Un appuntamento con mia moglie

913Report
Un appuntamento con mia moglie

Io e mia moglie abbiamo un appuntamento e ci stiamo divertendo molto. Dopo una fantastica cena in un bel ristorante decidiamo di andare in un bar per altri drink. Siamo già un po' brilli quando entriamo. Ordiniamo da bere e prendiamo un tavolo. È allora che ti noto in fondo al bar che chiacchieri con i tuoi amici. Stabiliamo un contatto visivo e ti saluto. Mia moglie ti vede e alza gli occhi al cielo. Ti unisci a noi al tavolo che infastidisce mia moglie. Mentre io e te ridiamo e chiacchieriamo, lei diventa sempre più irritata. Stai sbattendo giù i drink, ti ​​stai divertendo. Mia moglie sta facendo lo stesso, ma per rabbia. Ho rallentato da quando sarò alla guida. In poco tempo è l'orario di chiusura. Ti offro un passaggio a casa che infastidisce ancora di più mia moglie perché non solo ti odia, ma vivi nella direzione opposta.

Saliamo in macchina, io alla guida, mia moglie sul sedile del passeggero e tu sul sedile posteriore. Ti pieghi in avanti continuando la nostra conversazione. Guardando nella vista posteriore ti vedo fissare la scollatura di mia moglie mentre chiacchieriamo. Il suo vestito nero attillato è scollato e mostra bene i suoi seni pieni di coppa D. Per diversi minuti pervieni sulle tette di mia moglie finché non alzi lo sguardo e mi guardi negli occhi. Sorrido come per dire "ti ho beccato" e tu ghigni da ubriaco. Mia moglie sta guardando fuori dalla finestra totalmente ignara. Prendi il mio sorriso come un permesso per pervertire mia moglie e inizi a strisciare la tua mano verso di lei. Le fai scivolare la spallina del vestito dalla spalla esponendo quasi completamente la sua tetta senza reggiseno.

"Che cazzo" urla, tirandosi su la cinghia.

Pochi minuti tranquilli dopo lo fai di nuovo. Questa volta esponi il seno intero, il capezzolo e tutto il resto.

"Maledizione, fermati" urla.

"Ahh andiamo sexy, vediamo quelle grandi tette" dici.

"VAFFANCULO!" Lei risponde.

Ti allunghi immediatamente intorno al sedile dai lati e prendi entrambe le tette con le tue mani forti. Lei urla di rabbia ma non può farci niente perché è legata. Le palpi e le stringi le tette, facendo quello che vuoi con lei. Ti schiaffeggia goffamente e lotta con le tue mani, ma riesci a toglierle entrambe le tette dal vestito.

"Fallo smettere! che cazzo!" Mi urla contro.

Il mio cazzo è già rigido nei miei pantaloni e non so cosa dire. Stai palpando le tette nude di mia moglie e giocando con i suoi grossi capezzoli mentre lei si dimena e urla.

"MALATTIA, ACCOSTA!" urla ripetutamente.

Alla fine non ce la faccio più a sopportare le urla e accosto. Siamo su un tratto di strada vuoto vicino a un bosco. Mi infilo nella ghiaia e spengo la macchina. Mia moglie salta fuori e si aggiusta il vestito per coprire di nuovo le sue grosse tette. Esco e cerco di appianare le cose. Sta inciampando ubriaca e ha voglia di discutere. Lei urla, mi chiama per nome e mi colpisce ancora e ancora mentre cerco di calmarla. La mia pazienza si sta rapidamente esaurendo.

È in quel momento che versi gas sul fuoco per così dire. Vieni dietro di lei e ancora una volta afferri quelle tette piene. La stringi forte mentre brancoli ed esponi quelle grosse tette sexy.

"VAFFANCULO!" urla a entrambi.

