Solo un viaggio in autobus... Onesto 3

859Report
Solo un viaggio in autobus... Onesto 3

Il mondo sembrava congelarsi.

Non potevo crederci, mi sentivo come se mi avesse tradito completamente, anche se ci conoscevamo solo da un giorno e un po', mi è sembrato un pugnale nel cuore, perché era così civettuola oggi, deve sapeva quello che stava facendo, ma lo faceva lo stesso anche se aveva un fidanzato. Non volendo pensarci un attimo di più ho chiuso la pagina e il mondo ha ricominciato a girare.
“RALPH STAI ASCOLTANDO? Urlò l'insegnante dalla parte anteriore della classe mentre lo facevano.
"Sì" ho chiamato debolmente non avendo la più pallida idea di cosa fosse stato detto negli ultimi 5 minuti. Dan mi ha appena lanciato lo sguardo che dice 'BULLLSHIT' per fortuna l'insegnante non si è preso la briga di interrogarmi. Ho appena firmato per me stesso e ho ascoltato l'insegnante che parlava di tasse... o qualcosa del genere.


La lezione è finita, anche se non ho pensato a niente, potevo solo pensare a quello che avrei fatto con Emily, voglio dire che avrei dovuto fare qualcosa, avrei portato da mangiare presto con loro e io Sapevo che non potevo semplicemente fingere di non saperlo, quindi ho pensato che mi sarei semplicemente comportato bene.
"Va bene Ralph, sembri distratto?" Dan ha detto da dietro di me.
"Sì, un po' amico" dissi a metà.
"Nah, posso dire che c'è qualcosa che ha a che fare con una delle ragazze della classe?" chiese Dan.
"Qualcosa del genere, amico" ho mormorato e ho continuato a camminare verso la porta d'ingresso.
"Ha qualcosa a che fare con quella ragazza Emily, non è vero?" chiamato Dan dopo di me, non si era mosso.
"Come fai a sapere?" ho chiesto generalmente interessato.
"Amico, hai passato circa 20 minuti a fissare la sua pagina, potresti anche avere un grande distintivo rosso che dice 'Ossessionato'!" disse Dan.
Se avessi davvero passato 20 minuti a fissare la sua pagina Facebook, mi sarebbero sembrati pochi minuti. Ma ancora Dan aveva capito la maggior parte di tutto, ho pensato che avrei potuto anche essere onesto.
"È un po' più complicato del semplice piacere a una ragazza che ha un fidanzato". gli dissi con un profondo sospiro.
"Andiamo, puoi dirmelo mentre camminiamo verso la città... Andiamo." Mi fece cenno di seguirlo.
Quindi ho passato i successivi 10 minuti a spiegargli cosa era successo dalla fermata dell'autobus ieri al facebook di pochi istanti prima.
"Sì, è una stronzata, forse è solo molto aperta, potrebbe essere una scommessa tutta la 'scommessa sulla seduzione'... cosa... succede" ha detto mentre alzavo un sopracciglio dubbioso.
"Ehi, tutto quello che sto dicendo è che forse stai gonfiando tutto a dismisura, i ragazzi lo fanno sempre" Ha continuato, aveva ragione, non era come se fossimo stati innamorati per mesi, siamo onesti io l'ho incontrata ieri ed è stato agganciato come un pesce sulla lenza, e ragazzo mi stavo lamentando.
"ok, sì probabilmente hai ragione." Ho iniziato. "probabilmente vuole solo essere..."

SCHIACCIATA!

L'ultima cosa che ricordo è stato Dan che gridava in preda al panico, e poi il mondo è svanito nell'oscurità.
"Ralph, amico RALPH, cmon Ralph puoi sentirmi!?"
"OH MIO DIO, SUO LUI OK, MI DISPIACE DI NON AVERLO VEDUTO"
"TI STA BENE?"
"NON SBAGLIARE CON ME!"

