Attrazione proibita 2 (riveduta)

51Report
Attrazione proibita 2 (riveduta)

Erano trascorsi due anni da quando il signor Connor e io abbiamo "portato la nostra relazione a un nuovo livello".

Era anche sicuro dire che facevamo sesso in quasi tutte le stanze della scuola... E non è un'esagerazione.

La nostra situazione era piuttosto complicata. Io e Tim (odiava quando lo chiamavo Mr. C se non stavamo facendo sesso) passavamo così tanto tempo insieme, ma non eravamo fidanzati e fidanzati... ma allo stesso tempo lo eravamo. Non so come chiameresti la nostra relazione. Forse amici con benefici o solo la sua cagna laterale.

Ma noi eravamo molto di più. Lasciava note citazioni ispiratrici nel mio armadietto, mi aiutava con i compiti e mi ascoltava persino mentre spettegolavo sulle ragazze a scuola!

Alla fine siamo arrivati ​​a un punto in cui dovevamo solo inventarci qualcosa da dire alle nostre famiglie.

Per togliersi di dosso sua moglie, le disse che la scuola richiedeva "di più" da lui e che non doveva preoccuparsi che non fosse a casa. Ho detto ai miei genitori (e agli amici) che ero solo impegnato con la scuola.

Venerdì, dopo la scuola, sono corsa nell'ufficio del signor C.

"Signor C! Signor C! Signor C!!!!" urlai entrando nel suo ufficio.

Il signor Connor era seduto sulla sedia della scrivania e suonava la chitarra. L'avevo leggermente spaventato.
Mi guardò.

"Che cosa?!" Chiese con un sorrisetto.

Chiusi la porta dietro di me e gli mostrai il foglio che avevo in mano.

"Ho ottenuto un 97% sul mio test Trig!" dissi finalmente.

"Santo cielo Erica, è fantastico!!!"

Si avvicinò dalla sua scrivania e mi diede un grande abbraccio.

Ha sempre un odore così buono. Tim si ritrasse dall'abbraccio e mise le mani ai lati del mio viso.

"Lo sai che sei la ragazza più intelligente del mondo, vero?" Disse fissandomi negli occhi.

"Non ce l'avrei fatta senza di te." Ho sorriso.

*** Oltre ad essere un nerd della teoria musicale, Tim era anche molto bravo in matematica. Mi ha insegnato ogni giorno dopo la scuola, e gli dovevo seriamente un sacco di tempo.***

Tim si avvicinò e baciò le mie morbide labbra rosa.

"Sai una cosa? Andiamo a prendere un gelato." Disse interrompendo il nostro bacio.

"È davvero necessario?" ho ridacchiato.

"Um... S? Non hai mai preso una A su un test Trigonometrico, e vale la pena festeggiare... Vale la pena festeggiare."

Diceva sempre le cose più dolci. Ecco perché mi stavo innamorando così tanto di lui.

"Ma piccola, non siamo mai usciti insieme in pubblico... voglio dire, attira abbastanza l'attenzione che tu sei bianco e io sono nero... e la differenza di età" dissi lasciandomi andare senza intenzione di uccidere l'atmosfera. ..ma sentivo che doveva essere detto.

I suoi occhi marroni si alzarono su di me.

"Erica, non mi interessa cosa è socialmente accettabile e cosa no. Ti amo, e questo è tutto ciò che conta. Se le persone vogliono fissarci mentre mangiamo il gelato, sono quelle fottutamente strane. "

"Questo è esattamente il motivo per cui ti amo." dissi sorridendo.

Il signor Connor si è infilato la giacca e ha preso le chiavi.

"Andiamo partnaaa!" Disse tenendomi la porta.

Sono andato a scuola in macchina, quindi l'ho seguito dal nostro locale Baskin Robbins.

Dopo il gelato, mi accompagnò alla mia macchina.

“Congratulazioni ancora, Erica. Sei fottutamente fantastico."

"Sei fottutamente fantastico." Ho sorriso.

"Ci vediamo domani?" chiesi, per rassicurare.

"Sì, ci vediamo alle 2:00." Disse salendo in macchina.

Ci siamo scambiati un altro bacio prima di salire in macchina e partire.

Sono tornato a casa verso le 6:30 appena abbastanza presto per battere i miei genitori. Erano felici che fossi tornato a casa prima del solito. Ho detto loro che sarei uscito domani mattina per prendere delle provviste per un progetto. (In realtà stavo andando a casa del signor Connor per le nostre lezioni di canto settimanali) Con questo, ho dato loro il bacio della buonanotte e sono andato di sopra per prepararmi.

