Così com'è - Parte 2

422Report
Così com'è - Parte 2

Stuie, si è frettolosamente pulito e ha chiuso la cerniera per essere di nuovo presentabile. Poi pensò tra sé e sé: "Che fretta c'è?" Questo è stato imbarazzante, ma sicuramente Julie era abbastanza grande da capire le circostanze e come erano i ragazzi e tutto il resto. Forse è scappata in quel modo per l'imbarazzo. Ha vissuto un momento di panico e ha pensato "di sicuro non ha intenzione di dire alla mamma quello che è successo". No, aveva bisogno di prendersi un po' di tempo per pensare a cosa le avrebbe detto per alleviare l'imbarazzo prima di vederla di nuovo. Ma nel cercare di elaborare i dettagli della sua spiegazione, tutto ciò a cui riusciva a pensare era quanto fosse bello e eccitante vederla guardare mentre lo faceva. Aveva quello sguardo sul viso. Quello sguardo di fascino affamato concentrato mentre lo guardava muovere la mano sul suo cazzo esposto.

Aveva già visto quello sguardo. Quando si univa ai lavoratori migranti per fare un tuffo alla piscina, c'era sempre qualcuno di vedetta all'ingresso della strada della cava per un vice sceriffo di pattuglia. La strada sterrata era in condizioni così pessime che l'auto sarebbe stata in grado di procedere solo a 5 mph. Ciò darebbe abbastanza tempo alla vedetta per tornare di corsa alla piscina e avvisare tutti i bagnanti, che poi si sarebbero arrampicati fuori e si sarebbero presi i vestiti per scappare a culo nudo ma non sballati nella notte buia. Nel 15° anno del giovane, una delle belle ragazze di circa 2 anni più grandi corse al suo fianco per tutto il viaggio di ritorno a casa invece che ai ricoveri dei lavoratori. Si lasciò cadere i vestiti e si sdraiò sul prato, nudo, ridendo, piano per non disturbare la madre e la sorella all'interno. Ma rise allegramente e senza curarsi quando la ragazza nuda per metà messicana Lorena sedeva per terra accanto a lui, ridacchiava e lo osservava con interesse. Dopo che si fermò e si assopì per un po', lei parlò a bassa voce. "Mostrami... Prendi il tuo bel 'piantaggine' nelle tue mani e fai quello che fanno i ragazzi. Mostrami come ti piace a te stesso." La prese per mano e si spostò in un luogo più discreto. Quando furono accucciati e pronti per la sua esibizione, il suo giovane osso era duro, palpitante e visibilmente contorto al chiaro di luna. Era la prima volta che assisteva a quell'abbandono su una femmina. Mentre si accarezzava, lei aveva quello sguardo ipnotico di totale assorbimento. Se la sua attenzione fosse stata così fissa, se fossero stati in qualche modo interrotti, sarebbe esplosa in un impeto di indignazione frenetica. Gemette di completo piacere quando raggiunse l'orgasmo. È stata un'intensa eccitazione vederla osservarlo e probabilmente ha raggiunto l'orgasmo con più forza di quanta ne avesse mai avuto fino a quel momento. "Ay yeeee, così tanta sborra dal tuo organo. La donna che ti sposerà probabilmente avrà molti figli."

Ovviamente le seghe non erano del tutto soddisfacenti per la giovane coppia, più tardi quell'estate lei gli prese la ciliegia. Dopo il 3° appuntamento "alla base", ha menzionato qualcosa sul "avere il suo bambino". Ciò lo ha indotto a cercare di convincerla a ridimensionare la loro ricreazione intima a pompini, mangiare la figa e lavoro manuale reciproco. Ha smesso di guardare le sue sessioni di carezze con la stessa espressione, quindi l'adolescente ha concluso che non sarebbe stato in grado di sostenere il suo interesse e ha posto fine alla storia d'amore. Per quanto ne sapeva, non ha mai partorito un bambino di suo padre.