Ne ho abbastanza delle urla e così le copro la bocca con la mano. Questo ti incoraggia solo. Entrambe le tette sono fuori e tu hai la parte inferiore del suo vestito ammucchiata sopra il suo culo. Hai una mano sulla sua tetta mentre l'altra le palpa e le stringe il culo sodo. Lei lotta e urla nella mia mano. So che è sbagliato, ma i suoi grandi seni rimbalzano e sembra così fottutamente sexy con le tue mani su di lei. Sono ancora un po' ubriaco e ora il mio cazzo ha voglia di azione.

Mentre mi sforzo di tenerle la bocca coperta, noto che hai le mutandine abbassate a metà coscia. La tua mano le accarezza violentemente la figa mentre l'altra lavora la cintura e la cerniera. Con il tuo lungo cazzo palpitante fuori e in mano, le strappi le mutandine. La cintura del suo perizoma sexy si spezza mentre si staccano. Allungo la mano e tu me le passi. Le scopro la bocca e le infilo le mutandine nella bocca aperta prima che possa urlare.

Adesso le tengo entrambe le braccia per il polso. Le sue urla soffocate da una bocca piena di mutandine sporche. Dove una volta il suo viso era arrabbiato, ora è pieno di paura. Stai strofinando il tuo grosso cazzo sulla sua figa da dietro. La tua grossa testa di cazzo che apre le labbra della sua figa. Una lacrima le riga la guancia. Si vergogna di quanto sia bagnata la sua figa. Si irrigidisce e singhiozza mentre la sbatti contro di lei in profondità, velocemente e con forza. Tengo mia moglie mentre la violenti da dietro. L'unico suono sul tranquillo tratto di strada sono i suoi singhiozzi soffocati e le tue palle che schiaffeggiano la sua figa bagnata.

Sei ancora duro come una roccia e palpiti dopo diversi minuti di colpi brutali. L'alcol ha reso il tuo cazzo abbastanza insensibile da farlo durare a lungo. Mia moglie è troppo ubriaca ed esausta per litigare ancora. Non le sto nemmeno tenendo le braccia a questo punto. Le sue mani si stringono contro il mio petto mentre le scopi la sua piccola figa calda. Piagnucola e singhiozza a ogni spinta profonda.

La vista delle sue tette che rimbalzano a tempo con i tuoi schiaffi sulle palle mi fa erigere dolorosamente. Dato che non devo più trattenere mia moglie, libero il cazzo e comincio a masturbarlo lentamente. Proprio in quel momento la afferri con forza per la testa, avvicinando il suo orecchio alla tua bocca.

"Cosa pensi di me adesso, puttana?" Le ringhi all'orecchio.

"Vaffanculo!" Lei ribatte, orgogliosa.

"Mi stai fottendo, puttana!" Ridi mentre aumenti il ​​ritmo. Presto sei coperto di sudore e ti togli la maglietta. Le tue mani le afferrano i fianchi e il tuo viso assume un'espressione determinata. Inizi un lungo tratto della scopata più intensa che abbia mai visto. Tutto il tuo corpo è arrossato e sudato mentre scopi mia moglie. È come se stessi correndo verso il traguardo.

Mia moglie sta ululando e gemendo ora. Non è mai stata scopata così duramente. I tuoi grugniti e i suoi gemiti piagnucolosi mi riempiono le orecchie e mi fanno cadere il cazzo. Tocca a me prenderla per i capelli.

La guardo negli occhi. "Ti piace questo, vero, puttana?"

si limita a singhiozzare e cerca di scuotere la testa. I suoi singhiozzi sono interrotti da un forte gemito. Sento il suo corpo tremare. Le sue gambe tremano e minacciano di cedere. Inizia un basso gemito piagnucoloso che dura per lunghi secondi prima di diventare più forte.

"Ecco troia, sborra su quel grosso cazzo!" le ringhio in faccia.

Lei fa. Le sue gambe cedono e senti la sua figa stringersi e rilasciarsi attorno al tuo albero, ancora e ancora.

In pochi istanti viene sollevata da terra dalla tua spinta finale.