NEREZZA

La cosa successiva che ricordo è stata essere spinto in giro per un ospedale con una folla di persone intorno a me, e un sacco di urla. Che cosa era successo?
Provai a parlare ma riuscii solo a far uscire un gemito dalle mie labbra, ma sembrava che bastasse tutto.
“Ralph amico, va tutto bene amico, hai avuto un po' di botta, starai bene okay... Ralph, guardami. GUNNA. ESSERE. BENE."
Era Dan? Cosa voleva dire "un po' di botta", e perché CAZZO mi faceva così male la testa. Ho iniziato a perdere di nuovo conoscenza, ma stavo iniziando a desiderare che si facesse presto, la mia testa ha iniziato a farmi sempre più male di secondo in secondo e tutto questo gridare non aiutava. E abbastanza presto ero fuori come una luce.
Nel frattempo, poiché Dan doveva aspettare nella sala d'attesa, decise di aiutare il suo amico, almeno un po', prese il telefono di Ralph dalla tasca e scrisse velocemente un testo, lo considerò, lo cancellò e lo riscrisse e lo spedì .
"Ralph ha avuto un brutto incidente ed è in ospedale, potresti voler venire il prima possibile." Quindi spense il telefono, se lo mise in tasca e si sedette, cercando di distogliere la mente da ciò che aveva causato.


Louise era nel bel mezzo di una lezione, lottando per prendere appunti. Normalmente andava bene con le cose accademiche, ma non era in grado di concentrarsi adeguatamente, da quando aveva davvero incontrato Ralph per la prima volta, sembrava essere diverso da tutti gli altri ragazzi là fuori, non sembrava essere un idiota, ed era davvero carino. Si chiedeva se fosse "okay" avere questo tipo di pensieri su un ragazzo nell'anno successivo. Ma presto si rese conto che non le importava davvero. Sperava davvero di poter fare una buona impressione a questo "pranzo" di cui Emily aveva parlato prima. Doveva ammettere che Emily stava iniziando a diventare piuttosto fastidiosa, comportandosi come una scolaretta arrapata, che onestamente è esattamente quello che era, ma aveva un fidanzato. Aveva poco senso per Louise. Ma il problema principale era che Emily le stava rendendo difficile avvicinarsi a Ralph, forse avrebbe dovuto parlare con Emily di questi sentimenti che stava provando, o questo avrebbe solo peggiorato le cose?
È stata quindi distratta quando il suo lato accademico ha preso il sopravvento e le ha detto di concentrarsi. Erano passati circa altri 10 minuti per prendere appunti prima che Louise iniziasse ad avere dubbi sulla propria vita.
eccola qui,
Diciassettenne, non ha mai avuto un fidanzato, è vergine e muore dalla voglia di un bravo ragazzo. Ha iniziato il college pensando che se la sarebbe cavata facilmente, avrebbe fatto un sacco di nuovi amici e sarebbe stato il suo momento di essere una "ragazza popolare", l'unica cosa è che non succede mai come qualcuno spera, la maggior parte dei giorni si è seduta davanti, ha svolto il suo lavoro in silenzio e se n'è andato, sì, molti ragazzi le avevano detto che era di bell'aspetto ma lei apprezzava poco le loro parole, avrebbero detto qualsiasi cosa per entrare nei pantaloni di qualcuno. Non sapeva mai cosa dire a persone così tese, motivo per cui si sentiva così attratta da Ralph, poiché la convocazione sembrava scorrere come l'acqua con lui, e per una volta un ragazzo le stava dando la possibilità di essere se stessa. Le piaceva. Le piaceva. E fu allora che il suo telefono ronzò nel reggiseno. Lo tirò fuori rapidamente, ottenendo uno sguardo interessato per i ragazzi seduti accanto a lei, e lesse il messaggio.
"Ralph ha avuto un brutto incidente ed è in ospedale, potresti voler venire il prima possibile."
Strano, pensava che se avesse avuto un incidente le avrebbe poi mandato un messaggio per dirglielo. La risposta ovvia non le venne in mente per qualche secondo in più, e quando lo fece si rese conto che era reale e iniziò a preoccuparsi come farebbe una chioccia se uno dei suoi pulcini fosse stato decapitato.
Si alzò e disse al suo docente che doveva andare urgentemente a un appuntamento dal dentista e corse fuori dalla porta con le sue cose in equilibrio tra le braccia. Ha risposto al telefono di Ralph.
“Va bene, sto arrivando, puoi avere qualcuno1 per incontrarmi davanti. Sarò lì in 10 minuti”
. Si è fermata solo per dare la sua borsa alla receptionist, un'amica di famiglia, chiedendole di occuparsene per un po'. Per fortuna l'addetto alla reception non ha discusso o fatto domande e l'ha preso e lo ha nascosto sotto la scrivania. Louise si voltò e camminò più veloce che poteva sui tacchi.