Ma la sua vita sessuale è diventata molto attiva in seguito e l'intimità spesso è iniziata con la masturbazione (a volte non è mai aumentata ulteriormente). La donna nell'attività lo osservava sempre con quello stesso sguardo fisso - quella stessa espressione dagli occhi vitrei di stupore drogato e una specie di strana fame. Affamato del suo cazzo sperava. Ma questa giovane ragazza che portava quello sguardo incantato in quel pomeriggio afoso era sua sorella. Non farebbe differenza? Potrebbe essere che fosse stata davvero sedotta e desiderasse che lui fosse il suo primo amante. Forse era così in conflitto, ecco perché è scappata. Invece di pensare attentamente a cosa avrebbe detto la prossima volta che si sarebbero incontrati, ha fantasticato di dissolutezzarla e di introdurla in un mondo di gratificazioni carnali. Era così assorbito dalla sua nuova eccitazione per la narrativa mentale, che ha aperto di nuovo i suoi jeans corti per un'altra sessione di jack off molto soddisfacente.

Quando finalmente si avvicinò alla casa, sua madre era a casa e sentì il leggero clamore di pentole e piatti mentre lei e Julie stavano preparando la cena. "Ci chiedevamo dove fossi. Lavati perché la cena sarà pronta in 15 minuti... Julie, non mi hai detto che hai ricevuto una lettera da tuo padre, oggi?"
"L'ho in camera mia. Lo prenderò. Non è molto personale ma ha delle idee interessanti sulla fattoria di cui vorresti sentire parlare."

Stuie stava lavando in bagno ma fermò sua sorella mentre passeggiava lungo il corridoio. Sussurrò con fermezza: "Julie dobbiamo parlare di oggi".

"No, non è successo. Non è successo niente di sbagliato. Non ti aspettavi che io mi aspettassi. Sei un ragazzo vitale che fa qualcosa che è normale e salutare. Anni fa, ricordo che mi hai detto che dovevamo rispettare la privacy degli altri. Eri giusto. Mi sono intromesso nella tua privacy per caso, tutto qui. Niente di grave, fratellone." Procedette lungo il corridoio con un sorriso impertinente. Per la seconda volta quel giorno, il giovane intelligente e in forma è stato sbalordito dalla sua sorellina - sbalordito da un giovane fratello benedetto da un modo così precoce e da un'ammirevole maturità. Forse, dopotutto, la sua premurosa guida adolescenziale ha avuto un esito per lo più favorevole.

A cena ha appreso che il suo dentista ha dovuto affrontare un caso di emergenza e che è stata in grado di ottenere un passaggio per tornare nei frutteti da un vicino che si trovava in città quella mattina. "Il signor Dalton è un tale schifo."

La loro madre ribatté. "Il signor Dalton è un vicino generoso che è molto meno inquietante di quei ragazzi con cui esci in città nelle ore di inattività."

***********************************

Nelle prime ore del mattino, Stuie si svegliò di soprassalto. C'era qualcuno nella stanza o stava solo sognando? I suoi occhi si adattarono all'oscurità. La sagoma inconfondibile della sua sorellina minuta era in piedi ai piedi del suo letto nella sua maglietta oversize che indossava di notte. "Che cazzo ci fai qui a quest'ora, Julie. Stai bene? Non sei ancora impazzito per ieri, vero?"

Emise un sospiro e alla fine parlò. "Beh,... voglio che tu me lo mostri. Voglio che lo faccia di nuovo."

"Whoao, sorellina! Ora riflettiamoci su. Che mi dici di tutta la tua ragionevole rettitudine sulla privacy e tutto il resto?"

"Fanculo la privacy. Ci penso da prima di andare a letto. Cazzo, ci penso ancora."

Senza che lui se ne rendesse conto, aveva afferrato i suoi vestiti da letto ed era stata in grado di tirarli indietro rapidamente per esporre la sua nudità scoperta. Qualunque fosse la riserva che avesse razionalmente di accettare la sua richiesta notturna, la sua parte maschile disponibile stava rispondendo affermativamente irrigidendosi in un modo che le era molto visibile.