Mi sono fatto una bella rasatura così la mia figa sarebbe stata bella e morbida per lui. Ho fatto un paio di altre cose, poi sono andata a letto.

Mi sono svegliato la mattina dopo per vedere che Tim mi aveva chiamato diverse volte e mi aveva mandato messaggi almeno 10 volte. L'ho richiamato.

"Tim, cosa sta succedendo?" Ho chiesto ovviamente suonando come se mi fossi appena svegliato.

"Ti ho svegliato? Mi dispiace piccola. Ma devi venire qui adesso!"

"Ti piace casa tua?" dissi sbadigliando.

"Sì. Per favore. Ho bisogno di te."

"Va bene, sarò lì tra un'ora." dissi riagganciando il telefono.

Cosa potrebbe essere successo per cui era così agitato e che doveva chiamarmi alle 8:00 del mattino?


Dopo aver fatto la doccia, mi sono vestito e sono salito in macchina per andare a casa sua. Quando entrai in casa sua (mi diede una chiave perché ci andavo così spesso) era seduto in silenzio sul divano del suo soggiorno.

Sua moglie non era in casa.

"Piccola cosa sta succedendo?" dissi sedendomi accanto a lui.

Si sedette lì con la testa affondata tra le mani.

"Erica... non so nemmeno come dire..." borbottò.

Gli ho massaggiato la schiena.

"Sono stata licenziata, Erica. Non insegnerò più nella nostra scuola."

Il mio cuore è sprofondato a terra.

"Cosa come?"

"La scuola non ha abbastanza soldi." Disse con una lacrima che gli rigava il viso.

Mi sono messo in ginocchio e gli ho tenuto il viso. Ho asciugato la sua lacrima e l'ho abbracciato.

"Ce la caveremo. Ok? Sei l'uomo più intelligente che conosca. Troverai qualcosa." dissi rassicurante.

Alzò la testa dalle mani.

"Avevo davvero bisogno che tu fossi qui."

"Sono qui... ci sarò sempre" Gli baciai la guancia e gli tenni la testa sul petto.

Ho trattenuto le lacrime e ho cercato di essere forte. Stavamo scherzando da due anni allora, e non potevo immaginare di andare a scuola senza che lui fosse lì.

Mi sono seduto accanto a lui sul divano e mi sono sdraiato sul suo petto.

"Ti voglio bene." Disse passandomi le mani tra i capelli.

Non l'avevo mai sentito dire così. Ovviamente lo amavo anch'io, ma era strano sentirlo dire.

Lo guardai e gli baciai le labbra.

Ha fatto scorrere la sua mano su e giù per la mia coscia, stringendomi il culo ad ogni colpo.

"Ti voglio ora." disse piano.

Mi sono tolto la mia semplice maglietta per rivelare le mie tette vivace.

"Niente reggiseno? Mmmmm." Il signor C ha detto prima di infilarsi le mie tette in bocca.

Una cosa tira l'altra, e siamo finiti di sopra nella camera da letto di lui e sua moglie.

Mi sono sdraiato sotto il corpo nudo del signor Connor... sentendo le sue dita scivolare dentro e fuori dalla mia figa bagnata.

Tim allo stesso tempo mi succhiò il collo e mi prese a calci le tette.

"Mmmmm sì. Tesoro!" gemevo.

Ho sentito la mia figa stringersi intorno alle sue due dita e ho sentito un enorme sollievo.

"Dio, perché la tua mano è così fottutamente incredibile!" dissi agitato.

L'ho spinto indietro, così forte, che è caduto dal bordo del letto.

Abbiamo riso all'unisono.

"Quindi dovrei chiamarti Hulk invece di Erica?" Disse per terra ridendo.

Strisciai giù dal letto, a quattro zampe sul pavimento. Ho leccato il suo cazzo.

Le sue dita si arricciarono.

Ho afferrato il suo cazzo e gli ho lasciato che la bocca mi fottesse. Il suo bacino si mosse su e giù, mandando la testa del suo uccello nella mia gola. Ho lasciato che mi fottesse in faccia fino a quando non aveva fatto a modo suo.

La mia bocca ha rilasciato il suo cazzo coperto di saliva e ho cercato di riprendere fiato.

Presi fiato e mi misi a cavalcioni su di lui. Mi chinai in avanti e lo baciai profondamente. Mi sollevai e mi sprofondai sul suo cazzo duro pulsante.

