da soli, sentendoci entrambi un po' a disagio. Ho guardato Ally e ho deciso che non avrebbe detto nulla riguardo quella serata, quindi ho detto che dovevo uscire per riparare una finestra che permetteva all'aria fredda di entrare lo scorso inverno. Ally poi mi sorprese dicendomi che avrebbe fatto una nuotata nella mia piscina, si sarebbe abbronzata un po' e che avrebbe fatto i compiti più tardi. Quella decisione ha sicuramente soddisfatto i miei piani e non vedevo l'ora di vederla con qualunque costume da bagno volesse (o non volesse) indossare.

La finestra che dovevo sistemare si affacciava sull'area della piscina e non passò molto tempo prima che Ally uscisse indossando un bikini a stringhe così piccolo che le copriva a malapena il seno (o anche i capezzoli) o il monticello pubico. Non potevo credere ai miei occhi che ancora una volta si stava mettendo in mostra davanti a me. Si tuffò nella piscina e quando ne uscì. . . Sono quasi arrivato senza nemmeno toccarmi. Il suo bikini era diventato quasi trasparente con i suoi capezzoli duri che tendevano il materiale della parte superiore e le labbra gonfie della sua fica chiaramente delineate attraverso il materiale bianco bagnato. Si sdraiò sull'asciugamano, con le gambe verso di me e si aprì in modo che potessi vedere chiaramente i bordi delle sue labbra calve. Con la testa leggermente inclinata di lato mi sorrise in modo seducente. Non avevo assolutamente idea di come gestire la situazione, quindi sapevo che sembrava che le fosse piaciuto vedere il mio cazzo. . . Mi sono girato per guardarla completamente, mi sono fermato leggermente e poi ho tirato fuori il cazzo dai pantaloncini.

Ero duro come la roccia mentre guardavo il suo corpo e iniziavo a stringere la mia asta. Fissava senza battere ciglio il mio cazzo mentre continuavo a masturbarmi davanti a lei. Quando il mio sperma ha iniziato a fuoriuscire, l'ho usato per rivestire il mio cazzo per renderlo più scivoloso e ho iniziato a masturbarmi sul serio. Ally continuava a fissarmi con la stessa espressione ansimante e a bocca aperta della sera prima. L'ho guardata dritta negli occhi, ho sorriso e poi ho guardato il mio cazzo mentre gli davo gli ultimi colpi per spingere il mio sperma a fuoriuscire. Mentre sparavo il mio primo carico sul prato su cui mi trovavo . . . guardò quasi scioccata mentre la mia serie di sperma veniva seguita da un secondo enorme carico. Mi sono pompato fino a quando non sono stato asciutto e Ally all'improvviso si è alzata ed è entrata trotterellando in casa, con l'asciugamano avvolto attorno alla vita.

Immaginando che fosse in uno stato di eccitazione elevato, la seguii in casa. Era entrata nella sua stanza, lasciando la porta leggermente aperta. Ho spiato e l'ho vista distesa sul letto, completamente nuda, che si toccava freneticamente la fica adolescente. I suoi occhi erano strettamente chiusi e i suoi fianchi si contorcevano a tempo con il dito che le colpiva il buco. Ha iniziato a gemere e ha aperto gli occhi, guardandomi direttamente nei miei mentre raggiungeva un climax fantastico, contorcendosi e ansimando, coperta di sudore. Ho sorriso e me ne sono andato, non sapendo davvero come gestire la situazione. Andai a sedermi nell'angolo colazione, aprii una birra fresca e sorseggiandola valutai cosa stava succedendo.

Ally era stata sicuramente eccitata dalle mie buffonate e non si era preoccupata di vederla masturbarsi, ma questo significava che potevo andare oltre? Questo significava che potevo scoparla come desideravo disperatamente? Interrompendo i miei pensieri, Ally entrò e si sedette accanto a me, indossando una maglietta bianca e apparentemente nient'altro, prese la birra e ne bevve un lungo sorso. Ho aperto la conversazione chiedendole se le fosse piaciuto guardarmi mentre mi masturbavo.