"Non dirmi che non vuoi, perché quel tuo cazzo ben dotato sta diventando duro e pronto a darmi spettacolo."

Il tono della voce di suo fratello passò da un tono preoccupato a un'astuta timidezza. È stato un ulteriore stimolo per lei. "Sei sicuro di volere che lo faccia?

Non si era accorta che si era allungato per accendere la lampada da comodino. L'improvvisa chiarezza della luce è stata una gradita sorpresa. Lei annuì con entusiasmo con quell'espressione di implacabile concentrazione ipnotizzata mentre lui afferrava la sua turgida virilità in una delle sue mani virili. Cominciò ad accarezzare in modo sensuale e lento, ma all'improvviso si fermò.

"Aspetta, sorellina. Questo non è proprio giusto ora, vero? È passato così tanto tempo da quando ho lavato il tuo bel piccolo sé nudo nella vasca da bagno. Che ne dici di mostrare al tuo fratello maggiore quello che hai ora che sei cresciuto su così tanto."

Pensava che questo avrebbe potuto farla uscire dal suo svenimento di lussuria, ma si sbagliava completamente. Si tirò su la maglietta, se la tolse e la gettò da parte non solo per mostrargli tutta la sua nudità. I suoi occhi luminosi erano ancora concentrati sulla parte centrale di suo fratello e il modo in cui la sua azione di pompaggio aveva improvvisamente iniziato a prendere ritmo.

"Whoao, cosa abbiamo qui? Sei diventata una piccola farfalla volpe ora che finalmente sono stato in grado di darti un'occhiata da vicino. Guarda come stanno germogliando bene le tue piccole tette. Bei capezzoli duri e vivaci già. E cos'è quello Vedo laggiù? Sta spuntando un bel manicotto. Non era tuo fratello quello che te l'ha detto che dovevi solo avere pazienza?" Ma ciò che osservò da vicino in seguito fece pulsare la puntura nella sua mano in roventi pulsazioni contro la sua mano e accelerò il ritmo dei colpi di presa a tutto gas. Rimase senza parole per secondi. Il suo gattino pubescente era gocciolante, rosso e gonfio, e le piccole labbra rosee erano leggermente socchiuse dall'eccitazione del momento. Si spostò in parte dal letto per guardare meglio senza mai rilasciare la sua salsiccia fumante ravvivata. "Che cosa abbiamo qui? Abbiamo una sorellina eccitata." Con la mano libera si sporse indietro per afferrare una guancia nuda per avvicinarla ancora di più in modo da poter vedere meglio. Era affascinata dalla sensazione delle sue dita grasse e sicure sul suo piccolo sedere, ma non distoglieva mai gli occhi dal suo lavoro. Ora poteva vedere l'apertura ricoperta di sciroppo del piccolo buco verginale di sua sorella.

Mosse la testa e il viso a pochi centimetri dal sesso di sua sorella e inspirò un lungo e profondo annusare. "Oh cavolo, sto per sborrare un bel cazzo di cazzo." La ragazza nuda pubescente cadde in ginocchio e si avvicinò appena in tempo per il primo scatto per sparare dalla fessura per la pipì ampia e aperta del giovane culminante per colpirle la guancia in una cucchiaiata bagnata, calda e profumata di un ragazzo perlato sfumato di giallo. Per alcuni secondi, poté davvero sentire il suo respiro caldo sulla testa del suo cazzo in preda agli spasmi. Sentì il profondo gemito di piacere di suo fratello mentre il palpito alla fine del suo sbocco sessuale maschile funzionante sputava piccoli zampilli del suo sperma per scorrere lungo le dita della sua mano ancora serrata. Impulsivamente, si asciugò un po' di sperma dalla guancia e si infilò il dito con la salsa cremosa vagamente rappresa in bocca, bevendo per la prima volta frutta fresca. L'effetto è stato immediato. Senza dover toccare nessuna delle parti doloranti bisognose di se stessa, inarcò la schiena e strillò il suo caldo climax esplosivo sul posto.