"OH MIO DIO CAZZO." Il signor Connor gridò quasi all'istante.

L'ho cavalcato così forte che ho dovuto tenere le mie tette per impedire loro di volare ovunque. Non appena li ho coperti, Tim ha allontanato le mie mani da loro.

"Mi piace il modo in cui sussultano, piccola." Lui grugnì.

"Oh ti piace? Sì piccola? Mmmm il tuo cazzo si sente così bene" gemetti.

Ho rallentato e ho macinato su di lui in tondo. Guardò i miei fianchi e il mio busto muoversi in cerchio. Non riusciva nemmeno a provare a eguagliare il mio ritmo, si è semplicemente sdraiato lì in soggezione e mi ha guardato scoparlo come se fosse la nostra ultima notte sulla terra.

Il signor Connor si alzò dal pavimento e si alzò, portandomi tra le braccia. Mi ha portato nella sua grande cabina armadio e mi ha piegato.

Mi chinai abbastanza da toccarmi le dita dei piedi. Ha trovato il mio buco e ha spinto dentro.

Mi ha stretto i fianchi così forte che pensavo avesse lasciato dei lividi. Si è fatto forza con me così forte che ho urlato il suo nome con la prima spinta.

"Tim!....OH MIO DIO.. MR...CONNOR..YESSSS!"
Si sentivano le sue palle che schiaffeggiavano copiosamente contro di me.

Ho afferrato la scarpiera davanti a me per prepararmi e per non farmi crollare.

Il suo cazzo era così profondo e non sapevo come facesse a raggiungere il mio punto g con (quasi) ogni pompa.

Ho sentito il suo cazzo contrarsi, quindi sapevo che sarebbe venuto presto. Continuava a picchiarmi e a picchiarmi.

Poi, all'improvviso, ho sentito la porta d'ingresso aprirsi. Tim si lamentava così forte che non lo sentiva nemmeno!

Sapevo che era sua moglie.

La parte egoista di me voleva che lei ci trovasse, in modo che lui fosse costretto a scegliere, ma la metà logica mi ha ricordato che quello che stavamo facendo era illegale e proibito.

Quindi ho lasciato un sospiro.
"Tim, Tim Tim! Ho sentito qualcuno al piano di sotto!" dissi freneticamente.

"Tim, tesoro?"

Potevamo sentirla nel corridoio anteriore, in procinto di salire le scale!

Il signor Connor ha trovato rapidamente dei pantaloni e si è diretto al piano di sotto per salutare sua moglie.

Ho riso internamente al fatto che il suo cazzo fosse ancora duro come una roccia, e lì stava cercando di avere una conversazione normale con sua moglie.

Non mi aspettavo di essere a casa dei Connor prima di altre 3 ore, quindi non potevo scendere senza che lei sospettasse qualcosa.

Nel frattempo, mi sono vestito in fretta e furia e mentre scendevo le scale, il signor Connor mi ha fatto cenno discretamente con la mano di uscire usando la porta sul retro mentre distraeva sua moglie.

Sgattaiolai silenziosamente fuori dalla porta sul retro e salii in macchina. Mi sono pettinato i capelli cercando di sistemarli, perché avevo quelli che chiameresti "capelli sessuali".

Proprio mentre stavo per decollare, vedo il signor Connor uscire dalla porta sul retro.

Tim è salito sul sedile posteriore della mia macchina.

"Penso che abbiamo degli affari in sospeso qui." Disse con un sorrisetto.

Tirò fuori il suo cazzo palpitante e lo accarezzò.

Scesi dal posto di guida e lo raggiunsi sul sedile posteriore.

"Cattivo cattivo ragazzo." Ridacchiai mentre mi toglievo i pantaloncini e chiudevo la porta dietro di me.

Con la schiena premuta contro la portiera del sedile posteriore, ho allargato le gambe, invitandolo a venire a finire la nostra 'affare'.

Si sputò sulla mano, se la strofinò sulla testa del suo membro e spinse dentro. I suoi colpi furono più morbidi questa volta ma follemente profondi.

I miei gemiti si sono trasformati in piagnucolii, perché semplicemente non avevo le parole... Per come mi ha fatto sentire sia sessualmente che emotivamente.

Eravamo già così sudati, e anche la temperatura di 80 gradi in macchina non ha aiutato.

I nostri gemiti e il respiro caldo hanno riempito la macchina lasciando i finestrini appannati e la mia figa si è riempita del suo sperma.

