Foxy Knoxy -3 Inizia il calvario di Meredith

2KReport
Foxy Knoxy -3 Inizia il calvario di Meredith

Prima: Foxy Knoxy
Prima: Foxy Knoxy II

(Foxy Knoxy – Studenti stranieri Amanda e Meredith litigano nel loro appartamento in una piccola città italiana. Amanda va al bar dove va nella stanza sul retro per intrattenere tre uomini un po' rudi.
Finito con gli uomini che Amanda aspetta al bar per il suo ragazzo. Meredith esce per scopare e
trova Rudy, un immigrato dall'Africa scontento di Meredith)


Ora è più così. Meredith poteva sentire il grosso rigonfiamento nei pantaloni di Rudy con il piede.
Rudy sorrise e smise di parlare mentre Meredith muoveva il piede contro il suo cazzo gonfio.
Rudy si alzò prendendo Meredith per mano. L'ha condotta attraverso il bar e lungo un corridoio
sul retro del bar. Rudy aprì la porta del ripostiglio e accese l'interruttore della luce.

Solo una lampadina da 100 watt illuminava la stanza squallida. Vecchie scatole erano accatastate contro le pareti e secchi e stracci erano sparsi sul pavimento. La stanza era umida e puzzava di disinfettante.
Meredith stava tremando, era così nervoso, stava per scopare questo fusto nero in una stanza sporca sul retro.
Era figlio primordiale, così basso e sporco, così giusto.
Lo tirò vicino a sé, schiacciando il suo inguine contro il suo. "Fottimi Rudy, Fottimi, Fottimi."


Dopo due ore Meredith era esausta. Dio, era proprio quello di cui aveva bisogno. Fottutamente fantastico.
ENORME, formidabile resistenza, l'aveva scopata in ogni modo. Quando arrivò, era di nuovo pronto quasi subito. Le fottute acrobazie erano irreali. L'ha scopata come un fottuto pretzl, le caviglie dietro la testa. Era fottutamente profondo e lui era così incredibilmente duro. L'ha sbattuta contro il muro.
La fece chiudere contro il lavandino. Inesorabile, aveva continuato senza sosta.

Meredith era in ginocchio. Questa era la sfida del succhiare il cazzo, poteva farlo scendere ancora una volta e poteva gestire quel ragazzone in fondo alla sua gola? Oh Dio, era di nuovo pronto. AGGHHH, lo aveva completamente in gola, che sensazione. Le sue mani intorno alla sua forte
culo nero, lo sentiva pulsare dentro di lei.

Questo ragazzo è incredibile. Meredith allungò la mano destra accarezzandosi la figa mentre
le è venuto giù per la gola. DAMN DAMN DAMN.

Meredith baciò Rudy. "È stato fottutamente fantastico, dovremo rivederci qualche volta."
"Ehi, pensavo di poter venire da te, potremmo uscire insieme." chiese Rudy.
“OH, non questa volta,
“Ho bisogno di cadere e poi ho molto da recuperare. Forse la prossima settimana."
"Dai???" Rudy supplicò.
"Ehi, mi piacerebbe ma non funziona per me in questo momento."

Meredith ha avuto difficoltà a tornare a casa, era così dolorante per l'allenamento con Rudy.
Era stato fantastico, ma in nessun modo lo stava portando a casa. Era bravo per... ma...
Per tutto il tempo i ricordi di Rudy le turbinavano nella mente. Era così primordiale, così intenso.
Quando ci ha messo lei contro il lavandino, aveva il controllo totale spingendosi contro
il suo culo, spingendosi in profondità nel suo culo.

Mentre Meredith stava rivivendo il cazzo che ha ottenuto, Rudy era incazzato. Non funziona per me? Che cazzo significa. Usato di nuovo da una cagna bianca. Rudy ha deciso di seguire la sua casa. Non sapeva cosa voleva, ma questa era una stronzata, era stanco di questa merda. Rudy ribolliva mentre seguiva Meredith per le strade tortuose della vecchia città italiana.

Mentre Rudy la guardava entrare nel vecchio appartamento, Rudy rise tra sé. Questo posto sarebbe un gioco da ragazzi.
Guardando le finestre poteva vedere che era tutto buio. Vide accendersi una luce, quella era la stanza di Meredith. Era l'ora della pausa al college e Rudy immaginava che la maggior parte degli studenti sarebbe stata fuori città.
Tornò sul retro e trovò la porta della cantina. Esperto al momento dell'effrazione, ha visto che sarebbe stato così
un facile ingresso. Velocemente all'interno si fece strada in silenzio per l'appartamento. Non c'era traccia di nessuno tranne la musica dalla stanza di Meredith. Rudy non sapeva ancora cosa voleva fare, quindi tornò fuori e si diresse verso il suo appartamento.

Il ragazzo di Amanda, Raffaele, è arrivato al bar. Amanda afferrò la borsa che stava portando per vedere cosa aveva. "Fantastico" sorrise quando vide tutta la buona merda che aveva. Stavano per diventare alti stanotte.
Il barista Patrick ha dato a Raffaelle un piccolo disco di riserva. "Amanda ha passato una buona notte, ti piacerà questa." Patrick ha schiaffeggiato Amanda sul culo. "Ci vediamo domani.