Stuie osservò con un certo stupore mentre la nuda rigidità di sua sorella sul pavimento accanto a lui si rilassava lentamente e lei si rialzava con calma. Raccolse la camicia da notte dal pavimento prima di uscire per uscire dalla cameretta angusta. Aprì la porta e si voltò completamente davanti a sé come se stesse per dire qualcosa al fratello nudo sul letto arruffato. Ma doveva aver pensato diversamente, perché si era chiusa la porta alle spalle.

Stuie non spense subito la luce accanto al letto, ma pensò a quello che era successo per molti lunghi minuti con un certo stupore. Sua sorella provava davvero una forte attrazione fisica per lui per averlo colto in un'attività molto sessuale, o aveva solo soddisfatto alcune profonde curiosità che erano iniziate molto prima che i suoi ormoni entrassero in azione? Probabilmente l'avrebbe scoperto nel giro di pochi giorni, se non ore. Non si accorse a malapena che la sua vescica aveva raggiunto il punto di rottura. Si alzò dal letto, senza preoccuparsi di coprirsi, quasi inciampò nel corridoio poco illuminato nella sua nudità notturna per fare una lunga pipì nel gabinetto del loro bagno. Tornò trascinato nella sua stanza e si addormentò all'istante dopo essersi gettato sul letto.

continua. . . .

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

777 I più visti

Likes 0

La grande guerra 3033 parte 2

Quando Jack aveva appena finito sul poligono di tiro quando Jack, come fai a sparare con quell'arma, tutti quelli che hanno sparato sono stati bruciati dall'interno con etere o sono stati semplicemente uccisi nel modo giusto. Jack ora notò che era stato scoperto e disse semplicemente Ho preso le armi e ho iniziato a sparare. Perché c'è qualcosa che non va. chiese jack. John ora era al telefono con il presidente dicendo che avevano trovato una delle due Umbra e che lui non sa cosa sia. OK, grazie per il lavoro, chiedigli se voleva essere allenato e se lo manda al...

688 I più visti

Likes 0

La mia prima volta con Cindy

La storia: Sulla via del ritorno dall'ospedale, dopo aver lasciato mia moglie per un'operazione alla schiena molto seria, Cindy, mi stava dicendo come avrebbe fatto tutte le cose che la mamma faceva in casa, come lavare i piatti e fare il bucato e che si prenderà cura di suo padre come fa la mamma. Fu detto in una specie di sussurro sommesso e lei aveva la sua mano sul mio braccio, toccandomi dolcemente e guardandomi negli occhi. Ho sentito un fremito nei pantaloni e ho guardato le gambe formose di Cindy e la minigonna che indossava, ho subito costretto il mio...

574 I più visti

Likes 0

Porca puttana

Sono stato gangbanizzato da 37 uomini in una sporca sala VIP in cima a un bar di New York, mio ​​marito mi ha portato a una festa e se ne è andato con un'altra bionda, mi sono seduto al bar tutto solo quando 15 uomini si sono avvicinati a me, loro mi ha detto che ero molto bella e ho chiesto se potevano farmi delle foto, ho detto ok, ma hanno detto che era troppo affollato nel bar possiamo andare in una stanza dove è un po' più tranquilla, ho detto ok, uno dei gli uomini mi hanno portato di sopra...

398 I più visti

Likes 0

Il loro mondo parte 3

Non so ancora quante ore ho passato dentro quel terribile capannone di alluminio, legato come un maiale... cercando di affrontare il folle calore che mi picchiava attraverso il tetto di metallo... annegando in una pozza del mio stesso sudore . Cosa avevo fatto di sbagliato? Cosa avevo fatto per meritarmi questa tortura disumana? Quella era la parte peggiore. Non avevo fatto niente di male. Tutto quello che ho fatto è stato aiutare mia moglie Monica e il suo amante Randy a prepararsi per una festa a cui stavano andando. Poi, quando erano quasi pronti per andarsene, Randy ha iniziato a schiaffeggiarmi...

