Una giornata nel parco

420Report
Una giornata nel parco

Cap.1

Sono le 10 e guardo fuori dalla finestra chiedendomi che giorno sia. Mia sorella bussa alla porta e la apre silenziosamente.

"Beh, questo sicuramente vanifica lo scopo di stare zitto se hai intenzione di bussare alla porta", dissi con un pizzico di divertimento.

"Beh, almeno sono disposto a venire a svegliarti!" urlò lanciandomi il cuscino.

È corsa giù per le scale lasciandomi fare la mia routine.

“Ehi tesoro, come stai? Il tuo amico ha chiamato!

"Grazie mamma", ho risposto "Fai qualcosa oggi Sarah?"

"NO! E perché dovrebbe interessarti?

"Caspita, calmati solo una semplice domanda..."

"Beh, le domande non sono necessarie in questo momento!"

"Cerca di capire che il fidanzato di tua sorella l'ha lasciata e lei non se la cava tanto bene..." intervenne mia madre.

"MAMMA! Non ha bisogno di saperlo!

"A meno che tu non voglia essere infastidito tutto il giorno, penso sia saggio che tu o io gli diciamo cosa sta succedendo." Lei ha risposto semplicemente.

Terminammo la colazione e andai in camera mia per richiamare il mio amico. La stanza di mia sorella è proprio accanto a me, quindi ho dovuto fare i conti con i suoni ovattati provenienti dalla sua stanza. Ho premuto il pulsante di invio e ho scoperto che il mio amico Ian e Hannah mi avevano entrambi chiamato. Stranamente, il mio amico Ian mi chiama raramente, quindi cosa rende questo giorno così speciale? Beh, solo un modo per scoprirlo ho premuto il pulsante di ricomposizione e ho aspettato la suoneria, seguita dalla sua voce.

"Ehi, Roxiller come va?"

"Niente? Perché mi chiami a quest'ora? Intendo non dire che non mi piace che tu chiami, ma perché adesso?

"Beh, ho incontrato la tua amica Hannah e lei ha detto che ti conosceva, quindi entrambi abbiamo tentato di chiamarti, ma tua madre ha appena risposto, quindi abbiamo rinunciato fino a quando non ci hai richiamato ed eccoci qui a parlare tra di noi."

Un po 'senza parole da tutto ciò che ha detto, dico "beh, grazie per avermi chiamato e avermi chiesto come sto ma hai chiamato per cosa?"

“… Vuoi venire al parco con noi?”

"Mi piacerebbe farlo!"

"Fantastico incontrarti lì!"


cap. 2

"Ehi tesoro, scusa se ho sentito per caso quella telefonata... Quindi oggi esci?"

"Sì, per te va bene?"

"Sì, lo è fintanto che stai attento e usi le strisce pedonali."

"Non preoccuparti mamma"

"No, mi preoccupo, stai solo attento." Ha detto con cautela: "Vuoi portare tua sorella con te?"

"Aww mamma, sarà una spina nel fianco!"

"Lo so, ma forse ci faremo miracoli se la porti con te."

"Va bene, ma è sulla tua testa se lei va fuori di testa con me e i miei amici!"

Entrambi abbiamo riso

“Sara! VUOI venire o cosa?" urlai su per le scale.

"Ovunque, ma tu in giro!" gridò di rimando.

"Cerca di non prenderla sul personale, mi ha detto che ama il modo in cui la tratti e non vorrebbe mai che tu cambiassi." disse mia madre confortante. “Sara! Per favore, scendi potresti usare la piacevole brezza e l'aria fresca; sta andando al parco!

"Bene!" disse sbattendo la porta.

"Va bene, siamo tutti pronti?" mia madre ha detto: "Vorresti che ti preparassi i pranzi da portare con te?"

"Certo, mamma, sarebbe meraviglioso." Ho detto. Spingere Sarah nelle costole

“Grazie mamma…” disse lentamente Sarah, guardandomi con disapprovazione.

"Prego ragazzi." Ha detto gentilmente "va bene, adesso divertiti, oh vorresti un cestino o uno zaino per portarlo?"

"Forse uno zaino"

"Così ho pensato."

Dopo aver trasferito il cibo, siamo usciti.


Cap 3

Chiusi la porta e corsi fuori in garage.

"Che diavolo stai facendo?" Sarah mi ha urlato contro.