Raffaelle non vedeva l'ora di portare a casa la cagna. Alzala, guarda il film della sua notte nel retrobottega
mentre lui la fotteva a morte. Guardò Amanda, non avresti mai, mai pensato che fosse una così fottuta puttana. Sembrava proprio come la ragazza americana media in Europa.

Meredith giaceva nel suo letto, la TV accesa, ma si era appisolata. "AGHHHHH" HA URTO. Si svegliò trovandosi circondata da diversi uomini. "Urla quanto vuoi puttana, nessuno ti sentirà."
Riconobbe Rudy tra la mezza dozzina di giovani neri che la circondavano.
"Rudy, cosa le stai facendo, chi sono questi uomini?"
“Puttana, pensavi di potermi semplicemente mandare via? Sei troppo buono per riportarmi indietro con te.”
“NOO, ero stanco, avevo solo bisogno di dormire. Non l'ho fatto."
SMAAACK. Meredith si ritrasse dallo schiaffo sul viso. “Un pezzo di spazzatura bugiardo.
"Non sono abbastanza per te." "No Rudy non è..."
SMAAACK. "Niente più cazzate da parte tua".
Rudy la spinse di lato e si sdraiò sul letto.
Un coltello puntato contro il suo collo. "Succhiagli il cazzo, troia inglese."
"Sii bravo."
“No, per favore, cosa hai intenzione di farmi. Lasciami in pace."
AHHGGG Meredith urlò quando sentì il coltello trapassarle la pelle del collo e...
sentiva il sangue colavare.
"Stupida troia, non ascolti molto bene, capisci l'inglese."
"Succhialo ORA"

Meredith ha preso in bocca il cazzo gonfio di Rudy.
"Trash Bitch, alza il tuo culo da troia in aria."
Rudy guardò con soddisfazione la stupida fica inglese.
Sdraiato sul suo letto, la sua testa appoggiata sul cuscino di lei che guardava
lei gli succhia il cazzo mentre il suo uomo le tiene il coltello alla gola.
In ginocchio, il culo in aria, un altro delinquente stava strofinando il suo cazzo contro la sua fessura.
"Guardami!" gridò Rudy. L'uomo con il coltello le ha tirato su la testa per i capelli.
Rudy sorrise alla ragazza inglese in preda al panico. Fece cenno al suo uomo che gestiva il suo
coltello affilato come un rasoio lungo la guancia di Meredith che tagliava un leggero taglio.

"Per favore Rudy, per favore non farlo, farò quello che mi dirai."
Meredith sentì la lama affilata contro il suo collo. "Oh Dio No."
“Fai quello che ti viene detto e forse ti lasceremo vivere.”

(Continua)

Storie simili

Leila ottiene il suo primo desiderio di compleanno

Si chiamava Jess. Era la tipica ragazza media di 16 anni. Bellissimi capelli castani lunghi fino alla vita, occhi azzurri penetranti e un'abbronzatura dorata. Le sue tette molto più di una manciata e il culo altrettanto bello. Non mi sono mai considerata lesbica, ma spesso la fissavo e mi chiedevo che aspetto avesse il suo bellissimo corpo nudo. Che sapore avrebbe avuto, che sensazione aveva la sua pelle liscia contro la mia. Io stessa ero una ragazza geek di 15 anni, la bocca piena di metallo, occhiali nerd dalla montatura spessa. Petto piatto, corpo minuto, capelli biondo sporco. Ma il mio...

617 I più visti

Likes 0

Raccolta fondi per l'ospedale

Slavia ha 31 anni, non si è mai sposata, è una bellissima donna russa sexy. Lei è a una raccolta fondi in ospedale, tutti i grandi donatori della fondazione dell'ospedale sono lì, facendo a gara per impressionarsi a vicenda con il pavoneggiarsi del piumaggio e con grandi donazioni nel corso della serata. Lo Slavia si sentiva a disagio nel trovarsi al suo interno con il mondo ampolloso dei filantropi danarosi. Aveva tentato di uscire, ma era stata intercettata nell'atrio da una grossa e anziana dama di buona società a cui non piaceva altro che ricordare di ora in ora le storie...

466 I più visti

Likes 0

La mia presentazione_(0)

Ciao, ora ho 54 anni e vorrei raccontarti la mia storia di vita. Quando avevo sette anni, fui messo in un orfanotrofio dal tribunale. Non che io abbia fatto qualcosa di sbagliato, è dove i miei genitori che hanno perso la custodia su di me e due fratelli. Quella volta non lo sapevo, ecco perché desideravo tornare a casa. Quindi sono scappato abbastanza regolarmente. Fu diversi anni dopo che seppi la verità. Comunque, a causa della mia abitudine di scappare a volte, sono stato in diversi orfanotrofi. Là dove buoni e cattivi da loro. Già abbastanza giovane (8 o 9 anni)...