Dan aveva cominciato a camminare per la sala d'attesa, nient'altro che sentimenti di colpa, preoccupazione e simpatia che gli rimbalzavano per la testa, era colpa sua, aveva ucciso il suo nuovo amico? Come avrebbe spiegato alle ragazze, e peggio ancora, come cazzo avrebbe dovuto spiegarlo ai suoi genitori? Fu a questo punto che decise di controllare eventuali risposte e vide che ne aveva 3, una da sua madre, suo padre e Louise. Prima controlla le risposte dei genitori. Stavano correndo in ospedale ma sarebbero trascorsi circa 30 minuti, si è trasferito alla risposta di Louise e l'ha vista inviata 10 minuti fa.
“Va bene, sto arrivando, puoi avere qualcuno1 per incontrarmi davanti. Sarò lì in 10 minuti”
. Rendendosi conto che era ora, corse a cercare un facchino per andarla a prendere.


Louise si chiese se anche Emily avesse ricevuto il messaggio, quindi subito dopo aver lasciato l'ingresso del college, telefonò a Emily, "Sì, ciao, uhhh... puoi richiamare secondo te?" disse Emily senza fiato al telefono.
"No in realtà, senti Emily, Ralph ha avuto un incidente ed è in ospedale, vado a vederlo, vieni?" disse Louise, quasi sperando che Emily non lo facesse.
“OHHHH YESSSS INSERISCILO QUI!!! CI INCONTRO' LOU OHHH DIO!”
Era tutto ciò che Louise poteva sentire prima che la chiamata finisse. Non poteva fare a meno di sorridere tra sé e sé, stava facendo QUALCOSA con il suo ragazzo, il che significava che poteva essere la prima a vedere Ralph. Stava diventando fortemente protettiva nei confronti del giovane zenzero. Ha iniziato a giustificare le cose nella sua testa "Emily lo tradirebbe solo, non sarebbe onesta con lui, è troppo gentile per qualcuno del genere" ha deciso e ha intascato il telefono e ha iniziato a dirigersi verso l'ospedale.


Dan stava davvero entrando nel panico, Ralph era stato lì dentro troppo a lungo per stare bene, doveva esserci qualcosa di gravemente sbagliato, si era stancato di camminare in giro, si era accasciato su una sedia e aveva cominciato a sentire i suoi occhi che si riempivano bene, era davvero preoccupato per Ralph, e non voleva essere il responsabile della sua morte. Era tutto troppo e cominciò a crollare, si coprì velocemente il viso con le mani e cominciò a piangere in modo incontrollabile. Passarono solo pochi secondi prima che uno degli impiegati si avvicinasse a lui.
"Ehi, che succede amico?" chiese educatamente, sapeva che doveva essere paziente per non mettere fretta al ragazzo.
"Io-io-io sono così spaventato" Dan sputò.
"di cosa?" chiese quell'impiegato, non sapeva della situazione, era appena entrato per iniziare il suo turno.
"T-Tt-Hat non ce la farà, sarebbe anche colpa mia, non può morire, non è colpa sua per favore non lasciarlo morire a causa del m-mio errore per favore" Ben implorò l'impiegato per qualche motivo.
L'impiegato sapeva cosa non dire, così invece disse;
"faremo del nostro MOLTO meglio okay, sono sicuro che mi renderemo come nuovo!"
"Promettere?" gemette Ben, incapace di riprendere il controllo sulle sue emozioni.
"Promesso" disse l'impiegato con la massima sicurezza possibile, non aveva idea di cosa stesse parlando questo ragazzo, o dello stato del suo amico, ma 2 cose erano chiare, 1) questo ragazzo aveva bisogno di rassicurazione e speranza 2) l'impiegato stava per evita questa sala d'attesa per un po'.