"AHHHH. CAZZO, CAGNA DEL CAZZO!!" Gridi mentre il tuo cazzo convulso spara corda dopo corda del tuo carico represso in profondità nella figa tremante di mia moglie. Spingi così forte e in profondità che lei viene spinta contro di me. La mia schiena è rivolta alla macchina ora mentre metti mia moglie tra di noi. Il mio cazzo è premuto contro il suo ventre e tu continui a cercare di stipare più di te stesso dentro di lei. Le tue palle strette mentre si svuotano in quella figa fradicia.

Alla fine tiri libero il tuo lungo cazzo con un suono umido e sciatto. Fai qualche passo per riprendere fiato e riprenderti prima di voltarti di nuovo verso di noi. Il tuo corpo sudato fuma nell'aria fresca. Il tuo cazzo ancora rigido bagnato e splendente al chiaro di luna.

"Tocca a me" dico mentre applico una leggera pressione sulle spalle di mia moglie. Si inginocchia docilmente e mi prende in bocca. Mi ha succhiato il cazzo mille volte e la familiarità le dà un po' di conforto. Lavora il mio grosso cazzo con abilità e impegno. Ci vogliono solo pochi minuti prima che io sia pronto a soffiare. Mi interrompi proprio mentre sto per venire spingendo il tuo cazzo contro la sua guancia. Con riluttanza passa a succhiare il tuo cazzo coperto di sesso bagnato mentre accarezza il mio. Va avanti e indietro finché non divento impaziente e le afferro i capelli, costringendola a finirmi. Il mio sperma caldo le inonda la bocca mentre il mio corpo rabbrividisce durante un intenso orgasmo.

Mi tiro fuori bruscamente, mi alzo e mi avvicino al lato del conducente dell'auto.

"Andiamo dico."

Apri la portiera sul retro, incitando e ordinando a mia moglie di salire. La segui e chiudi la portiera mentre me ne vado. Regolo lo specchietto retrovisore per vedere che mia moglie ti succhia di nuovo il cazzo. È a 10 minuti di macchina da casa tua, e la testa di mia moglie va su e giù per tutto il tempo. Accosto nel tuo vialetto e mi siedo per altri 15 minuti mentre continui a costringere la mia riluttante moglie a succhiare il tuo lungo cazzo da cima a fondo, ancora e ancora. È chiaro che stai assaporando questa opportunità. Ti avvicini diverse volte ma la fermi appena prima di farti scendere. Alla fine le afferri i capelli con una carezza verso il basso e la spingi oltre il suo livello di comfort. Lunghi secondi si allungano mentre lei soffoca sul grosso cazzo sepolto nella sua gola. Comincia a lottare intensamente, il suo viso diventa rosso. Dalla mia angolazione posso vedere chiaramente la sua gola gonfia e le tue palle che si muovono. Il tuo sperma caldo le sta schizzando dritto nello stomaco. Questo secondo orgasmo passa più velocemente.

Soddisfatto e svuotato, la lasci andare. Lei sussulta mentre la saliva e lo sperma le escono dalla bocca per coprire le sue tette ancora esposte. Senza aggiungere altro esci dall'auto ed entri in casa tua.

Metto la retromarcia, esco dal tuo vialetto e torno a casa. Mia moglie, ancora incredibilmente ubriaca, sviene durante il viaggio verso casa.

Storie simili

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

1.7K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.5K I più visti

Likes 0

La morte veste SEMPRE di nero - Capitolo 1

Capitolo 1 L'ombra a forma di uomo nel cortile del vicino dall'altra parte della strada non si era mossa negli ultimi 20 minuti, ma era del tutto possibile che gli occhi di Glenn gli stessero giocando brutti scherzi mentre la sua mente in preda al panico lavorava a tempo pieno sul suo dilemma. Erano passate due settimane da quando il contratto era stato adempiuto dalla gilda degli assassini di Ar e lui doveva ancora inviare loro il pagamento, ovviamente, non lo avevano esattamente cercato nemmeno per il loro oro, ma era ancora estremamente preoccupato. Silas aveva visto cosa succede alle persone...