"Prendendo la mia bici vuoi la tua?" le chiesi educatamente.

"No, perché non prendiamo la mia macchina?"

Mia sorella ed io abbiamo entrambi 17 anni con solo pochi mesi di differenza. Tuttavia non possiedo un'auto [penso che siano un rompicoglioni] Non so cosa succede nella maggior parte della giornata di mia sorella perché non abbiamo davvero le stesse lezioni ma riesco a vederla la mattina, a pranzo (non mi preoccupo davvero di andare a trovarla ma di solito la vedo in giro con i suoi amici e, quello che era, il fidanzato) e dopo la scuola.

"Non ne ho davvero voglia", dissi esitante, "è un bel pensiero, ma preferirei davvero prendere un po' d'aria fresca e fare esercizio. Voglio dire, è estate e siamo stati trattenuti in quella casa dall'inizio dell'estate.

"Beh, prendo la mia macchina." Disse ignorante.

"Hmph, scommetto che non sai dove stai andando." Dissi trattenendo le mie risate per non volere che mi mettesse fuori combattimento prima di incontrare i miei amici.

“… sospiro… bene! Ma ti farò un favore e ti seguirò.

"Grazie sorellina, sapevo che saresti venuta!"

Ha alzato gli occhi al cielo e siamo usciti per incontrare i miei amici.

Non siamo andati molto lontano fino a quando mia sorella non ha iniziato a lamentarsi di come il tempo le stesse rovinando i capelli.
Alzai gli occhi al cielo e continuai.
"Dimmi perché lo stai facendo."

"Voglio solo rivedere i miei amici." dissi con il fastidio che iniziava a farsi sentire.
Cap.4


"Non vorresti vedere i tuoi amici ogni tanto", dissi con frustrazione.

"Sì, certo, ma vedi i miei amici che vivono vicino, quindi non devo preoccuparmene."

"Uhhh, sei esasperante !!" dissi con profonda enfasi.

"Hahaha." Mi ha deriso. "Mi dispiace che sia divertente quando ti comporti in quel modo."

“Cosa ti prende ultimamente? Ti stai comportando in modo così strano? Ti droghi!?"

"Che cosa? NO! Mi sto solo divertendo un po' con te, tutto qui!

“Sono preoccupato per te…”

"Per quale ragione?"

“Siamo seri…..” All'improvviso “SARAH GUARDALO!”

Con gli occhi spalancati fissa un autobus che passa, suonandole il clacson con alcune persone che la guardano con uno sguardo preoccupato sui loro volti.

"Grazie!" disse tremante.
Le sue ginocchia cedettero e cadde. L'ho presa tra le braccia e l'ho portata nella vicina area ombreggiata ed erbosa sotto un albero.
(Ottimo momento per lei di svenire, hmm è fuori bene)
Ho chiamato mamma
“Ehi mamma, so che sono passati solo venti minuti ma abbiamo bisogno che tu ci venga a prendere. Siamo accanto ai Vons sulla "3rd Street" ci vediamo presto, oh, assicurati di avere il portabici in macchina. Mi sono diretto in strada e ho iniziato a raccogliere la nostra attrezzatura e le biciclette. “Se hai bisogno di aiuto, mettiti sul sedile posteriore con un cacciavite e io farò il resto per te. Ci vediamo presto”

Passarono circa 10 minuti quando si fermò davanti a noi.

"Ehi tesoro, ~sussulto~ cos'è successo!"
CAP 5

"Ti spiegherò tutto in macchina!"

"Ehm sì, certo..." disse.
Si avvicinò lentamente a mia sorella con un'aria un po' traballante.
"Ehi, non svenire anche con me." ho detto

"Non preoccuparti, non lo farò", ha detto, sono solo sorpreso che sia successo anche questo.
Chkkchkk, Chkkchkk, Chkkchkk.
"Va bene, è tutto finito con il montaggio del portapacchi sulla macchina", dissi dopo aver avvitato l'ultimo bullone. "Va bene, ora tutto ciò di cui ho bisogno sono le bici."
Dopo che le moto furono sulla macchina,
"MAMMA! Puoi aiutare con mia sorella?

"Certo tesoro, ma penso che stia tornando in sé."

“Uuuuhhh, cosa è successo? Dove sono?"

“Hmm da dove cominciare…..”

Pochi minuti per spiegarle.