842 I più visti

Likes 0

Stordimento commemorativo, seconda parte

In circostanze diverse, avere Joe tra le mie gambe sarebbe stato un paradiso. Ma con Keith e Rob che si tenevano un braccio e una gamba ciascuno e il puzzo di birra ed erba nell'aria che veniva fuori da loro, era come un incubo diventato realtà. Cerco di allontanarmi dalle labbra di Joe mentre si muove per baciarmi la figa, solo che lui mi afferra per la vita e mi tira sulle sue labbra. Quando le sue labbra toccano le mie labbra esterne, tremo per il suo respiro caldo che tocca la mia pelle fredda. La sua lingua segue le mie...

516 I più visti

Likes 0

Harry Potter Adventures: Capitolo 4 - Parte 2 di 3 - La ricompensa di Ron

Questa storia non riflette gli atteggiamenti oi personaggi della serie di Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 4 – parte 2 Harry, Ginny, Katie e Demelza sono entrati tutti nella sala comune di Grifondoro per trovare le celebrazioni della festa in pieno svolgimento. La stanza era buia tranne che per le luci brillanti che emanavano dalle punte delle bacchette delle persone, mentre le agitavano come bastoncini luminosi. La musica suonava ad alto volume dallo stereo e qualcuno era andato nelle cucine e aveva portato da bere alla festa. Eccitate ragazze del 4° anno ballavano sui tavoli mentre erano...

1.7K I più visti

Likes 0

La mamma ha beccato me e papà

Sono un giornalista investigativo per un giornale di medie dimensioni nello stato della California. Scrivo anche storie freelance per varie riviste. Quindi sono sempre alla ricerca di storie di interesse umano. Conoscevo una storia che mi affascinava, accaduta diversi anni fa. Era stato pubblicato solo su articoli di giornale, ma sentivo che avrei potuto vendere un articolo a riguardo. Ma per essere pubblicato richiederebbe un resoconto scritto con estrema attenzione. Alcuni anni fa un uomo nella mia città natale è stato condannato a diversi anni di carcere per rapporti sessuali illegali con la figlia minorenne. Il suo nome non è mai...

482 I più visti

Likes 0

Vengono indietro

Debbie era seduta a un tavolo sorseggiando un drink all'Halfway House Bar quando ha sentito Cripes Deb, è passato molto tempo. Il proprietario della voce si lasciò cadere sul sedile accanto a lei. Era qualcuno che Debbie non vedeva o non sentiva da molto tempo, né voleva. Si chiamava Mick ed era un amico di suo figlio. Da piccola Debbie era stata praticamente una ninfomane. Se avevi droga e un cazzo, avevi Debbie. Ciò aveva portato Debbie ad avere un figlio e ad abbandonare la scuola. Aveva conosciuto suo marito subito dopo la nascita di suo figlio. Dopo essersi ripresa dalla...

1.5K I più visti

Likes 0

Il dispositivo di controllo mentale Breve: brama di pompino della madre

Il dispositivo di controllo mentale in breve Voglia di pompino della madre Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2020 Nota: grazie a WRC264 per aver letto questo beta! Dean Michaels sedeva sulla panchina del parco, digitando sul suo laptop, il suo dispositivo di controllo mentale seduto accanto a lui. Stava per testarlo per la prima volta. Entrò il primo comando. e tutti quelli che avevano meno di diciotto anni cominciarono a lasciare le vicinanze. Aveva viaggiato lontano da casa sua per testare il dispositivo. Guidato per due ore in modo che non ci fosse alcuna possibilità che qualcuno qui intorno lo...

1.2K I più visti

Likes 0

LA MIA PRIMA AFFARE SERIA - PARTE 1

All'età di 13 anni ho subito un'operazione per rimuovere un tumore nella parte posteriore del cervello. Dopo l'operazione sono rimasto cieco. È stato un grande shock e mi ci sono voluti mesi per accettarlo. A volte mi ribello ancora al fatto, ma che diavolo, mi sto godendo la vita ed è per questo che sto scrivendo questo. Sono rimasto a casa per quasi un anno, ma poi sono stato mandato in una scuola per bambini ciechi. Era lontano da dove viviamo, quindi sono dovuto stare nel collegio della scuola. In realtà avevo completato il Grade 8, ma hanno pensato che fosse...

880 I più visti

Likes 0

Impero perduto 62

0001 - Tempo 0003 - Conner- Thomas 0097 - Asso - Zimmel 0098 - Lucia 0101 - Shelby (nave madre) - Lucie 0125 - Lars 0200 - Elena 0301 - Rodrick 0403 - Johnathon 0667 - Marco - Marrone 0778 - gen 0798 - Celeste - Shelby (umana) 0908 - Tara - Mara -------------------------- Non cresciuto - non numerato ------------------------ 3 - a bordo di Shelby 2 in re-gen 1000 - Sherry - perso al momento 0999 - Zan - anch'esso perso -------------------------------- Conosciuto e OR numerato ------------------------------- 0501 - Taddeo ???? - Lena --------------------------- Derrick osservò Jonathon apparire dal portale...

676 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.