Louise stava aspettando fuori dall'ospedale da circa un minuto prima che un facchino venisse da lei e le chiedesse...
"Ti chiami Louise?"
"sì, puoi andare a vedere Ralph?" rispose Louise rapidamente.
"Seguimi per favore" disse il portiere e lei si voltò per aprire la strada.
"Allora come sta, lo sai?" chiese Luisa.
"Scusa se mi è stato solo chiesto di venire a trovarti e portarti nella sala d'attesa giusta, ma dalle condizioni del ragazzo che mi ha trovato, penso che sembri brutto, mi dispiace" disse cupamente.
Louise conosceva Ralph solo da un giorno e un po', ma avrebbe fatto qualsiasi cosa per aiutarlo, impedire a qualsiasi cosa di fargli del male, perché sarebbe stato suo. Non importa cosa.


Quando Louise svoltò l'angolo vide un ragazzo della stessa età di Ralph seduto sul pavimento vicino alla porta, sapeva che era il ragazzo che aveva chiamato il portiere. Si sedette dall'altra parte della stanza, non sapendo cosa dire. È diventato molto rapidamente imbarazzante tra loro, quindi Louise ha tossito leggermente e ha chiesto "L'hai detto ai suoi genitori?"
"sì, hanno detto 30 minuti" ha risposto debolmente.
Il silenzio calò di nuovo sulla coppia, Louise aveva la sensazione che non le piacesse il suo ragazzo, e aveva imparato a fidarsi del suo istinto. Ma nonostante questo, voleva sapere se l'aveva detto a Emily. Quindi ha chiesto di controllare il telefono di Ralph per qualcosa, il ragazzo le ha lanciato il telefono e lei ha controllato i messaggi inviati, e ha visto che era stato inviato a tutti sulla sua lista di contatti, che consisteva solo dei suoi genitori, lei ed Emily e un ragazzo chiamato Dan.
"Chi è questo Dan allora?" chiese educatamente sperando di iniziare una convocazione per rompere il ghiaccio.
"Io sono Dan"
"Oh" è stato tutto ciò che è riuscita a fare.
Cominciò a chiedersi perché la sua rubrica fosse più un post-it telefonico, se avesse avuto un nuovo telefono o se fosse come lei, un po' un estraneo. Decise però che avrebbe scoperto se Ralph avesse tirato. Fu allora che il telefono le ronzò in mano. Era un messaggio di Emily che diceva:
"Ehi scusa, farò tardi, Louise ha avuto false indicazioni per essere lì tra 10 volte" "Quella CAGNA!" pensò Luisa. Stava cercando di usare Louise come un modo per evitare il ritardo perché era troppo impegnata a sbattersi il ragazzo nei bagni del college. Louise non poteva crederci, Emily aveva appena provato a pugnalarla alle spalle! Stava per dare una lezione a quella puttana egocentrica, ma poi si è resa conto che poteva volgerla a suo vantaggio.
"Scusi, che sala d'attesa è questa?" chiese a un'infermiera di passaggio.
“Sala d'attesa signorina D” rispose l'infermiera e corse via. Louise ha scritto una risposta e l'ha inviata a Emily. Tornò quindi al silenzio imbarazzante per alcuni minuti prima che il suono dei genitori preoccupati raggiungesse le sue orecchie, sapeva che stava per incontrare i suoi genitori.


Emily aveva appena finito di pulire quando ricevette la risposta.
“LOL va bene, sbrigati e vai 2 sala d'attesa A”
Si diresse fuori dal college e verso l'ospedale, rimpiangendo di aver lasciato che il suo ragazzo portasse con sé le mutandine e il reggiseno, dovette camminare per la maggior parte della strada con tutti che guardavano i suoi capezzoli induriti, che spuntavano dal tessuto morbido del suo top.
Anche se sperava che sarebbe stato un bel regalo per Ralph, la sua prossima "conquista".
Dopo una passeggiata di 10 minuti ha cominciato a sentirsi un po' eccitata con tutti i ragazzi che la guardavano con lussuria negli occhi. Ha persino lasciato che i ragazzi alla stazione degli autobus avessero una buona visuale mentre si sdraiava davanti a loro.
Amava far eccitare i ragazzi, sapeva che anche a loro piaceva. Ma sapeva che non poteva permettersi di essere molto più tardi, quindi si precipitò davanti all'ospedale e si diresse nella sala d'attesa A. Sperava solo che Louise non scoprisse la sua bugia.