"Cazzo, ti amo." Disse baciandomi sulla fronte e abbracciandomi.

Ci abbracciammo per un po' finché non fu troppo caldo anche solo per toccarci. Il signor C è sceso dalla macchina.

"Ci vediamo verso le 2 per le lezioni?" Chiese.

"Ci vediamo allora, ragazzo innamorato." Ho detto tirando fuori.

Erano circa le 11:30 quando ho lasciato la casa del signor Connor, quindi ho avuto un po' di tempo da ammazzare prima di tornare. Ho deciso di andare al Panera Bread per mangiare un boccone e ho fatto i compiti. Il tempo è passato in fretta e quando ho alzato lo sguardo erano già le 1:45.

Salii in macchina e tornai a casa di Connor. Ho suonato il campanello, perché è quello che ho fatto quando la moglie di Tim era a casa.

Il signor Connor ha aperto la porta.

"Oh, entra Erica. È bello vederti." Disse abbracciandomi.

"È bello vedere anche te, signor C." Dissi stancandomi di questa farsa che dovevamo fare davanti a sua moglie.

Sua moglie era al piano di sopra nella loro camera da letto, e immagino che non mi abbia sentito entrare perché è venuta precipitosamente giù per le scale..

"TIM??? Di chi cazzo sono queste mutandine nella nostra camera da letto????"

Mi ha visto seduto sul divano e ha cercato di fingere che tutto andasse bene. Ma non lo era. Era rossa come una mela!

Mi alzai.

"Ci vediamo lunedì, signor C." dissi in silenzio, correndo fuori dalla porta.

Sono salito in macchina e l'ho avviato. Ho preso un respiro profondo e improvvisamente il mio cuore è affondato. Ho guardato in basso e ho capito che non avevo la biancheria intima.

"FANCULO!"

Ho tirato fuori e speravo che il signor Connor potesse inventare una bugia, buona quanto il nostro sesso.

Storie simili

Nonno Joe

Questa è una storia su di me e mio nonno. Mio nonno Joe era sulla sessantina, calvo, alto e aveva un bel corpo da orso. Era davvero forte. Era anche molto peloso. Ero un paffuto di 16 anni. Culo grosso e tette da uomo appesi. Ero un ragazzo liscio e senza peli. Avevo un cazzo minuscolo. Inoltre non avevo alcuna conoscenza del sesso o altro. Non mi sono mai nemmeno masturbato, l'unica volta che sono venuto è stato durante i sogni bagnati. Un giorno mi è stato detto dalla mia famiglia di andare a stare con Joe. Joe stava invecchiando e...

92 I più visti

Likes 0

Intervista Privata

Ci sono molti vantaggi nell'essere il presidente del consiglio di amministrazione di un conglomerato internazionale, belle donne single e divorziate adulatrici ai tuoi piedi, dirigenti emergenti che lavorano nel lontano impero e le loro mogli. Due volte all'anno tengo una convention a New York per incontrare questi dirigenti e le loro mogli. L'affare solo su invito si svolge in un hotel a 5 stelle, riservo dieci piani di camere e suite per i dirigenti. Ho anche sei inviti inviati a donne che mi hanno colpito o che hanno attirato la mia attenzione in un ristorante o in qualche altra gita. Stasera...

85 I più visti

Likes 0

Foxy Knoxy -3 Inizia il calvario di Meredith

Prima: Foxy Knoxy Prima: Foxy Knoxy II (Foxy Knoxy – Studenti stranieri Amanda e Meredith litigano nel loro appartamento in una piccola città italiana. Amanda va al bar dove va nella stanza sul retro per intrattenere tre uomini un po' rudi. Finito con gli uomini che Amanda aspetta al bar per il suo ragazzo. Meredith esce per scopare e trova Rudy, un immigrato dall'Africa scontento di Meredith) Ora è più così. Meredith poteva sentire il grosso rigonfiamento nei pantaloni di Rudy con il piede. Rudy sorrise e smise di parlare mentre Meredith muoveva il piede contro il suo cazzo gonfio. Rudy...

43 I più visti

Likes 0

Sorelle, figlie, nipoti e mogli!

Tutto questo è successo molto tempo fa. Ero al lavoro e facevo quello che ancora provo molto piacere nel fare....... no! non quello...... anche se ovviamente mi impegno ancora in quella particolare attività quando la cosa reale non è disponibile come fanno la maggior parte degli adulti, dovrei immaginare! No, stavo osservando le donne in ufficio con cui ho avuto il piacere di lavorare e immaginandole impegnate nel genere di cose su cui tutti noi ogni tanto fantasticamo!. Ne ho già parlato in altre storie, ma ho sempre ricavato molta soddisfazione nel guardare i membri del sesso femminile fare cose 'quotidiane';...