"Sì," disse, "ho visto ragazzi farlo sul web... ma sul serio... mi ha eccitato così tanto che non potevo trattenermi" e poi ha chiesto molto timidamente: "Ti è piaciuto guardarmi ?"

"Certo", risposi, "mi è piaciuto così tanto... mi è venuto di nuovo duro. Scambiamoci di posto per un minuto e lasciami prendere qualcosa dall'armadio." Mi alzai dalla panca nell'angolo, mi avvicinai alla vetrina del forno, presi una bottiglia di olio vegetale, la riportai indietro e la misi davanti ad Ally, che era seduta sul bordo del cuscino e osservava con occhi curiosi. "Vuoi vedermi sparare ancora?", ho chiesto.

"Mmmm... sì," disse tranquillamente guardandomi la vita e con ciò tirai fuori il cazzo eretto dai pantaloncini. Ottenuto il suo permesso, ho ricominciato ad accarezzarmi mentre venivo scrutata dal suo sguardo penetrante. C'è qualcosa di davvero speciale nel masturbarsi di fronte a una donna. . . e considerando la differenza di età, ho dovuto trattenermi dal rilasciare il mio carico. . . troppo veloce.

"Fammi vedere le tue tette, Ally", ho suggerito mentre le mie dita arricciate continuavano il loro lento percorso su e giù per la mia asta rigida.

“Mi stai facendo comportare bene. . . tutto cattivo oggi. . . non è vero?" lei chiese. Annuii con la testa e non passò molto tempo prima che lei alzasse la maglietta in modo che potessi vedere il suo seno nudo e l'incrocio umido sottostante. Ho spostato la mano sinistra verso la sua e mi sono piegato leggermente in modo da poter muovere le sue dita sulla sua figa nuda e umida. Lei sorrise e cominciò a giocare con il suo gattino con una mano e poi piano piano prese coraggio e voglia. . . cominciò a pizzicarle delicatamente i capezzoli rosa e rigidi con l'altro. Ciò che mi eccitava era il modo in cui lei mi guardava alternativamente negli occhi e poi di nuovo il mio cazzo rigido che tendeva la pelle.

"Qualche ragazzo ti ha mai regalato uno spettacolo come questo?" chiesi avvicinandomi leggermente in modo che la mia asta fosse a meno di trenta centimetri dalla sua bocca.

"Non proprio . . . e suppongo che quando inizierò a uscire con qualcuno. . . se mai la mamma me lo permette. . . Potrei essere deluso dalle dimensioni dei ragazzi della mia età. . . rispetto al grande premio che hai tra le mani”, ha detto con un sorriso. . . cominciando a rotolare e a pizzicare i suoi boccioli con maggiore urgenza.

“Usiamo questa mattina come lezione numero uno. . . lo facciamo? Ti metterò al posto di guida e ti dimostrerò qualcosa che piacerà a tutti i ragazzi se lo fai per loro. Prima di tutto, liberiamoci della tua T. " Non potevo più resistere e senza preavviso ho allungato la mano e le ho tirato la T sopra la testa, lasciandole i capezzoli nudi e gonfi, duri per l'eccitazione.

"Voglio che tu apra la bottiglia di olio davanti a te, ne versi circa un cucchiaino sulla mano e poi ti strofini le mani, rendendole tutte scivolose." Ally sorrise e mentre si allungava per prendere in mano la bottiglia. . . le sue tette si dimenarono leggermente facendo pulsare ancora di più il mio cazzo duro come la roccia. Doverosamente si versò l'olio nel palmo della mano, ma lasciò che il fluido scorresse leggermente più a lungo di quanto avevo suggerito. Si scusò e poi, guardandomi, si strofinò le mani scivolose finché non furono completamente coperte.