"Oh, ora ricordo!"

"Ragazzi, volete ancora andare a questo raduno al parco?"

"Umm l'ho cancellato." dissi incerto su quali sarebbero state le mie reazioni.

"Perché??" Mia madre e Sarah hanno detto allo stesso tempo.

“Sigh... Ero solo preoccupato per te Sarah...”
Sarah mi ha lanciato uno sguardo strano e ha detto:
“Grazie Roxi!”

Le ho lanciato uno sguardo acuto e ho detto “Sarah ti ho detto di non chiamarmi così 100 volte specialmente. in pubblico."

"Non è che qualcuno stesse o stia ascoltando." Ha detto con questo sorriso divertente sul viso.

L'ho salutato e mi sono diretto verso la macchina.

"Io chiamo fucile da caccia", ha detto Sarah.

"Cosa diavolo ti è preso?"

CAP 6

"Oh niente." Disse concludendo la sua frase con una nota alta.

Fissai mia madre sul sedile posteriore. Lei mi guardò confusa.

"Ho avviato la macchina e siamo andati tutti a casa".

Quando siamo tornati a casa mia sorella era appoggiata alla mia spalla, guardando il muro del garage non volendo muoversi. Le ho dato una gomitata ma non si è mossa dalla mia spalla. Ho aperto la porta. Prima che mi fosse data la possibilità di pensare, mi afferrò per mano, io la guardai e mi posò un bacio serio sulle labbra. Ho interrotto il bacio.

«Cos'è stato?» le dissi aspramente.

"Ho pensato che ti sarebbe piaciuto!"

“………” incapace di dire nulla “…l'ho fatto,”

"Allora cosa?"

"Siamo fratello e sorella", dissi cercando di esprimere il mio punto di vista "Non dovremmo avere relazioni del genere!"

“…” mi guardò con occhi tristi.

"Per favore, non piangere."

Andai al suo fianco, aprii la porta e lentamente la sollevai in piedi.

"Senti, ti amo moltissimo e farei tutto ciò che è in mio potere per renderti felice."

"Allora fallo adesso!"

"Che cosa!!?"

"Fallo ora!"
Assolutamente incapace di pensare, l'ho portata dentro e l'ho ripulita. E l'ha scortata nella sua stanza.

"Penso che gli eventi di oggi abbiano dato alla testa a qualcuno." disse la mamma.

"Forse." Ho detto. Molto incerto su cosa porteranno stasera e domani.
CAP 7

"Ehi mamma che giorno è?" dissi rompendo il silenzio.

"Credo che sia venerdì... Perché me lo chiedi?"

"Non lo so... ho perso il conto dei giorni." Ho detto "Sai una cosa, vado a letto".

"Va bene, buonanotte tesoro dormi bene, dì a tua sorella che ho detto buonanotte."

"Andrà bene." dissi stancamente.

Stavo andando nella mia stanza quando, ancora una volta, vengo strappato via dalle dita dei piedi da un'altra sorpresa di mia sorella.

"Dio sorellina, stai sicuramente cercando di uccidermi... mmm mmm" mi fermò di colpo nel mio modo di parlare con il suo bacio di nuovo.

Questa volta non sono riuscito a scappare, sono stato inchiodato al muro da lei.

"Ti amo fratello maggiore" disse con un sorriso malizioso sul viso.

"Uhhh, uhhh, fammi uscire di qui, la mamma ci prenderà e poi andrò in prigione."

"No, non finché a mamma non importa."

"Che cosa!? Sarah, stiamo parlando della mamma qui.

"Ehi, mamma, non ti importa che facciamo sesso, vero !?"

La guardai sbalordito.

"Che cosa!?" mia madre ha urlato.

«Te l'avevo detto che non le sarebbe piaciuto.»

"Non preoccuparti, gliene ho già parlato."

"Quando!?"

"Ieri,"
Ora ero davvero confuso, non sapevo cosa stesse succedendo da nessuna parte. Poi la mamma è entrata nella stanza e si è affrettata a cercare di dire qualcosa

"Mamma... mmmm mmmm."
CAP 8

(Oh dio in cosa mi sono scavato?)
Sarah ha smesso di baciarmi e ha detto
"Mamma, lo amo!"

