La nostra amorosa amicizia

1.6KReport
La nostra amorosa amicizia

Ciao, sono nuovo nella scrittura di storie di sesso, quindi per favore sii gentile.

Per la storia renderò le cose più facili con me stesso usando persone che conosco come personaggi. In questo caso, sarò me stesso e lo farò in prima persona e il frutto di questa avventura letteraria sarà una ragazza che conosco chiamata Sarah.

Prima lascia che mi descriva, mi chiamo Craig, sono alto 6 piedi e 184 libbre. Ho una bella immagine (credo/spero), che include una confezione da sei, occhi azzurri e una bella linea della mascella. Oh e capelli castani.

Quindi, la ragazza... non conosco la sua altezza, ma sono bravo a indovinare e indovinerò 5' 4 ". È magra, un po' troppo magra per i miei gusti, ma solo un po', non farei ancora con aria di sfida nessuna domanda (quindi io scrivo una storia su di lei lol). Ha i capelli neri, gli occhi marroni e un viso molto carino.

------

Va bene ora per lo scenario, cercherò di attirarti qui con uno sfondo profondo: probabilmente fallirà.

La mamma e il papà di Sarah si sono separati molto tempo fa e sua madre si è trasferita poco dopo, dopo aver incontrato un bravo ragazzo con cui alla fine si sono trasferiti. Divenne una figura paterna per lei e la vita era buona. Avanziamo velocemente fino al presente (9 anni circa) e sfortunatamente la vita a casa per lei è cambiata moltissimo. La relazione di sua madre si sta sgretolando e, peggio ancora, devono andarsene. Deve lasciare la sua casa, che è stata la sua casa per gran parte della sua vita.

Sarah, essendo la più grande, ha la peggio, poiché sua madre non riesce a trovare un posto dove deve trasferirsi con sua madre, la nonna di Sarah, dove non c'è abbastanza spazio. Quindi Sarah è costretta a fermarsi a casa della sua amica. Ciò fornisce alla sua vita una vita quasi stabile per alcune settimane, fino a quando la sua amica non entra in una tragedia e non può più avere Sarah lì.

È qui che intervengo io, essendo un'amica di Sarah le dico che può stare da me per tutto il tempo che vuole. Ho un bel letto matrimoniale e un divano nella mia stanza. Le dico che dormirò sul divano e lei può dormire nel letto. Avendo poche altre opzioni, è d'accordo. Mia madre la fa sentire a casa fin da subito, il primo giorno della sua permanenza al mio va liscio e si diverte davvero.

Più tardi la sera ci sediamo fino a tardi parlando della situazione in cui si trova e ci connettiamo davvero, e ci facciamo una bella risata su Celebrity Juice (Programma TV – Non riferimento al sesso, lol).
Poi, quando la sorprendo ad appisolarsi, la raccolgo e la porto a letto. Lei è scioccata e rapidamente è riportata alla piena coscienza, ridendo chiedendo cosa sto facendo...

"Beh, sei chiaramente stanco ma non vuoi ancora andare a letto perché è imbarazzante, quindi ti metto a letto, sistemato." Ho detto.

Lei arrossisce e risponde: "Potresti dirlo?"

"Sono intelligente, ricorda ahah." - (Oh sì, sono una di quelle persone che sa tutto e non perde mai le discussioni – praticamente un coglione)

"Testa grossa", ridacchia.

La porto in camera mia e la appoggio sul letto. "Va bene, vado a farmi una doccia e mi rado, mettiti comodo."

Sono andato a farmi una doccia e mi sono rasato, quando torno lei è seduta sul letto con l'aria a disagio, gocciolante e asciugandomi i capelli con un asciugamano le ho lasciato "Ti ho detto di metterti comodo, non è comodo, dai ora Sarah è una semplice istruzione. Non essere un dingbat. "

"Scusa, non riesco a rilassarmi, sei stato così gentile e mi sento come se fossi imponente." Dice, pateticamente.

Fermo la mia vanità e le do uno sguardo severo: “Sarah, mi conosci. Non ti farei nemmeno entrare dalla porta se non fossi completamente soddisfatto. Non ti ho fatto sentire il benvenuto?"