"DOV'È MIO FIGLIO!??" disse Jane ad alta voce, in modo che tutto il personale potesse sentire la sua richiesta e saltare per obbedire ai suoi comandi. "VOGLIO VEDERE MIO FIGLIO IN QUESTO MOMENTO!" Ha chiamato di nuovo
"Mi scusi signora, non possiamo ancora permetterle di vedere suo figlio, per favore si sieda e la raggiungeremo il prima possibile." Disse con calma un'infermiera.
"Ascolta l'infermiera Jane, Ralph ha bisogno dell'attenzione di questa gente, quindi siediti e vado a prenderti una tazza di tè, ok?" disse Andy, il padre di Ralph. Si affrettò a cercare del tè.
"OK... CHI SEI DUE?" HA DETTO JANE COSI' FERMAMENTE CHE HA COSTRETTO LO SCRITTORE A SCRIVERE IN CAP LOCKS!
"Sono Dan, sono un amico di Ralph ed ero presente quando è successo" ha detto Dan con un tono leggermente spaventato.
"Io sono..." iniziò Louise.
"... DEVI ESSERE EMILY." Concluse Jane con sicurezza.
“No, sono Louise...”
"Il tuo chi?" chiese Jane.

********************************************* ***** *********************************************

Scusate, è così gentile ragazzi, stavo per farlo molto più lungo, ma ho pensato che potreste volere qualcosa di breve ora di qualcosa di leggermente più lungo dopo, non preoccupatevi, avrò presto la parte successiva

Storie simili

Le labbra, i denti, la punta della lingua_(1)

Solo la mancia.. va bene amore? quasi implori. Non molto tempo fa, ti ha mostrato che un pompino non deve comportare deepthoating. Vedi, questo è qualcosa che le è stato insegnato dalla sua migliore amica Ashling. Le abilità sono state trasmesse a tua moglie per aiutare la sua fiducia.. 'Grazie Ash.' ripeti da quando hai sentito la storia. Da allora, hai desiderato ardentemente le abilità orali del tuo amante, l'adorabile timida Kara che hai incontrato tanto tempo fa. Era una compagna di classe, presa in giro e molestata, ma tu hai resistito ai bulli per lei. Le hai mostrato come colpire...

144 I più visti

Likes 0

Mai un momento di noia con le mie ragazze

Mai un momento di noia con le mie ragazze Non ho mai pensato alle mie figlie come alle mie amanti, ma poi non mi sono nemmeno fatto scopare da loro. Sono un vedovo di 45 anni, con 2 figlie che hanno Lizzy 19 e Beth 21 anni. Mia moglie è morta circa 3 anni fa e da allora sono single, buttandomi nel lavoro. Vivo da solo e le mie figlie si sono trasferite qualche tempo fa e vivono a casa loro, che si trova dall'altra parte della città. Una sera sono rimasta a casa fino a tardi a controllare il lavoro...

120 I più visti

Likes 0

La mia presentazione_(0)

Ciao, ora ho 54 anni e vorrei raccontarti la mia storia di vita. Quando avevo sette anni, fui messo in un orfanotrofio dal tribunale. Non che io abbia fatto qualcosa di sbagliato, è dove i miei genitori che hanno perso la custodia su di me e due fratelli. Quella volta non lo sapevo, ecco perché desideravo tornare a casa. Quindi sono scappato abbastanza regolarmente. Fu diversi anni dopo che seppi la verità. Comunque, a causa della mia abitudine di scappare a volte, sono stato in diversi orfanotrofi. Là dove buoni e cattivi da loro. Già abbastanza giovane (8 o 9 anni)...

1 I più visti

Likes 0

PMQuest: Capitolo 07 e 08 - Vai sul sicuro o corri dei rischi

Questa storia / fanfiction contiene sesso tra un Ranger umano e tutti i tipi di Pokemon femminili. Questa storia include Femdom, Reverse Rape, Forced, Sex, Female Pokémon x Male Human Ranger. Se ti sei perso l'introduzione completa, fai clic sul mio profilo per avere una panoramica di tutti i capitoli. Questo capitolo fa parte del percorso che hai scelto alla fine del capitolo precedente. Cerca in questa pagina Gioca sul sicuro o Prendi un rischio per continuare la tua avventura. Capitolo 07 - Vai sul sicuro Avevo esaurito le opzioni. Le mie scelte erano di far cadere il cristallo, o provare...