"Se questa è la tua scelta." Disse a Sara. Mia madre mi ha sorriso e mi ha detto:

"Stasera ci sarai dentro..."
Ero sbalordito, non sapevo come reagire, e poi mia sorella si è davvero imposta su di me.

“Sarah ti amo ma….

"Ma!? Ma cosa!?"

"Non possiamo farlo", dissi severamente nei suoi occhi blu cristallini.
Annusare…

"Sarah... sai che finirei in un sacco di guai"

"Nessuno sa che lo stiamo facendo."

"Bene! ... A malincuore ho cominciato a baciare mia sorella,"

"Ecco fatto, fratellone, fottimi forte", mi sussurrò Sarah all'orecchio.
L'ho spazzata via e l'ho adagiata sul letto.

"Sei stato... Oh mio dio, ti sembra strano?"

Questa volta sono stato io a farla tacere. L'ho baciata sulla fronte e mi sono fatta strada. Dandosi un morso al naso, ridacchiò.

“Farò di tutto per renderti felice, ma andiamo piano con questo, voglio che duri. le dissi con un po' di passione.

"Ti voglio bene a Roxi."
L'ho guardata e ho riso un po'.

"Quello che pensavo mi odiassi per averlo detto."

"Non in questo caso"
Ho piantato un altro bacio sulle sue labbra. E lei ne era fuori.

“Oh mio Dio, sei il miglior baciatore che ho baciato da così tanto tempo. Ti sei esercitato?"

"NO,"

CAP 9

"Hai fatto sesso con qualcuno Roxi?"

"Sì, solo una persona però."

"OH. Non chiederò chi considero così maleducato.

«Sembri un po' deluso?»

"Io solo..." inciampò nelle sue parole. "Sai cosa non importa, non è un grosso problema."

Ha alzato la testa e mi ha baciato, si è tenuta lì, la sua lingua è entrata nella mia bocca e ha iniziato a lottare con la mia.

"Questo è noioso." Lei disse
Ero un po' scioccato.

"Sto sbagliando?" dissi con uno sguardo preoccupato sul viso.

“No, non sei tu…”

Si tolse la maglietta e scoprì di non avere il reggiseno. Il suo seno sembrava essere una coppa da 24c (non esagererò per voi che leggete questo)

"Ti piace?" lei disse
Ero un po' stordito dal fatto che stesse accadendo.

"Ehm..." Mi sono vetrata e sono svenuta sul suo letto.

Mi sono svegliato con questa meravigliosa sensazione di succhiare il mio cazzo. E davanti a me c'era quella che credevo fosse la figa di Sarah. L'ho abbracciata alla coscia e ho scavato la mia lingua fin dove sarebbe andata nel suo tunnel dell'amore. I suoi succhi erano così dannatamente buoni.

"È un bravo figlio mio."
Ora ero davvero scioccato.

"Mamma mi stai succhiando?"

"Sì, ti piace?"

"Dov'è Sara?"

"Quello che sei vecchia mamma non è abbastanza buono per te", fece le fusa

CAP 10

“No, non volevo dire che sono solo confu……. Oh mio dio mamma, sei brava.
Ha davvero colpito un buon punto sul mio cazzo che ho quasi raggiunto l'orgasmo in faccia.

"Continua a leccarmi, puttanella." Ha urlato.
Ho obbedito e ho spinto la mia lingua, ancora una volta; per quanto ho potuto nella sua figa poi un pensiero mi ha colpito. Ho spinto un dito nel suo culo ondeggiante e poi sono stato scaricato dai suoi succhi mentre lei raggiungeva l'orgasmo su di me.

“Oh mio Dio, Roxiller, mi hai fatto bene. Oh, è così bello... non ho ancora finito con te!

"Neanch'io."
Questo ha sbirciato entrambi i nostri interessi. Ho spinto di nuovo la mia lingua nella sua figa e questa volta ho infilato tre dita nel suo canale anale.

"Uhhg mamma, sto per venire."

"Che cosa!?"
È stato per me che ho sparato.
"Oh sì, il mio bambino mi sta raggiungendo l'orgasmo." Ha urlato.
Si voltò e mi guardò. E non potevo credere alla quantità che c'era sul suo viso.

"Mamma, non sai cos'è lo sperma?"

"Lo so adesso. Voglio che me lo lecchi via dalla faccia.

"Ehm, va bene."
Presi il dito e le asciugai un po' il viso, poi me lo infilai in bocca.
Aveva un sapore un po' salato.