“Non sprechiamo nulla. . . prendi una mano e strofina l'olio su tutto il seno e rendilo tutto lucido. Scosse la testa incredula al mio suggerimento, ma quasi ipnotizzata si prese il seno a coppa e lo lucidò con l'olio, poi si avvicinò al suo compagno e fece la stessa cosa.

Guardare il suo seno lucido mi ha quasi fatto venire e ho dovuto smettere di accarezzarlo.

"Eccellente", dissi. "Ora avvolgi molto delicatamente le tue dita attorno al mio CAZZO e muovi la mano su e giù come stavo facendo io." Ovviamente Ally non aveva mai toccato il cazzo di un ragazzo o di un uomo prima, quindi ha coperto provvisoriamente la punta del mio cazzo con le dita e le ha lasciate chiudere delicatamente. Poi, mantenendo una certa pressione, cominciò a scivolare facilmente su e giù per il mio palo.

"Lo sto facendo bene?" chiese guardandomi negli occhi. Aveva la lingua leggermente fuori, facendo del suo meglio per imparare a dare ad un uomo una gloriosa sega. Ho esitato a rispondere per diversi secondi mentre lei continuava a coprirmi interamente l'asta con l'olio e presto il liquido cominciò a gocciolare anche sulle mie palle.

"Stai andando bene . . . ma devi prepararti per il climax che avverrà tra breve. Mi avvicinerò un po' a te e voglio che tiri indietro le spalle un po' e spinga quei bellissimi seni adolescenti verso di me.

"Davvero", rise. . .ma quando mi sono avvicinato abbastanza da toccarle il viso con il mio cazzo, ha seguito le mie istruzioni e presto le sue tette sono diventate luminose.

"Inizia a muovere lentamente il mio CAZZO su tutte le tue tette e soprattutto su quei piccoli capezzoli rigidi." Ally puntò la mia lunga asta verso le sue gemme rigide. . . prima il seno destro e poi il sinistro e poi anche la leggera intersezione in mezzo. Ho dovuto stringere i denti per trattenermi dal venire mentre lei continuava.

"Dimmi cosa vuoi che faccia", ho chiesto con un rapido occhiolino.

“Voglio che tu spari alle tue cose. . . TUTTO SU DI ME!” disse ora determinata a fare proprio questo.

“Proviamoci di nuovo. . . e parlami sporco, Ally. . . cosa vuoi davvero che faccia?"

“Non credo di dire questo. . . ma voglio che tu usi questo TUO GRANDE CAZZO per spruzzare le mie tette con il tuo sperma caldo!!!” ed è esattamente quello che ho fatto non appena ha finito. Nonostante mi fossi masturbato circa un'ora prima, il mio cazzo è diventato un idrante senza fine e ha spruzzato continue corde di sperma su tutti i suoi capezzoli e seni e verso la fine lo ha persino puntato sul viso e sulle labbra. Stando in posizione per vedere il vialetto, ho visto mia moglie Mary entrare con la macchina nel garage.

“Tesoro, tua madre è a casa. Vai in camera tua e mettiti subito sotto la doccia. Cercherò di rimettermi in sesto e continuare a lavorare su quella finestra. Secondi qualcuno?

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

1.7K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.5K I più visti

Likes 0

La morte veste SEMPRE di nero - Capitolo 1

Capitolo 1 L'ombra a forma di uomo nel cortile del vicino dall'altra parte della strada non si era mossa negli ultimi 20 minuti, ma era del tutto possibile che gli occhi di Glenn gli stessero giocando brutti scherzi mentre la sua mente in preda al panico lavorava a tempo pieno sul suo dilemma. Erano passate due settimane da quando il contratto era stato adempiuto dalla gilda degli assassini di Ar e lui doveva ancora inviare loro il pagamento, ovviamente, non lo avevano esattamente cercato nemmeno per il loro oro, ma era ancora estremamente preoccupato. Silas aveva visto cosa succede alle persone...