690 I più visti

Likes 0

A Fantasy Too Far Capitolo 3

CAPITOLO 3 Si è ricomposta in tempo per andare a lavorare come se nulla fosse successo. Solo un normale lunedì mattina. Supponeva che, tutto sommato, non fosse davvero tagliata per essere una schiava nel seminterrato per il resto della sua vita, ma vivere la fantasia sarebbe stato meglio se fosse durato più a lungo. Anche se proprio come le fiabe e le commedie romantiche che finiscono al matrimonio, le storie e i giochi di ruolo di rottura della volontà di uno schiavo rapito si fermano sempre dopo le parti emozionanti. La monotona routine della vita quotidiana degli schiavi in ​​seguito non...

696 I più visti

Likes 0

La mia vita sessuale Episodio 6 La sorella del migliore amico

Quindi riavvolgiamo gli orologi indietro ai miei giorni di scuola in cui ero con la mia amica/compagna di sesso Amy, sono abbastanza sicuro che non fossimo esattamente amici in quel momento perché ero impegnato in una relazione ma ho finito per uscire da poco non mentirò questa relazione mi ha colpito duramente normalmente ne esco da una e in qualche modo sono felice perché ora posso scopare di nuovo altre ragazze ma questa volta mi ci è voluto un po' per riprendermi. Sono trascorse circa 2 settimane dalla mia brutta rottura e all'epoca la sorella del mio migliore amico Jeff, Paige...

643 I più visti

Likes 0

S.S. Shotguneagle (Sesta parte)

Non sarebbe del tutto vero se Leah dicesse che il suo spirito non è incrinato. Anche dopo aver ripetuto a se stessa come starà bene, il dubbio è sempre rimasto nella sua mente. La sua mente potrebbe essere ancora intatta al momento, ma la sua volontà di rimanere forte e positiva stava crollando. Si chiedeva quanto tempo sarebbe passato prima di perdere completamente la testa. Non aiutava, inoltre, il fatto che Leah si stesse picchiando mentalmente. Odiava il modo in cui permetteva a questi animali di farsi strada con lei. Leah non ha mai voluto essere un'altra vittima indifesa che non...

625 I più visti

Likes 0

Il dilemma di Donnie

TUTTI IN QUESTA STORIA HANNO ALMENO DI 18 ANNI O PI. Donnie Hamilton è il tipico fratellino adolescente fastidioso. C'erano solo due anni di differenza nell'età tra lui e sua sorella maggiore, Lucy. Dal modo immaturo in cui si è comportato, si potrebbe pensare che ci fosse molto più di un divario di età. Tollerava il comportamento giovanile di Donnie perché lo amava. Ha imparato a sopportare i suoi scherzi perché ha capito che Donnie stava attraversando la pubertà e stava iniziando a interessarsi alle ragazze. Sapeva anche che era troppo giovane e inesperto per capire perché fosse attratto dal sesso...

605 I più visti

Likes 0

Curve: un vero allenamento

Ben aveva appena compiuto 26 anni quando è stato assunto. Sua madre e sua sorella si erano davvero esercitate dopo gli eccessi delle vacanze e all'inizio di febbraio si allenavano cinque volte a settimana. Né la madre né la figlia erano particolarmente sovrappeso, ma si sono divertite insieme e hanno notato quasi immediatamente che avevano più energia. I due facevano una routine e si attenevano ad essa. Barbara e Torey Reynolds erano membri di Curves, una struttura per esercizi a circuito per sole donne. Ce n'erano diversi vicino a casa loro, incluso uno al centro commerciale in fondo alla strada. Ben...

532 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.