"Non sto mangiando tutto questo."

"Lo farò!" La voce di Sarah arrivò.
È saltata sul letto e ha baciato mia madre in faccia.
Con uno sguardo sorpreso sul mio volto ho detto,
"Amico, non so la metà di quello che succede in questa famiglia!"

Mi stavo davvero divertendo.





CAP 10



"Divertirsi?" chiesi mentre guardavo Sarah leccare lo sperma bianco cremoso sul viso di mia madre.

"Sì, tanto divertente quanto lo stai guardando."

"Allora, per quanto tempo avete fatto questo?" ho chiesto

"Beh, da quando il mio ragazzo mi ha lasciato sono stato profondamente depresso."

"Oh vai avanti,"

"Un giorno è venuta nella mia stanza e abbiamo parlato, e poi mia madre ha fatto una domanda inaspettata 'Sei stato il ragazzo giusto con te durante l'intimità', sono rimasto un po' scioccato dalla domanda." Si fermò per respirare quando eravamo tutti seduti in posizioni incrociate nudi a parlare "Mi ha messo una mano sul viso", ha detto rievocando quello che ha fatto la mamma, "e poi mi ha baciato molto lentamente. Sono rimasto completamente scioccato da quello che ha fatto la mamma che mi sono allontanato chiedendole cosa stesse facendo, e lei ha detto 'tesoro, mi sento male per te', e io ho detto 'mamma va bene, non c'è bisogno di andare così lontano' ignorante mi bacia comunque.

"Wow, mi sembra che la mamma si stesse divertendo." dissi con gli occhi spalancati.

"Lo ero e molto di più di quanto entrambi avreste pensato." Ha detto “da quando tuo padre è morto non sono mai stata veramente la stessa, probabilmente era lo stronzo che ho incontrato.

“….Mamma con quante persone hai incontrato e con cui hai fatto sesso?” chiesi notando il modo in cui aveva concluso la sua domanda.

"Sapevo che l'avresti chiesto, ha detto con un sorriso." Ha alzato la mano e ha iniziato a contare in silenzio, vedendo le sue dita salire e scendere lentamente, ho pensato che fosse confusa finché non ha detto
"Sì, penso che sia giusto 6 persone."

"Cosa c'era con le dita insicure?" ho chiesto

"Oh, stavo contando i fidanzati che avevo in totale e stavo portando via quelli con cui non avevo fatto sesso." Lei disse

"OH,"

Non sapevo cosa dire, quindi ho fatto cenno a Sarah di continuare con la storia
CAP 11




"Beh, dopo la tua piccola sessione con la mamma ho perso il conto di dove eravamo", ha detto prendendomi in giro

"Penso che tu abbia smesso con qualcosa come la mamma che ti bacia." ho detto

“Giusto, giusto, um beh mamma mi ha baciato comunque e quindi ho ceduto e le ho lasciato prendere il controllo, ha fatto scivolare le mani sui miei rifiuti Penso di aver avuto un orgasmo nel processo perché l'ho perso e ho iniziato a gemere nella bocca di mamma. Sembrava che le fosse piaciuto.
Si fermò e si alzò dal letto

"Aspetta, dove stai andando?" Sorpreso dalla sua improvvisa interruzione nella storia

"Spostati verso il muro e siediti lì", ho obbedito "lei si è sdraiata sulle mie ginocchia e ha detto" Voglio che tu mi scopi con le dita.

"Ehm, ok."

“Beh, comunque, mi ha tolto la maglietta, si è spinta sul lato del letto e mi ha adagiato lentamente. Mi ha slacciato i pantaloni e me li ha tolti, oh, è una bella sensazione, continua a farlo ”, ha detto tenendomi il polso mentre ruotavo le dita nel suo buco caldo. "Ha afferrato un vibratore dalla sua scrivania, strano che non l'abbia mai notato lì." La mamma ridacchiò. “E lei mi ha tolto le mutandine e le ha gettate in un angolo. Mi ha baciato di nuovo e mi ha detto che ero dentro per il momento della mia vita. Ha infilato quel dildo da sei pollici nella mia figa e ho urlato di estasi e dolore, sono stato sorpreso che nessuno l'abbia sentito
E se l'avessero fatto e probabilmente si stavano divertendo. Ti stai annoiando se questo?"