Scioccata, salta in piedi e mi guarda con un'espressione quasi sconvolta, "Oh no, non è così onesto, sei stato fantastico. Oggi è stato il migliore che ho avuto da molto tempo, rilassandomi e parlando. Mi dispiace, non volevo farti pensare che fossi ingrato o cose del genere."

Ho messo le mie mani sulle sue spalle e ho detto: "Allora rilassati. Ora, che ne dici di una doccia? Potrebbe aiutarti a rilassarti?"

"In realtà è un'ottima idea", risponde.

“Sono gli unici che ho”, dico mentre esce per il bagno con la sua biancheria da letto in mano.

Mentre lei fa la doccia prendo il letto, il divano pronto con lenzuolo e cuscino, e mi metto comodo. Non è la cosa più facile da fare.

Mezzo film di Stephen King dopo, entra indossando una maglietta e delle mutandine e si mette a letto.

"Cosa stai guardando?" lei chiede.

“Redenzione di Shawshank”

"È buono?"

"Non hai visto Shawshank?!"

"No? Avrei dovuto?"

"È solo il film numero uno di IMDB di... di sempre!"

"Sei un tale nerd", ridacchia.

Torno all'inizio e lei si sente a suo agio a guardarlo.
Ma prima ancora che Andy arrivi in ​​tribunale, lei cinguetta "Craig, questo non funzionerà".

"È appena iniziato, dagli una possibilità."

“No, non il film. Questo. Non posso dormire nel tuo letto mentre dormi su quel divano. Voglio dire che i tuoi piedi sono oltre il limite, per l'amor di Cristo".

"Sto bene, in realtà è abbastanza comodo." Io mento.

Mi lancia solo uno sguardo che urla "Non sono un idiota".

Sospiro e dico: "Va bene, allora, cosa suggerisci? .. Perché nessun mio ospite sta dormendo su questo scomodo bastardo, questo è sicuro."

"Mettiti a letto."

“Ooo esuberante!”

"Sono serio, entra, siamo amici, non c'è motivo per cui non possiamo condividere un letto."

Salto in piedi e mi tuffo nel letto.

"Ti è davvero mancato il tuo letto, non è vero ahah"

"Shh, guarda il film."

Ci sistemiamo e quando a Heywood si rompono le gambe siamo coccolati e inizio ad avere pensieri impuri.
Lei sbadiglia e si rotola, quindi stiamo a cucchiaio. "Ho freddo, avvicinati." Lei dice.

Obbligo e ora il mio cazzo sta riposando dolcemente tra le sue natiche, l'asta che le scorre lungo il culo e riposa contro la parte superiore delle sue gambe.
Lo sente e spinge delicatamente i fianchi avanti e indietro e chiede "È quello il tuo..."

“Sì, scusa mi sposto…”, la interrompo.

"No" dice, "Va bene, solo che non me lo aspettavo ahah"

Ridacchio, ma non posso fare a meno di notare che il mio cazzo riceve improvvisamente un'ondata di sangue, e si contrae un po', crescendo leggermente. Nascondo l'aumento improvviso con una leggera torsione dell'anca e faccio del mio meglio per fermarlo ulteriormente. Ma più ci provo più cresce.
Ora non posso nasconderlo, cresce dolcemente contro di lei, diventando sempre più duro, quando è eretto il mio viso è rosso vivo per l'imbarazzo e la parte posteriore del suo collo è rossa, chiaramente agitata da questa improvvisa erezione.
Ho deciso di affrontarlo a testa alta, cercando di dare falsa fiducia al soggetto. "Ignoralo, scusa ahah", mentre immagino il mio cazzo che sbatte dentro e fuori da lei.

Il mio battito cardiaco aumenta e lei sente il mio petto battere contro la sua schiena. Si gira verso di me e dice: "Cosa stai andando? non ho nemmeno fatto niente? ahah”

"Scusa io..."

"Non scusarti, va tutto bene", dice e mi sorride.

Io sorrido di rimando e ci ritroviamo semplicemente a sorriderci l'uno in faccia all'altro. Quel momento sembra durare una vita e per tutto il tempo tutto ciò che riuscivo a pensare era quanto fosse bella all'improvviso. Non ci avevo proprio pensato, ma in quel momento la sua bellezza brillò.