1.5K I più visti

Likes 0

Negozio di caramelle

Ok, iniziamo con i dettagli. Ho 16 anni circa 6 piedi di altezza e un peso medio di circa 75 kg oh e il mio nome è franco (so che è un nome fuori nome questi giorni) Era la fine delle vacanze estive e stavo tornando dal negozio di kebab donna quando ho visto la ragazza che era al mio corso di geografia e segretamente mi piaceva. Il suo nome è Brenda, è alta circa 5 piedi e 7 pollici ed era magra ma non troppo, le sue tette non sono le più grandi della scuola ma le stanno comunque bene...

1.3K I più visti

Likes 0

Porca puttana

Sono stato gangbanizzato da 37 uomini in una sporca sala VIP in cima a un bar di New York, mio ​​marito mi ha portato a una festa e se ne è andato con un'altra bionda, mi sono seduto al bar tutto solo quando 15 uomini si sono avvicinati a me, loro mi ha detto che ero molto bella e ho chiesto se potevano farmi delle foto, ho detto ok, ma hanno detto che era troppo affollato nel bar possiamo andare in una stanza dove è un po' più tranquilla, ho detto ok, uno dei gli uomini mi hanno portato di sopra...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricatto e cetrioli

Questa è un'opera di finzione. La prima volta che scrivo, le critiche costruttive sono sempre consentite, non c'è molto sesso perdonami, volevo introdurre i personaggi. RICATTO E CETRIOLI Dovremmo prendere dei cetrioli, ho sentito dire da una ragazza. Io, Justin Hunter, ero seduto da solo in una delle quattro mense della Forrester University. Questo in particolare era il terzo più grande e la ragazza che ha detto che era seduta a un tavolo di fronte al mio. Avevo quasi finito di mangiare quando queste due ragazze vennero a sedersi a un tavolo accanto al mio. Sedevano fianco a fianco su un...

999 I più visti

Likes 0

Prendendo Sarah, seconda parte

Prendendo Sarah, seconda parte Aiuto da un amico. Nelle poche settimane trascorse da quando avevo registrato Sarah in bagno, ho provato numerose volte a rivederla, senza alcun risultato. Ho avuto l'opportunità di vederla rapidamente in primo piano. Un giorno si era addormentata sul suo letto, la cuccetta più in alto dopo la scuola e Anne aveva chiamato di sopra che la cena era pronta e che avrei svegliato Sarah. Entrando nella sua stanza ho visto che in effetti dormiva profondamente. Quando mi sono avvicinato a lei ho visto che i suoi pantaloncini erano molto larghi su di lei. Sapevo che se...

888 I più visti

Likes 0

Picchiato al rifugio

Sono un uomo di 35 anni che vive da solo in una capanna isolata nel bosco. Sono 6'1 con capelli biondi e occhi azzurri. Non ho mai avuto problemi portare a casa le donne. Sono un veterinario e ho un ufficio in città. Faccio anche volontariato in un canile nei fine settimana. I proprietari salva i cani e trova loro una casa una volta che li ho esaminati. Alcuni entrano piuttosto brutte, quindi impiegano un po' più di tempo a guarire. Altri sono belli cani che sono stati semplicemente abbandonati da qualche parte. Il vicino più vicino vive a 15 miglia...

844 I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

787 I più visti

Likes 0

Dipendenza_(0)

Godetevi la storia e lasciate un commento. Dipendenza Allora Doc, ahh domanda folle - è possibile essere um, tipo, dipendenti da una persona? Era una domanda folle e Tom era in qualche modo imbarazzato anche solo a farsela, ma era una domanda su cui si stava ponendo da giorni ormai. Il dottore, in realtà uno psicologo, era un uomo calvo con gli occhiali sulla cinquantina, che aveva sentito un sacco di cose più folli nei suoi vent'anni di pratica. Sapeva che Tom era serio e aveva bisogno di maggiori informazioni prima di poter dare una risposta. Pensi di essere dipendente da...

872 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.