"No va bene. per favore continua a dirmelo.

"Ovviamente posso sentire che mi stai tagliando il culo!"

Imbarazzato ho cercato di riadattarmi.
“Va bene Roxi. Anch'io mi sto surriscaldando, divertiamoci un po' di più.
Ha spinto le mie dita più a fondo nel suo buco e la mamma è strisciata verso di me e mi ha piantato un altro bacio Sarah ha iniziato a dondolarsi su e giù sulle mie dita e sul mio cazzo. Le ho detto che stavo per venire. Si voltò tirando fuori le mie dita dal suo buco e spinse la sua figa proprio sul mio cazzo e fu così che iniziai a schizzare e spasmo dentro di lei. Ha tirato fuori e ha detto
"Inizia a leccare ragazzone"

"aht prima che qualcuno si muova voglio provare qualcosa di diverso", ha detto la mamma. “Roxiller, voglio che io e te facciamo un 69 tu sopra, io sotto,
Sarah, voglio che tu sia figa per affrontare tuo fratello. Tutti iniziano a succhiare.

CAP 12
Se vuoi di più dimmi che ti scrivo
No e ho smesso con questa storia!!

Storie simili

Una nuova esperienza

Anita era così eccitata domenica mentre doveva partecipare alla festa di compleanno della sua migliore amica a casa sua. Erano le 16:30 quando era uscita di casa, tutta vestita e orgogliosa del suo aspetto. Ooooooooo! le persone rimarranno davvero sbalordite quando la vedranno con questo nuovo vestito rosso. Saranno davvero gelosi di lei oggi. pensando questi pensieri a se stessa. Finalmente era arrivata a destinazione. era la sua prima volta a casa del suo amico poiché conosceva solo il Block e non c'era mai stata prima. Ha iniziato a localizzare l'appartamento. Mentre lo faceva, suonava in un appartamento nel caso in...

578 I più visti

Likes 0

La migliore amica di mia figlia, parte 1

Questa storia è finzione ed è stata originariamente scritta a mano su un quaderno scolastico a spirale prima ancora che i computer portatili fossero inventati. Probabilmente mentre lavoravo come proiezionista al cinema nei primi anni ottanta. L'ho trascritto per la prima volta in un primo elaboratore di testi circa 20 anni fa e ho salvato i floppy disk fino a quando non ho acquistato un computer moderno. Ecco il testo, così com'è. Spero vi piaccia. La migliore amica di mia figlia, parte 1 Erano circa le 3 del mattino ed ero seduto al tavolo della cucina, con il mio taccuino davanti...

528 I più visti

Likes 0

Angelo 2

Angelo 2 © Questa è una fantasia. Qualsiasi somiglianza con persone o luoghi reali è casuale. ************************************************** **************** Angel lo fissò sorpreso, mentre l'uomo dall'aspetto divertente è i pantaloni a righe tamponati le lacrime che gli scorrevano sul viso con la coda. Chi sei? Lei chiese. Smise di piangere abbastanza a lungo per rispondere. Pensavo che lo sapessero tutti. Egli ha detto. Sono il gatto dalla coda spogliata. Disse agitando la coda con orgoglio. “La maggior parte mi chiama Stripe. Vedi quanto è lunga la mia coda? Non sono belle le strisce? Angel ha convenuto che la coda era davvero carina...

1.5K I più visti

Likes 0

La rissa bestiale di Bridezilla Brenda -- Parte 3 -- Domare un monello viziato

La rissa bestiale di Bridezilla Brenda Parte 3 -- Addomesticare un monello viziato Cast di personaggi con nome in questa serie: Brenda Robinson -- 26 anni, alta 5'10 140 libbre --- Sposa. Arrogante, viziato, prepotente, ricco, egocentrico e oh così alto e bello. Bradley Eaton -- 27 anni, alto 6'2 pollici, 180 libbre --- Sposo. Studentessa laureata in fisica. Intelligente, laborioso, bello, fedele, affidabile. Amy Robinson -- 21 anni, alta 5'10 e 125 libbre --- Damigella d'onore. Studente universitario di fisica. Intelligente, laboriosa, timida, carina, modesta e molto simpatica. Betty, Susan e Rebecca -- 25-27 anni --- Damigelle d'onore. I migliori...