1.5K I più visti

Likes 0

Negozio di caramelle

Ok, iniziamo con i dettagli. Ho 16 anni circa 6 piedi di altezza e un peso medio di circa 75 kg oh e il mio nome è franco (so che è un nome fuori nome questi giorni) Era la fine delle vacanze estive e stavo tornando dal negozio di kebab donna quando ho visto la ragazza che era al mio corso di geografia e segretamente mi piaceva. Il suo nome è Brenda, è alta circa 5 piedi e 7 pollici ed era magra ma non troppo, le sue tette non sono le più grandi della scuola ma le stanno comunque bene...

1.3K I più visti

Likes 0

Porca puttana

Sono stato gangbanizzato da 37 uomini in una sporca sala VIP in cima a un bar di New York, mio ​​marito mi ha portato a una festa e se ne è andato con un'altra bionda, mi sono seduto al bar tutto solo quando 15 uomini si sono avvicinati a me, loro mi ha detto che ero molto bella e ho chiesto se potevano farmi delle foto, ho detto ok, ma hanno detto che era troppo affollato nel bar possiamo andare in una stanza dove è un po' più tranquilla, ho detto ok, uno dei gli uomini mi hanno portato di sopra...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricatto e cetrioli

Questa è un'opera di finzione. La prima volta che scrivo, le critiche costruttive sono sempre consentite, non c'è molto sesso perdonami, volevo introdurre i personaggi. RICATTO E CETRIOLI Dovremmo prendere dei cetrioli, ho sentito dire da una ragazza. Io, Justin Hunter, ero seduto da solo in una delle quattro mense della Forrester University. Questo in particolare era il terzo più grande e la ragazza che ha detto che era seduta a un tavolo di fronte al mio. Avevo quasi finito di mangiare quando queste due ragazze vennero a sedersi a un tavolo accanto al mio. Sedevano fianco a fianco su un...

999 I più visti

Likes 0

Prendendo Sarah, seconda parte

Prendendo Sarah, seconda parte Aiuto da un amico. Nelle poche settimane trascorse da quando avevo registrato Sarah in bagno, ho provato numerose volte a rivederla, senza alcun risultato. Ho avuto l'opportunità di vederla rapidamente in primo piano. Un giorno si era addormentata sul suo letto, la cuccetta più in alto dopo la scuola e Anne aveva chiamato di sopra che la cena era pronta e che avrei svegliato Sarah. Entrando nella sua stanza ho visto che in effetti dormiva profondamente. Quando mi sono avvicinato a lei ho visto che i suoi pantaloncini erano molto larghi su di lei. Sapevo che se...

888 I più visti

Likes 0

Picchiato al rifugio

Sono un uomo di 35 anni che vive da solo in una capanna isolata nel bosco. Sono 6'1 con capelli biondi e occhi azzurri. Non ho mai avuto problemi portare a casa le donne. Sono un veterinario e ho un ufficio in città. Faccio anche volontariato in un canile nei fine settimana. I proprietari salva i cani e trova loro una casa una volta che li ho esaminati. Alcuni entrano piuttosto brutte, quindi impiegano un po' più di tempo a guarire. Altri sono belli cani che sono stati semplicemente abbandonati da qualche parte. Il vicino più vicino vive a 15 miglia...

844 I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

787 I più visti

Likes 0

Dipendenza_(0)

Godetevi la storia e lasciate un commento. Dipendenza Allora Doc, ahh domanda folle - è possibile essere um, tipo, dipendenti da una persona? Era una domanda folle e Tom era in qualche modo imbarazzato anche solo a farsela, ma era una domanda su cui si stava ponendo da giorni ormai. Il dottore, in realtà uno psicologo, era un uomo calvo con gli occhiali sulla cinquantina, che aveva sentito un sacco di cose più folli nei suoi vent'anni di pratica. Sapeva che Tom era serio e aveva bisogno di maggiori informazioni prima di poter dare una risposta. Pensi di essere dipendente da...

872 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.