68 I più visti

Likes 0

La mia insegnante sexy_(0)

La campana ha suonato. Il nome del mio insegnante era Ella maya. Era così calda. Aveva un seno enorme che spuntava fuori, Mi è piaciuto quando si è chinata. Potresti vedere il suo culo. Lewis, per favore resta indietro, il resto di voi può andare! Tutti si precipitarono fuori. non ho fatto niente di male? Vuoi un aiuto in più? Possiamo andare a casa mia adesso, se vuoi? Telefonerò ai tuoi genitori? Whoa. S-sì per favore ho detto. Lei sorrise. Poi ha telefonato ai miei genitori e siamo andati a casa sua. *l'aiuto è terminato.* Posso usare il bagno? Ho chiesto...

60 I più visti

Likes 0

Il mio sexy compagno di ufficio - III

Non potevo togliere Vathsala dalla mia mente. Non era una reginetta di bellezza come ho detto prima, ma era decisamente attraente e sexy. Ora che ho avuto due incontri con lei, tutti molto erotici e sensuali, ha occupato totalmente il mio mondo. E mi doveva per quello che aveva l'ultima volta quando ero bloccato sotto il suo tavolo e non l'ho dimenticato. Vathsala mi ha evitato per i giorni successivi a quell'incidente, e io ero piuttosto arrabbiato per l'intera faccenda. 'Cosa le ho fatto di male?' Mi sono sempre chiesto. Ma non fino a quando non ho colto per caso quel...

70 I più visti

Likes 0

Il loro mondo parte 3

Non so ancora quante ore ho passato dentro quel terribile capannone di alluminio, legato come un maiale... cercando di affrontare il folle calore che mi picchiava attraverso il tetto di metallo... annegando in una pozza del mio stesso sudore . Cosa avevo fatto di sbagliato? Cosa avevo fatto per meritarmi questa tortura disumana? Quella era la parte peggiore. Non avevo fatto niente di male. Tutto quello che ho fatto è stato aiutare mia moglie Monica e il suo amante Randy a prepararsi per una festa a cui stavano andando. Poi, quando erano quasi pronti per andarsene, Randy ha iniziato a schiaffeggiarmi...

58 I più visti

Likes 0

La grande guerra 3033 parte 2

Quando Jack aveva appena finito sul poligono di tiro quando Jack, come fai a sparare con quell'arma, tutti quelli che hanno sparato sono stati bruciati dall'interno con etere o sono stati semplicemente uccisi nel modo giusto. Jack ora notò che era stato scoperto e disse semplicemente Ho preso le armi e ho iniziato a sparare. Perché c'è qualcosa che non va. chiese jack. John ora era al telefono con il presidente dicendo che avevano trovato una delle due Umbra e che lui non sa cosa sia. OK, grazie per il lavoro, chiedigli se voleva essere allenato e se lo manda al...

63 I più visti

Likes 0

Cavalla montata

JoJo è una bellissima donna musulmana di 36 anni, separata dal marito da un anno. È amica di un socio in affari del Medio Oriente. Mi ha invitato a venire a casa sua. È arrivata a casa nello stesso momento in cui sono arrivato io, ci siamo salutati, con ciò si gira velocemente sui tacchi, e se ne va verso la porta sul retro della casa. Guardo il suo culo in quei jeans attillati. Ho dovuto raggiungere e regolare il mio cazzo nei pantaloni. Sono a disagio con il mio cazzo duro nel suo allineamento attuale. Gemetti tra me e me...

34 I più visti

Likes 0

Brianne

Era bella come sempre oggi. Indossava una gonna blu, piuttosto corta, e una maglietta verde. Lei stessa era piuttosto bassa, solo circa 5'4 . Aveva capelli di media lunghezza, castani, leggermente ricci, che le arrivavano fino alla spalla. I suoi seni erano di taglia media, probabilmente una coppa C. Aveva anche un bel sedere, era leggermente grande sulla sua piccola struttura. I suoi occhi erano sorprendentemente verdi e il suo sorriso era sempre gentile e caloroso. Avevo una cotta per lei da quando potevo ricordare, fin dalle elementari. Il suo nome era Brianne. L'ho vista camminare accanto a me a pranzo...

138 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.