1.4K I più visti

Likes 0

Il prigioniero (parte 3)

La sveglia di Stephen è suonata alle 6:30 del mattino. «Era strano; la sveglia di solito suonava alle 7.' Si girò per cercare di riaddormentarsi, poi saltò in piedi, ricordando cosa lo stava aspettando al piano di sotto e perché aveva impostato la sveglia così presto. Si alzò, si fece la doccia e si preparò per il lavoro, quindi scese le scale in cucina; mise una fetta di pane nel tostapane e poi scese i gradini fino al seminterrato. Poi spinse la porta del seminterrato e guardò dentro. Ed eccola lì, Jennie Connelly, ancora legata con le gambe divaricate completamente nuda...

1.4K I più visti

Likes 0

Megan e la mamma vengono beccate

Sono un ragazzo piuttosto fortunato, uno dei pochi a cui piace davvero il proprio lavoro. Mi chiamo Dougray e sono un agente di polizia di ventitré anni, o poliziotto se preferisci, che serve il mio grande paese nelle bellissime e remote Highlands scozzesi, di solito di pattuglia stradale. È un numero facile, la maggior parte delle volte mi limito a parcheggiare in un posto tranquillo con il radar della velocità acceso e magari accosto qualche poveraccio per eccesso di velocità circa una volta ogni due ore e gli faccio una multa. Principalmente, sono seduto in macchina leggendo un libro o vincendo...

653 I più visti

Likes 0

Sam & Alicia 9

Ho scritto questo supponendo che tu abbia già letto Sam & Alicia da 1 a 8. Quando mi sono svegliato la mattina dopo, Katrina era appoggiata su un gomito e mi guardava. Sembrava felice. “Buongiorno dormiglione. Avete dormito bene? “Sì, ho dormito come un sasso. Sembri felice. Vuoi un'altra scopata? “Sì, mi sento molto felice. Dovrei essere scioccato da tutte le cose che ho imparato su di te ieri sera, ma non lo sono. Invece mi sento orgoglioso che tu mi abbia incluso in tutto il tuo sesso. I miei genitori sarebbero inorriditi se lo sapessero, ma sono solo entusiasta di...

680 I più visti

Likes 0

Sorelle, figlie, nipoti e mogli!

Tutto questo è successo molto tempo fa. Ero al lavoro e facevo quello che ancora provo molto piacere nel fare....... no! non quello...... anche se ovviamente mi impegno ancora in quella particolare attività quando la cosa reale non è disponibile come fanno la maggior parte degli adulti, dovrei immaginare! No, stavo osservando le donne in ufficio con cui ho avuto il piacere di lavorare e immaginandole impegnate nel genere di cose su cui tutti noi ogni tanto fantasticamo!. Ne ho già parlato in altre storie, ma ho sempre ricavato molta soddisfazione nel guardare i membri del sesso femminile fare cose 'quotidiane';...

1.6K I più visti

Likes 0

Con il mio fratellino

Ciao lettori mi chiamo Anitha (Anu), 21 anni, del Kerala. io vivere con mia madre e più giovane fratello. Mio padre è morto quando io era ancora giovane. I miei fratelli si chiama Sanjay (Sanju) ha 18 anni Anni. Entrambi ci sono piaciuti sorella e fratello normali. Noi usati per combattere tra di loro. Mio mia madre ha ottenuto un lavoro governativo come mio padre mentre era al governo servizio. Dato che la mamma va per lavoro, io e mio fratello prendeva tempo da trascorrere insieme. Ho dimenticato di menzionare su me stessa. Ho avuto una buona figura di 32-26-30. Ero...

1.4K I più visti

Likes 0

JAMIE: tragica ironia del sesso adolescenziale

C'erano due qualità nel mio compagno di liceo, Kmart Cowboy, che ero sinceramente due qualità nel mio compagno di liceo, Kmart Cowboy, che apprezzavo sinceramente. Prima di tutto, aveva un veicolo. In un momento della mia vita in cui andare in bicicletta diventava sempre più sgradevole, avere un amico con un camion era più importante che indossare biancheria intima pulita. In secondo luogo, Kmart Cowboy ha giocato. Tra tutti i miei soci dell'epoca, Kmart Cowboy aveva più fidanzate, partner sessuali e concubine di quante ne potessi tenere traccia. Queste due qualità mi hanno fornito un incentivo sufficiente a trascorrere una notevole...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.