Scivolò sulle lenzuola, chiudendo il leggero divario tra di noi e mi baciò dolcemente sulle labbra. Ho ricambiato il bacio, e poi entrambi siamo caduti in un romantico bacio da film.

L'ho spinta delicatamente sulla sua schiena, e ho aperto le sue gambe con una delle mie, e mi sono arrampicato su di lei, mentre il mio cazzo ora palpitante si stava sfregando contro di lei pensavo che i miei boxer e le sue mutandine, mentre la asciugavo, baciandola tutto il tempo .

Le ho fatto scivolare le mani e poi le ho tolto la t-shirt, rivelando un bel paio di seni sbarazzini. Ho avvicinato la mia testa e l'ho baciata sul collo 3 o 4 volte, poi sono scesa sulla sua spalla e poi sul suo petto, sulle sue tette mentre le mie mani calde accarezzavano teneramente ogni centimetro di lei. Poi ho alzato la testa e ho fatto scivolare le mie mani morbide lungo i suoi fianchi, fino alle sue mutandine, che ho afferrato dolcemente e con il sollevamento delle sue gambe mi ha aiutato a rimuovere.

Questo ha rivelato una splendida piccola figa, con una pista di atterraggio ben rasata. Presi le sue gambe e le misi all'interno del gomito mentre le tenevo il corpo con le mie calde mani morbide. Ho quindi proceduto a baciarle lo stomaco e ho lavorato con fermezza e passione fino alla sua figa in attesa, che ho baciato delicatamente e poi stuzzicato con la mia lingua calda e umida. Tutte le mie azioni precedenti l'avevano già fatta andare avanti ed era bagnata e pronta, ma ho continuato con il mio trattamento orale, leccandola furiosamente mentre le mie mani calde le tenevano i fianchi. Gemette dolcemente mentre la mia lingua si spostava sul suo clitoride tremante.
Ho sentito le sue gambe tremare quando ha iniziato a raggiungere l'orgasmo, poi ha emesso un gemito acuto mentre le sue gambe si sono scatenate e ha raggiunto l'orgasmo pesantemente.

Il mio cazzo pulsava, mi arrampicai su di lei, baciandola fino in fondo. Nel momento in cui ho raggiunto le sue labbra con le mie, il mio cazzo ha incontrato la sua piccola figa calda. La testa del mio membro palpitante sfiorò delicatamente le sue labbra vaginali. Con questo ho potuto vedere sul suo viso che lo voleva, e con una tenera spinta il mio cazzo si è avvicinato alla sua figa. Con lei così stretta, non è penetrata, ma con una leggera pressione mi sono fatta strada e mi sono immersa in lei. Entrai di qualche centimetro e scivolai fuori lentamente, baciandole il collo per tutto il tempo e lei emise dolci suoni di gioia.

Il mio cuore batteva forte mi tuffai ulteriormente, e tornai indietro di qualche centimetro, e ancora di più, e fuori. Più e più volte, finché non ha avuto la totalità del mio cazzo palpitante annidato felicemente nel suo paradiso accogliente. Con questo ho cominciato a spingere in un ritmo sensuale. La sua figa calda e bagnata ha abbracciato il mio cazzo mentre mi fidavo di lei.

Abbiamo continuato così, il mio cazzo che batteva dentro e fuori dal suo stretto buchetto per ore finché non ce la facevamo più. Il piacere ci ha travolti. Abbiamo raggiunto l'orgasmo e lei gemette nella mia spalla mentre le sue unghie mi graffiavano la schiena, il piacere la travolgeva, mentre il mio cazzo faceva le sue ultime spinte e io scaricavo il mio carico fumante dentro di lei.

Siamo crollati l'uno nell'altro, baciandoci e coccolandoci. Alla fine ci addormentammo, impigliati l'uno nelle braccia dell'altro.

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

1.7K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.5K I più visti

Likes 0

La morte veste SEMPRE di nero - Capitolo 1

Capitolo 1 L'ombra a forma di uomo nel cortile del vicino dall'altra parte della strada non si era mossa negli ultimi 20 minuti, ma era del tutto possibile che gli occhi di Glenn gli stessero giocando brutti scherzi mentre la sua mente in preda al panico lavorava a tempo pieno sul suo dilemma. Erano passate due settimane da quando il contratto era stato adempiuto dalla gilda degli assassini di Ar e lui doveva ancora inviare loro il pagamento, ovviamente, non lo avevano esattamente cercato nemmeno per il loro oro, ma era ancora estremamente preoccupato. Silas aveva visto cosa succede alle persone...