319 I più visti

Likes 0

Calda sorellina per l'estate

Sono sempre stato molto vicino a mia sorella minore, Kristy. Aveva un anno meno di me, ma noi entrambi sono stati trattati come ragazzi, il che significa che entrambi abbiamo causato la stessa quantità di problemi. Abbiamo fatto la doccia insieme fino a quando avevamo circa 10 anni e abbiamo dormito nello stesso letto d'albergo fino a quando non ho raggiunto la pubertà. Anche se lo eravamo estremamente vicini, abbiamo litigato molto e di solito si trattava di cose stupide, ma eravamo ancora molto vicini. Mia sorella ha fatto tutto quello che ho fatto e ha seguito me e i miei...

57 I più visti

Likes 0

Così com'è - Parte 2

Stuie, si è frettolosamente pulito e ha chiuso la cerniera per essere di nuovo presentabile. Poi pensò tra sé e sé: Che fretta c'è? Questo è stato imbarazzante, ma sicuramente Julie era abbastanza grande da capire le circostanze e come erano i ragazzi e tutto il resto. Forse è scappata in quel modo per l'imbarazzo. Ha vissuto un momento di panico e ha pensato di sicuro non ha intenzione di dire alla mamma quello che è successo. No, aveva bisogno di prendersi un po' di tempo per pensare a cosa le avrebbe detto per alleviare l'imbarazzo prima di vederla di nuovo...

618 I più visti

Likes 0

Piano di scopare mia sorella

So di non essere l'unico ragazzo che arriva a un'età in cui se hanno una sorella iniziano a fantasticare su come appare nuda e forse vorrebbe scopare. A quell'età avevo diciotto anni e mia sorella Colleen era un anno più giovane. So che sarebbe incesto, ma gli ormoni sono ormoni. E sapevo certamente che sarebbe successo l'inferno se avessi cercato di soddisfare i miei impulsi, a meno che non avessi un piano straordinario. E io e i miei amici abbiamo escogitato un piano. È iniziato davvero quando ho visto mia sorella Colleen prendere il sole in un giorno d'estate. Indossava un...

449 I più visti

Likes 0

Diventa la mia troia o altro

L'ultima volta ti ho lasciato con l'essere stato beccato a fare sesso con Adam da John. Le voci che ho sentito erano quelle di John e Angelo, erano entrati nell'appartamento proprio mentre il mio orgasmo era finito. Sono riuscito a scivolare via dal grembo di Adam. Mentre mi alzavo, la mia figa ha ruttato e la sborra ha iniziato a scorrermi lungo le cosce. Adam nel frattempo è sprofondato ancora di più nel divano. “JANET, che cazzo,” urlò John mentre si avvicinava al divano. Lascia che ti spieghi, John, risposi con tono di paura. John si è avvicinato al divano e...

165 I più visti

Likes 0

Non era giusto, il che lo rendeva così CALDO

Questa è una storia vera. Molti di coloro che hanno letto alcune delle mie altre storie (alcune finzioni, altre vere) possono ricollegare questo incidente al punto in cui è iniziato, quando mi sono separato e poi divorziato da mia moglie. Sono divorziato dalla mia ex da un paio d'anni e vado a casa sua per visitare nostro figlio. Una figlia adolescente della sua amica (questa è l'amica con cui voleva che facessi un rapporto a tre in passato) non poteva andare d'accordo con sua madre, quindi sta con la mia ex e guarda nostro figlio mentre l'ex lavora, gioca, qualunque cosa...

67 I più visti

Likes 0

Marta - capitolo 1

Martha stava dormendo profondamente sul pavimento della sua camera da letto quando Zeus, il cane del suo vicino, le morse una spalla. Martha sussultò per il dolore, poi tubò il cane finché non lo lasciò andare. Poi si è posizionata e ha rivestito il cazzo del cane con la sua fica, poi l'ha aiutata a scoparla. Zeus ha scopato Martha fino a quando non è entrato nella sua vecchia fica, si è meravigliato. Zeus l'aveva morsa un paio di volte, ma poiché Martha era solo una puttana della spazzatura, non aveva scelta su come veniva usata. Andò al frigorifero, tirò fuori...

632 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.