1.5K I più visti

Likes 0

Negozio di caramelle

Ok, iniziamo con i dettagli. Ho 16 anni circa 6 piedi di altezza e un peso medio di circa 75 kg oh e il mio nome è franco (so che è un nome fuori nome questi giorni) Era la fine delle vacanze estive e stavo tornando dal negozio di kebab donna quando ho visto la ragazza che era al mio corso di geografia e segretamente mi piaceva. Il suo nome è Brenda, è alta circa 5 piedi e 7 pollici ed era magra ma non troppo, le sue tette non sono le più grandi della scuola ma le stanno comunque bene...

1.3K I più visti

Likes 0

Porca puttana

Sono stato gangbanizzato da 37 uomini in una sporca sala VIP in cima a un bar di New York, mio ​​marito mi ha portato a una festa e se ne è andato con un'altra bionda, mi sono seduto al bar tutto solo quando 15 uomini si sono avvicinati a me, loro mi ha detto che ero molto bella e ho chiesto se potevano farmi delle foto, ho detto ok, ma hanno detto che era troppo affollato nel bar possiamo andare in una stanza dove è un po' più tranquilla, ho detto ok, uno dei gli uomini mi hanno portato di sopra...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricatto e cetrioli

Questa è un'opera di finzione. La prima volta che scrivo, le critiche costruttive sono sempre consentite, non c'è molto sesso perdonami, volevo introdurre i personaggi. RICATTO E CETRIOLI Dovremmo prendere dei cetrioli, ho sentito dire da una ragazza. Io, Justin Hunter, ero seduto da solo in una delle quattro mense della Forrester University. Questo in particolare era il terzo più grande e la ragazza che ha detto che era seduta a un tavolo di fronte al mio. Avevo quasi finito di mangiare quando queste due ragazze vennero a sedersi a un tavolo accanto al mio. Sedevano fianco a fianco su un...

999 I più visti

Likes 0

Picchiato al rifugio

Sono un uomo di 35 anni che vive da solo in una capanna isolata nel bosco. Sono 6'1 con capelli biondi e occhi azzurri. Non ho mai avuto problemi portare a casa le donne. Sono un veterinario e ho un ufficio in città. Faccio anche volontariato in un canile nei fine settimana. I proprietari salva i cani e trova loro una casa una volta che li ho esaminati. Alcuni entrano piuttosto brutte, quindi impiegano un po' più di tempo a guarire. Altri sono belli cani che sono stati semplicemente abbandonati da qualche parte. Il vicino più vicino vive a 15 miglia...

844 I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

787 I più visti

Likes 0

Dipendenza_(0)

Godetevi la storia e lasciate un commento. Dipendenza Allora Doc, ahh domanda folle - è possibile essere um, tipo, dipendenti da una persona? Era una domanda folle e Tom era in qualche modo imbarazzato anche solo a farsela, ma era una domanda su cui si stava ponendo da giorni ormai. Il dottore, in realtà uno psicologo, era un uomo calvo con gli occhiali sulla cinquantina, che aveva sentito un sacco di cose più folli nei suoi vent'anni di pratica. Sapeva che Tom era serio e aveva bisogno di maggiori informazioni prima di poter dare una risposta. Pensi di essere dipendente da...

872 I più visti

Likes 0

Nika e suo padre

Nika entrò in camera da letto cercando suo padre. Era preoccupata per lui, perché beveva molta vodka e whisky. Da quando suo fratello è rimasto ucciso in un incidente, riusciva a malapena ad alzarsi dal letto per andare al lavoro, non usciva mai di casa se non per prendere altre bottiglie per bere via il dolore. Aveva subito tre tragedie, prima sua moglie era stata assassinata, poi sua figlia (lei, Nika) era stata violentata e ora suo fratello. L'alcol sembrava essere l'unico modo per lenire il dolore. Anche lei soffriva, le mancava suo zio, ma lui non poteva essere aiutato, suo...

741 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.